Ecco come i De Benedetti volevano inquinare di più

La Tirreno Power del gruppo di famiglia chiese di poter usare un olio combustibile meno costoso ma più nocivo

Aveva chiesto di poter usare un combustibile diverso, più inquinante, per la centrale elettrica di Vado Ligure. Difficile e costoso approvvigionarsi dell'olio a basso contenuto di zolfo. Non basta l'impiego del carbone, sui cui effetti sulla salute pubblica la procura della Repubblica di Savona sta indagando da tempo: la Tirreno Power, società riconducibile per il 39 per cento a Sorgenia (gruppo Cir, famiglia De Benedetti), aveva chiesto una deroga che avrebbe aumentato le emissioni nocive. Ma il ministero dell'Ambiente ha respinto la richiesta. La modifica, ha risposto il dicastero guidato dal democratico Andrea Orlando (che è ligure di La Spezia) dopo una lunga istruttoria, «costituisce un pregiudizio della qualità ambientale» e comporta «un aggravio ambientale di per sé».

Troppo inquinamento, a Vado Ligure ce n'è già abbastanza. Tirreno Power voleva impiegare, per l'accensione dei gruppi a carbone, un olio combustibile contenente un tenore di zolfo dell'1%, contro lo 0,3% al quale la centrale è vincolata dall'autorizzazione integrata ambientale. L'azienda (controllata per metà dai francesi del gruppo Suez e per l'altra metà da una cordata di imprese energetiche italiane in cui primeggia Sorgenia con il 78 per cento) si era giustificata adducendo difficoltà di approvvigionamento. Alla base della richiesta di modificare l'autorizzazione, tuttavia, ci sono anche questioni economiche, visto che l'olio combustibile tre volte più inquinante costa meno. Il ministero ha rimandato l'istanza al mittente ritenendo la motivazione insufficiente.

Contro la variazione chiesta da Tirreno Power si erano mossi i gruppi ambientalisti e gli attivisti del comitato Uniti per la salute. In questi mesi hanno tempestato di lettere il ministero sostenendo che «l'utilizzo di olio combustibile denso all'1% avrebbe comportato un grave pregiudizio alla qualità ambientale». E le polemiche sull'inquinamento dell'olio allo zolfo si aggiungono ai fascicoli aperti dalla procura di Savona: un'inchiesta ipotizza il reato di disastro ambientale colposo nella quale sono indagate diverse persone tra cui il responsabile della centrale e altri dirigenti della Tirreno Power, mentre un secondo filone d'indagine per omicidio colposo e lesioni colpose riguarda la morte di varie persone per tumori forse provocati dalle emissioni inquinanti. Quest'ultimo fascicolo è contro ignoti.

Tirreno Power, come racconta il Secolo XIX che ieri ha dato la notizia, aveva chiesto da tempo di impiegare l'olio combustibile più economico e più inquinante. La Conferenza dei servizi, la quale deve pronunciarsi prima che il ministero e la regione rilascino l'autorizzazione di impatto ambientale, si era opposta all'utilizzo di olio con l'1% di zolfo. Nell'ottobre 2012 l'azienda aveva scritto anche al ministero, allora guidato dal «tecnico» Corrado Clini, lamentando il «notevole aggravio economico» dovuto all'«impossibilità» di approvvigionarsi «in regime di libera concorrenza» del combustibile allo 0,3% di zolfo.

