Governo Dc, fine dei comunisti

L’ala storica del Pd fatta fuori. Letta e Alfano varano una riedizione della Democrazia cristiana Brunetta avverte: tutto bene, ma se domani non annunciano l’abolizione dell’Imu io mi dimetto

E adesso ci si chiede: chi ha vinto? Vediamo. Il Pd ha perso un segretario (Bersani), due padri nobili (Prodi e Marini), un grande vecchio (Rodotà), un alleato (Vendola), la benevola copertura del presidente Napolitano, cinque punti di consenso elettorale, faccia e credibilità, dovendo alla fine governare con Berlusconi nonostante solenni giuramenti (vero Bersani, Gotor, Franceschini, Finocchiaro e compagnia cantante?). Ha perso la casta dei professionisti del moralismo: pagliacci alla Dario Fo, salottieri alla Barbara Spinelli, manettari alla Travaglio, inutili alla Flores D'Arcais, tromboni che non ne azzeccano mai una alla Lucia Annunziata. Perde Grillo, che avendo sprecato un paio di jolly come un dilettante ha ridotto il suo Movimento a un ininfluente fatto di costume.

E, detto che Mario Monti aveva già irrimediabilmente perso nell'urna, ci chiediamo: il Pdl? Torna al governo, riconquista autorevolezza e assoluta centralità politica, guadagna cinque punti nei sondaggi, zittisce tutti i sopracitati signori, ma per fare davvero bingo gli manca un tassello fondamentale per noi tutti: portare a casa il programma economico promesso in campagna elettorale (Imu, Iva, sgravi eccetera) pur senza controllare direttamente i ministeri di riferimento. Ce la farà? Lo sapremo lunedì, quando Letta esporrà il suo programma alle Camere per la fiducia, ma qualche indizio mi fa ben sperare e se così non fosse si vanificherebbe in un colpo solo tutto il buon lavoro fatto negli ultimi mesi.

Dicono che il Pd si sia consegnato al Pdl per non sfasciarsi del tutto e che Berlusconi, saggiamente, non abbia voluto stravincere. Il Cavaliere ha tenuto in panchina i cosiddetti falchi, ma questo non vuol dire che abbiano vinto le colombe. Un conto è la tattica, altro è la strategia, che a mio parere non cambia: tornare maggioranza, e quindi alle elezioni, nel più breve tempo possibile. Il risultato è il varo del governo Letta, un governo democristiano (democristiani nascono sia lui sia Alfano, Lupi, Mauro e chissà che in prospettiva non voglia dire qualche cosa di più) che lascia a casa in entrambi gli schieramenti le personalità ingombranti e i protagonisti delle ultime dure battaglie politiche e mediatiche. Napolitano, padre padrone del gioco, conoscendo i suoi polli (o vecchie volpi, scegliete voi) ha voluto evitare che finisse in zizzania già poche ore dopo l'insediamento.

E resta comunque il fatto storico che destra e sinistra governano insieme. Non accadeva dai tempi della Costituente del 1946. Era per sostenere il governo De Gasperi mentre deputati e senatori stavano scrivendo la Costituzione. Potrebbe essere utile riprovare lo stesso schema, portando l'Italia in una Repubblica presidenziale non occulta, come ora, ma palese. Non mi faccio illusioni.

Sono certo che la vendetta di Bersani e della componente comunista del Pd (esclusa da tutto per la prima volta) non si farà attendere a lungo. E sarà dura e cattiva, come nel loro stile. Non è il caso di abbassare la guardia su più fronti: anche la faccia da bravo ragazzo del Dc Letta non mi incanta. Ricordiamoci che fino a pochi giorni fa anche lui era in prima linea a urlare: mai con Berlusconi. Alfano vigili.

Commenti
Ritratto di promfran

promfran

Dom, 28/04/2013 - 15:37

Non mi frega niente di tutte queste tattiche, è la dimostrazione che siamo peggio di prima. Una congolese al governo per l'integrazione, ma di che? si integra SOLO CHI LO VUOLE VERAMENTE. Ai clandestini ( è questo il loro nome) i mezzi non mancano, scuole,sanità, casa, utenze e pensioni ai loro congiunti, ed altro gratis. Tutto pagato con le nostre sudate tasse. Cosa altrò potra fare la nostra naturalizzata italiana? Questo è uno schiaffo al popolo Italiano.

