E Mauro conferma trame e complotti contro Berlusconi

Il ministro centrista avverte Forza Italia (e Renzi): Berlusconi non deve avere un ruolo centrale nella stesura della legge elettorale

Alla fine il problema è sempre quello: far fuori Silvio Berlusconi. In ogni modo, da qualsiasi cosa. Anche dalla nuova legge elettorale. Perché l'unico Cav buono è quello (politicamente) morto. L'avviso ai naviganti arriva dal ministro della Difesa Mario Mauro, già eurodeputato nelle fila del Pdl, poi traghettato a Scelta Civica in polemica con la presunta deriva «populista» del primo partito del centrodestra e oggi allontanatosi anche da Monti creando il cespuglietto «Per l'Italia». Sull'house organ governativo, vale a dire Repubblica, è comparsa ieri un'intervista al ministro, piccola ma assai significativa. Per quello che dice. E per quello che lascia intendere.

Punto primo: Berlusconi. Mauro avverte che non deve avere voce in capitolo nella nascita della nuova legge elettorale mostrando che si agitano i tessitori di un vero complotto anti-Cav. «Non è sbagliato - dice il titolare di Palazzo Baracchini - dire che si deve ragionare con tutti, sia chiaro. Ma dopo il 27 novembre (il giorno in cui il Senato ha votato la sua decadenza, ndr) Berlusconi si è di fatto collocato in un ruolo più marginale, anche per via della posizione estremista che ormai ha assunto Forza Italia». Quindi l'attuale primattore della politica italiana, il neosegretario del Pd, ne deve tener conto: «Qui il problema è capire - spiega Mauro - se Renzi o chiunque altro intenda rilegittimare la centralità politica di Silvio Berlusconi. È una scelta, per carità. Non è che la legge elettorale venga meglio o peggio, il problema è politico».

Insomma, il teorema è semplice: visto che il Cav finalmente è stato fatto fuori (almeno così ama credere qualcuno), non rimettiamolo in gioco servendo anche a lui le carte nella confusa partita delle riforme. Come invece sembrerebbe abbia intenzione fare Matteo Renzi. Proprio Repubblica, nella pagina a fianco all'intervista a Mauro, racconta che il sindaco di Firenze starebbe brigando per proporre a Forza Italia e a Ncd un Mattarellum (il sistema elettorale voluto da Berlusconi) corretto dalla variabile del doppio turno che piace invece al Pd. Un giochino che metterebbe in palio un premio di 75 seggi ritagliati dai 475 maggioritari tra le due coalizioni con più voti dopo il primo turno. Un meccanismo complesso e la cui realizzabilità è tutta da verificare. Ma che fa innervosire la componente non piddina della maggioranza, che si sente tagliata fuori. Da qui l'inquietudine di Mauro, che precisa nell'intervista al quotidiano diretto dal suo omonimo Ezio: «La maggioranza ha mutato connotati. A meno che qualcuno non intenda la nuova coalizione costituita semplicemente dal Pd più dei cespugli. Disconoscendo tutto un arcipelago moderato, che invece esiste».

Fosse solo il disagio dei centristi, in fondo si potrebbe anche metabolizzare, anche se al Senato i numeri della maggioranza non tollerano mal di pancia. Ma il fatto è che attorno allo scontento di chi non vuole una trattativa sulle regole con Berlusconi si potrebbero coagulare anche i borbottii dei democratici di rito non renziano. Quelli che attualmente hanno abbassato le orecchie ma non smettono di annusare l'aria per capire se c'è uno spazio di fronda nei confronti di Renzi. E l'antiberlusconismo potrebbe essere ancora una volta il passepartout per scompaginare scenari apparentemente inattaccabili.

Anche perché da Mauro arriva anche una stoccata nei confronti del «sindaco d'Italia». «La situazione - il ministro della Difesa la vede così - è rischiosa come lo fu la scelta di Veltroni sulle alleanze che ha portato poi alla sconfitta del Pd nel 2008». In quell'occasione il leader Pd (che come Renzi aveva costruito la sua leadership da sindaco, in quel caso di Roma) pensò di poter fare da solo, abiurando quasi tutte le alleanze naturali e pretendendo l'adesione al proprio programma: si trovò così con il solo Idv nella coalizione, che fu asfaltata da Pdl+Lega. Renzi faccia gesti apotropaici, se crede.

