"Ecco il film che svela la leadership del Cav"

Il senatore-regista Francesco Giro: "Nessuna apologia, ma il racconto di un uomo intenso e genuino"

Roma - L'ammirazione nei confronti di Berlusconi lo ha fatto diventare anche regista. Si chiama Il Fiume della Libertà il film («diciamo un docu-film) che il senatore Francesco Giro ha tratto da due mesi di full immersion nei materiali di archivio di vent'anni del Berlusconi politico.

Giro, com'è nata l'idea?
«Un paio di mesi fa, fine maggio, sono andato da Roberto Gasparotti (responsabile dell'immagine di Berlusconi, ndr) e gli ho detto: “Roberto, si avvicina il ventennale, dobbiamo inventarci qualcosa. Perché non facciamo un film?”. E lui mi ha risposto: “Magari!”. Quindi sono partito».

Partito come?
«Mi hanno fornito tanti dvd da visionare, ore e ore di filmati tratti da un archivio imponente: Mediaset, Rai ma anche riprese dello staff di Berlusconi. Poi ho consultato i testi dei discorsi pubblici di Berlusconi pubblicati da Mondadori e ho chiesto altri filmati. Ho fatto le 4 per due mesi».

Un tempo breve per un film...
«Ma all'inizio i tempi non erano questi. Il progetto originale prevedeva un semilavorato da consegnare dopo l'estate, per poi fare un montaggio definitivo e un commento audio con una voce fuori campo. Poi abbiamo deciso di fare uscire il film prima della sentenza della Cassazione su Mediaset e così abbiamo sostituito il commento audio con didascalie che rendono intelleggibile la sequenza per altro già molto chiara».

Qual è il filo conduttore del film?
«Abbiamo seguito un criterio cronologico, che strada facendo diventa anche logico, ordinato per grandi temi: per dire, per il governo 2001-06 abbiamo dato rilievo all'aspetto internazionale, alla diplomazia tutt'altro che naïf di Berlusconi, mentre raccontando il governo 2008-11 diamo più rilievo al profilo interno, all'avanzare della crisi economica, al terremoto dell'Aquila. Partiamo dal 1994 e ci fermiamo alla caduta dell'ultimo governo Berlusconi, nel novembre 2011».

Fatto tutto da solo?
«Beh, i filmati li ho visti e scelti tutto da solo. Poi certo, ho lavorato con un montatore, Walter, con cui abbiamo tagliato più volte fino alla durata finale di un'ora e mezza».

Proprio come un film normale. Finirà nelle sale?
«L'utilizzo del film lo deciderà Berlusconi, che stasera (ieri sera, ndr) lo vedrà per la prima volta. Certo, la destinazione naturale di questo lavoro è farne un dvd da vendere per finanziare il partito, a cui appartengono i diritti. Ma se lui lo riterrà opportuno, potrebbe essere trasmesso anche dai canali Mediaset».

Nella full immersion che cosa l'ha più colpita dei vent'anni di berlusconismo?
«La cosa più suggestiva per me è il rapporto quasi fisico del leader con il suo popolo. Una cosa coreana? No, qui parliamo di carisma. Il film è essenzialmente la fenomenologia di una leadership carismatica e unificante, come non accadeva da quando De Gasperi e Togliatti avevano un ritorno popolare che solo Berlusconi ha replicato».

Basta il carisma per evitare il rischio dell'apologia?
«È un racconto emotivo, politico, prepolitico, culturale e anche ideologico. Apologetico? Celebrativo certamente ma senza nostalgie. Non ho scelto il canone del mélò, ma quello della forza, della potenza. Ne esce il ritratto di un uomo forte che ha detto tante cose e tante altre ha ancora da dire. Il rischio di avere un Berlusconi pervasivo, invadente è evitato da un racconto veloce che mostra un uomo intenso, genuino, vero e anche simpatico nella sua umanità».

Ma uno spettatore di sinistra che cosa ne penserebbe?
«Guardi, io non sono un fanatico, ma credo che Berlusconi sia quasi un personaggio letterario, di una complessità che lo fa appartenere più all'immaginario collettivo che alla storia. Certo, poi la sinistra è ossessionata da Berlusconi. Mi sono sempre chiesto che cosa farà quando il Berlusconi politico non ci sarà più».

Beh, guarderà il suo film...
«Una buona battuta».

Commenti

sale.nero

Ven, 26/07/2013 - 08:21

Per i suoi cari avversari sarà come mettere sale sulla ferita. A loro un biglietto omaggio per tutta la famiglia ... e buona visione.

gzn663

Ven, 26/07/2013 - 09:22

Genuino?Si come il parmesan cinese!!!