Ritratto di Ivano Colzani

Ivano Colzani

Dom, 28/04/2013 - 15:45

Mi sembra che si pecchi di ottimismo: la vecchia DC non avrebbe mai messo una congolese neppure nata in Italia a fare il ministro e neppure una tedesca saccente (P.S. delle sue medaglie non me ne frega proprio niente) a ricordarci la superiorità atletica dei biondi nibelunghi. E' un governo di sx in cui il nostro amato Silvio dovrà accettare le varie proposte "progressiste", diritti ai gay, ius soli, mettersi a 90° gradi con tutto quello che ha il prefissoide Euro, etc etc. pur di avere qualche speranziella di uscire indenne dall'attacco della magistratura. Spero proprio che Letta e Saccomanni si mettano di traverso per non fare restituire l'IMU così si torna alle urne per schiarirci definitivamente le idee.

Wolf

Dom, 28/04/2013 - 17:32

Concordo con Ivano, ma prima la legge elettorale e poi elezioni per mettere la parola fine al PD.

ammazzalupi

Dom, 28/04/2013 - 17:32

Caro Sallusti, a cosa serve chiedersi chi ha vinto? O, più realisticamente, a cosa serve sapere chi ha vinto? Una cosa è certa: ha PERSO il popolo Italiano! Basti vedere che razza di Ministero si è inventato questo Letta e chi vi ha messo a capo. A cosa dovrebbe servire il Ministero dell'INTEGRAZIONE? Che significato ha la figura di un ministro negro e, per di più, del CONGO? Dico: CONGOOOO! Agli smemorati, compreso il Premier Letta, vorrei ricordare cosa successe in Congo, a Kindu, nel novembre del 1961 a 13 ITALIANI in missione umanitaria: vennero massacrati a colpi di macete e fatti a pezzi. Una di quelle persone io ebbi modo di conoscerla pochi giorni prima della missione. Era un dottore, sposato e con due bambine. La moglie e le bimbe non videro più il loro marito e il loro padre. A voi le conclusioni. Questi komunisti, ancorché camuffati da democristiani, pur di non scomparire venderebbero anche la loro anima al diavolo. Quella degli ITALIANI l'hanno già venduta per un pugno di voti: i voti dei negri!

Ritratto di Sanlusti

Sanlusti

Dom, 28/04/2013 - 17:49

E dove lo metti tutto lo schifo che tu e la tua accozzaglia rappresentate?. Lo sai che anche il tuo "compagno" ferrara si gratta lo stomaco per cercare, dalla mattina alla sera, qualcosa da scrivere sulle pagine di questo lurido giornale, a difesa del vostro cav.olfiore?. Cosa è questa usanza?. State continuando a fare guerra, mentre chiedete agli altri di cessare il fuoco?. Il tuo caro giuliano ha pubblicato anche una lettera aperta indirizzata alla Boccassini, chiedendo di "perdonare" e di "capire". Silvietto è stato bravo. Silvietto ha messo a disposizione il suo partito, affinchè si formasse un governo responsabile. Silviuccio quà, silvietto là. Col cazzo che mostra responsbilità!. La prima cosa che avrà chiesto in cambio sarà stato proprio "l'allontanameno da lui degli amari calici" giudiziari. Siete una banda di predoni, che ancora non è stata sconfitta, perchè avete la tana proprio là dove il potente vostro padrone ha la sua dimora. Svincolatevi da lui e poi venite a parlare di democrazia. Vediamo se siete davvero fatti di carne o siete soltanto delle facce di cera.

bruco52

Dom, 28/04/2013 - 17:57

Letta qualche giorno prima dell'elezioni, sputò veleno contro Berlusconi e il PdL, in linea con gli insulti, che da vent'anni in qua vengono rivolti al centrodestra ed ai suoi elettori. Ora ha cambiato idea? non credo. Ha solo paura dell'esplosione della sinistra, esplosione che già c'è stata parzialmente. Ora aspettiamo fiduciosi l'esplosione totale, quella che dopo essersi portata via gli ex comunisti, si porterà via anche gli ex democristiani...