Commenti

cast49

Dom, 22/12/2013 - 08:37

non riusciranno in niente, visto che non capiscono un cazzo di politica...

unosolo

Dom, 22/12/2013 - 09:17

ancora paura del Berlusconi , siamo arrivati ad una situazione che proprio non dovevamo arrivare " i sessantottini al governo " meno male che per lunghi anni li ha rallentati ma oggi godono del potere assoluto e non rallentano , finanziamenti occulti sono anche i stipendi elevati e posti di lavoro nei ministeri e in tutte le consociate , un modo come un'altro per regalare soldi ai compagni di merenda che in qualche modo ripiegano il denaro verso politici o partiti , altrimenti non si spiegano stipendi faraonici nella PA:

carpa1

Dom, 22/12/2013 - 09:35

Questo signor nessuno pretenderebbe di dettare condizioni dopo aver vagato di "cespuglio in cespuglio" con il solo obbiettivo di tenersi incollata stretta una poltrona? Ma come fa a non capire che, se la poltrona ce l'ha ancora attaccata al c..o, è solo per chè orbita nell'area della dx? In ogni caso personaggi del genere è meglio perderli che trovarli e di questo Berlusconi dovrebbe tenerne conto rinunciando, in futuro, a circondarsi di tali individui; errore che, purtroppo, ha commesso troppo spesso in passato, forse anche a causa di cattivi consiglieri che gli hanno presentato esseri inutili o addirittura dannosi. Ora purtroppo il tempo stringe e penso che, difficilmente, la barca potrà essere raddrizzata.

handy13

Dom, 22/12/2013 - 09:52

...è evidente che i PARTITINI,...vogliono essere l'ago della bilancia,..che ricattano gli altri,...ALZARE LO SBARRAMENTO..!!!

pollicina

Dom, 22/12/2013 - 09:53

Portateci al voto e questi infami avranno una bella sorpresa!

vince50_19

Dom, 22/12/2013 - 10:02

Così parlò sua "nullità", in nome e per conto del suo caporione alquanto imbufalito! Egregio signore, SB ha avuto il benservito ma togliergli il diritto alla parola qualifica solo il suo pensiero: un emerito palloncino gonfiato di acidi volatili, boria e saccenza. Presto, immagino, tornerà nell'anominato dove certo farà più bella figura.

rossini

Dom, 22/12/2013 - 10:14

Mario Mauro, già eletto eurodeputato nelle file del PDL. L'ennesimo beneficato da Berlusconi che arde dal desiderio di piantargli il pugnale nella schiena. E' proprio vero il detto: se vuoi farti un nemico, fagli del bene! Vero Fini, vero Casini, Vero Al-fini?

Ritratto di semovente

semovente

Dom, 22/12/2013 - 10:25

Razzismo vero e proprio.

DIAPASON

Dom, 22/12/2013 - 10:34

La carica di ministro ad un personaggio che a fatica rappresenta se stesso, troppi cani sciolti in Italia.

Ritratto di onollov35

onollov35

Dom, 22/12/2013 - 10:35

Ministro, lei non è nessuno e credo che è solo un ex democristiano rielaborato. Si vede che la paura fà tanto quando si nomina Berlusconi, vero? Sparirete tutti dai c.............

gian paolo cardelli

Dom, 22/12/2013 - 10:40

In democrazia decide chi prende voti, non chi e'nominato: Mauro non e' semplicemente democratico, e come tale va ignorato... in alternativa chi lo approva abbia il coraggio di dire di se stesso che e' e vuole essere un suddito.

Michele Calò

Dom, 22/12/2013 - 10:53

La cosca di Comunione e Liberazione, di cui Mauro fa parte insieme a Formigoni e Lupi, dimostra come le mafie politiche non si riescono ad abbattere. La malefica combinazione di politica e clero, da sempre il cancro italiano ed origine del peggiore parassitarismo, è quella cha ha originato il cattocomunismo che ci strozza da decenni. Da sempre sono convinto che solo abolendo i Patti Lateranensi si potrà cominciare ad avere una Italia libera. E forse, dico forse, anche una Chiesa vera.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Dom, 22/12/2013 - 11:14

Il "Serpente" elettO alla UE grazie a Berlusconi, Il "Giuda" passato poi con Montasse, adesso fa la "corte" al NCD o al nuovo che dovrà nascere. Ma dis-Onorevole cosa ha fatto per i due marinai prigionieri in INDIA???? NIENTE!! tanto anche Lei MANGIA il PANETTONE.

