Ecco la strategia di Berlusconi: col Prof per ostacolare Bersani

Il Cavaliere potrebbe rinnovare il sostegno per sbarrare la strada al Pd. Nel Pdl crepe pure tra ex azzurri. Sfogo della Prestigiacomo: non c'è democrazia interna

Roma - Il sogno del Cavaliere sarebbe un Monti berlusconizzato. Impossibile? Forse sì ma è il minore dei mali. Un bis del Professore sarebbe meglio di un Bersani a palazzo Chigi, appoggiato da una minestrone con dentro Vendola e Casini. Quindi, nessuno scandalo per un Monti dopo Monti. Eccolo il retropensiero di Berlusconi che oggi, soffiando su 76 candeline e volando in costa azzurra per festeggiare in famiglia, si ritaglia un momento di relax e lascia la Roma politica. Che resta confusa, agitata, stordita dagli scandali, schiaffeggiata dalle cancellerie europee.

A questo proposito, è ovvio che ieri la risposta del governo di Berlino al Cavaliere non abbia fatto piacere. L'ex premier aveva parlato dell'ipotesi di una Germania fuori dall'euro e ieri è arrivata la stilettata del portavoce del governo tedesco, Steffen Seibert: «L'idea che la Germania possa uscire dall'euro e che ciò non costituirebbe un dramma per l'Europa è assurda». E ancora: il portavoce ha poi confermato che Angela Merkel «lavora bene e strettamente con il governo Monti». Una frase che la dice lunga sui desiderata del governo tedesco che restano evidenti nonostante il portavoce si affretti a dire che «non vorrei raccomandare ai partiti di un altro Paese come devono comportarsi prima di un'elezione». L'ennesimo episodio che dimostra come, soprattutto Berlino, faccia il tifo per la continuità.

Ma l'outing del Professore, che dagli Stati Uniti aveva aperto all'ipotesi di un altro incarico, non ha sconvolto il Cavaliere, anzi. La disponibilità di Monti ha dato molto più fastidio al Pd che non al Pdl. Primo perché Bersani si vede a un passo da palazzo Chigi e sarebbe proprio Monti a sbarrargli la strada, dichiarandosi disposto a restare al suo posto. Secondo perché un Professore corretto in salsa berlusconiana non sarebbe poi così male. In fondo il Cavaliere non ha più voglia di scendere in campo da centravanti. E se lo farà, lo farà perché consapevole che è ancora lui il campione acchiappa-voti. Ma è una strategia «catenacciara», volta a prendere meno gol; a perdere il meno possibile; è un piano per poter dire la propria anche al prossimo giro. Un gioco che, naturalmente, non trova d'accordo tutto il partito. Già, il partito: una bomba a orologeria.

Ormai nessuno fa mistero che nel Pdl si viva da separati in casa. Già ora le frizioni tra alcune anime di ex An ed ex azzurri hanno raggiunto livelli di guardia con reciproche scortesie e battibecchi che emergono quotidianamente sui giornali. Berlusconi sa bene dei mal di pancia continui ma, anche in questo caso, non fa nulla per provocare strappi. Non sarà lui a provocare un altro «Che fai, mi cacci?» ma è altrettanto consapevole che la carta Monti bis non farebbe che accelerare lo strappo degli ex An. Già alcuni, principalmente uomini vicini a La Russa come Corsaro, De Corato, Beccalossi, Frassinetti, Nola e altri, hanno dichiarato chiaro e tondo che non ci pensano proprio, in futuro, a mischiare i loro voti con quelli del Pd. Tradotto: mai e poi mai un Monti bis. Per non parlare delle truppe strette accanto all'ex ministro Meloni e all'onorevole Rampelli che, complice la guerra scoppiata nel Lazio, credono sempre meno a «questo Pdl». Non solo: l'anima degli ex An più lealista nei confronti del Pdl, ossia quella dei matteoliani, potrebbe ricompattarsi con gli altri, visto che Matteoli e i suoi restano i più ostili al Professore. A questo punto si avrebbe la scomposizione del Pdl. Tante liste collegate, federate, ma in sostanza ognuno per conto proprio.

Ma se gli ex An brontolano, gli ex azzurri non sorridono. Anzi. Profondamente delusa sarebbe l'ex ministro Prestigiacomo che si sarebbe lamentata del partito, prendendo le distanze dal gruppo dirigente. Avrebbe parlato di un partito inesistente, travolto dagli scandali e dalle delazioni continue, facendo riferimento al Lazio e al Piemonte. Avrebbe puntato il dito contro la mancanza di democrazia interna, sbottando che «per fare politica, le persone per bene devono fare delle fondazioni». Insomma, l'ennesima spinta centrifuga; l'ennesimo sintomo di un partito in crisi di nervi. E qualcuno non esclude, nei prossimi giorni, ulteriori colpi di scena.

Commenti
Ritratto di paola29yes

paola29yes

Sab, 29/09/2012 - 08:49

NON CI STO!!! I comunisti al governo non possono andare, sarebbe la rovina totale dell'Italia, me leggendo l'articolo, un monti bis o tris che sia, invece di bersanov, sarebbe ugualmente la fine.

ortensia

Sab, 29/09/2012 - 08:52

Monti e' talmente antipatico,cattedratico, saputo che gli danno il comando senza passare dalle elezioni. E' talmente insopportabile che batte persino la fornero.

xgerico

Sab, 29/09/2012 - 08:59

Hihihihihi che ridere, mi immagino gli elettori del PDL che votano il rientro di Casini ed il "tassarolo" di Monti, soltanto perchè l'incatramato non vuole Bersani a palazzo Chigi!

