Errani si sbarazza della dipietrista

Cadono teste nella giunta dell'Emilia-Romagna. Il governatore del Partito democratico Vasco Errani ha deciso di cacciare l'assessore all'Ambiente Sabrina Freda (Italia dei Valori). «Sono via via venuti meno quello spirito di collaborazione e quel metodo di confronto aperto e costruttivo con le altre istituzioni che per me sono irrinunciabili», si è giustificato Errani. Con Freda il presidente era ai ferri corti da quando l'assessore aveva iniziato a definire le Province «inadeguate» a gestire la patata bollente della spazzatura e a dire che il consumo di suolo in regione è tra i più alti d'Italia. Ma davvero «non c'è un problema politico», come assicura Errani? Se la capogruppo Idv Liana Barbati chiederà chiarimenti, sembra ben informato il grillino Andrea Defranceschi: «L'assessore non si è allineata ai poteri forti che governano di fatto in Regione? A chi è stato promesso ora quel posto? E se adesso toccasse a un renziano?».