Ecco la sfida di Sgarbi:"Farò una lista civicacon gli arrabbiati Pdl"

il critico lancia il Partito della Rivoluzione: "Anche a destra c'è bisogno di un Grillo che raccolga i voti di protesta. Punto al 10%"

Vittorio Sgarbi, farà davvero la sua lista?
«Lo chiamerò Partito della Rivo­luzione. Sarà presentato il 14 lu­glio a Milano».

Una nuova Bastiglia.
«Inevitabile davanti al declino dei partiti parallelo a quello della “audience” di Rai1 e Canale 5. La diversificazione dell’offerta ha ra­refatto il consenso».

Che senso ha l’ennesimo parti­tino?
«Sono un proporzionalista con­vinto, non c’è ragione di limitare le possibilità di identità riconosci­bile, che invece ha mantenuto Ca­sini. Pd e Pdl raccolgono meno vo­ti dei partiti da cui sono nati e han­no denominazioni ridicole, per­ché siamo tutti democratici, co­me siamo popolo e anche liberi. Il Pdl è finito».

Ne è sicuro?
«Al Nord lo chiamano “il” Pdl,a Sud “la” Pdl: è una creatura nata male.D’altra parte Fini disse “sia­mo alle comiche finali” salvo poi aderire nell’arco di pochi mesi.So­no state fusioni assurde anche per­ché Pd e Pdl, come in una simme­tria provvidenziale, avevano del­le sottospecie: Lega e Di Pietro. Non c’era bisogno di fondere quando si era comunque costretti a stringere altri accordi. Bastava fare una federazione mettendo in­sieme An, Storace, l’Udc».

E il Partito della Rivoluzione?
«Oggi il centrodestra è dimezza­to rispetto a quattro anni fa. I suoi voti sono evaporati, ma non sono andati a sinistra: quando è andata bene sono diventati di Grillo, per­ché Grillo è come una volpe nel pollaio, ruba dappertutto come di­mostra il caso Parma. Tutto il vec­chio che sta nel Pdl rischia di esse­re mandato a schifìo. Allora a de­stra bisogna creare un riferimen­to che sia protestatario quanto Grillo e gli impedisca di fare raz­zia. Ecco la mia rivoluzione: con­tro strutture obsolete, ridicole, di morti di sonno».

Sgarbi è il Grillo della destra.
«Il livello mentale di questo po­veretto è tale che se trova uno co­me me, io me lo mangio perché ab­biamo in comune la “pars de­struens”, quello che non funzio­na e va cambiato, ma io ho anche una “pars construens”. Grillo si è dato il nome di un albergo, Cin­que stelle, a riprova che non vuole una poltrona ma una camera di lusso».

Quanto potrebbe valere il suo partito?
«Sul 10 per cento, penso. Imma­gino tante liste identitarie. Storace ha il 3 per cento, un 2 la Santan­ché. An, che come la Margherita ha un finanziamento elettorale proprio, si ricostituisce e prende un altro 5. E hai già un 10 solo della destra».

E la vecchia Forza Italia?
«Si spacchetta in Forza Italia Se­nior, dove Berlusconi sarà costret­to a essere capolista con quelli da più tempo con lui, e prenderebbe il 12 per cento, e una Forza Italia Junior per fare spazio ai volti nuo­vi, e varrebbe il 6. Aggiungiamo al­tre liste tipo quella di Bertolaso, Montezemolo, gli animalisti della Brambilla. Io raccolgo quelli ar­rabbiati, che non vogliono stare con nessuno, protestano, ma non vanno a sinistra».

Per un totale di...
«Di 38-40 per cento.Grillo rosic­chierebbe voti al Pd. A quel punto vinciamo ancora noi, e manca an­cora la Lega. Ma bisogna conser­vare ogni identità scorporata, in modo che ognuno porti a casa quello che gli compete, compresa la mia protesta».

E chi farebbe il premier?
«Il candidato della lista più vota­ta, oppure quello indicato dalla li­sta egemone in concerto con le piccole. Se vincesse ancora Berlu­sconi con i suoi reduci, dovrebbe indicare al capo dello Stato un no­me della sua area. Lasciamo alla si­nistra le primariette per acconten­tare Renzi».