Il governo tiene duro: l'autorizzazione, emessa il 14 dicembre 2012 e diventata esecutiva il 5 gennaio successivo, è restrittiva. Ma la società partecipata dalla famiglia De Benedetti insiste. Si rivolge ancora al ministero dell'Ambiente il 14 marzo, poco dopo le elezioni e con l'esecutivo Monti in regime di proroga per le questioni ordinarie, senza però ottenere risposta. A fine maggio Tirreno Power, in base al principio del silenzio-assenso, ritiene che il ministero abbia accettato l'istanza. Dal 3 giugno, per accendere i gruppi della centrale a carbone, sarebbe stato impiegato il combustibile più a buon mercato e più nocivo. Non si sa se l'abbia effettivamente utilizzato.
I tecnici di Orlando hanno ribattuto che il silenzio-assenso «in ambito di autorizzazione di impatto ambientale non esiste perché in contrasto con le norme comunitarie». Ma soltanto pochi giorni fa sono arrivati precisi chiarimenti anche nel merito: il diverso combustibile «costituisce un pregiudizio della qualità ambientale, che prescinde dall'invarianza dei limiti massicci, e comporta un aggravio ambientale di per sé».

Commenti

cast49

Dom, 22/12/2013 - 08:56

a questo delinquente non gli fanno nulla, dovrebbe andare in galera, altro che B....Eppure il delinquente ne ha combinate tante, Olivetti in primis...

Ritratto di semovente

semovente

Dom, 22/12/2013 - 10:28

Trattasi di persona correttissima ed altruista. Subito Santo.

Ritratto di Aulin

Aulin

Dom, 22/12/2013 - 10:37

Ladro e delinquente, rappresenta perfettamente l'elettorato che vota il partito che gli ha dato la tessera n.1. Quotazione tessere del Partito Dismesso: 1.03 euro al chilo, flusso di immigrati permettendo...

rossono

Dom, 22/12/2013 - 10:40

Ma deve avere tanti santi in paradiso "o in parlamento e procure" questo tizio sfascia l'Ìtalia ma vive in svizzera!! non e che per caso sia colpa di Berlusconi?

il_fedele

Dom, 22/12/2013 - 10:40

E' il solito baratto tra "IL faccendiere spregiudicato e la sinistra". La pelle di Berlusconi contro favori senza vergogna.

Ritratto di ersola

ersola

Dom, 22/12/2013 - 10:46

silvio santo subito.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 22/12/2013 - 10:48

Dell'orrendo 'svizzero', ripreso in barca, ho sempre segnalato -liquami in alto mare- Lo scoprono ora. -riproduzione riservata 10,48 - 22.12.2013

angelomaria

Dom, 22/12/2013 - 10:51

BASTA COPTORLO CHE PAGI IL DEBITO ALLA SOCIETA' E CHE RESTITUISCA IL MALTOLTO AL NOSTRO CARO silvio LUI IL TERRORISTA AZIENDALE DEL COMPRA E SFASCIA HA FATTO PIU'DANNI LUI CON PRODI ALL'ECONOMIA NOSTRANA PIU'DI UI FORSE UNALTRO IL VENDOLA SI POSSONO DARE LA MANO INSIEME AI SICULI E CAMPANI PER NO PARLARE DI SARDEGNA LIGURIA DA ABOLIRE COMPLETAMENTE DALLA CARTADELLE REGIONI A STATUTO INSTABILE ALTRO VHE SPECIALI SOLO COME E QUANTO RUBANO LI RENDE TALI!!!!

ferdinando,zambrano

Dom, 22/12/2013 - 10:51

Il becchino dell'industria italiana.

masbalde

Dom, 22/12/2013 - 11:01

De benedetti, cittadino svizzero, tessera n°1 del PD, è molto più bravo di Berlusconi: il popolo "bue" del PD gli ha fatto sempre guadagnare valanghe di soldi sia vincendo sia perdendo le elezioni. Berlusconi ci ha sempre rimesso oltre a tanti soldi anche la libertà personale: poteva anche diventare cittadino svizzero ma è sempre rimasto Italiano, povero illuso!

