Elisabetta scopre solo ora com'è bello fare la nonna

Nel tradizionale messaggio di auguri televisivi si intenerisce per il piccolo George e poi bacia a sorpresa Kate. Perché a Natale la famiglia è sovrana

Glaciale? Insensibile? Macché, tutte le nonne, anzi, tutte le bisnonne del mondo, sono uguali. Anche quelle che abitano a Buckingham Palace e che, al bando pensioni e prepensionamenti, continuano a svolgere, imperterrite, il proprio lavoro. Nel caso specifico quello di regina di Inghilterra. Sarà perché a Natale tutti (o quasi) diventano più buoni, ma la sovrana che tutti rispettano e che ha sempre strapazzato tutti senza pietà, avant'ieri ha offerto un'immagine decisamente inedita di sé. Vestita con un abito color giallo mimosa, e con un filo di perle al collo, seduta alla scrivania con alle spalle alcune fotografie, che ritraggono i componenti della famiglia reale, Elisabetta II, è apparsa alle tv britanniche per il tradizionale messaggio di auguri di Natale esordendo con queste parole: «La mia famiglia è più grande questo Natale. La nascita di George mi ha riempito di gioia. Come molti di voi sapranno, l'arrivo di un bambino offre l'occasione di contemplare il futuro con felicità e speranza rinnovate. E per Kate e William la vita non sarà mai più la stessa». Come dire: nulla sarà più come prima. Una frase tenerissima che schiude le porte ad una svolta particolarmente significativa. Tanto che, indugiando sempre più in versione nonna, scusate, bisnonna, sulla nascita del principino George, avvenuta il 22 Luglio, la regina Elisabetta ha aggiunto: «É stato un momento di gioia che ci ha permesso di unire quattro generazioni», come testimonia, peraltro, una storica foto che la sovrana ha sulla sua scrivania e che è stata scattata il 24 Ottobre, giorno del battesimo del piccolo, oggi il terzo in linea di successione al trono d'Inghilterra.
Ma l'insolita Elisabetta II, in versione tenera, non si è fermata alle parole di gioia per la nascita del pronipote, perché con la nipote acquisita, Kate Middleton, la sovrana è stata anche più «umana». Infatti, nell'incontro con Kate (il piccolo George è rimasto a casa con la baby-sitter) prima dell'inizio della tradizionale messa di Natale a Sandringham, nell'Est dell'Inghilterra, quando la giovane duchessa di Cambridge l'ha baciata sulla guancia, la sovrana ha, a sua volta, ricambiato con un bacio altrettanto affettuoso. Risultato? Una foto, altrettanto storica, pubblicata da tutti i media britannici e, puntualmente, «esportata» in tutto il mondo. Nella stessa foto si vedono anche il principe William ed Harry, che sfoggiava una lunga barba. Tornando al discorso di Natale, rivolto dalla regina a tutti i cittadini della nazione e dei Paesi del Commonwealth, una delle poche occasioni per la sovrana di esprimere pubblicamente le sue opinioni personali, si può ben dire che è stato anche l'occasione per guardare indietro ai suoi 60 anni di regno: «Questo anniversario mi ha ricordato i cambiamenti importanti che sono avvenuti dall'incoronazione, molti in meglio, e le cose che sono rimaste identiche come l'importanza della famiglia, dell'amicizia e del buon vicinato. Tutti noi dobbiamo trovare il giusto equilibrio fra l'azione e la riflessione senza dimenticare, fra tante distrazioni, di prendersi una pausa e fare delle valutazioni». In ogni caso, sorprendente la regina delle regine. Una regina che usa parole dolci e che, persino, bacia. Ma non era avara di baci? Ben vengano, finalmente, le eccezioni. Complimenti, complimenti davvero.

Commenti

Angel59

Ven, 27/12/2013 - 11:09

A Natale? Ma la befana non è il 6 gennaio?

Ritratto di serjoe

serjoe

Ven, 27/12/2013 - 12:28

Ma questa non invecchia mai ??..Carlo al suo cospetto..sembra suo fratello.Iniezioni di staminali..gia' sperimentato sugli animali ? Speriamo che re giorgio non ne venga a conoscenza...qui si rischia l'eterna fatiscenza.

gigetto50

Ven, 27/12/2013 - 12:38

........bisnonna.....e poi...solo "un filo di perle"?

carlotaglia

Ven, 27/12/2013 - 18:42

Cara Elizabeth, mia nonna (come tante altre), che ha lavorato la terra per quasi 80 anni e si è sacrificata per i figli ed i nipoti, non sente il bisogno di ridicolizzarsi davanti all'universo coperta di gioielli dicendo "com'è bello fare la nonna". Quale sarà la sua prossima uscita, her majesty? "Scopro solo ora com'è faticoso lavorare?"

Aristofane etneo

Ven, 27/12/2013 - 21:11

Riprovo a postare il mio contributo a favore di questa magnifica, signora che ha saputo e sa essere punto di riferimento per gli Inglesi, per certi versi più acciaccati di noi. God save the Queen. Dio salvi la Regina. "Loro (gli Inglesi) hanno la regina Elisabetta II, monarca capace, competente, con un altissimo senso della Nazione che a sua volta ben si identifica in lei. Noi abbiamo come Capo di stato il quasi centenario comunista (?) Napolitano che inneggiava ai carri armati sovietici, o in passato Scalfaro che si vantava (e mimava) di come aveva fregato un Primo Ministro facendogli lasciare la poltrona, o Ciampi che da governatore della banca d'Italia ha salassato in una notte le casse dello stato a favore di tal Soros, o negli anni... Se non fosse che come monarchi abbiamo avuto delle mezze tacche quasi quasi... Buone Feste a tutti tranne che ai nostri Parlamentari i quali le feste ce le fanno ad ogni Finanziaria. Alla grande e con grande faccia di bronzo o di m... o da schiaffi: fate vobis." E aggiungo: L'apparato burocratico che permette alla regina del Regno Unito di espletare alla grande il suo mandato COSTA AGLI INGLESI 3 (TRE) VOLTE MENO di quanto costa a noi Italiani della "classe media" l'apparato del Quirinale.

Aristofane etneo

Ven, 27/12/2013 - 21:20

Dimenticavo. Paragonare la regina Elisabetta alla vecchina di quasi 80 anni che alleva galline, mi creda gentile sig. (o sig.ra) carlotaglia, fa ridere i polli. Sì, certo, siamo tutti uguali quando espletiamo i nostri bisogni corporali o ci presentiamo a S. Pietro per essere giudicati. ma ... diciamo che se voglio mangiare una buona gallina o un po' di patate andrò da sua nonna che è sicuramente più brava della regina Elisabetta.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Sab, 28/12/2013 - 01:29

Ancora in tempo! Basta tate di corte, ho un cuore e, soprattutto, un'anima, che a tempi sempre più prossimi si troverà al cospetto di Qualcuno più potente di una regina, seppur d'Inghilterra. Sai com'è... Sekhmet.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 28/12/2013 - 10:33

Com'è difficile essere normali... Non è questione di soldi o di potere, bensì di buon cuore, di buona volontà (che poi è la volontà di Dio). Allora anche sensa un'investitura religiosa chiunque poò essere nobile, però è consolatiorio constatare quando un blasone secolare è meritato ancora oggi.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 28/12/2013 - 10:50

.PS. Scusate gli errori di ortografia: è l'emossione. :o)