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Dom, 28/04/2013 - 18:43

Egregio dott sallusti, lei somiglia sempre di piu' a un coreano del nord,spero che la mia battuta ,lo faccia riflettere, e s' incxxxi poco

Presbitero

Dom, 28/04/2013 - 18:45

Mi associo alla rimostranze per la nomina della signora congolese , un di piu' che stona di questi tempi , abbiamo bisogno di sfoltirci con ritorni alla madre patria di immigrati inutili e onerosi per ricevere quelle assistenze che ormai favorisono piu' loro che noi. Domani capiremo la strategia di Berlusconi , incredibile la sua bonta nell'intercedere per favorire tre ministeri a "scelta civica" di quel Monti ininfluente come percentuale di voti ricevuti ma traditore e falso che predicava di essere in politica per prestito pero' prima incassando a vita un posto al Senato per meriti che in migliaia avrebbero avuto meglio di lui. Sapra' Berlusconi convincermi/ci che la Bonino e' meglio di un qualsiasi 50enne del PDL?...il PDL ha ceduto percentualmente come incarichi governativi forse per avere l'abolizione dell'IMU e promuovere la nuova legge elettorale per poi rimandarci alle elezioni?..sarebbe questa l'unica assoluzione possibile per un Berlusconi in tono minore...i prossimi giorni saranno rivelatori delle mille verita' che ci sono nascoste...

Ritratto di uccellino44

uccellino44

Dom, 28/04/2013 - 18:55

Egregio Direttore, la sua interpretazione dei fatti è precisa, veritiera, inconfutabile, esaustiva, congrua e, chi vuole, può aggiungersi tutti gli altri positivi aggettivi che gli vengano in mente! Più che ottimo l'avvertimento finale ad Alfano che, giustamente, non deve mai abbassare la guardia e vigilare con occhio e orecchie da vero falco!!

Ritratto di fioellino

fioellino

Dom, 28/04/2013 - 20:34

I CATTOCOMUNISTI NON INCANTANO NEANCHE ME. E NON MI COMMUOVE LA MINISTRA CONGOLOSE. ANZI. POVERA ITALIA DI DOLORE OSTELLO, NON DONNA DI PROVINCE MA B O R D E L L O.

Ritratto di fioellino

fioellino

Dom, 28/04/2013 - 20:41

@ "San Lusti": Come la rigiri Silvio è più "furbo" di voi sinistri, i soliti falliti. Lui è fatto di carne e ossa e voi di cera. Rassegnatevi. La vera realtà è che, alla fine, siamo tutti popolo bue. Litichiamo fra "poveri" e LORO rimangono CASTA.

vince50

Dom, 28/04/2013 - 21:18

Se mi posso permettere sono del parere opposto a quello sel sig.Sallusti,troppo ottimismo nel dire fine dei comunisti.Il nemico non va mai sottovalutato e meno che mai se sinistroide,sono campioni di trasformismo camaleontico.Ci si accorge della loro presenza soltanto dopo essere stati "sodomizzati!!!",e visto che non piace a tutti gli schieramenti direi che è meglio evitare.

Ritratto di Sanlusti

Sanlusti

Dom, 28/04/2013 - 22:37

@bruco - E dopo la scomparsa degli ex comunisti e degli ex democristiani, che ne pensi di far schiattare anche gli ex centristi e grillini e liberali e repubblicani e per gaudio maximo anche gli ex (forse ex) fascisti?. Ma te ancora credi alle favole dell'orco cattivo?. Perchè se fosse vero, avrei da raccontartene una che ti farebbe accapponare la pelle. Si tratta della storia di un vecchio assatanato a cui piace il sangue caldo di giovani fanciulle. Orbene, questo maia....

