F35, la bomba inesplosa che minaccia il Pd

Prima l'apertura di Renzi e del ministro della Difesa sul taglio del programma dei cacciabombardieri. Poi il dietrofront. Nel mezzo la bacchettata di Napolitano e la visita di Obama

F35 sì, no, forse. Chi avesse contezza della posizione del governo e del Partito Democratico si faccia avanti. Perché la verità è che al momento districarsi nel ginepraio di dichiarazioni, annunci, dietrofront e smentite è impresa alquanto ardua. Specialmente dopo la visita di Barack Obama in Italia. Ma proviamo a partire dall'inizio. Qualche settimana fa, il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, dichiarava: "È lecito immaginare una razionalizzazione, si può ridurre e rivedere, ma bisogna chiedersi che difesa vogliamo, quale tipo di protezione ci può servire". Insomma, un annuncio che lasciava intravedere uno spiraglio relativo a un taglio del programma dei cacciabombardieri. Il tutto condito dai 21 componenti della Commissione Difesa della Camera, pronti a dar battaglia per dimezzare il programma degli F35.

Poi arriva l'inversione di marcia dello stesso ministro che il 27 marzo alla Festa dell'Aeronautica spiega: "Io dico ai militari di stare sereni perché, lo ha detto ieri il premier Renzi, quando parliamo di forze armate e della necessità che l’Italia continui a svolgere il suo ruolo per la sicurezza del mondo, significa che non possiamo fare passi indietro. Quando parliamo di efficientamento non significa togliere quello che è essenziale ma evitare che ci siano sprechi". Traduzione: gli F35 non si toccano. Il capogruppo del Pd, Roberto Speranza, ha contribuito a diffondere il verbo democratico: "Gli F35 non sono inutili, l’Italia non può permettersi di non avere un sistema di sicurezza efficace. Il Mediterraneo è ancora un punto decisivo della geopolitica globale. L’alleanza strategica fatta dall’Italia sugli F35 va letta dentro l’esigenza di un sistema d’armi efficace, ma anche dentro l’esigenza di una compatibilità economica e finanziaria". Amen. Nel mezzo c'è stata la strigliata di Giorgio Napolitano ("No a tagli immotivati") e il pressing della Casa Bianca ("Le spese militari non vanno ridotte"). I democratici procedono allineati. Soltanto il pacifista Edoardo Patriarca assurge a pecora nera: "Basta una visita di Obama in Italia per farci cambiare opinione? Avevamo capito che il ministro Pinotti avesse altre intenzioni". Inutile dire che questa incertezza democratica ha fornito l'assist a Grillo e a Sel per attaccare i vertici del Nazareno.

Ma ecco che arriva il nuovo capitolo della saga degli F35. "Le spese militari in Italia vanno ridotte. Punto. E noi le riduciamo. Obama si arrabbia? Ha fatto la stessa cosa. Come le riduci? Abbiamo un calendario triennale. Quanto agli F35, quando la commissione sugli F35 avrà chiaro cosa si può fare anche in base al contratto, vi diremo qual è la riduzione su quel capitolo", ha dichiarato il premier Matteo Renzi nella tarda serata di ieri. Una dichiarazione che non toglie alcun dubbio, anzi. La parola d'ordine è tergiversare, lasciare tutto in sospeso.

A confermare il trend enigmatico ci ha pensato pure il ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi. Intervenendo ieri sera a Otto e mezzo su La7, la fedelissima renziana ha spiegato: "So che il presidente Obama e il presidente Renzi non sono entrati nello specifico degli F35 ma è previsto un taglio dei costi alla Difesa anche da noi. Sono previsti dei tagli a cominciare dalle caserme. Sugli F35 è in corso uno studio in Parlamento. L'importante è il taglio della spesa alla Difesa, da reimpiegare nella scuola". Insomma, se razionalizzazione sarà, non colpirà gli F35. Almeno così pare.

Commenti

oiramissor

Sab, 29/03/2014 - 15:12

Non servono, da chi ci dovremmo difendere, le coste sono un colabrodo ed i nemici ce li abbiamo dentro casa....I POLITICI.

Ritratto di Nazario49

Nazario49

Sab, 29/03/2014 - 15:13

La diatriba degli F35, fa dimenticare: 1) la Germania non li ha acquistati, e non ci pensa neppure nell'anticamera del cervello comprarli, anzi, ha ridotto le spese militari 2) oltre ai 90 F35 x 12 mld, l'Italia ha acquistato, e qui c'è silenzio assoluto, ulteriori 96, del tipo Eurofighter per 21 miliardi.

