Ecco la meritocrazia:la sinistra assumeun no global violento

L’ex leader di un centro sociale ha avuto guai con la giustizia. Ma incassa 46mila euro come "consulente per i diritti umani"

Da «no global» a funzionario delle istituzioni. Da antagonista, con precedenti penali, a uomo di fiducia di un ente pubblico. Da disobbediente a consulente della Provincia che ha attaccato per anni. Succede anche questo nel Paese delle contraddizioni a colpi di parate «sobrie», di tasse sulle patatine fritte e sulle macerie, nel Paese dei Lusi e dei Belsito. Questa volta succede nell’autonoma Provincia di Trento. Autonoma proprio in tutto. Dopo anni di contestazioni e lotte violente, il compagno Federico Zappini, 29 anni, ex leader del centro sociale «Bruno» di Trento, protagonista di tante occupazioni di edifici pubblici, tra cui l’ex Dogana (tuttora occupata), di proprietà della Provincia, è stato assunto dalla Provincia stessa. Senza alcun bando.
Il presidente del Consiglio provinciale, Bruno Dorigatti (Pd), tre legislature alle spalle, col vizio di pontificare sui tagli ai costi della politica, ha affidato un incarico da 46.704,84 euro lordi (scadenza giugno 2014) a Zappini per «progetti e iniziative concernenti l’attività del Forum trentino per la pace e i diritti umani». Per essere più chiari, a un ex contestatore delle leggi è stato affidato il compito di diffondere la cultura della legalità e della pace. Una scelta, tra l’altro, raccomandata dallo stesso presidente del Forum, Michele Nardelli che, coincidenza, è anche consigliere provinciale del Pd.
Sprechi, insomma. Mentre vengono imposti sacrifici a tutti e i giovani non trovano lavoro, Zappini da oppositore del potere e delle lobby, si trova ora nel libro paga della pubblica amministrazione. Bel colpo, per uno che fino ad un paio di anni fa era segnalato dalla polizia come leader di un movimento violento di area antagonista. Nel 2007, Zappini e i suoi compari furono anche condannati a 4 mesi di carcere (pena sospesa), per l’occupazione di un’area.
Inutile dire che a Trento la notizia, riportata dall’Adige (la consulenza è pubblicata anche sul sito del Consiglio provinciale), ha scatenato il finimondo. Nella città del Concilio un «no global» che gironzola nei palazzi delle istituzioni fa venire i brividi. E non solo all’opposizione. Anche la sinistra mugugna, leggasi Partito autonomista trentino e Idv. Ma c’è imbarazzo anche nel Pd, che parla di opportunità ai giovani meritevoli, che porta avanti battaglie sulla trasparenza dei posti pubblici, che vuole tagliare le consulenze, e che poi fa l’esatto opposto. «Ma perché proprio uno come Zappini?», si domandano tutti. «Perché - spiega Nardelli - Zappini ha svolto il servizio civile al Forum dando un contributo importante». E poi è sicuro che «Zappini non ha appartenenze politiche precise». E lo trova persino «una persona di rara intelligenza».
Sarà, ma vederlo a sbraitare nelle piazze o a digrignare i denti mentre due celerini lo trascinano via da una delle sue scorribande, fa venire come minimo qualche dubbio. «Un incarico che offende le istituzioni - dice Giorgio Leonardi, coordinatore provinciale del Pdl trentino - e che premia chi ha fatto azioni illegali». E il capogruppo provinciale della Lega, Alessandro Savoi, ironizza: «È proprio vero che a 20 anni si è incendiari e a 30 si diventa pompieri». Il diretto interessato, che qualcosa da dire l’ha sempre avuta, stavolta tace. «Aspetterei volentieri un attimo». Ma siccome non tutto è come appare, una spiegazione, forse, c’è.Gli orsetti del «Bruno» alle elezioni comunali o provinciali non hanno mai fatto mancare i voti al centrosinistra che governa Palazzo Thun e Piazza Dante. Tutto spiegato.
Commenti

Flo63

Sab, 09/06/2012 - 09:12

Mi aspetto di leggere i soliti commenti dei soliti noti: ma sono curioso di vedere a quali specchi si attaccheranno. Loro sono colti e pacifisti, bandiere multicolori e pace in terra (quando gli fa comodo).