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 11/06/2012 - 09:25

Sgarbi è uomo concreto, "con le palle", ma lo vedo sempre un poco “volubile”: non è il mio ideale. Però una sua lista, con il Pdl bloccato su Alfano, potrebbe essere una soluzione evitandomi l'astensione.

analistadistrada1950

Lun, 11/06/2012 - 09:24

Di arrabbiati, non ce ne sono solo nel pdl, ma un po' da tutte le parti e, dunque, una "rivoluzione" canalizzata, potrebbe evitare la rivoluzione reale.

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Lun, 11/06/2012 - 09:25

Bene! così il PDL scende al 6%.....

prodomoitalia

Lun, 11/06/2012 - 09:32

E BRAVO Vittorio ! Mi piace la tua idea ! Così spuntiamo un pò le alucce a Beppe Grillo ! Conto sulla Tua verve e sulla Tua "vis polemica ".

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 11/06/2012 - 09:26

Ho riletto l'articolo e sono rimasto di sasso alla conclusione concernente il premier: «Il candidato della lista più votata, oppure quello indicato dalla lista egemone in concerto con le piccole». La prima ipotesi potrebbe essere digerita, non quella della lista "egemone", cioè Alfano: non posso pensare di votare per un perdente. Tesi non ricevibile.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 11/06/2012 - 09:28

Ecco la sfida di Sgarbi: "Farò una lista civica con gli arrabbiati Pdl". Ho riletto l'articolo e sono rimasto di sasso alla conclusione concernente il premier: «Il candidato della lista più votata, oppure quello indicato dalla lista egemone in concerto con le piccole». La prima ipotesi potrebbe essere digerita, non quella della lista "egemone", cioè Alfano: non posso pensare di votare per un perdente. Tesi non ricevibile.

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Lun, 11/06/2012 - 09:34

Il Professor Vittorio Sgarbi lascia le polemiche e al diavolo i Voltaganisti. L'inutile Politico giunto al successo con popolarità non grazia alla sua grande capacità culturale, ma alle battutacce e parolacce, ma come si dice sotto il vestito niente! Io credo che avrebbe delle potenzialità, ma a patto che lascia le stupidate agli altri e faccia il Politico serio, senza riflettori, visto che, a volte e doble face e boomerang! Un suggerimento da un ex piccolo Dirigente del Psi craxino: Da grande, alza la bandiera del Popolo Italiano e abbassa le polemiche: si arrabatti arrotolandosi le maniche e con pazienza, senza bla bla fare! Altrimenti, si comporterebbe come il sottoscritto, inutilmente scrivendo un dialogo con una buona sintassi.

laura

Lun, 11/06/2012 - 09:35

Se Sgarbi riempira' il vuoto a destra, ben venga. Vedremo quale sara' il suo programma, soprattutto in tema di economia e di immigrazione. Forza Vittorio!! P.S. Sul livello mentale di Grillo (direi sub-livello) sono perfettamente d'accordo.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Lun, 11/06/2012 - 09:44

Lista con gli arrabbiati PDL per poi venderla al solito vecchio berlusconi? Fa bene, in questo modo corrode quel poco che è rimasto. forza Sgarbi

Ritratto di ADM

ADM

Lun, 11/06/2012 - 09:53

Perchè no? Adoro Sgarbi, nonostante le sue intemperanze! Ma è l'eventuale nome al partito, che non mi piace! " Partito della rvoluzione"? Ci metterei vicino...culturale...ma sentirebbe troppo di Cina! Meglio sarebbe, alla Sgarbi..." Partito della cultura"...o, del ...buon senso.

antiquark

Lun, 11/06/2012 - 10:02

Così poi prendi i fondi per i rimborsi del partito che ti spendi senza controllo. Basta Partiti, nella DC uomini migliori di voi creavano le Correnti senza disperdere i voti, VI MANCA L'INTELLIGENZA di pensare alle cause di ciò che dite e che fate

Ritratto di Situation

Situation

Lun, 11/06/2012 - 10:07

nessun dubbio; se Sgarbi fa la lista, il mio voto per lui è SICURO AL 100%

lot

Lun, 11/06/2012 - 10:07

Sgarbi non convince. Il suo partire lancia in resta è troppo tardivo e sospettosamente strumentale per raccogliere voti da chi si è schifato del PdL. A cosa servirebbe votare un tale partito se poi i voti confluiscono a disposizione di Berlusconi? Un partito lo si vota perchè ha una sua linea politica, che può essere in forte contrasto anche con partiti vicini ideologicamente, ma se serve da strumento di raccolta e riunificazione non è più credibile. Sgarbi ha fatto, in passato, delle battaglie che ho apprezzato ma questa sua uscita estemporanea ha l'aria della disperazione e della futilità. Su Grillo sbaglia, i suoi argomenti sono validi, anche se non sempre condivisibili completamente. D'altra parte i politici italiani ci hanno portato ad un punto tale che non c'è più ritorno, ci hanno tradito come nazione e come popolo. Meglio distruggere tutto con uno come Grillo o Di Pietro o Bossi, piuttosto che continuare su questa strada senza via d'uscita.