Mario-64

Sab, 29/03/2014 - 15:16

Il 70% delle spesa per la difesa sono stipendi del personale ,ed e' chiaro che e' li che si puo' risparmiare qualcosa. Solo il 18% va' in investimenti ,cioe' nuovi mezzi; vogliamo avere un esercito senza mezzi e con migliaia di marescialli seduti alla scrivania?? Un aereo come l'F35 dovra' durare per i prossimi 30 anni ,non ha senso chiedersi cosa ci puo' servire adesso ,in futuro le cose potrebbero cambiare in peggio e bisogna essere pronti a tutto.

killkoms

Sab, 29/03/2014 - 15:30

@mario64,migliaia di marescialli sedutri alla scrivania?senza i marescialli le forze armate sarebbero paralizzate,visto che la maggio rparte del lavoro tecnico amministrativo lo fanno loro! se si vuole risparmiare sugli stipendi,cominciamo con gli alti ufficiali,visto che un generale guadagna come 20 marecialli,e che a quasi tutti gli ufficiali dei ruoli normali compete il traattamento economico dirigenziale a circa 17 anni di servizio (paga da colonnello indipendentemente dal grado rivestito) e a circa 27 anni di servizio (paga da generale come sopra)!

petra

Sab, 29/03/2014 - 15:32

La ministra Pinotti aveva già solennemente dichiarato il dimezzamento dei caccia. E' bastata una visitina di Obama con annessa strigliatina perchè tutto andasse a monte. Ma prima di parlare i nostri eccelsi politici non potrebbero contare fino a 10, se ne sono capaci!

killkoms

Sab, 29/03/2014 - 15:38

@nazario49,se è per questo,la germania stava facendo fallire anche il programma eurofighter!

Mario-64

Sab, 29/03/2014 - 15:44

killkoms ,non ce l'ho coi marescialli ,era per fare un esempio del personale "da scrivania". Sui troppi ufficiali sono d'accordo ,ma di certo non si deve risparmiare sull'ammodernamento dei mezzi.

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Sab, 29/03/2014 - 15:59

chi avesse ancora dei dubbi circa la posizione americana, e per pura sudditanza, quella europea circa La Crimea, è servito: gas dall'America con tanto di impianti per la ''rigassificazione'' ed altre bare volanti, pardon, non sono gli F-104 questi sono F-35 mica niente, anzi, qualcuno in più!

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 29/03/2014 - 16:09

ci servono i caccia dobbiamo pagarli con le tasse per metterli a disposizione della Nato, sono di vitale importanza.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 29/03/2014 - 16:10

Dovremmo comprare gli Eurofighter e cacciare la basi USA.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 29/03/2014 - 16:16

La colonia italiana non si indigna neppure se il padrone viene e ingiunge con arroganza ai maggiordomi di comprare i suoi bidoni

Ritratto di danutaki

danutaki

Sab, 29/03/2014 - 17:07

Suggerisco di cambiare fornitore ....mollare gli F-35 e passare (per lo stesso prezzo, ma il doppio dei velivoli !!) al SU-35S Super Flanker !!! Accordo con i Russi per montare avioniche e motori occidentali e vai !! È già operativo ...è tecnicamente superiore ai bidoni americani e faremmo felice ...la nostra Aeronautica e .... Putin ...!!!

gigetto50

Sab, 29/03/2014 - 17:22

....per tenere insieme i suoi su quest'argomento ed in attesa di valutare il "peso" di Obama su questa questione, bastava avesse detto che avrebbe discusso di un periodo di grazia sul pagamento e di una diluizione dello stesso. Ora invece si é dato la zappa sul piede da solo. Come la sparata su " noi siamo in grado (o qualcosa del genere)di affrontare (o sopportare..non ricordo bene)una crisi energetica. In questo caso in totale inchino di fronte ad Obama verso la crisi Ucraina. Mah....

MEFEL68

Sab, 29/03/2014 - 17:27

Vedo che gli esperti in aereonautica non mancano. La tuttologia dovrebbe diventare materia obbligatoria.

Ritratto di komkill

komkill

Sab, 29/03/2014 - 17:31

Ah ah ah, qualche attaché dell'abbronzato deve aver spiegato a renzi come stanno le cose ovvero che non c'è scelta: you buy the f35's or we use them against you. Questa italietta dei quaquaraquà non ha nessuna possibilità e merita il suo destino.

eloi

Sab, 29/03/2014 - 17:41

Gli F35 non ci serviranno mai! L'invasione dell'Italia è cominciata alcuni anni fà. Lo profetizzò Oriana Fallaci. Scrisse l'invasione dell'Italia non avverrà con la armi ma col l'utero. Infatti stanno già nascendo più bambini da famiglie mussulmane che da famiglie con tradizione italiana. Auguri alle prossime generazioni.