Izdubar

Sab, 09/06/2012 - 09:30

È noto che i compagni comunisti (quelli che tengono il deretano ben caldo su una poltrona ben retribuita) da tempo immemorabile subiscono il fascino di chi fa le "lotte" a colpi di spranga, lancio di bottiglie molotov e sanpietrini. In passato li consideravano "compagni che sbagliano", salvo poi santificarli se cadevano, vittime della loro stessa violenza (Carlo Giuliani). Non a caso la facoltà di sociologia di Trento è stata la fucina che produsse insigni brigatisti. Dio li fa e poi li "ac-compagna", vero?

Ritratto di pierfabro

pierfabro

Sab, 09/06/2012 - 09:38

non è una novità purtroppo in italia, l'italia creata con una costituzione poco democratica e di sinistra, chi delinque verso lo stato riesce sempre a ottenere più delle persone che studiano, lavorano e non creano danni alle proprietà italiane! ma non sarà che i probi come al solito sono considerati fessi?

paci.augusto

Sab, 09/06/2012 - 09:47

Una ulteriore, ennesima conferma che i sinistri sono sempre andati a braccetto con i compagni terroristi, malgrado i distinguo di facciata per apparire ' diversi ' ( sic??!!!). Un altro teppista rosso inserito addirittura per progetti ' per la pace e i diritti umani ' in totale disprezzo ai concorsi pubblici che devono affrontare i giovani comuni, cioè non comunisti! Soltanto l'incommensurabile ipocrisia rossa può negare l'appoggio che i comunisti hanno sempre dato ai loro ' compagni che sbagliano '. Non appena escono di galera, con somma indulgenza dell'apparato giudiziario compiacente, vengono subito assunti con incarichi nelle amministrazioni di sinistra e spesso ce li siamo trovati a dare lezione nelle università! Vedasi il caso emblematico di tutti gli assassini di Moro, tutti liberi da anni e con ben remunerati incarichi! Se questo è il modo di condannare il comportamento violento e criminale del terrorismo, figuriamoci quando sono d'accordo!!!!

voce.nel.deserto

Sab, 09/06/2012 - 09:58

La sinistra porterebbe questo nostro paese nel baratro morale ed organizzativo.Gente che avrebbe bisogno di un recupero civile ed umano viene indicata come esempio di progressismo e di democrazia. Il Trentino se la cava ancora perchè ha tanti anticorpi.

david de martini

Sab, 09/06/2012 - 10:28

vogliamo parlare del passato di alemanno...?Sindaco della capitale ... che tiro una molotov alla polizia ?

folgore69

Sab, 09/06/2012 - 10:31

troppi soldi,si dispongono di troppi soldi ste due province autonome:trento e bolzano.io mi chiedo perche?perche loro si e gli altri no?a si ma certo le bombe..........

eloi

Sab, 09/06/2012 - 10:31

Ci sa come sono contenti e felici i cittadini della provincia ed anche in partre contribuenti della provincia autonome di Trento. Sarebbe come dire di un che è evaso dal carcere, per non falo più evadere niminarlo direttore del carcere.

poli

Sab, 09/06/2012 - 10:38

La signora Pugliese dalla erre moscia(e non solo) dov'e',il mandriano molisano che fa l'eco dov'e'?

anna tomasi

Sab, 09/06/2012 - 10:40

Mi meraviglio di tanto stupore.Per la sinistra è più che normale, che diamine1

lot

Sab, 09/06/2012 - 11:14

Non è una novità, c'è un lungo elenco di precedenti casi.Susanna Ronconi: Già militante di Prima Linea e poi brigatista, partecipò nel 1974 all’assalto della sede dell’Msi-Dn a Padova in cui persero la vita due persone e per questo condannata a 12 anni di carcere. L’ex terrorista lavora da molti anni nel campo delle droghe. Sotto il governo Prodi è componente della nuova Consulta nazionale sulle tossicodipendenze. (Dichiarazione del ministro Ferrero: “La Ronconi ha i titoli adatti”) Sergio D’Elia: Condannato a 25 anni di carcere per banda armata e omicidio. Sotto il governo Prodi è segretario d’Aula alla Camera dei Deputati. Roberto Del Bello: Segretario provinciale di Venezia per il Prc, ha scontato una condanna per associazione a banda armata. Sotto il governo Prodi é collaboratore del Sottosegretario all’Interno, Francesco Bonato (Prc). Silvia Baraldini: Grazie all’indulto approvato dal Parlamento (governo Prodi), chiude una vicenda cominciata oltre 25 anni fa quando, fu arre