Ritratto di monique

monique

Ven, 26/07/2013 - 09:59

hahahah voglio l'oscar

Barducci Emilio

Ven, 26/07/2013 - 11:45

Emilio 45:Senatore Giro,che IO contribuisco a pagare lautamente,non ha niente di piu' importante da fare?Si vergogni!

Barducci Emilio

Ven, 26/07/2013 - 11:45

Emilio 45:Senatore Giro,che IO contribuisco a pagare lautamente,non ha niente di piu' importante da fare?Si vergogni!

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Ven, 26/07/2013 - 11:59

«Ecco il film che svela la leadership del Cav». Come minimo con questo film un paio di Oscar saranno assicurati.

cloroalclero

Ven, 26/07/2013 - 12:53

da non perdere..dopo Totò berlusconi è il più grande comico della storia italiana..

xgerico

Ven, 26/07/2013 - 13:06

sarebbe meglio titolarlo Viale del tramonto!

Lino1234

Ven, 26/07/2013 - 14:44

Ma quanto sono intelligenti questi comunisti. Non ce ne uno che non senta la necessità di presentare il loro grado di stupidità. Hanno già pronto il giudizio negativo di un film non ancora uscito e dunque non ancora visto, dunque non in grado di commentare con un minimo di competenza. Come si può constatare loro, i comunisti non hanno alcun bisogno di conoscere prima di giudicare. Ulteriore prova di cosa è il comunismo: la peggiore disgrazia mai capitata all'Italia. Saluti. Lino W. Silvio! Sei l'unica speranza per gli Italiani veri.

dario_faber

Ven, 26/07/2013 - 16:01

Di solito i film agiografici sui Grandi Leader spopolano in paesi come la Cina e la Corea del Nord. Berlusconi non sarà mica un comunista ?

Ritratto di ersola

ersola

Ven, 26/07/2013 - 17:24

ma allora è un film porno.

chiara63

Ven, 26/07/2013 - 17:44

Lino 1234 un altro che vede comunisti dappertutto ma non vede i dittatorelli megalomani che si dicono moderati del cdx

Dylan_DD

Sab, 27/07/2013 - 11:21

Lino1234: magari studiala un po' di storia prima di parlare, ti chiedo di approfondire soprattutto una cosuccia che si chiama "resistenza".

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Sab, 27/07/2013 - 15:45

molti di voi, lo negheranno, ma odiano Berlusconi per pura ansia, ingenerata da quei persi che il tempo sta macerando. Il terrore generato a sinistra dalla presentazione in politica e l'indiscutibile successo costellato di critiche feroci e calunnie, pure in altri paesi, è riuscito a far implodere perfino la gente che si era coalizzata mettendo insieme gli ultimi stracci di famiglia, e ci riprovano con l'ingovernabilità da attribuire a lui! Possibile che l'elettore, che pure pare sia uscito dall'analfabetismo dominante che esisteva in Italia quando i comunisti mangiapreti andarono al potere redendolo una loro prerogativa, non riesca a comprendere da quale lato sta il marcio? Vogli dire:- Berlusconi è anziano e prima o poi lascerà, ma una cosa ve l'ha fatta capire: "l'ingovernabilità del Paese è dovuta ai fannulloni che ambiscono il potere soltanto per toglierlo agli altri!" Avete veduto coi vostri occhi che per azzeccare un governo c'è voluto l'ordine di re Giorgio ed ancora scalciano; e tu li voti, pure!

Il giusto

Sab, 27/07/2013 - 17:27

nuvmar...molti di noi lo odiano "solo" perché ha condotto l'Italia al baratro!Tutti i numeri dati dall'istat,c.g.i.a.di Mestre dimostrano che con lui al governo siamo crollati!Solo le sue aziende sono passate dal fallimento degli anni '90 ad un certo valore attuale!Ma se vuoi ti diciamo che lo odiamo perché è alto,bello e ha successo con le donne!!!

Il giusto

Sab, 27/07/2013 - 17:57

nuvmar...molti di noi lo odiano "solo" perché ha condotto l'Italia al baratro!Tutti i numeri dati dall'istat,c.g.i.a.di Mestre dimostrano che con lui al governo siamo crollati!Solo le sue aziende sono passate dal fallimento degli anni '90 ad un certo valore attuale!Ma se vuoi ti diciamo che lo odiamo perché è alto,bello e ha successo con le donne!!!