Gianfranco Rebesani

Sab, 29/09/2012 - 09:01

Aspettiamo Gennaio,Febbraio 2013 prima di fare le diagnosi ai vari mal di pancia all'interno del PDL.Quando nell'aria vi sarà il profumo (per i possibili candidati,puzza per noi elettori)di elezioni, vedrete che tutte le varie correnti cesseranno,le finestre si chiuderanno ermeticamente eliminando possibili spifferi e l'armonia nel PDL ritornerà come Dallara cantava tanti mai anni fa. Come prima,più di prima t'amerò (berlusconi) canteranno in coro.Sanno benissimo che se formassero dei partitini,anche collegati,ma indipendenti da Berlusconi, forse servirebbero a garantire la poltrona ai colonnelli,ma i peones aspiranti alla poltrona racimolerebbero solo briciole.Quello che Casini ha fatto dopo essere stato salvato nel 1994 non può più ripetersi. Oggi noi elettori siamo più scafati.A causa dell'anagrafe parecchi dei vecchi nostalgici trinariciuti della vecchia DC se ne sono andati e di un Casini neabbiamo uno ed più che sufficiente.Che speranze avrebbero i "malpancisti" del PDL ?

laura

Sab, 29/09/2012 - 09:04

Monti e' un burattino nelle mani della finanza e della Germania. Per questo piace tanto a loro. Possono fare dell'Italia quello che vogliono. Andava bene Prodi, ora va bene Monti. Entrambi senza i cosiddetti ed e' quello che vogliono coloro che comandano in Europa e nella finanza. L'errore piu' grande del PDL e' stato prestarsi a questo grosso imbroglio e l'idea di continuare su quella strada e' suicida. Gli elettori sapranno come farglielo capire.

antes1

Sab, 29/09/2012 - 09:13

Fino a ieri voi e i vostri lettori sparavate a zero su Monti, accusato di essere uno strumento della finanza internazionale e dei comunisti per affossare l'Italia. Oggi il vostro capo pensa di servirsene in chiave anti PD e all'improvviso viva Monti. Che bello portare i cervelli all'ammasso. Evita la fatica di dover pensare con la propria testa.

Ritratto di unLuca

unLuca

Sab, 29/09/2012 - 09:24

Più che una strategia, è un suicidio politico.

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Sab, 29/09/2012 - 09:31

Carissimo Berlusconi, nel mentre ti faccio tantissimi auguri per il tuo compleanno, ti scongiuro: Monti NO! naturalmente neanche bersanoff .... La verità è che non c'è nessuno, Nessuno ,proprio nessuno ,in grado di salvare questo Paese.

xgerico

Sab, 29/09/2012 - 09:31

paola29yes Scrive: I comunisti al governo non possono andare, sarebbe la rovina totale dell'Italia,........... Non sono comunista, anzi non voto da tempo, mi spiega, in poche parole, perchè i "comunisti"(quali poi lo sa solo lei) non possono andare al governo???

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 29/09/2012 - 09:40

E bravo cav.! Pur di conservare una briciola di potere personale saresti disposto a diventare anche satlinista o maoista! Hai già svenduto l'Italia al sedicente governo tecnico, e adesso vuoi continuare a farlo. Ma lo capisci o no che se ci consegnamo ancora una volta a monti e ai suoi mentori della finanza internazionale, la democrazia in Italia viene cancellata senza possibilità di ritorno?

giocar11

Sab, 29/09/2012 - 09:43

Prestigiaacomo: non c'è democrazia interna! Ma va! E da quando? Come mai non ce ne siamo accorti?

idleproc

Sab, 29/09/2012 - 10:05

E' un errore elementare di tattica politica ma ad occhio la strategia è comune anche nella comunicazione. Esistono solo dei distinguo marginali legati a interessi divergenti di dettaglio. La possibilità di trovare soluzioni politiche alla crisi sistemica in europa e globale si allontana. Quella in atto è una dittatura globale della finanza e delle corporation monopolistiche sovracontinentali che non possono essere il motore di un'uscita economica dalla crisi in quanto strutturalmente parassitarie. Figuriamoci poi se lo possono essere a livello sociale e nella gestione delle politiche estere. Tecnicamente è un ripetersi a livello più alto degli errori del passato. Staremo a vedere come andrà a finire... Un altro buona fortuna agli Italiani non ci sta proprio male, comunque organizzatevi per un'autodifesa di sopravvivenza socio-economica al di fuori del sistema monetario, dei mercati e finanziario controllato e pilotato di bankster e dai monopolisti attraverso gli stati ex nazionali che non sono più l'espressione delle comunità nazionali. Meglio mettere le mani avanti come stanno già facendo in molti in US. Poi se per puro caso dovesse andar bene, tanto meglio. Onestamente non ci credo.