PRIMAVERA

Lun, 11/06/2012 - 10:21

Penso che SGARBI abbia COLTO nel SEGNO.....con tutti gli arrabbiati che ci sono in giro....avra' molti seguaci....

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Lun, 11/06/2012 - 10:28

meglio sgarbi di otello

pietrom

Lun, 11/06/2012 - 10:31

Sgarbi, se mi giura che mettera' nel suo programma il ritorno all'energia nucleare, avra' il mio voto!

antiquark

Lun, 11/06/2012 - 10:54

#13 lot ... sono d'accordo con te su molte cose, la mia paura è che finisca come 20/30 anni fa. Abbiamo votato Craxi, dicevano che aveva la soluzione alla crisi, poi abbiamo votato Bossi, galvanizzati da "via da Roma" "Roma ladrona" e non solo al Nord, ma anche a Bari si votava il cambiamento, ci siamo trovati il cerchio anzichè la casta. Soldi pubblici presi senza fatica e spesi senza motivi "politici" Gli "Oneri e gli Onori" della politica italiano dal 1994 a oggi li ha Berlusconi, ha fatto da aggregante sia ai sostenitori, che agli avversari. Senza di lui la politica diventa un gran casino di facce e partiti senza idee ne costrutto. Col Cavaliere io leggevo un programma di governo e votavo, ora non vedo programmi ne idee. L'unica idea l'abbiamo NOI ITALIANI, vogliamo il cambiamento, tutti questi ...-censura-.... politici se ne devono andare, cerchiamo di capire chi ci mettiamo dopo. I grillini in questo momento non sono all'altezza

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 11/06/2012 - 10:49

Se qualcuno prende ancora in considerazione questo balanocefalo isterico (buono solo per qualche talk show sbracato e abelinato) vuol dire che il centro destra è proprio alla frutta.

Ritratto di lucianaza

lucianaza

Lun, 11/06/2012 - 10:49

IO STO CON VITTORIO SGARBI PERCHè LA STORIA DELL'ARTE E LA RELIGIONE CRISTIANA SONO LE NOSTRE RADICI E SGARBI è L'UNICO POLITICO CHE CI CAPISCE QUALCOSA! A Firenze sabato a palazzo Vecchio ho assistito alla consegna del premio Le muse prima della premiazione hanno parlato i politici di Firenze e del Salone dei 500; tra i premiati anche la prof Dora Liscia Bemporad storica dell’arte e non appena ha cominciato a parlare lei dei tesori artistici io ho subito sentito una differenza, ho visto una luce negli occhi, quella dell’amore! La differenza verso i beni artistici tra i politici e gli storici, è gli storici ne hanno devozione e consapevolezza di cosa rappresentano, per i politici sono solo il problema di come sfruttarli a fine di lucro!

Paul Vara

Lun, 11/06/2012 - 11:05

Una nuova pagliacciate per Sgarbi, chissà se nel programma ci sara pure lo sviluppo dell'attività mafiosa...

angelo.p

Lun, 11/06/2012 - 11:10

Vai VITTORIO,molti siamo con te.Fai un bel programma ed ascolta più il basso che gli alti sapienti corrotti..

jimisong

Lun, 11/06/2012 - 11:12

A Vittò provci pure tu! Almeno ci facciamo quattro risate sui duelli di parolacce con Grillo! Non vedo l'ora

Gioacchino.S

Lun, 11/06/2012 - 11:14

Vai Sgarbi, difendi la cristianità e le radici della cultura italiana, forza Vittorio, dopo avere infettato la Sicilia con la tua inettitudine adesso provaci con l'Italia... che il Cielo ci aiuti a liberarci da simili pagliacci. Ci siamo stancati.

bolinatore

Lun, 11/06/2012 - 11:34

e allora forza Sgarbi... sarà di certo una garanzia per il PDL.. ma di sconfitta.

battintesta

Lun, 11/06/2012 - 11:55

Proporzionalista potrebbe anche andar bene, visto che il bipolarismo che abbiamo sperimentato e' troppo impuro e rimane sempre l'assenza del vincolo di mandato, purchè vi sia il doppio turno di accorpamento ed il semipresidenzialismo alla francese, come con l'UDF di Giscard d'Estaing. Forza Sgarbi, caratteraccio (nomen omen), ma, vivaddio, persona colta, capace, determinata con tanto di ATTRIBUTI!

bolinatore

Lun, 11/06/2012 - 12:07

Sgarbi è un parolaio dotato di ottimo eloquio (più spesso di sproloquio), ma quando è passato dalle parole ai fatti ha clamorosamente fallito.