lot

Sab, 09/06/2012 - 11:16

Silvia Baraldini: Grazie all’indulto approvato dal Parlamento (governo Prodi), chiude una vicenda cominciata oltre 25 anni fa quando, fu arrestata per associazione sovversiva con l’accusa di aver partecipato il 20 ottobre 1981 ad una rapina ad un furgone portavalori della Brink’s a New York nella quale furono uccisi due poliziotti e una guardia privata. Prima di essere estradata in Italia, ha sottoscritto una dichiarazione nella quale si impegnava a non richiedere né accettare sconti di pena. Sotto il governo Prodi è consulente per il Comune di Roma (sindaco Walter Veltroni) Daniele Farina: Condannato a 1 anno e 8 mesi per resistenza a pubblico ufficiale e possesso di una molotov. Ulteriore condanna a 10 mesi per scontri in piazza Duomo tra Leoncavallo e servizio d’ordine del sindacato. Condannato a 4 mesi e 20 giorni per l’occupazione del centro sociale. Ha una lista di condanne negli ultimi 20 anni non indifferente. Sotto il governo Prodi è vicepresidente della commissione Giustizia alla Camera.

lot

Sab, 09/06/2012 - 11:17

Da non dimenticare l'intestazione di un aula del Parlamento italiano "all'eroico" Giuliani!

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 09/06/2012 - 11:25

Se serve un consulente , sono a disposizione , Pretendo meno di questo essere , dalla sinistra considerato utile. x6daviddemartini- Peccato che di Alemanno c ´e ne siano pochi.Guarda al tuo dalemino , veltroni, che di molotov e non solo, ne gettavano a dozzine.Eppure dovresti saperlo , essendo questi i tuoi idoli.

pieropomiga

Sab, 09/06/2012 - 11:45

da come scrivete, sembrerebbe che essere un no global sia illegale...la globalizzazione é diventata un obbligo di legge? e quale legge? Che venga pagato mi pare ovvio, visto che si tratta di un lavoro: e quali siano le sue colpe non si capisce. Occupare stabili, non mi pare davvero un atto di violenza, cerchiamo di essere seri

MIKE1972

Sab, 09/06/2012 - 12:24

davide de martini; giusto parliamo di d'alema?

plaunad

Sab, 09/06/2012 - 12:24

x folgore69 Si legga la notizia sulla Regione Autonoma della Sicilia, e poi, per favore lasci stare il Trentino (che conosco benissimo) dove almeno le cose funzionano egregiamente. I soliti anti autonomisti a senso unico.

marcosss

Sab, 09/06/2012 - 13:12

Ma voi pensate sinceramente che in Italia le cose possano cambiare cambiando tipo di governo? roba da matti!! nel nostro paese funziona cosi; fa vomitare, lo so! il nostro e un paese che per metterlo apposto dovrebbero chiudere le frontiere, poi prendere in prestito dagli Americani con equipaggio compreso cinque di B52 pesantemente armati con bombe atomiche e sganciarle su tutto il territorio nazionale isole comprese ecco forse cosi le cose cambierebbero altrimenti rassegnamoci. Salutu

Roberto C

Sab, 09/06/2012 - 13:13

#6 david de martini:parliamone pure:la differenza fondamentale è che Alemanno e D'Alema si sono presentati alle elezioni,e le hanno vinte.Bisognerebbe prendersela con chi li ha eletti.Lo scandalo di questo qui non è che fosse leader di un centro sociale (un unico appunto al giornalista: cultura della pace non è sempre sinonimo di cultura della legalità - ci sono situazioni e paesi - anche se non è in linea di massima il caso dell'Italia - dove la cultura della pace è illegale), ma che abbia avuto quel posto senza passare per alcun tipo di selezione (nessun bando, nessun concorso, nessuno che lo ha eletto; semplicemente ha fatto il servizio civile in un "forum", è entrato nelle grazie di un dirigente locale e ha saltato tutte le tappe). Se ci sono dei comuni che possono investire per assumere una persona col compito di fare progetti per la pace, perchè invece che assumere l'amico dell'amico non indicono un bando nazionale?Facile poi ai disoccupati dire:Ma andate a fare l'idraulico...