Angelo Mandara

Sab, 29/09/2012 - 10:14

MONTI BIS !!...MA ELETTO ? - Come vorrebbe Bersani? Monti sarebbe disponibile a proseguire in questa azione di governo (a prescindere da come lo si voglia giudicare, sentirei volentieri chi altri potrebbe sostituirlo in questa attuale palude politica?). Monti eletto, ma con quale schieramento? Visto che il Prof non vuole essere accostato a nessuna parte politica? Ma poi, di grazia, essere eletto senatore quando lo è già..."a vita"...sarebbe forse il primo ad avere due volte la nomina (che non è la stessa cosa di avere due lauree)..nelle votazioni di Palazzo,forse che potrebbe votare due volte (sempre che i senatori a vita votino ancora?). In questo Paese non ci sarebbe neppure da stupirsi. La stessa rieleggibilità del presidente Napolitano, affacciatasi di recente e dallo stesso respinta, forse per l'età dell'interessato e che diventerebbe onerosa ...non potrebbe essere legata anche al fatto di dover riproporre il Prof. Monti...con altro escamotage?Chi altri,in Italia, oggi riuscirebbe a tenere fronte alla Merkel (...Renzi proprio non me lo vedo)...Chiaro !!...Berlusconi? Saluti. Angelo Mandara

buri

Sab, 29/09/2012 - 10:15

Faxxa pure ik Cav. se poi gli elettori gli volteranno le spalle non dovrà lamentarsi

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 29/09/2012 - 10:19

Che stratega!Alle prossime elezioni,tutti a casa....ANCHE NOI!!

gregorio.padula

Sab, 29/09/2012 - 10:24

Azzz....che strategia!!!

ilsignorrossi

Sab, 29/09/2012 - 10:25

berlusconi sosterrà un monti bis? ma se ieri ha detto il contrario,comunque lui lo può sostenere,ma chi lo voterà? io no di sicuro

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 29/09/2012 - 10:52

Strategia ultraraffinata. Rommel, al confronto era una povera belina. Ma c'è un grosso rischio: quello di buttarselo in quel posto da soli.

Giovanmario

Sab, 29/09/2012 - 10:59

paola29yes.. ci sono molte ragioni per cui non vogliamo che torni al governo la sinistra che un tempo era comunista: sparirebbero le scuole private, la sanità costerebbe dieci volte di più, i Carabinieri non arresterebbero più gli scippatori, la stampa pubblicherebbe solo le intercettazioni di Arcore, la magistratura farebbe prescrivere due milioni di reati all'anno, i pubblici impiegati verrebbero assunti solo con concorsi truccati o agevolati, i diplomi o le lauree si otterrebbero col 6 o con il 18 politico, aumenterebbero le tasse su tutto e i bolli auto per pagare i precari e mantenere gli eterni disoccupati di Napoli, fare altre venti province in tutta Italia, sovvenzionare la Fiat per assumere altri duecento iscritti alla Fiom, dare un sussidio mensile a Battisti, dare un contributo alla Melandri per i suoi viaggi in Kenia..

gbsirio_1962

Sab, 29/09/2012 - 10:59

Silvio !!! Silvio !!! Silvio !!! ...

Willy Mz

Sab, 29/09/2012 - 11:12

non vorrei proprio che si facesse questo monti-bis. già ci ha messo col sedere in terra per portare avanti le sue amate banche. se dovesse capitare che anche il cav lo appoggi l'unica soluzione sarebbe l'espatrio, prima che bignasca alzi il suo muro.

vince50

Sab, 29/09/2012 - 11:13

Il nostro padrone e affamatore sarà monti,indipendentemente dalla volontà degli italiani.Smettiamola di andare a votare,a meno che non si voglia credere alle favole di tizio o di caio.La sinistra è stata e sarà la rovina della nazione e,questo anche per colpa di chi dovrebbe contrastarla ma non ne ha la capacità.E per capacità intendo saper parlare al popolo e non usarlo.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 29/09/2012 - 11:15

A questo punto l'unica soluzione è che il Cav. si occupi di patonza...a tempo pieno.

lunisolare

Sab, 29/09/2012 - 11:18

Il Pdl per ora è un'espressione numerica che non ha più riscontro nel paese, Belusconi si limita ad attenuare i danni elettorali paventando l'ipotesi di un Monti bis, per cui la vera questione è che il Pdl non ha idee per una rinascita e rischia di dividersi in partitini che usciranno dal parlamento provocando una debacle storica del centro destra. Quello che manca è la chiarezza di intenzioni dei dirigenti, si tira a campare, non è tattica attendista ma assenza di proposte nuove e quindi Berlusconi pensa alla meno peggio, al male minore perdere con l'onore delle armi, intanto intorno a lui non emerge una figura che ha da dire qualcosa di innovativo, si lamentano e basta.

Giancarlob

Sab, 29/09/2012 - 11:20

Bene, adesso che abbiamo la strategia possiamo pensare a salvare l' Italia pigliandola per i capelli prima che affoghi ?

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Sab, 29/09/2012 - 11:33

Come elettore del centro destra sono stato tradito prima da Fini, poi dal PDL, che continua a sostenere un governo di incapaci totali voluto dal napolitano. Sento continuamente, mentre prosegue il sostegno al governo incapatecnico, di alleanze con Montezemolo, Casini, di sostenere il Monti per un nuovo mandato, ecc. Tranquilli Vi basta di continuare ad appoggiare l'attuale governo monti per evitare di prendere il mio voto. Buon Lavoro.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Sab, 29/09/2012 - 11:36

Si lasci governare Bersani, se ne è capace: probabilmente non durerà più di sei mesi. E anche se così non fosse, meglio cinque anni di opposizione che il Monti-bis.