Demostene2010

Lun, 11/06/2012 - 12:14

Bravo Vittorio! Dopo il successo travolgente di Salemi è arrivato il momento di prendere in mano le sorti del Paese! Un altro fallito che invece di lasciare raddoppia...pochi ne avevamo...

lot

Lun, 11/06/2012 - 12:40

#17 antiquark ha ragione, in Italia non c'è nessuno in grado di prendere le redini. Indicavo Grillo e altri solo perchè preferisco che distruggano tutto il sistema, sia pure con tutte le loro buone intenzioni, piuttosto che vederlo ricicciare di nuovo. L'Italia non è più in grado di sopportare un'altra legislatura d'incapaci, traditori e opportunisti, siamo ormai allo stremo, o si rinasce o si muore come nazione e popolo. Berlusconi, purtroppo, è stato solo un illusione. Ha presentato dei programmi ma non li ha rispettati, ha fatto tutto di testa sua, finendo per tradire i valori del centro destra quasi peggio di Fini. Non voglio l'immigrazione incontrollata, l'essere soggetto all'UE e all'Euro su cui non abbiamo nessun controllo politico ed economico, non voglio la Turchia in Europa, nè un fisco rapace fino a livelli folli. La ns. democrazia non esiste di fatto, ma solo nominalmente, comandano le lobby e il Governo è solo un fantoccio nelle mani di costoro, che stanno in Parlamento.

baldo1

Lun, 11/06/2012 - 12:44

La sfida di Sgarbi, secondo me, di solito è laddove sente odore di quattrini...

baldo1

Lun, 11/06/2012 - 12:46

sarbi e ferrara sono fantastici. dovrebbero fare un partito insieme.... la coppia di cultura della destra... insieme a bondi, gasparri, santanchè, brunetta e sacconi fanno un gruppo di moderati....

kcastellano

Lun, 11/06/2012 - 13:10

E non e' neppure un comico........

Tipperary

Lun, 11/06/2012 - 13:13

Mi piace! Sono molto interessato. Go on!

barone_1

Lun, 11/06/2012 - 13:39

Suggerisco come nome della lista civica: "capra capra capra".

Cinghiale

Lun, 11/06/2012 - 14:16

E questo è il nuovo che avanza! ma va la va la va la!!!

giottin

Lun, 11/06/2012 - 14:25

Partito della rivoluzione, sa tanto di asta la victoria siempre di che gueveriana memoria e questo non va bene. In quanto a Sgarbi se si impegna solo un pochettino prevale su grillo in quanto a parolacce e questo non va altrettanto bene. Io condivido molto di quello che dice Sgarbi però in quanto ad affidabilità......lascia poche speranze, basti vedere come sono finite le sue performance da sindaco in vari Comuni. Lui la sta facendo troppo semplice, comunque grillo sono anni che battaglia, come può credere di fare il 10%? Facendo qualche articolo come questo sui giornali? Per ora sono ancora dell'idea di astenermi e cioè di stare dalla parte di quel 50% di italiani SCHIFATI DI TUTTO E DI TUTTI!!!!

ALASTOR

Lun, 11/06/2012 - 14:34

Nel momento in cui gli elettori non ne possono più di partiti e partitini il signor Sgarbi propone invece una coalizione dove ce ne sono almeno una decina. Bravo, ma non è necessario, il PD è già in vantaggio senza il suo aiuto.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 11/06/2012 - 14:35

Ecco la sfida di Sgarbi: "Farò una lista civica con gli arrabbiati Pdl". Ho riletto l'articolo e sono rimasto di sasso alla conclusione concernente il premier: «Il candidato della lista più votata, oppure quello indicato dalla lista egemone in concerto con le piccole». La prima ipotesi potrebbe essere digerita, non quella della lista "egemone", cioè Alfano: non posso pensare di votare per un perdente. Tesi non ricevibile.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 11/06/2012 - 14:40

Sgarbi è uomo concreto, "con le palle", ma lo vedo sempre un poco “volubile”: non è il mio ideale. Però una sua lista, con il Pdl bloccato su Alfano, potrebbe essere una soluzione evitandomi l'astensione.

gigggi

Lun, 11/06/2012 - 14:42

Per piacere, volete pubblicare quanto si scrive??????Ecco, allora, sgarbio il mio voto per quello che vale andra' magari a berlusconi per la prima volta ma ad un ignorante come te...MAI!|!!!!!!!!!!!!!!