danilo79

Sab, 09/06/2012 - 13:40

la cosa più scioccante è leggere i commenti.... ma è possibile che si deve sempre paragonare un'indecenza ad altre indecenze??? in questo paese ci dibbiamo abituare a non difendere chi ci è simpatico! prima si parla di avere incensurati in parlamento e poi si difende l'assunzione e per giunta SENZA CONCORSO!!! di un tizio che va in giro ad occupare immobili (questo è reato) perciò sinceramente che il trento funziona benissimo me ne sb...... altamente questi signori come quelli in parlamenteo vadano a LAVORARE!!! e se non hanno voglia ce ne sono tanti di ponti......

ftax

Sab, 09/06/2012 - 13:54

#12 plaunad. Anch'io il Trentino lo conosco, probabilmente meglio di te. Non è vero che tutte le cose funzionano egregiamente. Il centralismo è spaventoso e "non si muove foglia" che Dellai (il Presidente della Provincia) non voglia. Vero è che le clientele sono gestite in modo più efficiente, in maniera che tutti godano un poco dell'enorme flusso di finanziamenti che viene da Roma, senza sprechi eclatanti...

giangi85

Sab, 09/06/2012 - 14:01

ma perchè vi scandalizzate? quanto moralismo e rumore per niente. intanto bisognerebbe guardare il presente di una persona, non il passato! poi, vogliamo parlare di tutta la ciurma di indefinibili che occupano poltrone ben più importati??? da Alemanno alla Carfagna, da Borghezio, la Luxuria fino alla Santanchè..

Ritratto di romy

romy

Sab, 09/06/2012 - 14:10

Presidenzialismo.....,senza??????,solo rovina per gli Italiani,e sapete perchè?perchè è più facile trovare in una sola persona,Il Presidente votato e che governa, le doti positive che dovrebbe avere un politico,cose impossibili a ritrovarle su decine e decine di politici,come con il sistema di oggi,dove governano tutti e nessuno,aprite gli occhi e non siate solo tifosi.Poi c'è anche il fatto che se governa bene Il Presidente eletto,ok verrà rivotato anche alla prossima,ma se governa male,un calcio nel sedere è via,e avanti un altro,il resto è disordine,e nel disordine ci perdono solo i bravi e buoni,fatevi furbi,per voi stessi,una volta tanto.

gibuizza

Sab, 09/06/2012 - 14:43

@#22 giangi85 - ma come fa a confondere persone elette dal popolo (piacciano o non piacciano quello che vuole il popolo è legge, con o senza le liste bloccate) con quelle assunte da un amministratore pubblico con soldi pubblici senza concorsi e certificazioni di professionalità? E' la differenza tra democrazia e dittatura e, come si vede, siete in tanti che rimpiangete una dittatura!

eglanthyne

Sab, 09/06/2012 - 16:08

Ma come , solo 46 mila al poero compagnonzo no global ? TIRCHIACCI ,pagatelo di più.

guardiano

Sab, 09/06/2012 - 16:09

giangi85,da perfetto inquadrato e politicamente ignorante(nel senso di ignorare,non conoscere) hai infilato nei nomi di politici di CDX non a tè graditi un luxuria icona della tua amata sinistra. Complimenti per strafare riuscite sempre a farvi male da soli.

plaunad

Sab, 09/06/2012 - 16:52

x ftax Ho vissuto inTrentino per 17 anni e ne sono rimasto ammirato ed entusiasta. E' chiaro che il Paese delle meraviglie non esiste, ma in confronto a tutte le altre Regioni (per non parliamo poi di quelle meridionali) é un vero Paradiso. I flussi di denaro che arrivano da Roma semplicemente non esistono. Loro gestiscono i loro denari che loro hanno creato. E lo fanno in modo egregio. Assumendosi tutte le incombenze che altrove sono a carico dello Stato. Esiste forse l' ANAS in Trentino? No. Eppure le strade sono ottime pur essendo Regione montana. Tutti gli uffici pubblici, modernissimi e funzionali hanno personale gentile e preparato. Per non parlare poi degli ospedali: una vera meraviglia. Ripeto, prima di criticare il Trentino, legga cosa sta succedendo in Sicilia. Perché nessuno protesta per quella Regione che ha ancor più autonomia del Trentino? Rendiamo autonome tutte le Regioni, così poi vedremo che le sa gestire bene.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Sab, 09/06/2012 - 16:54