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Sab, 29/09/2012 - 11:43

xgerico: Piantatela comunisti da strapazzo. Ho sempre votato Berlusconi, ma ho sempre pensato con la mia testa, e guarda caso, se, il Pdl, sostiene un monti bis, tranquillo che col cavolo lo voto. Non sono lobotomizzata. Per votarlo mi deve convincere il professorone dei miei stivali, deve fare campagna elettorale e non essere suddito della kulona, i komunisti e via discorrendo, deve avere un programma liberale.

Acquila della notte

Sab, 29/09/2012 - 11:44

se berlusconi si allea con monti, bersani (o renzi) vince a mani bassse!!! qui di programmi non se ne parla, solo e soltanto strategia elettorali fini a se stesse! berlusconi dovrebbe farsi da parte, sta spaccando il partito e distruggendo la destra italiana!! ora voglio vedere l'area della santanchè e degli ex AN che mal hanno digerito monti che diranno!

Giovannipirati

Sab, 29/09/2012 - 11:45

Appoggiare Monti = Tomba del PDL

reliforp

Sab, 29/09/2012 - 11:48

Giovanmario.....mancano le sette piaghe d'Egitto e l'elenco è completo. Lascia perdere i peperoni e il vino rosso a colazione, indirizzati su qualche fetta biscottata ,magari integrale ,da spalmare con delle buone confetture ed accompagnate da un succo di frutta in alternativa al latte, ti aumenta il colesterolo. Ciao Giovanni, salutami Mario.

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Sab, 29/09/2012 - 11:51

X xgerico: Spiego subito chi sono i comunisti. I bersanov, i vendoliani e tutta la marmaglia che ogni tanto cambia vestito per mascherare, arrivano tutti dal pci, in pratica quelli che hanno preso i soldi a Mosca e che hanno applaudito al terrore imposto dell'Urss. Non devono andare al governo, perchè la nostra libertà andrebbe a bagasce, vedi Sallustri, il benessere è già andato con il braccio destro di napolitano, inoltre prodi non dice niente? Ha fatto tanti di quei danni che elencarli diventerebbe un'impresa colossale. Meno male che non va a votare e la prego non ci vada.

CALISESI MAURO

Sab, 29/09/2012 - 11:53

Non ha capito niente ... o e' sotto ricatto! Peccato e' proprio finita!!!

gianpuiet

Sab, 29/09/2012 - 11:56

Non so se andrò a votare , certamente, se andrò voterò, turandomi il naso, per la Lega Nord, in quanto ha avuto la coerenza di non votare la fiducia al governo che ci ha imposto la cricca Pluto-massonica europea. Berlusconi, (cui faccio i migliori auguri, oggi 29 settembre, giorno del suo genetliaco) proprio non lo capisco: è stato dileggiato, insultato, schernito, deriso dal senatore a vita Monti, per di più il cavaliere ha finalmente capito che l'euro costituisce il massimo dei nostri problemi, mentre Monti è il pontefice massimo di una nuova religione di stato che vede in Mammona-moneta unica la madre di tutti i dei cui bisogna sacrificare ogni cosa ( il lavoro i beni, le case, le pensioni e financo la vita dei cittadini): è perciò del tutto assurdo appoggiare un governo diretto da un simile personaggio. Proprio oggi su "Il sole 24 ore" compare un articolo in cui si afferma che la svalutazione competitiva del dollaro sta facendo volare le esportazioni americane: ora l'Italia nei primi 140 anni della sua storia era maestra in questo, ma poi arrivarono i professoroni, che ritenevano l'euro la panacea di tutti i mali, prima Prodi che fece carte false per fare entrare l'Italia nella moneta unica (il bello è che, in una intervista aveva sostenuto che se fosse rimasta la lira l'industria italiana ne avrebbe tratto grande giovamento) ora il triste Monti che con il suo decreto "ammazza Italia" sta conducendo la nostra economia a gareggiare con quella della Corea (del Nord)

m.m.f

Sab, 29/09/2012 - 11:56

l'unica salvezza per questo paese è che non si vada alle elzioni. non so se ci rendiamo conto che onesti o corrotti di fatto il problema è che sono dei TOTALI INCAPACI A GOVERNARE! Sono 50 ANNI che non arrivano mai a capdo di nulla,il risultato lo vediamo oggi ! Penso sia chiaro a tutti! DESTRE SINISTRE CENTRO VERDI GIALLI.........una plettora di INCAPACI E SPESSO ANCHE LADRI E CORROTTI. Come in Belgio governo tecnico per 5 anni e forse non bastano.....

tzilighelta

Sab, 29/09/2012 - 12:05

Sei fi ni to caro cav. le tue giravolte non incantano più nessuno, hai distrutto il paese, inutile nascondersi dietro Monti!

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Sab, 29/09/2012 - 12:08

Al momento, sx e dx, obtorto collo, sono alla mercè di Monti e dei suoi tecnici. Pùò essere che Monti diventi lo strumento del cdx, al servizio di un'eminenza grigia, per neutralizzare il pericolo Bersani-Vendola-Casini-Rutelli-Dipietro e finalmente realizzare quello che da vent'anni si va predicando? Monti non avrebbe il coltello per il manico, Re Giorgio in pensione, la magistratura non saprebbe a che appigliarsi...... Sperando che la maggioranza silenziosa degli italiani si faccia sentire: non riesco a pensare ad un Prodi od un Baffino PdR, sarebbe troppo! Men che meno Bersani-Ferrini premier. Saluti

Ritratto di randel

randel

Sab, 29/09/2012 - 12:12

Ormai l'unica strategia di cui dovrebbe occuparsi è quella di come vincere a bocce o tressette....non dico scopa per ovvi motivi.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Sab, 29/09/2012 - 12:27

