Emiliano chiama Grillo ma Beppe non ci sente

Michele Emiliano chiama Grillo. Naturalmente via Twitter. Il sindaco di Bari (nella foto) non si dà per vinto e ci riprova a instaurare un dialogo con il leader cinque stelle, malgrado il disinteresse più volte ostentato dall'ex comico. Così, mettendo da parte l'orgoglio, ha deciso di affidare al micro blog il suo appello, che tanto ricorda quello di un amante respinto: «È proprio impossibile incontrarsi e parlare tra noi? Sono del Pd, è vero, ma basta questo a impedirlo? Con stima». Un tentativo inutile, a quanto pare. La preghiera, per il momento, è rimasta lettera morta. Su Twitter Grillo è rimasto muto, mentre i follower del sindaco barese si sono divertiti a commentare – con tweet non privi di ironia – il tono troppo dimesso dell'esponente Pd. Lo stesso che, solo qualche giorno fa, è stato accusato dalla senatrice grillina Paola Nugnes di essere troppo vicino al premier Enrico Letta. A dispetto della dura condanna espressa all'indomani della creazione del governo delle larghe intese. DU