vince50_19

Sab, 29/03/2014 - 17:46

Mi pare ovvio: ci son sotto troppi interessi per far fallire completamente questa commessa. Negli usa ne hanno ordinato alla lockheed Martin oltre 2mila400. Da noi una commessa di 45 caccia da acquistare in un lasso di tempo di 18anni e tirano fuori storie sulla loro sicurezza. Ma nessuno pensa che il business delle armi è il più redditizio. Per le banche naturalmente. E si sa che con certa massoneria controiniziata (che non ha alcun colore politico quando si deve fare i cazzi propri) che ha occupato posti importantissimi nella gestione della NOSTRA res publica non la ferma nessuno, il governo neanche per sogno, tantomeno il Pd, sindacati e sinistra ideologica. #compagnuzzistateserenicompresoilfunambolosiciliano

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Sab, 29/03/2014 - 18:20

A coa servono a noi questi aerei F35 o quello che sia quando ci stiamo privando da tempo di tutto ? Solo il Capo del Colle lo sa. Il popolo (La ciurma)non deve sapere mai nulla, deve solo pagare e soffrire. Solo i POTENTI hanno facoltà decisionale. Ed Obana la sa lunga e così con la sua presenza, rapidamente, e con l'aiuto già ventilato del Capo del Colle sembra aver messo in riga Renzi. E così l'italia non cambierà mai ed indirettamente sarà sempre una "Colonia" americana e Tedesca. A parte i Potenti Italiani già tutti conosciuti negativamente dal popolo,debbo fracamente dire che questo Obama comincia a stancarmi. Penso che questo Obama sia meglio che faccia le "Guerre" magari a casa sua senza andare a dare fastidio ad altre nazioni piene di graccapi.

Raoul Pontalti

Sab, 29/03/2014 - 18:29

eloi guarda che il "messaggio" dell'Oriana è semplicemente isterico (etimologicamente: uterino appunto) e non ha alcun valore quale presunto atto di guerra, bensì come constatazione di una realtà di fatto: l'Europa non fa figli ed è costretta ad importare manodopera e...consumatori. Sulle tradizioni italiane a fronte di quelle islamiche: fino a qualche generazione fa non erano contrapposte sull'argomento e Ti porto l'esempio di casa mia: mia nonna materna ebbe 11 figli di cui otto sopravvissuti, mia nonna paterna 8 di cui 6 sopravvissuti, mia madre ci ebbe in tre, io non ho figli, un mio fratello un unico figlio che ha sua volta ha generato una figlia, l'altro mio fratello un'unica figlia; non occorre essere né matematici da un lato né sociologi dall'altro per intendere che una certa italica tradizione se ne è andata mentre gli islamici mantengono la loro (ancorché con moderazione oggi) e quindi che l'intervenuto differenziale degli uteri produttivi non è da imputarsi altro che a noi stessi.

Antonio63

Sab, 29/03/2014 - 18:36

Non vedo a cosa dovrebbero servire gli F35 al nostro Paese. Se poi si considera che non sappiamo nemmeno difendere e far rispettare le nostre frontiere sembra un paradosso acquistare cacciabombardieri.....in fondo siamo tre volte buoni, quelli dell'accoglienza ad oltranza ed a ogni costo (e costi) oppure no ? Suvvia siamo seri e smettiamola di far ridere il mondo intero !!! Scusate l'ironia e saluti

killkoms

Sab, 29/03/2014 - 18:43

@mario64,se "decollano" i tagli triennali di renzi("si taglia punto e basta",pare abbia detto) alla difesa rimarranno solo i soldi per pagare gli stipendi!i coti per il personale?è stata disgraziatamente sottovalutata,la totale professionalizzazione delle FF.AA.!eppure qualcuno,una ventina di anni fà,lo aveva detto.se già nei primi anni 90,con soli ufficiali e sottufficiali in servizio permanente,più una aliquota di ufficiali di complemento,sergenti volontari e volontari di truppa in ferma breve,più i militari di leva (praticamente non pagati!) i costi del personale assorbivano più del 50$ del budget della difesa,con solo personale di carriera la situazione poteva solo peggiorare..!

Ritratto di LoZioTazio

LoZioTazio

Sab, 29/03/2014 - 18:54

I comugnardi si confermano anche in questa circostanza i campioni assoluti della doppia morale e del doppiopesismo piú sfacciato. Una volta facevano i pacifisti con tanto di bandierine multicolori e berciavano contro le spese militari, ora che sono loro a comandare si comportano da veri guerrafondai e vogliono a tutti i costi gli aereoplanini da guerra. Per difebnderci da cosa? Dalle orde di clandestini che sbarcano impuniti a lampedusa? Poi dice che uno si butta a destra!

ilbarzo

Sab, 29/03/2014 - 19:03

Obama con la sua visita in Italia,ha rotto le uova nel paniere a Renzi e al pd.Quella sugli F 35 gli e' rimasta sullo stomaco e sara' dura da digerire.