Certo che Berlusconi, più schiaffi prende da Monti, e più gli vuol stare a braccetto. Infatti, è di pochi giorni fa un'altra battuta di Monti contro il PDL. E vogliamo credere che Silvio stia adottando una sua strategia? Come ebbe giustamente a dire un giorno di chi votava i comunisti, oggi giustamente dico di lui che è da co.glio.ni comportarsi così. E' evidente che vuol distruggere il PDL. Per formare cosa? Monti non è e non sarà mai il Presidente di noi elettori liberali e di centro-destra.

ortensia

Sab, 29/09/2012 - 12:35

E bravo silvio.Per difenderci da Monti dovremo votare Grillo. Se non andremo in cabina ci impataccheranno sul gobbo quel grandissimo prof. grand direttore galattico e ce lo dovremo sorbire lui e la professoressina fornero per altri 5 anni. Dopo di che non riusciremo neppure piu' a tirare giu' l'acqua perche' non avremo i soldi per pagarla.

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Sab, 29/09/2012 - 12:41

Giovanmario Mi creda sulla parola, avrei voluto rispondere al commento di paola29yes, ma il suo mi è sembrato ancor più simpatico e per tanto mi viene da porle alcune domande; La sinistra un tempo era comunista? Ma di quanti secoli fà stà parlando mi scusi? A me pare che quanto lei descriva o meglio quanto lei prospetta in caso di governabilità della sinistra e quanto stia accadendo già negli ultimi 10 anni, per cui devo dedurre che il PDL è un partito comunista. Ma il clou lo ha raggiunto con i disoccupati a Napoli, come se fossero solo lì, ma lei le coglionate le spara il sabato o tutti i giorni della settimana. Sarebbe un soggetto da cabaret, ci pensi.

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Sab, 29/09/2012 - 12:43

berlusconi crede di giocare alla battaglia navale? sconfiggere bersani? Pensi prima di tutto a non sconfiggere se stesso. silvio sei il passato.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Sab, 29/09/2012 - 12:48

Mi chiedo se i tanti elettori del PdL che qui postano abbiano finalmente compiuto il cammino della consapevolezza che li ha portati a comprendere come siano stati brutalmente ingannati dal pifferaio magico di Arcore. Adesso dovrebbe essere chiaro che il PdL non esiste nè mai è esistito, è sempre stata una costruzione ad uso e consumo del capo che ha raggruppato riciclati fascisti, socialisti e democristiani sotto l'egida di una poltrona per tutti. Adesso che di poltrone all'orizzonte non ce ne sono più tutto si sfalda perchè non c'è una ideologia né un cammino comune che unisca questa gentaglia. Comunque tranquilli, tanto è tutto scritto. Berlusconi vuole Monti, nel PD Renzi (che o vincerà le primarie o spaccherà il PD) vuole Monti, l'Europa vuole Monti e i poteri forti di questo paese, banche in primis, vogliono Monti Quindi Monti sarà. Vedrete che, nell'interesse del paese, cdx e csx rinnoveranno la pantomima degli ultimi 10 mesi e via di grande ammucchiata per altri 4 anni. Ma forse è ciò che ci meritiamo per avere fatto "carne di porco" di quel dono che ci è stato dato e che si chiama "democrazia".

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Sab, 29/09/2012 - 12:48

Stamattina manca una notizia su questo quotidiano: La Prestigiacomo dice addio al PDL. Mentre voi pubblicate questi articoli di risorgimento nella realtà il PDL stà sempre più inabbissandosi, in una settimana tra Sallusti, Ferrara, Polverini, Prestigiacomo, Minetti & C. c'è stata una vera cernita di fuoriclasse.

Pazz84

Sab, 29/09/2012 - 12:48

@paola29yes ma dove vivi? in russia? i comunisti in Italia non esistono più da tempo... Aggiornati, sei indietro di una ventina d'anni Viva Berlusconi e la cazzata del meno tasse per tutti (i ricconi)

mariett

Sab, 29/09/2012 - 12:53

Non c'è peggior cieco di chi non vuole vedere. Berlusconi è ormai bruciato. Ruby, Minetti, Lavitola , l'"affaire Casa di Montecarlo", Di Gregorio comprato, sono cose da galera, altro che da premier politico. Gli conviene tenere già sulla pista l' aereo per i Caraibi che molto presto dovrà correre a prenderlo!

mariett

Sab, 29/09/2012 - 12:53

Non c'è peggior cieco di chi non vuole vedere. Berlusconi è ormai bruciato. Ruby, Minetti, Lavitola , l'"affaire Casa di Montecarlo", Di Gregorio comprato, sono cose da galera, altro che da premier politico. Gli conviene tenere già sulla pista l' aereo per i Caraibi che molto presto dovrà correre a prenderlo!

Mario-64

Sab, 29/09/2012 - 12:58

Alla buon'ora... ci siamo arrivati ,Berlusconi padre nobile del PDL e Monti candidato premier ,e' l'unica strada per battere le sinistre in questa sitiuazione.

Gianna Lorella

Sab, 29/09/2012 - 13:10

Per governare zio Silvio deve rimanere dietro le quinte, altrimenti lo massacrano sia gli amici che i nemici.

alessandro_marangon

Sab, 29/09/2012 - 13:32

MA VOI CREDETE ANCORA CHE I COMUNISTI NON SONO AL GOVERNO? ... forse è meglio se vi andate a metter in fila con glia triper l'IPHONE 5... quando deciderete di svegliarvi... sara' tardi...