La " greppia " rossa,avente bancomat infiniti glorifica un'altro bell'esempio di compagno premiandolo con quarantamila Euro,provenienti dal popolo bue,elargiti da una regione a statuto speciale che grida vendetta.Se questi vanno al potere,il compagno battisti salvato dal compagno lula diventerà presidente del senato.Qualcuno lo spieghi a mortadella e soci lo schifo che fanno.

federossa

Sab, 09/06/2012 - 17:04

Ma per FAVORE FRODI. Stia ZITTO, ha fatto più male lei all'Italia che 1000 terremoti! Stia zitto e nascosto. Le farà bene alla salute e allo spirito MALIGNO!

Giustopeppe

Sab, 09/06/2012 - 19:49

Soldi che gli serviranno per comprare mazze, bulloni, passamontagna e via dicendo

analistadistrada1950

Sab, 09/06/2012 - 20:12

Ha ragione a preoccuparsi per la: spinta o.icida...; se si guarda le spalle, forse, potrebbe scorgere la Magistratura Contabile con la calcolatrice da una parte ed i conti pubblici truccati illo tempore dall'altra. Una punta di vergogna non le viene per la folle corsa all'adozione dell'Euro che ora ci fa odiare l'Euro, manco fosse colpa sua, povero disgraziato. Ma il -come-, Lei, in pieno delirio d'onnipotenza, volle imporlo per assecondare desideri ed imposizioni di "entità" a Lei particolarmente gradita. Ora, noi si paga lo scotto; lasci fare, non ha diritti su nessun Partito, si arrengarenno a fare il bene od il male, secondo il loro pensiero; è un mondo che, molto sommessamente, Le suggeriremmo d'abbandonare per deidicarsi alla più sana cultura del velocipede. Buona pedalata....

Roberto Casnati

Sab, 09/06/2012 - 21:13

Un messaggio per i Trentini: avete voluto la sinistra? Tenetevela!

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Sab, 09/06/2012 - 23:25

«progetti e iniziative concernenti l’attività del Forum trentino per la pace e i diritti umani» Ci sono molti modi per truffare gli italiani. E questo è uno. Il più meschino. Regalare 46.000€ ad un misirizzi qualsiasi per futili motivi. Chi glieli dà non sa neanche da dove vengono, chi li ha guadagnati, chi li ha sudati. Sono gli enti locali bellezza, comuni province e regioni. Sultanati democratici e bellaciao. Palazzi dei signori di oggi e truffatori di sempre. Stanno sulle loro poltrone simildemocratiche ed aumentano il debito pubblico senza vergogna. Non hanno ritegno. Non credo neanche siano sotto ricatto, no, son proprio fatti così. Loro il debito pubblico ce l'hanno nel sangue, è la loro vita. La loro vocazione è quella di finire come l'URSS, falliti. I nostri strozzini li guardano perfino con preoccupazione e sanno che l'Italia non ce la farà mai. Basta solo che vincano le prossime elezioni politiche ed il tracollo sarà cosa fatta.

analistadistrada1950

Dom, 10/06/2012 - 09:14

l'Università di Trento, fu la prima ad avere -Sociologia-; Curcio, si forma in detta sede. Siccome ritengo che questo possa essere considerato un Paese libero, non dovremmo avere pregiudizi d'alacun tipo. Ciò che però occorrerebbe chiedersi, proprio su basi sociologiche o di antropoligia culturale, è la funzione dei centri sociali. Mi spiego meglio: in primis, dovrebbero avere caratteristiche apolitiche e, se queste, invece, fossero considerti elementi fondamentali, ogni gurppo di pensiero dovrebbe aver diritto al prorpio centro sociale. In essi, oltre ll'arte in generale, attraverso ogni forma espressiva, potrebbero anche essere considerati aspetti di tipo intellettuale che possano produrre documenti, assimilabili ad atti esito di studi, da rendere pubblici. Cosa ancora diversa, sono le espressioni di contrapposizione al Sistema che, con manifestazioni regolamentate, tutti dovrebbero accettare. Il terrorismo, non dovrebbe essere ricollegato o ricollegabile alle tipologie citate.