"Era una sconfitta annunciata Al governo non cambia nulla"

Il Cavaliere: "Senza di me è un disastro, sbagliati i candidati. Non c'è alternativa a Letta". Ma Alfano avverte il premier: basta andare in giro a vergognarsi di questa alleanza

Una «sconfitta annunciata» che però «non cambia nulla nello scenario nazionale». Silvio Berlusconi segue lo spoglio delle amministrative da Arcore e pubblicamente sceglie di non commentare un risultato certamente deludente, in particolare per la debacle di Roma dove il sindaco uscente Gianni Alemanno racimola un misero 36%. Non che il Cavaliere riponesse grandi speranze nella sfida capitolina, tanto che per i ballottaggi aveva deciso di guardarsi bene dal partecipare ai comizi limitandosi a qualche intervista registrata per le televisioni locali. Però, certo, l'ex premier non si aspettava un risultato tanto netto, soprattutto sommando a Roma altre sconfitte come quella di Brescia e il per nulla confortante risultato siciliano. Un partito – è il senso dei ragionamenti del Cavaliere – che ha ancora una volta dimostrato di non esistere e di essere succube di veti e controveti che hanno impedito di individuare candidati validi. Già, perché secondo Berlusconi alcuni risultati vanno al di là del calo fisiologico di un Pdl che non ha beneficiato di un Cavaliere in prima fila. Insomma, perfino il diretto interessato pare trovi troppo semplicistica la spiegazione secondo cui «senza Berlusconi è un disastro».

È per questa ragione che questa tornata amministrativa potrebbe non restare senza conseguenze. Non sul governo nazionale, visto che l'ex premier continua ad essere uno strenuo sostenitore dell'esecutivo e ripete che il sostegno ad Enrico Letta non è in dubbio. Anche perché, riflette in privato, se davvero il governo dovesse andare in crisi l'attuale maggioranza sarebbe sostituita da una Pd-M5S decisamente più ostile. Eventualità, questa, che il Cavaliere non nasconde di considerare quasi una certezza. «Grillo – dice a chi ha occasione di sentirlo al telefono – è il vero sconfitto di queste elezioni perché ci ha messo la faccia». L'esecutivo, dunque, non è in discussione, nonostante lo scambio di battute ieri tra Letta e Angelino Alfano che in un'intervista a Il Foglio critica «l'insistenza» del premier «sul carattere di necessità del governo che presiede». «Entro certi limiti sono d'accordo, ma così il governo senza una sua missione autonoma». Alfano, insomma, non gradisce la presa di distanza di Letta dal concetto di pacificazione nazionale.

Conseguenze, insomma, potrebbero esserci soprattutto dentro il Pdl. Perché il Cavaliere potrebbe prendere le amministrative a pretesto per dare il via a quel restyling di cui ha discusso con Denis Verdini, Daniela Santanché e Daniele Capezzone durante le riunioni sarde. Che il clima sia piuttosto frizzante da giorni, d'altra parte, non è un mistero. Tanto che pare ci sia qualche tensione sulle questioni logistiche che accompagnano il trasferimento alla nuova sede di piazza in Lucina dove il Pdl si trasferirà a luglio: non solo perché magari c'è chi chiede una stanza più grande ma anche perché c'è chi non ha intenzione di vedere ridimensionati i propri uffici. Si vedrà. Il brutto risultato di ieri, invece, ha ridato fiato a chi pone il problema del doppio incarico di Alfano, vicepremier e segretario. Perché, obietta qualcuno, è impossibile fare bene entrambe le cose e dedicarsi a tempo pieno sia al governo che al partito. Si vedrà. Di certo, invece, c'è che tra le opzioni del restyling c'è anche quella di dar vita ad un nuovo movimento senza chiudere i battenti del Pdl. Un movimento che dovrebbe avere il nome e il simbolo di Forza Italia. E viaggiare in parallelo con il Pdl. Chissà, forse più una suggestione che un'ipotesi concreta.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 11/06/2013 - 08:45

era quello che pensavo io ! le elezioni comunali non hanno la stessa forza di quelle nazionali. valgono solo il 6 % circa degli 8000 mila comuni italiani! insignificante ai fini politici :-)

xgerico

Mar, 11/06/2013 - 09:05

Non che il Cavaliere riponesse grandi speranze nella sfida capitolina, tanto che per i ballottaggi aveva deciso di guardarsi bene dal partecipare ai comizi limitandosi a qualche intervista registrata per le televisioni locali...................Ma come a Roma e venuto a sostenere Alemanno, ha fatto anche lo "chansonnier" pur di racimolare qualche voto! Ora rinnega pure il fatto?!