Ritratto di micheleciaramella2

micheleciaramella2

Dom, 22/12/2013 - 11:15

A furia di essere "contro" ogni costo e ad ogni cosa che Berlusconi possa dire, al di là della valenza del merito di quello che dice, l'Italia sta andando alla deriva. Questa irresponsabilità che viene dal D.N.A. della Sinistra che per esistere ha bisogno sempre del "NEMICO" di turno da abbattere, continua ancora oggi per il tramite di insignificanti uomini politici come il nostro Mauro. Se Renzi capisce che questi personaggi, che rappresentano solamente se stessi, vanno buttati fuori il prima possibile e capirà che l'Avversario, qualunque esso sia, anche purtroppo per loro Berlusconi Silvio, deve essere ascoltato e rispettato per ciò che è e che rappresenta, Renzi potrà essere un vero Leader e un giorno anche uno Statista nel rispetto dell'alternanza. Caso contrario, passerà come una meteora senza lasciare alcun segno come i suoi astiosi predecessori. Buon Natale a Tutti e viva sempre e comunque Berlusconi... e che Dio ce lo conservi a lungo.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Dom, 22/12/2013 - 11:17

Mauro ha paura che il suo ridicolo partitino venga rottamato da Renzi, che teoricamente sarebbe suo alleato, ma che in pratica non vede l'ora di andare al voto per evitare di addossarsi le responsabilità del disastro del governo Letta.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 22/12/2013 - 11:34

Purtroppo per Berlusconi questa e' tutta merda che ha raccattato e ha fatto votare lui.

gianbra

Dom, 22/12/2013 - 11:35

quanti emeriti nessuno in questa italia alla deriva e in mano a chi non ama e fà gli interessi degli italiani ma pensa solo al potere e a un tornaconto personale

Ritratto di martello carlo

martello carlo

Dom, 22/12/2013 - 11:53

Tipico rappresentante della generazione antiberlusconiana invecchiata PRECOCEMENTE cercando di opporsi al nuovo con tutti i mezzi e tutti i compari possibili. Non credo avranno vita lunga: le fisse ora diventate croniche non fanno certo bene alla salute, specie quella MENTALE. ORMAI IL SOGGETTO MI SEMRA MATURO PER IL GRANDE SALTO O QUANTO MENO PER LA CAMICIA DI FORZA. LA MALEDIZIONE DI BERLUSCAMON EVIDENTEMENTE COLPISCE ANCORA, ANCHE DAI DOMICILIARI.

ilbarzo

Dom, 22/12/2013 - 11:57

Trame e complotti contro Berlusconi,sono sempre esistiti e sempre esisteranno.Il ministro,ha scoperto l'acqua calda.

giugurta

Dom, 22/12/2013 - 12:10

«La maggioranza ha mutato connotati». Se le cose stanno così, se cioè, come sostiene il ministro della Difesa, si è di fatto cambiato maggioranza, perché non ci sono state le dimissioni del Governo, nuove consultazioni, una nuova lista di ministri, un nuovo Giuramento e così via? Non è questa una violazione palese di quella Costituzione che si suole chiamare «la più bella del mondo», salvo poi guardarsi bene dall'applicarla quando applicarla torna scomodo?

bisesa dutt

Dom, 22/12/2013 - 12:11

giusto!!! berlusconi silvio non è deputato, non è senatore, non può avere cariche istituzionali ed è condannato per evasione fiscale quindi non può partecipare alla stesura della legge elettorale e di nessuna legge, punto