Ritratto di Sanlusti

Sanlusti

Dom, 28/04/2013 - 23:00

Egr. disgustoso e dis-graziato sallusti, ti ho già scritto che di te penso il peggio e che tra il peggio si cela forse la tua sublime qualità: Essere un ottimo leccaculi!. E' vero che non leggi mai i commenti?. Capisco, lo fai per trattenerti, altrimenti ti verrebbe voglia di rispondere e dopo si, che verebbe il bello!. Giungerebbe finalmente l'ora di scoprire chi sei realmente, senza filtri e senza body-guard. Per il momento stai dimostrando solo di essere un verme vigliacco ed anche un tantino masochista, visto che preferisci farti fustigare e tacere e, forse, bisbigliare qualche sommesso gemito di piacere. Sssssssssss... Che goduria!. Fai bene a non farti incantare dalla faccia del finto bravo DC Enrichetto. E fai bene anche con l'altro Letta, quello più vecchio e più sapiente, viscido come un serpente. Sono di famiglia e... Urca!. Vuoi vedere che ho preso un abbaglio?. Il Giannino a te piace. E' l'ombra grigiastra di quel che resta dei lavori sporchi fatti ad Arcore ed a palazzo grazioli. Son proprio crdibili i detti. "Dio li fa e poi li accoppia". Esempio Cav.olfiore e Lett.uga - Sal e San. Ossequi alla Garnero. Miiiiiiii. che brutto cognome. Assolutamente da prendere con... No, non va bene "con" (stavo scrivendo con le pinze), meglio scrivere in... In giro!.

peter46

Dom, 28/04/2013 - 23:39

Come prima...più di prima.Stavolta i soliti "che si offrono",Alfano,Quagliariello,Lupi,Lorenzin,approfittando dell'appisolamento del "Nostro" e forti dell'appoggio di Mauro(apripista),sono andati ad offrirsi una seconda volta ,dopo il 16 dic.2012 al teatro olimpico di Roma,ma allora respinti per mancanza di "attributi"dalla lista Monti.Ben sapendo che appena finito "l'appisolamento"il "Loro"non poteva dire di no...per le solite non ancora risolte ragioni.E forti anche della benedizione dello "Zio",che,se i "falchi"avrebbero mostrato gli artigli,si sarebbe adoperato col "LUI",magari ricordandogli le solite non ancora risolte ragioni.Ora tutti sappiamo e parliamo dei grossi mal di pancia del PD,però,Egr Direttore,Lei che,per l'ovvio,ha notizie di primissima mano....riusciranno i "nostri eroi",coloro che si sono offerti,ad "addomesticare"tutto quel "ribollimento"finora non espresso 'dei',e soprattutto 'delle',relegate in terza fila dopo essere state più avanti(o essersi considerate)della prima fila?Sicuro che Le...Santanchè,Carfagna,Ravetto,Biancofiore(con i già problemi con la Pascale),Gelmini,Brunetta,gl'impresentabili ex AN no(quelli proprio no)...riusciranno ad ..."ingoiare il rospo"dell'impresentabilità"dichiarata(solo gente di alto profilo non "implicata"in precedenti cariche,è stato chiesto)?Altro che divisioni nel PD,qui succederà la 3°guerra mondiale,o si allineeranno?ci delucidi...

Prameri

Lun, 29/04/2013 - 00:04

C'era un tempo per la guerra e c'è un tempo per la pace. Almeno nella luna di miele aspettiamo con ottimismo. Se i nostri commenti sono solo disfattisti, ci ripeteranno "Lasciateci lavorare". Molti neri (e non negri) sono da anni nel nostro paese. Bisognava bloccarli prima degli arrivi da clandestini. Ora hanno figli di nove anni, nati qui! Cosa vogliamo fare? Acquisiscono diritti e devono pagare le tasse come i bianchi, i gialli, i rossi e verdi. I due fallimenti maggiori di Monti sono stati impoverire l'Italia (tentando di correggere gli squilibri del sistema italiano aumentando le tasse al massimo possibile) e il non aver fatto la legge elettorale. Il governo Letta (bipartisan) deve riparare quei due danni. Fare ripartire il volano dell'economia e fare la legge elettorale. Deve mediare fra togliere l'imu e dare più a chi ne ha bisogno. Penso che italianamente potrebbe tagliare parzialmente l'imu per dare un pochino a Sinistra. Deve mediare fra il voto personale scelto dagli elettori sul nome degli eletti e voto diretto e attribuzione di maggiori poteri al presidente dello stato (per quattro anni a esempio all'americana) con potere di far dimettere i ministri del proprio governo. La corte costituzionale deve controllare il presidente e la magistratura, ma deve anche la stessa corte eletta a non lungo termine ed essere controllata. Scrivo durante un sogno di mezza primavera.