Massimo

Sab, 29/09/2012 - 13:32

Ne' Bersani, nè Monti, nè Casini. Meglio soli che male accompagnati. Bene, invece, la divisione tra Forza Italia e An con la possibilità per questi ultimi, magari con una segreteria Meloni, di riunificare le anime dell'Msi come Forza Nuova, Fiamma, La Destra, ma sbarrando totalmente la strada a Fini e ai suoi, per poi allearsi in coalizione con Forza Italia sotto la comune leadership di Berlusconi.

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Sab, 29/09/2012 - 13:33

@Giovanmario: Aggiungerei che la cosa più grave è che la sinistra, un tempo comunista, si ricordi di esserlo stata e allora rischieremmo pure l'estinzione perchè è noto che i comunisti mangiano i bambini.

ilsignorrossi

Sab, 29/09/2012 - 13:41

x gerico ,sei poco attento mi sa ,ci sono partiti che usano la parola comunista nel loro nome, e bersani cosa ritieni che sia un liberale?

Atlantico

Sab, 29/09/2012 - 13:44

Davvero siamo alle comiche finali e Berlusconi non sa più cosa fare, a quale 'santo' votarsi, da quale parte guardare. 20 anni fa entrò in politica per i problemi giudiziari ed economici di Fininvest ( lo disse lui con estremo candore ) ed ora, 20 anni dopo, si ritrova allo stesso punto di partenza, in un agghiacciante gioco dell'oca (zoppa ). Nel 2008, non un secolo fa, ha vinto le elezioni con una maggioranza possente che nemmeno De Gasperi aveva avuto ed in tre anni è riuscito a distruggere tutto. Dopo aver litigato e rotto con Follini, poi con Casini, ha fatto lo stesso con Fini e poi con Bossi, ma la colpa, per i poveri e ridicoli 'credenti' berlusconiani, è sempre degli altri mai di Silvio. Ma di chi si contorna ques'uomo ? Degli 'intelligenti' alla Giuliano Ferrara ? Delle colombe alla Gianni Letta ? Dei falchi alla ... ( il nome aggiungetelo voi del Giornale ... ) ? La verità è una sola: in un'azienda vanno bene gli autocrati, quelli che sentono il parere degli altri ma poi decidono in solitudine e le grandi capacità imprenditoriali di Berlusconi stanno lì a dimostrarlo ma la politica è un'altra cosa, lì non si comanda, si discute, si convince, si armonizza, si sintetizza l'analisi, tutte cose per le quali B. non è tagliato, troppo complicato per lui. Ora, dopo 20 anni, il sogno è finito, la politica ha distrutto il 'nuovo arrivato' alla tenera soglia dei 60 anni. Tutto è finito, la musica è finita, gli amici se ne vanno. I primi anni andarono bene, i processi furono aggiustati da una ventina di leggi ad personam ma per il caso Ruby la sentenza si avvicina e lì non ci sono Ghedini e Paniz che reggano. La crisi mondiale ha messo a nudo la fine delle tv generaliste, la pubblicità langue da anni, il tempo passa e oggi sono 76 anni ( auguri a Silvio ). L'intelligenza vorrebbe che Berlusconi organizzasse la sua uscita dalla politica, si dedicasse a ristrutturare il suo partito, se vuole che gli sopravviva, ma non certo con gli Alfano, i Verdini, i Cicchitto, i Gasparri e compagnia avvilente, Ovviamente non lo farà, non ne ha la forza e nemmeno la voglia e quindi l'unica prospettiva è una lunga agonia politica che distruggerà persino presso i suoi 'credenti' qualunque possibilità di un buon ricordo. Personalmente non ho mai creduto nella sedicente 'rivoluzione liberale' fatta da un monopolista e i fatti mi hanno dato ragione come qualunque persona di semplice buon senso poteva capire già nel 1994, quando tutto cominciò con un trucco ( la calza davanti alla telecamera del messaggio televisivo ) ed un mezzo furto a tutti gli sportivi italiani ( Forza Italia, gli Azzurri, ecc. ) di qualunque fede politica ma di una sola fede sportiva. Però sarei stato felice della nascita di una destra politica nuova, senza nostalgie ed al passo dei paesi del nord Europa. Ovviamente è andata diversamente ed ora restano solo le macerie che rimarranno lì per decenni.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Sab, 29/09/2012 - 14:19

Bel post Atlantico. Forse è ancora presto per qualcuno, ma non è che il cosiddetto Fini-to anziché un "traditore" non sia stato un "precursore"? Del resto con i Verdini, i Cicchitto e gli Alfano non si va da nessuna parte, questo l'avranno capito anche i più innamorati, tuttavia nel PdL che si rinnova ad ogni prima pagine del Giornale quelli sempre là stanno.....

mariett

Sab, 29/09/2012 - 14:22

Non c'è peggior cieco di chi non vuole vedere. Berlusconi è ormai bruciato. Ruby, Minetti, Lavitola , l'"affaire Casa di Montecarlo", Di Gregorio comprato, sono cose da galera, altro che da premier politico. Gli conviene tenere già sulla pista l' aereo per i Caraibi che molto presto dovrà correre a prenderlo!

