ENTI LOCALI

La vocazione localista della Lega spinge alla difesa a oltranza degli enti locali, che costituiscono il vero tessuto del Carroccio più di governo che di lotta. Da qui il diktat contro i tagli ai Comuni e alle Province, mentre «un po’ di ciccia da spolpare» c’è ancora a livello regionale. Inevitabile anche il no all’ipotesi della cancellazione di tutte le Province, che nel Pdl si sta facendo strada. Anche in questo caso è stato Calderoli a perimetrare gli spazi di manovra, che sono molto limitati: «Devono essere salvate le Province storiche e quelle che hanno motivo d’esistere per dimensione territoriale e demografica. Su quelle di nascita recente e immotivata si può trattare», ha detto il ministro della Semplificazione.