Angelo48

Dom, 22/12/2013 - 12:12

Il mio conterraneo Mauro si esibisce ancora nel suo pezzo forte: l'ingratitudine! Sì, anche in politica l'ingratitudine la fa da padrone. Da signor "nessuno" il buon Mauro, dopo esser stato eletto nel 2009 al Parlamento Europeo nelle fila di Forza Italia grazie ai buoni auspici di zio Silvio (così lo chiamava allora)e sempre sui di lui buoni "uffici", viene nominato Vice presidente al Parlamento Europeo nella legislatura 2004-2009. In F.I. e con essa, ricopre altri incarichi ma nel gennaio del 2013 la sua indole viene fuori: lascia il PDL ed aderisce a Scelta civica di Monti e, grazie al suo aiuto, viene candidato in Lombardia come capolista (al riparo da sorprese quindi)nella lista Monti per l'Italia onde poter essere eletto senatore! Ma siccome il lupo perde il pelo ma non il vizio, accortosi della "morte" politica di Monti, lascia Scelta civica per fondare un nuovo partito da lui chiamato Popolari per l’Italia. Grazie ai buoni uffici di Letta, viene - dallo stesso - chiamato a dirigere il ministero della Difesa. Oggi l'INGRATO si erge addirittura a "consigliore" (e non consigliere)di Renzi: guai se dai ancora visibilità a Berlusconi per la formulazione della nuova legge elettorale, gli grida. In sintesi vorrebbe dirgli: discutila con me anche perché - Mattarellum o no - dobbiamo trovare un sistema che mi permetta innanzitutto di continuare a governare sino al 2015 e che mi consenta poi di poter tornare in ballo dopo quella data visto che dovrò affrontare le forche caudine della preferenza. Egli sa quindi, che con le preferenze non andrebbe da nessuna parte. A meno che, vista la sua indole, non lasci anche il partito che ha creato per confluire in un gruppo più composito che gli garantisca un certo numero di voti utili per la sua elezione. Non ci resta che attendere!

gamma

Dom, 22/12/2013 - 12:25

Ma chi è Mauro? Politicamente parlando è solo una pulce. Che in caso di nuove elezioni non si sa nemmeno se verrà rieletto. Sapete la barzelletta della pulce e dell'elefantessa? Immagino di si. Be' il povero mauro e tutti i traditori credono che l'elefantessa goda per i loro movimenti ma alla fine ci sarà per loro un malinconico e brusco risveglio alla realtà.

enzo1944

Dom, 22/12/2013 - 12:30

Questo ministro BANDERUOLA(ex udc,ex pdl,ex montiano,ex tante cose),beneficiato ed aiutato da Berlusconi,da ciellino falso e bugiardo come i suoi amici lupetto,forminchione e lo zerbino lettino jr.,comincia a capire che,come il suo ex-amico monti(il tassatore degli Italiani),alle prossime Elezioni rischia di scomparire come il finito,il casini,il bottiglione,l'alfanino ed il monti stesso!...Ed allora,insieme ai suoi amici di Comunione e Liberazione(falsi clerico-catto-comunisti)sta tentando in tutti i modi di RUBARE I VOTI A FORZA ITALIA,per sopravvivere e continuare a vivere di politica,facendo gli interessi delle lobbies massoniche,per cui già lavorano da sempre!.......e mettendo davanti a tutto i loro interessi ,poi quello dei partiti e dell'Italia e degli Italiani,....non frega proprio un bel niente! Cialtroni,andiamo a votare e vedrete che fine fanno gli Infame e Traditori come voi!

roberto zanella

Dom, 22/12/2013 - 13:05

pensate di che gentaglia si era attorniato Berlusconi,ma possibile che questa feccia è stata premiata dall'ex premier in tutti i modi senza che lui, capace di cogliere le capacità professionali di tutti, se ne accorgesse?

giottin

Dom, 22/12/2013 - 13:12

Bravo a Michele Calò: tutto vero e sacrosanto il suo pensiero e...tolga pure i forse. Saluti cordiali.

agosvac

Dom, 22/12/2013 - 13:28

Il ministro mauro non ha capito una cosa che invece sembra aver capito Renzi: attualmente, in Italia, sono tre le persone realmente significative politicamente e sono lo stesso Renzi, Berlusconi e grillo! Nessuna riforma, sia elettorale sia istituzionale, può prescindere da loro. Se questi tre riusciranno a mettersi d'accordo, allora si potrebbe veramente cambiare l'Italia. Se non lo faranno, saranno grossi guai!!!

electric

Dom, 22/12/2013 - 13:38

Non ci vuole molto perspicacia per capire che c'e' in atto un vero e proprio complotto contro Berlusconi. Bisogna essere proprio duri di comprendonio per non accorgersene.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Dom, 22/12/2013 - 14:23

...Ministro Mauro! Le sue parole interpretano il giusto riconoscimento verso colui, grazie al quale, è potuto entrare e rientrare nel Parlamento Europeo. Ricordi! Vale più il Cav. fuori dal parlamento e non dieci Mauro al Governo.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 22/12/2013 - 15:11

Ma quanto é brutto stare incollato ad una poltrona guadagnata con gli elettori di un Partito che Mario Mauro adesso disprezza!.