xgerico

Mar, 11/06/2013 - 09:05

@Non che il Cavaliere riponesse grandi speranze nella sfida capitolina, tanto che per i ballottaggi aveva deciso di guardarsi bene dal partecipare ai comizi limitandosi a qualche intervista registrata per le televisioni locali...................Ma come a Roma e venuto a sostenere Alemanno, ha fatto anche lo "chansonnier" pur di racimolare qualche voto! Ora rinnega pure il fatto?!

no beluscao

Mar, 11/06/2013 - 09:06

povero caro cavaliere , speriamo che gli regga la salute ...altrimenti il pdl svanisce come nebbia al sole d'estate .....

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 11/06/2013 - 09:07

Mi sembra logico che la politica di appoggio del Pdl al governo non possa cambiare, anche dopo la batosta delle amministrative. Però si potrebbe cambiare qualche faccia, a cominciare dal segretario del partito, essendo ormai palese a tutti, anche a chi non vuole vedere, l'incapacità di Alfano, detto Alfa-no. Non guasterebbe, inoltre, un poco di autocritica sulle porcherie già avviate o in cantiere. Tanto per cominciare in tema di finanziamento dei partiti, su cui si è ceduto tanto volentieri alla linea fortemente conservatrice di Letta.

no beluscao

Mar, 11/06/2013 - 09:15

bravo mortimer ottima battuta però puoi fare di meglio , sforzati con le tue gags ...

xgerico

Mar, 11/06/2013 - 09:19

@mortimermouse- Mortimer sappi che anche il PDL ha partecipato alla elezioni, anche se non lo vedi "menzionato" da nessuna parte. Non ti preoccupare è fisiologica la cosa!

xgerico

Mar, 11/06/2013 - 09:21

Hooo....... ma quando cambiate la foto..... silvietto sembra che prima di montare in auto, abbia fatto una "puzzetta" un po troppo rumorosa e li intorno se ne siano accorti tutti!

xgerico

Mar, 11/06/2013 - 09:25

@mortimermouse- Mortimer spiegami, al Governo cè Letta ai comuni cè Il PD. Che altro vuoi dalla vita?! Un amaro???

Giampaolo Ferrari

Mar, 11/06/2013 - 09:29

I politici locali non contano niente,la legge Bassanini li ha espropriati del comando,hanno spostato il pagamento delle tangenti dal politico al dirigente,ora se vuoi fare una casa devi pagare il funzionario comunale e quello a differenza del politico rimane in amministrazione una vita,mentre il politico si cambia con le elezioni.

tartavit

Mar, 11/06/2013 - 09:32

Ha vinto l'astensionismo e ha perso il centro destra legato mani e piedi al suo leader e alla sue beghe personali. Ma hanno perso anche tutti quei vecchi e stantii politici che continuano a blaterare all'interno del PDL senza nulla proporre, perché oltre alla chiacchiera e all'adorazione per il cav. che li foraggia e mantiene il loro ritmo di vita, nulla sanno fare. L'Italia avrebbe bisogno di un centro destra rinnovato negli uomini e nelle idee e questo lo possono fare solo i giovani che non mancano certamente in questa area politica.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 11/06/2013 - 09:44

Eppure il Cav ci ha messo la faccia... soprattutto a Brescia dove la sua presenza verrà ricordata più per le contestazioni che per altro. Ebbene... mazzata sulle gengive anche lì!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 11/06/2013 - 09:46

si fate le battute sinistronzi, godetevi il momento, poi succederà quello che sta facendo pisciapia, che fa un errore dopo l'altro e nemmeno può venire criticato... manco sapete stare al potere, manco :-) andate, andate pure a gioire, dopo le risate ce le faremo noi :-)

Amon

Mar, 11/06/2013 - 09:51

ahh povero mortimermouse, i sondaggi vi davano gia con le mani sulla marmellata ma la realta vi ha sbattuto la porta in faccia...poracci a credere ai sondaggi de ilgiornale :D