Requiem sharmutta

Dom, 22/12/2013 - 11:01

Se ci focalizziamo solo sulla richiesta di usare un tipo diverso di combustibile (più inquinante) e sul fatto che il Ministero ha risposto negativamente, mi pare che tutto si sia svolto nella norma. E' plausibile voler cambiare processi industriali, ma importante è che si chieda a priori l'autorizzazione e che le Istituzioni diano la risposta corretta, come, mi pare sia avvenuto in questa circostanza. Male sarebbe stato se il combustibile inquinante fosse stato usato senza richiederne l'autorizzazione.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Dom, 22/12/2013 - 11:06

M LA MAGISTRATURA COSI SOLERTE CON LE SOCIETA' CHE INQUINANO DOV'E'????????? HA IL TORCICOLLO??????

Ritratto di ersola

ersola

Dom, 22/12/2013 - 11:07

ma debenedetti è juventino o interista?

scipione

Dom, 22/12/2013 - 11:20

ersola, invece di fare il cretino con battute di merda che non fanno ridere nessuno,anzi fanno piangere per la loro stupidita' di' qualcosa su questo ennesimo comportamento " legale " di questo bandito sinistronzo come te.

swiller

Dom, 22/12/2013 - 11:21

ferdinando,zambrano. Concordo.

gianbra

Dom, 22/12/2013 - 11:26

x ersola tenti sempre di fare battute spiritose ma confermi quotidianamente che sei un imbecille monopensante,ritenta magari la prossima volta riceverai anche gli applausi

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 22/12/2013 - 11:33

Dopo l'Ebreo errante, l'Ebreo intoccabile. Esempio dell'elettorato e di quello che è il pd. Delinquenti.

sale.nero

Dom, 22/12/2013 - 11:37

Da buon Svizzero i guadagni all'estero e i danni in italia .. e poi ci pensa BancoBerlusconi a sistemargli i conti in italia. Vera faccia da c...casta.

Paolo Domenico ...

Dom, 22/12/2013 - 11:43

naturalmente milanista!

Ritratto di kicner

kicner

Dom, 22/12/2013 - 11:59

Questo signore deve finire di vivere sulle spalle dei cittadini e ciononostante combinare danni. Si ricordi la trafila delle sue furbizie da quando era alla Fiat, all'Olivetti (di fatto fornitore unico dello stato e cliente in termini di finanziamenti) alla CDB Web Tech, fallita e miglia di risparmiatori sul " LASTRICO" (anno 1999) .... alle regalie dello stato (industrie alimentari ed editoria) tutte distrutte tranne Repubblica e L'espresso che godono dei grossi contributi statali e nonostante questo in condizioni critiche, ..ai soldi rubati a Berlusconi e....infine alla Sorgenia con 1,7 miliardi di debiti. Insomma un Curriculum di tutto riguardo

Ritratto di martello carlo

martello carlo

Dom, 22/12/2013 - 12:00

Mi domando, ma veramente, come si faccia a rimanere in un partito sedicente " dei lavoratori ", rappresentato, inquinato e diretto da industrialotti specultori distruttori di lavoro come DE BENEDETTI et similia.E SPERANZA lo difende pure: piuttosto che il PD vincesse alle prossime elezioni con gentaglia simile, con i magistrati politicizzati ( che quando gli tocchi un euro ti mandano in galera ) a fare da apripista e contro il PECCATO CHE ODIO MAGGIORMENTE, L' IPOCRISIA, VOTEREI PERSINO IL M5S.

killkoms

Dom, 22/12/2013 - 12:19

@ersola,silvio con tutti i suoi difetti,è centomila volte meglio di un personaggio come il tuo amico che ha avuto licenza di delinquere!

bernaisi

Dom, 22/12/2013 - 12:21

Questo incapace e fallito, chiedi a chi vive ad Ivrea, ( in Svizzera con i nostri soldi ) fingendosi amico dei compagnoski può fare e dire sempre quello che vuole, è una cosa che può succedere solo in Italia. Un individuo del genere in qualsiasi stato normale dovrebbe essere in galera