Ritratto di erapaglia

erapaglia

Sab, 29/09/2012 - 14:24

Sparirete dalla politica italiana. Non mi rappresentate e non siete ne CENTRO E NE DESTRA. Siete pericolosi con le vostre idee e di Welfare europeo non ne capite un emerito niente. Io voterò Grillo. Non esiste una questione settentrionale, non esiste neppure quella meridionale. Esiste invece da anni e dal dpoguerra una questione nazionale. Noi siamo l'unico pese insieme alla Grecia e la Spagna che non ha reddito di cittadinanza. Prima che vi sforzate a favore del liberalismo, cercate invece di mettere in sicurezza il paese. Indegni. Firmato un figlio di emigranti italani

bisesa dutt

Sab, 29/09/2012 - 15:20

cavaliere chi? strategia politica di chi? Carneade chi è costui? un vecchietto che straparla.

jeremy50

Sab, 29/09/2012 - 15:21

A questo punto (salvo imprevedibili ed improbabili svolte) si dovrà scegliere tra Monti e bersani Tra i due mali io personalmente scelgo il minore: potete immaginarvi bersanov-gargamella a colloquio con Obama (o il suo successore)che dovrebbere dire in inglese: Ma non siamo mica qui ad asciugare gli scogli, noi.....!!!!! Da rabbrividire!

MEFEL68

Sab, 29/09/2012 - 15:34

Da berluscofilo convinto affermo che, se Berlusconi finirà per adattarsi a quello che chiamava il "teatrino della politica" io, e con me tanti di quelli che l'hanno stimato, cambierò il mio orientamento politico rivolgendomi, non a sinistra, ma verso qualsiasi movimento che prometta di sovvertire questo marcio sistema che continua a produrre i famelici mostri. Stia attento Presidente, non vorrei vedere il suo tramonto dietro i Monti.

reliforp

Sab, 29/09/2012 - 15:35

erapaglia..condivido con una correzione. Il terzo paese è l'Ungheria non la Spagna.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 29/09/2012 - 15:57

Non è che certe idee vengano partorite dopo qualche seduta "Lewinsky style" ad Arcore? Con la Minetti nella parte della stagista di turno...

conenna

Sab, 29/09/2012 - 15:58

Bene, abbiamo capito cosa conta Monti. Continui a fare tutto ciò che su questo giornale gli viene continuamente, aspramente e quotidianamente rimproverato. L'importante è che sia contro il pericolo Bersani ...detto Gargamella. Uno slancio verso il futuro del Paese.

MenteLibera65

Sab, 29/09/2012 - 16:19

GiovanMario, hai dimenticato un sacco di altre cose, tipo un sacco di bambini mangiati , una tassa sull'aria, i matrimoni legalizzati tra elefanti e uomini, e , soprattutto una cosa che ti tocca da vicino e che ti rovinerà : il divieto assoluto di sparare caxxate. Non mi avete pubblicato un commento oggi...e siamo a 4...vediamo se almeno questo passa...

IMI-6865

Sab, 29/09/2012 - 16:23

Mi aggiungo alla lista dei tanti che vedono in questa "strategia" un vero suicidio. Solo due giorni fa diceva che l'euro è stata una fregatura, adesso è già pronto ad arruolare i becchini della nostra sovranità per conto dei poteri transnazionali. Ma non è proprio possibile avere un'idea che sia una, e tenere ferma quella? Chiediamo troppo?

MenteLibera65

Sab, 29/09/2012 - 16:31

Per Atlantico : la tua sintesi è illuminante. Purtroppo qui dopo la terza riga non riescono a comprendere quello che si legge e poi si sa...non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire. Ma totalmente da apprezzare lo sforzo. Magari , tra tanti, qualcuno che sappia fare un pò di auto-critica si trova. Ci pensi che per colpa del voto di questi abbiamo dovuto accettare di vedere la decadenza progressiva della nostra nazione? Ci sarebbe da toglierli il voto per una 20ina di anni...

mila

Sab, 29/09/2012 - 16:56

@ Atlantico -Senza dubbio Berlusconi non ha saputo o potuto fare molto, ma come sono gli altri? D'accordo per non votarlo alle prossime elezioni (se ci saranno), ma per chi votare? Il problema e' che noi Italiani non sappiamo autogovernarci, e per di piu' in genere siamo stati e potremo essere governati da Tedeschi, il cui atteggiamento verso i soggetti e' noto. Cmq meglio una dominazione straniera diretta, almeno ci sara' piu' chiarezza.

chiara63

Sab, 29/09/2012 - 17:16

"Col Prof per ostacolare Bersani" è questa la strategia del grande statista? e poi mi chiedo come ho potuto in un passato molto remoto dargli il voto? Il peggio, a giudicare da molti commenti, che esistano ancora in tanti che si appassionano alle strategie del Cav. insomma questi ultimi quindici anni non hanno insegnato proprio nulla? E dire che una volta criticavamo i sinistri per il loro paraocchi....

angeli1951

Sab, 29/09/2012 - 17:57

Non è che l'impero fininvest stia per dichiarare bancarotta e il proprietario cerchi di farsi salvare dall'estortore dei sudditi poveracci e salvatore degli infami privilegi dei politicanti? Altrimenti si dovrebbe pensare ad un improvviso attacco di demenza senile. Certo che del coraggio, insenso negativo, ne serve per approvare infami rapine fiscali, fingere di opporvisi e poi preannunciarne altre.