Giorgio1952

Mar, 11/06/2013 - 09:53

Una sconfitta annunciata che non cambia nulla nello scenario nazionale, certo che non c'è alternativa a Letta perchè oggi il PDL non ha nessun interesse ad andare al voto anticipato, la vittoria sarebbe della sinistra visto il crollo della Lega, la sconfitta del PDL, la destra è scomparsa sono rimasti solo i parenti poveri i fratelli d'Italia e il M5S è deflagrato. Queste elezioni sono la dimostrazione della disaffezione dei cittadini alla vecchia politica, alle amministartive vincono le facce nuove perchè si votano le persone, prova ne sono i Pisapia, i Manildo, i Marino con un cappotto ad Alemanno 64% a 36%, fino ad arrivare al feudo di Scajola al quale hanno sfilato il comune di Imperia, una batosta da 76% contro 24% ma a sua insaputa perchè il sindaco non lo aveva candidato lui, aveva partecipato solo ad alcune riunioni. Io credo che gli italiani dovrebbero trarre indicazioni dalle consultazioni appena concluse, che la presenza sul territorio è indcice di affidabilità, a livello nazionale invece chi affabula ovvero chi incanta con una abilità oratoria che stupisce e affascina il proprio interlocutore, con parole che sovente non corrispondono alla realtà dei fatti. Abbiamo due affabulatori in Italia, un ex comico che non fa più neanche ridere ma è solo capace di sbraitare, il quale ha perso la grande occasione di fare una alleanza qualcuno lo ha chiamato inciucio, per eliminare politicamnete lo Chevalier chansonnier, ma almeno non ha fatto danni all'Italia, perchè il pifferaio di Arcore invece con i suoi governi ci stava portando ad annegare, come tutti i topini di Hamelin.

gi.lit

Mar, 11/06/2013 - 09:55

Certo, ma anche se annunciate, le sconfitte restano tali. E fino a quando lui non si farà finalmente da parte, il Pdl continuerà a rimediare sconfitte, annunciate e non.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 11/06/2013 - 09:56

Egregio cavaliere sarà pure una sconfitta annunciata,ma colle persone che hai nominato non si può andare lontano.Oltretutto con un segretario del partito meridionale,credo che il nord non si senta per niente rappresentato,nonostante porti avanti il paese col peso delle tasse,credo che paghi 10 e riceva 2 se tutto va bene.Io non andrò più a votare ad esempio.

giovanni.ceriana

Mar, 11/06/2013 - 10:04

il cdx si deve cominciare a preoccupare seriamente. se berlusconi non ci mette la faccia, non c'è possibilità di vittoria e questo è molto grave, perchè conferma - se mai ve ne fosse ancora bisogno - l'assoluta pochezza dei personaggi che del cdx sono esponenti, incapaci evidentemente di catalizzare su di loro un vero consenso politico da parte degli elettori ed in grado di emergere solo se sorretti dal carisma di un leader. In effetti, senza il porcellum ma con un sistema elettorale a preferenza, dubito molto che un personaggio come per es. verdini possa essere eletto. In ogni caso, non credo che il pessimo risultato delle urne sia riconducibile al fatto che il cdx sia al governo con il csx; penso piuttosto che la debacle elettorale sia stata determinata dall'immobilismo del governo stesso da quando si è insediato: dove sono i provvedimenti sul lavoro, sulle imprese, su equitalia ecc.? Gli elettori sono evidentemente disgustati dai proclami a cui non seguono mai fatti concreti e quindi non vanno a votare. Bisogna poi mettere in conto anche il fatto che se nelle grandi città tipo milano o roma i sindaci del cdx non vengono confermati e vengono scalzati da personaggi insignificanti come pisapia e marino, ci avranno messo anche del loro, non svolgendo bene il loro incarico e deludendo i cittadini. Il problema più grande è e comunque rimane la necessità e l'urgenza di rifondare radicalmente il cdx, scaricando una volta per tutte i figuri che non sono mai stati degni di farne parte.