Ritratto di renome

renome

Lun, 29/04/2013 - 05:53

Articolo impeccabile finalmente è venuto in chiaro che gli italiani NON VOGLIONO I COMUNISTI ! Quanti commenti d'intellettuali guitti giornalisti e opinionisti di talk show sciorinati in continuazione dalla RAI (3!)e compagnia bella (si fa per dire)non l'hanno ancora capito! NO alcomunismo SI alla democrazia non DC ma liberale! Renome

fisis

Lun, 29/04/2013 - 08:42

Penso che la "caduta del muro di Berlino" in Italia, con i comunisti e comunque l'ala più dura e stalinista ormai definitivamnete fuori gioco, sia l'evento più importante e storico per il nostro paese. In confronto a questo evento fondamentale, a mio parere, passa in secondo piano, anzi direi che diventa secondario, il problema della'abolizione dell'IMU. Certo, il centrodestra deve perseguire i propri obiettivi con fermezza, ma senza fare barricate, e adeguando i propri toni al nuovo clima di pacificazione necessario. Certo sarebbe diverso se La Boldrini o Napolitano pretendessero lo ius soli o proseguissero nella solita litania stalinista di odio e distruzione del "nemico" Berlusconi, ma non mi sembra questo il caso: il clima sta cambiando velocemente. Rimane l'incognita Grillo, ma il suo pupulismo protestario meriterebbe un'analisi a parte.

fisis

Lun, 29/04/2013 - 09:07

Penso che la "caduta del muro di Berlino" in Italia, con i comunisti e comunque l'ala più dura e stalinista ormai definitivamnete fuori gioco, sia l'evento più importante e storico per il nostro paese. In confronto a questo evento fondamentale, a mio parere, passa in secondo piano, anzi direi che diventa secondario, il problema della'abolizione dell'IMU. Ovviamente, il centrodestra deve perseguire i propri obiettivi con fermezza, ma senza fare barricate, e adeguando i propri toni al nuovo clima di pacificazione necessario. Certo, sarebbe diverso se La Boldrini o Napolitano pretendessero lo ius soli o proseguissero nella solita litania stalinista di odio e distruzione del "nemico" Berlusconi, ma non mi sembra questo il caso: il clima sta cambiando velocemente. Rimane l'incognita Grillo, ma il suo pupulismo protestatario meriterebbe un'analisi a parte.

GUGLIELMO.DONATONE

Lun, 29/04/2013 - 09:48

"Sanlusti" - Sono convinto che sfoggi una barba molto lunga, questo per evitare di raderti e quindi non guardarti allo specchio. Non potresti resistere alla tentazione di sputarti in faccia a ripetizione. Non ti affannare a replicare, non ti risponderei: Sei il più grande maleducato che abbia mai - abusivamente - frequentato questo blog.PER LA REDAZIONE: Signori, c'è un limite anche alla tolleranza, soprattutto nei confronti di chi, per insultare, si nasconde coraggiosamente dietro uno pseudonimo!

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Lun, 29/04/2013 - 10:36

Quoto "Ivano Colzani". Questo è un governo che serve soltanto a fare riorganizzare il PD. Nel frattempo continuerà a comandare il Bilderberg (Monti = Letta-Letta).

Presbitero

Lun, 29/04/2013 - 11:04

Se l'odio e' un sentimento umano , non e' umano quando e' carico di un folle rancore come quello espresso su queste righe da alcuni scriventi. Capisco quindi la protezione che lo Stato prevede per i tanti Sallusti che la meritano per poter continuare a raccontarsi sapendo cosi' di farsi eco dello stesso pensiero come rappresentante di tanti altri . Ignobile la maligna cantilena insultante di questi scriventi e cio' per trarne quel sedante che diversamente solo con una mano armata permetterebbe loro di pacificarsi con se stessi...fanno a parole quello che non possono fare coi fatti...il contrario di quanto avvenuto ieri a Roma ma sempre con desinenze provenienti dalla stesso ceppo comune dell'odio e dell'invidia.