Coriolanus

Lun, 11/06/2012 - 15:09

Caro Vittorio. Una piccola notazione. Le parole destra e sinistra non hanno alcun significato. Se oggi si può fare una classificazione in politica è quella tra "sistema" ed "antisistema". Sarebbe quindi un gravissimo errore qualificare un partito rivoluzionario come un partito di destra. Un partito rivoluzionario non può infatti essere di destra alla stessa identica maniera in cui non può essere di sinistra.

_Classe_66

Lun, 11/06/2012 - 15:08

#31 kcastellano - No ma a me fa ridere lo stesso. A modo suo è una macchietta.

MenteLibera65

Lun, 11/06/2012 - 15:31

Incredibile questo articolo...una accozzaglia di liste e listine civiche a quale scopo ? Per governare l'italia? Per portare questa nazione al futuro ? Per risolvere la crisi economica e culturale del paese ? Per arrivare in breve tempo ai livelli di vivibilità e di benessere di Francia e Germania ? ma noooo! Lo scopo è solo uno : Vincere le elezioni e tornare al potere!!!! Per fare cosa poi non lo dicono neppure, tanto non gli crede più nessuno ! Forza Grillo tutta la vita... 1 Invio.

apterix

Lun, 11/06/2012 - 15:42

ci mancava solo Sgarbi per dare concretezza al nuovo che avanza: già parlamentare, ex sindaco di una amministrazione comunale sciolta per problemi inerenti alla mafia, ideatore e conduttore di una trasmissione televisiva cassata dopo una sola trasmissione per manifesto flop, e alla quale unica puntata a fatto comunque in tempo a far partecipare il figliolo ..... e poi nelle alte sfere si domandano perchè non votiamo più PDL

Renzo1960

Lun, 11/06/2012 - 15:41

.......ogni mezzo è lecito, egregio Re degli ignoranti, per rimanere attaccato al carrozzone!!!!!!!

Renzo1960

Lun, 11/06/2012 - 15:43

...........come dire: mi state costringendo per forza ad orientarmi verso Grillo!!!!!!!!

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Lun, 11/06/2012 - 16:46

#16 pietrom......sul programma di partito puoi scivere anche cento volte "ritorno all'energia nucleare" .......senza il consenso degli italiani non si farà mai....keep smiling!

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 11/06/2012 - 17:22

Sgarbi è uomo concreto, "con le palle", ma lo vedo sempre un poco “volubile”: non è il mio ideale. Però una sua lista, con il Pdl bloccato su Alfano, potrebbe essere una soluzione evitandomi l'astensione.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 11/06/2012 - 17:23

Ho riletto l'articolo e sono rimasto di sasso alla conclusione concernente il premier: «Il candidato della lista più votata, oppure quello indicato dalla lista egemone in concerto con le piccole». La prima ipotesi potrebbe essere digerita, non quella della lista "egemone", cioè Alfano: non posso pensare di votare per un perdente. Tesi non ricevibile.

Lino1234

Lun, 11/06/2012 - 17:28

Leggere i commenti di questa massa di piagnoni, demolitori di ogni speranza, gia pronti a gettarsi nel baratro è sconvolgente. Quale considerazione si può dare a gente che del pessimismo più assoluto ne fa bandiera. Dovessero essere loro a partecipare al risollevamento delle sorti economiche e morali dell'Italia staremmo freschi. Costoro si sono vigliaccamente arresi. Stanno esalando gli ultimi lai e non sono assolutamente più in grado di fare alcunchè di utile e di positivo per la nostra Nazione. Sono finiti. Mi rivolgo a tutti gli italiani di buona volontà, capaci e forti, che sono tanti, a mobilitarsi per dare il meglio di se stessi con fiducia, speranza ed in positivo ed i guai, tutti i guai, della nostra cara Italia, scompariranno come per incanto. Abbasso i piagnoni demolitori incapaci quanto vili. Saluti. Lino.