maxmello

Mar, 11/06/2013 - 10:14

Il problema in Italia, per come la vedo io, è principalmente silvio e la sua visione della politica e della democrazia. Il PD con tutti i suoi grossi problemi, sono sempre più convinto che ormai abbia scelto una linea passiva di attesa nella certezza matematica che il PDL sia un partito con una ben precisa data di scadenza che corrisponde alla scadenza del suo padrone, cioè una o al massimo due legislature (90 anni sono sempre 90 anni anche per silvio, su questo credo concorderanno anche i berlusconiani più accaniti). La sinistra sta giocando una partita di pazienza, confortata dalla conferma della tenuta del suo elettorato e dalla convinzione di essere, al contrario del PDL come dimostrato in queste ultime amministrative, una efficiente incubatrice di creature politiche con distinte personalità e professionalità da spendere a seconda delle necessità. Fino a quando nel PDL l'unico metro di valutazione politica sarà la assoluta fedeltà al padrone e le uniche possibilità di carriera saranno subordinate alla dimostrazione di saper cambiare opinione a seconda dei desideri di silvio e di una assoluta mancanza di critica costruttiva nei suoi confronti ed i posti chiave assegnati sempre solo a chi ha saputo manifestare più degli altri il culto della sua persona il PDL non avrà alcuna speranza di resistere alla prova del tempo. Anche se, quando silvio non ci sarà più io come tantissimi altri, tirerò un sospiro di sollievo non c'è da essere allegri per il futuro dell'Italia perché come in una economia libera la concorrenza è sempre positiva perché spinge a superarsi costantemente offrendo prodotti sempre migliori a prezzi sempre più bassi lo stesso si può dire della politica. Solo in presenza di avversari politici validi e vitali i partiti sono spinti ad offrire ai cittadini formule e soluzioni attuali in una dinamica di costante miglioramento. La democrazia pretende la presenza di forze politiche antagoniste il cui scontro produca leggi e iniziative per guadagnare consenso e voti. Se la destra (non il PDL che ormai è segnato per colpa di silvio che a quasi 78 anni non può e non vuole, non avendone un immediato interesse, guardare troppo al futuro) non corre ai ripari, allora purtroppo non potrà fare altro che seguire silvio nella tomba e di questo ne pagherà le spese la politica e gli italiani tutti.

Atlantico

Mar, 11/06/2013 - 10:31

Senza Berlusconi in campo il PdL è una nullità, uno zero sotto vuoto spinto, anche se forse in questo giro elettorale non sarebbe servito nemmeno un maggior impegno, che nel primo turno a Roma c'è stato. Dal momento che l'età è quella che è e che in 20 anni non si è voluto costruire nè un partito vero, nè, tantomeno, una classe dirigente ( chi vuoi allevare se ti scegli tu gli scudieri, senza nessuna parvenza di selezione che non sia il dato meramente estetico, ossia il nulla ), il futuro della destra italiana è quanto meno grigio per non dire nero. Tra qualche anno a destra ci sarà solo un cumulo di macerie.

Rossana Rossi

Mar, 11/06/2013 - 10:35

Calma fans.....la destra ritornerà a pieni voti quando chi li ha votati si accorgerà che i trinaricciuti non sono capaci di governare........peccato che le conseguenze le subiamo noi, ma un marino qualunque a Roma ve lo meritate........

Ritratto di salvogiornale

salvogiornale

Mar, 11/06/2013 - 10:36

Una grande sconfitta del PdL e poco importa s’era annunciata. Un grave errore non aver candidato Emilio Fede, Lele Mora ed altri consimili personaggi che, avrebbero colmato di voti il PdL en rosa.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 11/06/2013 - 10:40

AMON ma guarda che noi avevamo benissimo compreso l'utilità dei sondaggi, io stesso ho sempre detto che essi sono soltanto indicativi. non possono mai certificare con l'assoluta certezza, nè tanto meno hanno un valore assoluto! detto questo, noi siamo realisti, potevamo anche vincere, certo. ma non abbiamo vinto. l'astensione è stata molto alta, ed era facile vincere in questo modo. e non è un caso che tutti i comuni sono caduti in mano alla sinistra! ribadisco: i comuni in mano alla sinistra sono un misero 6 % se rapportato con i dati NAZIONALI, ossia circa 4-500 comuni sul totale di 8000 (e oltre). ma pensate di condizionare il paese con questo 6 %? poveri illusi... :-)

thecaliffo

Mar, 11/06/2013 - 10:49

Vero, al governo non cambia nulla, i due grandi partiti che da vent'anni a questa parte dominano la scena politica italiana, proseguono a braccetto nel loro lavoro. L'Italia da vent'anni vola, in tutti i settori, che gran paese! Tutto grazie ai nostri eroi ...