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Dom, 28/07/2013 - 00:09

Ma che bella idea. Anche anticpare i tempi per farlo uscire prima della sentenza e' una gran pensata. Mi dispiace per lei senatore Giro che ha dovuto fare le 4 tutte le notti per farlo uscire in tempo. Ne rimarra' sicuramente un lavoro utilissimo di cui davvero tutti sentivamo l'esigenza. Tra 50 anni i nostri figli e nipoti potranno guardarlo come noi guardiamo oggi i filmati dell'istituto Luce.

LAMBRO

Dom, 28/07/2013 - 05:47

Da come la vedo io non possono condannarlo: noi, con la morte nel cuore, dobbiamo anche pensare che ne farebbero un martire e che elettoralmente potrebbe diventare un BOOMERANG per la Sinistra !! specialmente adesso che il PD è nel marasma più completo. Opportunità suggerirebbe ,se non una giusta assoluzione, il rinvio!

Giorgio1952

Dom, 28/07/2013 - 09:25

I film su Berlusconi sono gia' stati due "Silvio for ever , che ne ha illustrato la carriera ed "Il caimano" che ne ha descritto la caduta. Questo fatto da un parlamentare schierato rischia di essere "La comica finale del cavalier ganassa".

LAMBRO

Dom, 28/07/2013 - 09:42

Dopo aver letto le opinioni di diversi lettori mi convinco sempre di più che la sinistra senza Berlusconi è il NULLA!! O meglio una accozzaglia di arrivisti che si scannano a vicenda indifferenti alle sorti Italiane!! Uniti solo dall'antiberlusconismo! Ed è così che hanno LORO affossato l'Italia !!!Per poi attribuirne abilmente la responsabilità al Centrodestra. Ricordo solo il ribaltone con la Lega, il Trappolone con Fini, la disfatta con Monti!! Tutto ciò senza nessun rispetto per Italiani e Italia solo per la loro sete di potere.

Pazz84

Dom, 28/07/2013 - 11:27

@LAMBRO devi aver confuso, e pure parecchio. E' la destra che è il nulla senza Berlusconi. Difendete ad ogni costo l'evasore/concussore solo perchè altrimenti la destra sparirebbero dalla scena politica. E' sempre una buona cosa ricordarvi quanto ha ottenuto il PDL alle ultime regionali: 0 assoluto. Avete perso su tutta la linea. E in valle d'aosta non avete preso neanche un voto. Magari nel film ci spiegano una buona volta dove ha ottenuto i soldi per costruire Milano 2, o quanto ha versato per la tessera della P2 di cui guarda caso sta attuando il programma. O ancora che utilità ha avuto per i cittadini la legge per depenalizzare il falso in bilancio. Tutte domande che ogni cittadino Italiano onesto dovrebbe porgli

hotmilk73

Dom, 28/07/2013 - 11:55

ci mostra pure il suo CULO FLACCIDO?!?!?...ahahahahah....ci sarann pure la D ADDARIO e socie e le 40 olgettine???...ahahahahah...ed una breve intervista a VERONICA LARIO x spiegare la "malattia" del pedofilo??..c è??...ahahhahahah...se si,corro a vederlo...ahahahahahaahah

hotmilk73

Dom, 28/07/2013 - 11:58

film???...ahahahaha...è una cacata tipo olimpya della leni su hitler...ahahhaah...piuttosto,tra 50 anni,sui libri di scuola,sto ventennio del pedofiloevasore verrà narrato come periodo"oscurantista" della società italiana....ahahahahaah

hotmilk73

Dom, 28/07/2013 - 12:13

lambro,curati...le "sorti" italiane le ha gia sputtanate il pedofilo in questi 20 anni....fatti un favore,torna a scuola....la sinistra senza il nano è nulla??..bene,passi x vero ma,il pdl,secondo te che fine fa senza silvio??!!???...ahahahahahah,tempo al tempo

Ritratto di caribou

caribou

Dom, 28/07/2013 - 15:18

Sarà un pò come il libricino di Mao, in versione film!

baldo1

Lun, 29/07/2013 - 09:13

Quando Berlusconi non ci sarà più, gli estremisti la smetteranno di bloccare lo sviluppo di questo Paese.

soldellavvenire

Lun, 29/07/2013 - 09:58

urrà altri vent'anni di barzellette e risate, w silvio! un cinepanettone a ferragosto è una trovata geniale! su mediaset a reti unificate? nooo! al cinema, in tre di a 12€! eh bisognerà pure recuperare i costi...

soldellavvenire

Lun, 29/07/2013 - 10:03

acc... rettifico: al cinema in tredì a 12€ solo per i fans contribuenti, tutti gli altri, mediaset a reti unificate, almeno due volte al giorno fino al crollo totale dell'audienca - stile "corazzata potemkin"