Europee, i partiti trombati

Dalla Zanicchi alla Meloni. Ecco i nomi illustri che non ce l'hanno fatta

Fuori dall'Europarlamento. Ci hanno sperato, ma la soglia del 4% si è dimostrata un ostacolo insormontabile. E così, l'Idv, che nel 2009 con la lista "Di Pietro Italia dei Valori" aveva raccolto l'8% dei voti e portato a casa 7 parlamentari europei, quest'anno si ferma a una percentuale da prefisso telefonico: 0,6%. Non ce l'ha fatta nemmeno Fratelli d'Italia, partito esordiente alle Europee capeggiato da Giorgia Meloni, Guido Crosetto e Ignazio La Russa. Flop anche per i Verdi, attestati intorno allo 0,8%. Il partito di Angelo Bonelli può consolarsi dal momento che ha preso più voti dell'Idv e di Scelta Europea. La formazione dei montiani non arriva neanche allo 0,8%. Infine, misero 0,17% per la lista Io cambio. 

Tra gli esclusi eccellenti, politici navigati come Giorgia Meloni di Fratelli d'Italia e Bruno Tabacci di Scelta Europea, ma anche volti noti dello spettacolo e del giornalismo. Non sono stati eletti, tra gli altri, Magdi Cristiano Allam e il fondatore di Stamina Davide Vannoni. Resterebbero fuori anche Gianfranco Micicchè, Iva Zanicchi e Alessandro Cecchi Paone. Non è stato eletto nemmeno Fabrizio Bracconeri, ex usciere di Forum, che si era candidato con Fdi. Niente da fare pure per Syusy Blady, nome d’arte di Maurizia Giusti, conduttrice tv e capolista della circoscrizione Italia nord-orientale con i Verdi Europei - Green Italia. Ylenia Citino, passata da “Uomini e donne” a Forza Italia, dovrebbe anche lei fuori. Non è andata bene nemmeno a GianPiero Samorì.

Commenti
Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Lun, 26/05/2014 - 09:56

Se avessero dato ascolto al mio richiamo passionale ora avrebbero, dco dei Fratelli d?Italia almeno quattro eurodeputati, ma hanno creduto nel loro piccolo di muovere la montagna dell'indifferenza che anche questa volta si staglia minacciosa soprattutto sui Partiti di centro destra. Hanno voluto provare ed ecco il risultato atteso; non sono riuscito a convincere nemmeno il mio Collega e questa per me è la vera sconfitta. Chiedo pertaanto a tutti di ritornare ad essere meno divisi e coesi così come si conviene in .>Politica dove le voci soliste sono una stonatura anche se sono intonate. Shalom

scipione

Lun, 26/05/2014 - 10:10

Io spero che gli " anticomunisti " abbiano capito che,pur nelle differenze ,sicuramente superabili,se non si resta UNITI in un unico partito,SI PERDE e non si conta niente.

edoardo55

Lun, 26/05/2014 - 12:21

Mi spiace per Giorgia e per gli Italiani. Ha vinto l'Italia democristiana, quella refrattaria ad ogni atto di ribellione, quell'Italia che ha subito le imposizioni di un'Europa dei banchieri, degli speculatori internazionali del Britannia 2.6.92. Le svendite di Draghi alla Goldman-Sachs, gli effetti nefasti di una moneta unica che ci ha impoverito, di una politica subdola di deindustrializzazione imposta dagli accordi franco-tedeschi. L'Italia sempre incline a farsi fottere pur di salvare il proprio "particulare". L'Italia che ha sempre subito le rivoluzioni e mai le ha generate. Il resto dell'Europa, tranne i tedeschi, hanno dimostrato di sapersi ribellare, l'Italia democristiana no. Speriamo nella destra francese: lì è partita la rivoluzione francese, lì, nel bene o nel male il 68. Continuerò a stimare Giorgia Meloni, coraggiosa, piccola con grinta.

agosvac

Lun, 26/05/2014 - 12:39

Per quanto riguarda scelta europea( ex scelta civica dell'ex monti) ed i verdi, non me ne può importare di meno. Però mi dispiace per Fli che avrebbe meritato di meglio! Hanno pagato la decisione di "correre da soli".Se si fossero "apparentati" con FI oggi avrebbero i lorto deputati al parlamento europeo, per quel che può valere, cioè niente!!!

unosolo

Lun, 26/05/2014 - 12:42

coraggio alla Meloni ma tenga presente che il 50 % degli elettori non ha votato , quindi il suo rimane un partito utile e serio , inutile dire del gongolarsi del PCM che non ha capito di avere contato tutti i comunisti mentre il 50 % che non ha votato sono e la pensano in un'altra maniera.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Lun, 26/05/2014 - 20:34

Magdi Apostata Allam!!! Prrrrrrrrrrrrrrrrrrr

killkoms

Lun, 26/05/2014 - 21:17

la spavalda con l'accento da burinotta che diceva che silvio doveva farsi da parte!si sentivano i salvatori della Patria,ma come quegli altri coyotes dello ncd hanno fatto solo gli utili idioti di renzie!vada a passeggiare nei boschi mano nella mano con quell'altro minchione di schreck (crosetto)!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 27/05/2014 - 00:43

Mi spiace sinceramente per la Meloni. Se c'era una persona che meritava di rappresentarci in Europa era proprio lei. Dobbiamo subire invece la nefasta presenza della incompetente Kyenge. Una che dopo aver fatto danni in Italia ora li farà anche in Europa. SIAMO MESSI SEMPRE PEGGIO.

Ritratto di stock47

stock47

Mar, 27/05/2014 - 01:30

Lo sapevo che Fratelli d'Italia non ce l'avrebbe fatta! I motivi sono semplici, si sono schierati troppo tardi, e a mezza bocca, contro l'Euro e l'Unione Europea, di conseguenza non hanno ricevuto i consensi elettorali che avrebbero potuto ricevere. D'altra parte lo sbarramento al 4% indicava, stante i precedenti elettorali di Fratelli d'Italia, che difficilmente ce l'avrebbero fatta. E' ben per questi due motivi che molti che stanno a destra hanno finito per schierarsi con la Lega Nord che da tempo la cantava chiara contro Euro e Unione Europea, senza contare la sua alleanza con la Le Pen. Li avrei votati Fratelli d'Italia ma, proprio per i due motivi sopra detti, ho finito per votare Lega Nord, anche se per altre idee la penso diversamente da loro. Se quelli di Fratelli d'Italia aspettano le mosse degli altri per andare con il vincente, finiranno solo che per perdere. Devono apertamente" fare una loro politica ben precisa, senza tanti "vedremo", forse" e idiozie simili. Gli elettori vogliono sapere da che parte stanno e lo vogliono sapere con chiarezza e non seguendo i loro giochetti politici interni fatti verso gli altri partiti. La partita si gioca con gli elettori e non giocando contro o a favore degli gli altri partiti, se lo mettano ben chiaro in testa altrimenti sono destinati a non concludere mai un bel niente!

Iacobellig

Mar, 27/05/2014 - 06:26

Monti deve rinunclare alla "poltrona" di senatore a vita, restituendo agli Italiani tutti i soldi che ha preso con detta nomina fino ad oggi e verognarsi per quanto male ha fatto al Paese insieme ad altri nominati del suo governo. Pesonalmente lo ritengo un fallito!

gigetto50

Mar, 27/05/2014 - 07:49

.....e togliere dal simbolo quella "Allenza Nazionale" che frena molti potenziali elettori?