Cosean

Sab, 29/09/2012 - 18:03

Finalmente ammette che gli interessa essere con Monti e nel contempo lottare per essere il solo ad appoggiare Monti. Non faceva prima a dire che l'unico suo interesse è il POTERE?

Destra Delusa

Sab, 29/09/2012 - 18:07

Allearsi con il fetente Monti, ma come discredita tutta la compagna stampa del Giornale. Questo è un furbetto che ci prende per i fondelli altro che uomo politico. I suoi adulatori sono ormai ridotti a dei ridicoli burattini con i fili impigliati da tutte le parti.

Ricky70

Sab, 29/09/2012 - 18:34

Francesco Cramer sintetizza perfettamente nero su bianco una verità inconfutabile “Ma è una strategia «catenacciara», volta a prendere meno gol; a perdere il meno possibile…….” Purtroppo è l’unica strategia possibile per tentare d’impedire una riedizione bulgara del governo Prodi i cui partecipanti sono da lunghi anni in astinenza di poltrone e relativi benefici: auto blu, scorta, ecc. Berlusconi per numerosi motivi è incandidabile come premier e può solo dare una grossa mano per portare a casa voti. Molte persone del ceto medio che hanno votato prima FI e AN e poi Pdl, si rifiuta di farlo ancora. La gente è nauseata del magna magna della politica e ciò che potrebbe convincerla pur turandosi il naso a votare ancora nuove formazioni di Centro Destra in funzione anti-sinistra e rinunciare a votare per protesta il comico anticasta, è quella descritta nell’articolo: Tante liste collegate, federate, ma in sostanza ognuno per conto proprio.

sorciverdi

Sab, 29/09/2012 - 19:26

Berlusconi ha fatto cose buone e cose meno buone. A suo tempo l'ho votato anche se negli ultimi anni mi ero decisamente allontanato. Oggi mi sento totalmente deluso perchè se la cura di un male è un male appena un po' meno grave, allora vuol dire che il malato è terminale. Bersani e la sinistra sarebbero il male peggiore perché porterebbero il Paese allo sfascio in breve tempo; di sicuro inizierebbe la guerra delle poltrone e non ce ne sono abbastanza per tutti quindi comincerebbero gli agguati, pugnale alla mano, di tutti contro tutti col risultato che il Paese imploderebbe. La seconda strada, quella del Monti bis, è una cura che se non è cattiva quanto il male che vorrebbe curare gli si avvicina molto. Cosa possiamo aspettarci? Un nuovo governo che, dopo averci ammazzati di tasse, ci dia il colpo di grazia? Il governo Monti ha dimostrato di non avere altra linea direttrice che quella dell'aumento delle tasse smagrendo le attività produttive che sono sempre più in bilico. E' un lavoro da professore? Non mi pare che lo sia; qualsiasi amministratore di condominio avrebbe potuto fare lo stesso! E quindi perché rimetterlo lì? Forse nella speranza che l'appoggio ricevuto produca il miracolo di fermare lo sgretolamento del PDL? Se le cose sono così, allora dico che a me del PDL non importa nulla: se non sta assieme neanche con la colla che si sgretoli perché in fondo cosa ci ha portato di buono? Poco di più di ciò che ci avrebbero portaro le sinistre e quindi o cadiamo nel luogo comune di dire che sono tutti uguali, oppure ammettiamo che il problema è un altro e cioè la struttura dello Stato e la sua Costituzione. Il nostro sistema facilita il nascere ed il proliferare di caste autoreferenziali -la magistratura è l'esempio tipico- e questo ci porta ad avere troppi cuochi attorno ad una zuppa che alla fine è immangiabile. Cosa voglio dire? Semplice, che è lo Stato che va rifatto dalle radici e quindi una proposta da vero statista non è di fare un Monti 2 ma di creare una Costituente che rifaccia questa nostra Italia dalle fondamenta cancellando con un colpo di spugna molte brutture fra le quali la troppa ruggine politica che è, pur se ben mascherata, ancora quella che si trascina dalla fine della Seconda Guerra Mondiale. Se Berlusconi fosse uno statista come più volte ha sostenuto di essere -e la sua uscita su Monti dimostra che non lo è- è questo che proporrebbe e non l'ennesimo tirare a campare! Sono disgustato: questo non so di chi sia il Paese, certo non più il mio!

Ritratto di Aulin

Aulin

Sab, 29/09/2012 - 19:33

Nel PD ci sono solo inetti, fagnani e ladri diossini radical chic, per cui qualunque cosa è meglio per cercare di salvare il salvabile. il PD non può vincere se non con la solita coalizione stile duro-due-anni-al-massimo. Abbiamo bisogno di ben altro, per esempio il semipresidenzialismo per garantire la governabilità, ma cambiare la Costituzione coi giudici della Stasi e i pupazzi del Partito Decotto, la vedo dura.

gi.lit

Sab, 29/09/2012 - 19:46

Ma di che strategia parla? Non sa nemmeno quello che dice e, ancor più grave, non si rende conto di aver fallito su tutto. Come ho già scritto tante volte, non potrebbe almeno farci il piacere di starsene zitto?

Giovanmario

Dom, 30/09/2012 - 11:12

antonio vivaldi.. totò per gli amici più intimi.. tu porti un nome illustre.. la differenza sta nel fatto che lui era il principe della risata.. tu.. al massimo.. (tra il serio e il faceto..ma tu a quanto pare non sei in grado nemmeno di distinguere tra una supposta ed un paracarro.. con tua somma goduria).. sei un manovale della HoChiMinhkiata!