Ritratto di deep purple

deep purple

Mar, 11/06/2013 - 11:10

Le uniche ragioni della vittoria della sinistra alle amministrative sono solo due: l'assenza di Berlusconi e il fatto che la crisi economica-sociale è un vantaggio per la sinistra. Mi spiego, la crisi produce sfiducia e antipolitica, l'unico movimento politico che non subisce danni da questi fenomeni è quello di sinistra, visto che può contare su uno zoccolo duro di elettori che li voterà sempre e comunque qualsiasi gravissimo disastro i loro candidati combinano (vedere vittoria a Siena del pd). A questa tornata il pd, infatti non ha guadagnato un solo voto, ha solo beneficiato dell'astensionismo della gente non di sinistra. Poche storie, le uniche verità sono quelle che dico io, le altre teorie sulla vittoria dei sinistri e sulla sconfitta del pdl sono tutte cavolate. Comunque sinistroidi, se proprio siete così convinti di essere il partito egemone, fate cascare il governo Letta, andiamo a votare e poi vediamo se il vostro consenso è uguale a quello delle elezioni amministrative.

Ritratto di andrea78andrea

andrea78andrea

Mar, 11/06/2013 - 11:16

Se non c'è alternativa a Letta allora continuate a perdere e a far votare meno gente possibile, o con i tecnocrati servi di Bruxelles o con il Popolo decidetevi.

giovanni70zz

Mar, 11/06/2013 - 11:19

Eccolo lì il sapientone mortimermouse che non dava credito ai sondaggi: mortimermouse Ven, 26/04/2013 - 13:29 "un sondaggio che non vuol dire nulla. sono solo numeri, però è molto indicativo il fatto che il vantaggio ora è in mano nostra :-) probabilmente per il PD ci saranno anni e anni di emoraggia degli elettori , dissanguati dai continui errori, disastri, antiberlusconismi, ecc... e noi godiamo :-)" Ah, la gran parte dei capoluoghi di provincia è governata dal csx ... così come le regioni ... Evviva i numeri a caso!

therock

Mar, 11/06/2013 - 11:21

ma fatemi capire due cose; 1) se le sconfitte sono annunciate diventano pareggi o vittorie 2) ma se il partito, come dice berlusconi, non funziona ce l'avrà qualche responsabilità chi lo comanda cioè lui? insomma, quando il centrodestra vince è merito del berlusca, quando perde delle zavorre...

therock

Mar, 11/06/2013 - 11:23

mortimermouse...breve elenco dei comuni governati dal centrosinistra...roma, milano, firenze, genova, bologna, torino, catania, palermo, napoli, cagliari, venezia, ancona, brescia, siena...a occhio e croce mi sa che il 6% l'abbiamo superato...due conti con la calcolatrice no????

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 11/06/2013 - 11:37

GIOVANNI70ZZ come al solito, scambi lucciole per lanterne :-) sono sicurissimo che lei sta fraintendendo tutto. ma visto che siete comunisti di merda, rimarrete. non abbi paura di perdere la sua identità: un comunista lo si riconosce sempre dalla puzza di merda che si porta addosso..

pinux3

Mar, 11/06/2013 - 11:38

Sbagliati i candidati? Si può sapere allora PERCHE' sono stati candidati (se erano "sbagliati")?

mzee3

Mar, 11/06/2013 - 11:38

Permettetemi di esclamare: sono sbalordito!Lui sapeva già in anticipo che sarebbe successa questa sconfittta? Sapeva che i personaggi presentati come gli "alfieri" del partito sarebbero stati sconfitti?E li ha lasciati nel partito?E li avrebbe lasciati governare le maggiori città italiane?Maaaa...cosa ne pensano i suoi sostenitori e che natura hanno?Dicono che lui sia in vantaggio nei sondaggi! Ma è proprio questo che fa paura e indigna le persone perbene!Come possono cittadini che si definiscono onesti volere al governo un personaggio che si attornia di gentaglia che nessuno o pochi vogliono e che vengono definiti con il voto, inadeguati al governo di una città, figuriamoci di un paese intero!

pinux3

Mar, 11/06/2013 - 11:41

@mortimermuuse...Invece se si votava negli altri 94% vincevate di sicuro voi, vero? Che sfiga, vi sono capitati proprio quelli dove avete perso...Ahahahah...