beale

Dom, 22/12/2013 - 15:12

Lo statista del Gargano!Si è montato la testa: dal Gargano a Bruxelles e da qui a ministro della difesa, è comprensibile.una cosa è certa: assisteremo all'epilogo della vicenda. Noi, popolo, ci adegueremo alla risoluzione. un suggerimento però mi va di darlo sulla legge elettorale: il vincolo di mandato.A chi sta stretto il partito d'elezione l'alternativa da offrire è: dimissioni.

giovanni PERINCIOLO

Dom, 22/12/2013 - 15:29

Vai al diavolo, sporco doppio traditore infido e bugliardo!

fabiou

Dom, 22/12/2013 - 18:06

ignobile mauro. servo dell europa delle banche, volete uccidere berlusconi per prendere i suoi voti.illusi! senza perlusconi , grillo prenderebbe il 50%. alfano e mauro e qualgiariello non arrivano al 5%

albertzanna

Dom, 22/12/2013 - 18:06

Immagino che ci sia, a sinistra, chi sta studiando come silenziare IL GIORNALE, perché rivela notizie che sui quotidiani di partito (intendo il partito PCI/PD), quindi Repubblica, Corriere della Sera, Fatto, Stampa ecc. non vengono pubblicate, o se lo sono è in penultima pagina fra le pubblicità e gli annunci AAA - massaggiatrice offresi....... Ma il punto è anche un altro, che quasi nessuno sta evidenziando: vi siete accorti che l'offensiva contro il centrodestra sta diventando sempre più accanita, con punti di alto delirio parossistico e che quelle che dovrebbero essere le istituzioni principali dello Stato, Presidenza della Repubblica, Presidenza del Senato, Presidenza della Camera, preposte alla difesa dei diritti civili di ogni cittadino italiano, sono state messe in mano a tre personaggi che, il primo, da quando si diede alla politica con il PCI di orientamento sovietico, praticamente da dopo che smise di suggere il latte dal seno materno, il secondo che si è sempre distinto come magistrato di sinistra ben orientata, la terza, donna della sinistra estrema con propensione di simpatia molto forte verso quei movimenti che stanno tendendo a distruggere l'istituzione familiare come centro dell'educazione dei figli (vi ricorda nulla cosa accadeva nell'Unione Sovietica di leniniana, staliniana, cremliniana memoria?), hanno come obiettivo neppure più tanto apparente, ma palese, di creare una situazione di controllo di ogni branca dello stato italiano da cui orientare gli indirizzi politici, checchè ne pensi il corpo elettorale italiano, in questo momento più che mai ritenuto inutile, come popolo votante, viste le decisioni presidenziali di Giorgio Napolitano che, è ormai storia che si scrive ogni giorno, ha buttato in discarica la Costituzione e se la reinventa ogni giorno scritta personalmente da lui, evidentemente sempre più basata su quella che, prima della caduta della cortina di ferro, obbligava i cittadini sovietici all'obbedienza assoluta alle direttive del Comitato Centrale del PCUS, al culto della personalità del segretario dello stesso ed ai pellegrinaggi onorativi alla mummia sulla Piazza Rossa. Questa è la situazione, per come la vedo io, e temo che si sia ormai andati oltre il punto di non ritorno, dopo il quale normalmente accade che il popolo che non accetta questa situazione scenda nelle piazze, ma seriamente, imbracciando i forconi. Penso che Garibaldi, Cavour e tutti gli uomini che crearono l'Italia combattendo e morendo nelle guerre risorgimentali, si stiano tutti rivoltando nella tomba, ma non li sentiamo perché è troppo forte il rumore di disturbo che la sinistra fa per distrarci. Albertzanna responsabile di ciò che scrive

mifra77

Dom, 22/12/2013 - 18:21

Spero che Berlusconi abbia capito da chi è stato tradito. Spero che Berlusconi che sta vivendo sulla sua pelle il tradimento, non torni più a fidarsi. Facciamo che il politico che prende più voti diventi anche capo dello stato? Mauro, sei solo un quaquaraquà, altro che ministro! La tua fortuna è che i vertici delle Forze Armate non sono più quelli di qualche anno fa!

angelomaria

Sab, 28/12/2013 - 09:48

renzi renzi prenditela con le tue escort e non rompere piu'di tanto

mario micheletti

Sab, 28/12/2013 - 19:57

dopo 20 anni qualquno a capito che ci sono trame contro berlusconi