Expo, Grillo contro Renzi Domani tutti e due a Milano

L'ex comico all'attacco: "Renzi non può chiamarsi fuori da questo scandalo"

Domani Milano si trasformerà nel ring di un duello a (breve) distanza tra Renzi e Grillo. L'indagine sull'Expo, hanno sostenuto in molti, potrebbe essere un clamoroso assist per Beppe Grillo. Lui aveva già puntato il dito contro gli appalti per l'Esposizione universale assicurando tutto l'appoggio grillino alle toghe di Milano. E ora che il bubbone è esploso cavalca lo scandalo, le elezioni sono vicine e i grillini sperano nella spallata. Renzi risponde "mettendoci la faccia" e Grillo lo segue a ruota. Domani mentre il premier sarà in visita al quartier generale di via Rovello, il leader del Movimento 5 Stelle manifesterà contro le opere in progetto. Sempre a Milano.

"Renzi non può chiamarsi fuori perchè governa con il partito di Formigoni, Lupi e Cl, quelli degli»yacht da trenta metri per le vacanze, come dicono al telefono gli arrestati dell’inchiesta Expo. Renzi non può chiamarsi fuori perchè la cupola affaristica aveva tra gli obiettivi anche un contatto con il suo numero due nel Pd, Lorenzo Guerin" attacca l'ex comico dal suo blog. "L’Expo ha sfamato tutti: la Manutencoop di Bologna (quella che lascia sporche le scuole) e la Cefla di Imola, mentre il colosso delle costruzioni Cmc, che sta contribuendo a massacrare la Val Susa, è finito nel mirino dei magistrati per il Porto di Molfetta. E che dire della Coopsette e degli intrallazzi con il Pd umbro per il Tav di Firenze?".

Commenti

Silviovimangiatutti

Mar, 13/05/2014 - 00:07

Grillo: lo sciacallo con la falce, il martello e ...5 stelle !

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 13/05/2014 - 00:47

Arriveranno a prendersi a pugni? No, si limiteranno ad uno scontro di varia verbosità. DA UNA PARTE LE URLA SGANGHERATE DI UN FORSENNATO E DALL'ALTRA LE FIABE PROLISSE DI UN PAROLAIO.

edo1969

Mar, 13/05/2014 - 07:57

Grillo "cavalca lo scandalo"? No, ha semplicemente ragione.

mifra77

Mar, 13/05/2014 - 08:19

Non c'è da meravigliarsi che siano ricomparsi topi e zoccole delle tangenti anche per l'Expo. Con una magistratura che guarda più verso una lotta di partito che verso la vera lotta alla corruzione; quando la magistratura vede nemici solo da una parte ed ignora tutto quanto succede a sinistra e dintorni, è logico che gente di malaffare si sposti a convenienza. Cupole camorristiche ed infiltrazioni mafiose non andranno mai dove c'è da morire di fame! In tutto questo c'è anche grillo che urla, sbraita e fa il buffone su cose serie ma con il suo buffoneggiare, fa da scudo a fetidi maiali che ci stanno portando alla rovina. Il giullare di corte stornella cazzate e tutti ridono senza cercare realmente dove sta il marcio; e intanto Grillo incassa a piene mani, alla faccia di chi non sa come andare avanti.