Ritratto di EMILIO1239

EMILIO1239

Mar, 11/06/2013 - 11:44

Caro Silvio, Sono felice per la tua leader fantastica, per il mio partito assolutamente NO. Questa sconfitta deve far riflettere. Si può perdere ma non in questo modo totale. La base del partito non esiste. L'organizzazione del partito per seguire la base, scegliendo uomini giusti dove? Abbiamo un Segretario Nazionale, bravo, ma con altri impegni. L'unica cosa giusta che abbiamo è Berlusconi ma non è Dio. Da Bresciano mi duole quella sconfitta, poteva e doveva essere evitata. Forza PDL, rialzati!!!!

gdan

Mar, 11/06/2013 - 11:45

Senza aggiungere che quell'uva era dannatamente acerba ...

xgerico

Mar, 11/06/2013 - 11:49

@mortimermouse - A mortimer per fortuna non si è votato su tutti gli altri comuni (non fare il finto tonto) altrimenti anzichè cappotto il PD ti avrebbe regalato un completo da sci!

xgerico

Mar, 11/06/2013 - 11:50

-@mortimermouse - A mortimer per fortuna non si è votato su tutti gli altri comuni (non fare il finto tonto) altrimenti anzichè cappotto il PD ti avrebbe regalato un completo da sci!

Ritratto di jasper

jasper

Mar, 11/06/2013 - 11:50

Ma i fessi che Hanno votato PD pensano forse che sarà il PD a risolvere i loro problemi? Pensano forse che sarà il PD a creare posti di lavoro e mettere in moto la crescita? Se pensano questo allora sono sul binario sbagliato. Sono sul binario morto. In quale paese al mondo le sinistre hanno portato il benessere e ricchezza? Non esiste. Votando PD per clientelismo loro pensano di avere die vantaggini. Sbagliato perchè nessun governo di sinistra può creare ricchezza, nessun governo di sinistra potrà stampare moneta; nessuno governo di sinistra potrà creare lavoro e così alla lunga ci sarà solo miseria, povertà, recessione e fame. E i fessi se la saranno meritata.

giovanni70zz

Mar, 11/06/2013 - 11:58

per mortimermouse. Caro signore, la ringrazio del suo messaggio. Le chiederei di scrivermi in italiano la prossima volta, così posso anche capire quello che mi scrive. Grazie in anticipo e cordiali saluti.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 11/06/2013 - 12:02

PINUX3 ma non credo proprio. il 94 % è una percentuale sovietica, lo potevate avere solo voi questa! ed applicando soltanto i metodi comunisti.... :-)

milo del monte

Mar, 11/06/2013 - 12:06

eh certo che non cambia nulla , perche' se si rivota...pdl torna all opposizione

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Mar, 11/06/2013 - 12:15

Bene! finalmente si può ancora dire "Roma ladrona" e "Governo ladro"

Guido_

Mar, 11/06/2013 - 12:50

Nelle città il PD ha battuto il PdL 16 a 0 e Berlusconi dice che era una sconfitta annunciata? Orami quest'uomo parla solo a suon di propaganda...

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 11/06/2013 - 12:52

XGERICO continui pure a gioire per le sue piccole vittorie :-) noi ci teniamo il governo sotto ricatto, o fanno il programma di berlusconi o cadono :-)

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mar, 11/06/2013 - 12:55

Staccatevi dai Sallusti, Ferrara e Feltri, altrimenti non ci sarà scampo per voi. La destra torni all'onestà sociale e non al sevilismo

igiulp

Mar, 11/06/2013 - 13:29

Nessuno dovrebbe godere quando più del 50% dei possibili votanti non si presenta alle urne. Con sindaci che non hanno più potere, visto che di quattrini non ne girano più e quei pochi che si hanno non si possono spendere e con regioni che spendono e spandono nella sanità tanto pagano le solite regioni virtuose, non si andrà lontano. Questo è il vero dramma. Il resto sono solo specchietti per le allodole e qui ce ne sono tante.

xgerico

Mar, 11/06/2013 - 13:47

@mortimermouse - Scrive:noi ci teniamo il governo sotto ricatto, o fanno il programma di berlusconi o cadono :-)...................Occhio mortimer puo darsi che invece di far cadere il governo si accoppi con il M5S. Dopo vi toccheranno le supposte al rabarbaro!

Ritratto di jasper

jasper

Mar, 11/06/2013 - 17:49

Ma cosa volete che importi chi ha vinto nelle città? Pensano i sinistri che per loro le cose andranno meglio? Che avranno il lavoro...il posto, volevo dire? Se lo cavino dalla testa. I Comuni non stampano moneta come non la stampa più la Banca d'Italia. Con L'euro è un'altra musica. Anzi , con la vittoria delle sinistre nelle città la recessione crescerà sempre di più. Non sono certo i sindaci a creare lavoro e crescita. Se ne accorgeranno i fessi che hanno votato PD che avranno fatto un buco nellÄacqua. Il clientelismo politico non funziona più.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Mar, 11/06/2013 - 19:03

Luigipiso, staccati dalla grappa!