Ritratto di kicner

kicner

Dom, 22/12/2013 - 12:22

Posto che sono d’accordo con lei come spesso mi succede, le chiedo: ma sono io pessimista ovvero ormai l’Italia ha intrapreso un percorso irreversibile? E se così non fosse e ipotizzassimo che l’Italia si potrebbe salvare, un virtuale percorso risanatore che iniziasse subito, ovviamente con i criteri che tutti auspichiamo, in quanti anni potrebbe dare i suoi frutti concreti? Il mio parere e che ci vorrebbero circa 10 anni.

killkoms

Dom, 22/12/2013 - 12:23

@requiem sharmutta,dall'autostrada si vedono benissimo i depositi di carbone(all'aperto)di vado ligure!ora,tra le tante cose contestate all'ilva,c'erano pure la mancata copertura dei depositi del carbone,in quanto già da per se dannoso,per vie delle polveri che si liberano dallo stesso!ma per l'ebreo intoccabile non vale,vero?

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 22/12/2013 - 12:27

TOH! L;ASINO VOLANTE ERSOLASINO! HA SCRITTO LA SUA ASINATA QUOTIDIANA! MA NON DOVEVA STARE NEL PRESEPE Á FAR KOMPAGNIA A QUEL BUE DI BIROCCO LO SCIOCCO???!.

NON RASSEGNATO

Dom, 22/12/2013 - 13:08

Se è vero che sovvenziona il Pd dovrà pur avere qualcosa in cambio

Duka

Dom, 22/12/2013 - 13:18

x cast49: In galera NON ci andrà mai: HA LA TESSERA n°1

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 22/12/2013 - 13:32

Debenedetti é il tipico rappresentante dei komunistronzi, parassita RovinaAziende é un buono a nulla perche uno che 2! Miliardi di Euro di debito con le Banche é proprio un elemento che puo essere solo un politico di Sinistra!.

agosvac

Dom, 22/12/2013 - 13:44

Egregio requiem sharmutta, ma lei è poi così sicuro che prima di chiedere l'autorizzazione non l'abbiano già usato????? In fondo stiamo parlando di de bedenetti, mica di una persona per bene!!!

Ritratto di ersola

ersola

Dom, 22/12/2013 - 13:59

scipione io sono per il m5s e per quanto mi riguarda se debenedetti dovesse finire pure lui al fresco festeggerei.

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 22/12/2013 - 14:38

questo si che e' intelligente, paga il pd, i giornali i giudici e vive in svizzera..ha capito tutto della vita, vero Cav??

Ritratto di ersola

ersola

Dom, 22/12/2013 - 15:01

se dico che debenedetti va processato mi censurano.

pietrom

Dom, 22/12/2013 - 16:57

La Sinistra si autoproclama ambientalista, ma sotto sotto pensa solo ai soldi. Il suo capo supremo ne e' la prova. La Sinistra da decenni si batte contro le centrali nucleari in Italia, dicendosi favorevole alle energie "rinnovabili", ma in realta' lo fa per spingere l'uso del carbone e per speculare meglio. Cari ambientalisti di sinistra, svegliatevi! Se volete veramente il bene per l'ambiente, mollate il vostro dio e aprite gli occhi.

mariolino50

Dom, 22/12/2013 - 16:57

Il combustibile con maggior zolfo non viene più bruciato nelle normali centrali elettriche, ma dentro le raffinerie si, perchè è considerato giustamente il recupero di uno scarto industriale, perchè tale è. In impianti più piccoli viene anche utilizzato l'ATZ, ovvero ad alto tenore di zolfo, sopra il 2,5%, come se tanti piccoli non inquinassero come uno grande, tutto ciò è servito a fermare impianti perfettamente efficienti e far crescere un sacco di piccole porcherie pure a basso rendimento.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 22/12/2013 - 17:08

INFAME PAGA LE TASSE O VUOI SUCCHIARE IL SANGUE AGLI ITALIANI?ERSOLA NESSUN SANTO CHI NON PAGA LE TASSE O CHI IN PARTE LE EVADE IN ITALIA, MA EVASORI FISCALI.