Ritratto di danutaki

danutaki

Sab, 29/03/2014 - 19:17

@ MEFEL68 ....40 anni in Aeronautica militare e civile....!!! A lei sembra invece mancare il senso dell'umorismo !!! Buona serata !!

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Sab, 29/03/2014 - 19:53

Napoletame. quanto prende di mazzetta anche per gli F35? oltre che per le basi usa....e getta? ecc.ecc. Ma ad andartene non ce pensi proprio eh? Oltre alla Merkel ti senti più vicino all'obama che agli Italiani!!!.....

Klotz1960

Sab, 29/03/2014 - 21:49

Mah, per me l'Italia dovrebbe essere ben armata. Ma se poi dobbiamo usare le armi per seguire le imprese criminali USA, tanto vale risparmiare.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 30/03/2014 - 00:22

Da questi interessanti dibattiti tra trinariciuti si deduce con chiarezza una cosa. Siamo ripiombati nel marasma di un governo che come quelli del passato perde tempo a discutere di lana caprina. VIVIAMO SOTTO IL TERZO GOVERNO IMPOSTO DAL COMUNISTA DEL COLLE E L'ITALIA VA SEMPRE PIÙ A FONDO.

stefano.colussi

Dom, 30/03/2014 - 01:35

"..dire ai Militari di Stare Sereni.." e che dire a chi paga i caccia / bombardieri..cioè agli italiani ?? mah mistero..ma c'è anche chi dice che stì caccia siano superati alla grande..c'è anche chi dice che questi caccia non possono volare con i temporali estivi (causa fulmini)..ma non so cosa dire..& non so.. non so..non so..non so Punto.. a Capo..colussi, cervignano, italy

oiramissor

Dom, 30/03/2014 - 07:52

Eloi- Centrato in pieno lo disse anche il defunto Gheddafi che non valeva piu' la pena di usare atti terroristici che per la fine di questo secolo tutto il veccho rammollito continente sara' islamizzato. Gli sbarchi gli arrivi anche legalmente non sono altro, detto in gergo militare una testa di ponte. Noi non ci saremo piu' ma il destino delle future generazioni dell'europa sara' la schiavitu' se non passate per le armi/coltello Noi per loro, comunque rigiriamo la pizza siamo degli infedeli e dobbiamo sparire. Fanno una media di di cinque figli e noi a malapena uno gia fra qualche anno se si vuole fare una partita a carte abbisognera' importare un giocatore italiano dall'estero sempreche' sappia giocare a briscola/tresette.

Caballero65

Dom, 30/03/2014 - 08:12

vorrei sfatare un mito: L' F35 è un buon aereo. Come tutti i prodotti altamente tecnologici ha bisogno di essere messo a punto rimuovendo i diversi bug presenti nel software. Da lavoro a parecchie industrie italiane. Chi nega queste cose dimostra due cose: 1) essere totalmente ignorante in materia di difesa ed aereonautica 2) fa solo demagogia per arrabbatare qualche consenso. I veri sprechi sono la politica e la casta mangiona. Questi dovrebbero tagliare. Il nemico dello sviluppo e del benessere in italia sono i politici normalmente corrotti, incapaci, poltrona dipendenti. In vita loro non hanno mai lavorato. La difesa è una cosa seria non si puo' dare in mano a dei cialtroni magnoni. Scommetto se si domanda ad un politico cosa è un Tornado, un AMX, uno stealth , piuttosto che un Mangusta A129 non sanno nemmeno rispondere, eppure sono ministri!!!

untergas

Dom, 30/03/2014 - 10:07

insomma dopo 70 anni, basi militari che godono di extraterritorialità, cermis vari, ancora dobbiamo assecondare gli interessi dei trafficanti d'oltre atlantico. Ma che si faccia, una volta per tutte, sta benedetta europa(vera, generata da millenni di storia, conflitti, grandezze e miserie), senza confini, con un unico governo, un'unica banca, un unico esercito(potrebbe essere il migliore del mondo, per uomini e mezzi), niente nazionalismi d'accatto e ci si ponga nei confronti dei 2 blocchi in posizione di trattativa alla pari e non in sub-ordine. Abbiamo a che fare con 2 imperi di ignoranti(a ovest come ad est), l'europa non può abdicare alla propria funzione naturale di guida civile. Altro che Starsky e Hutch in salsa russo/americana.

Furgo76

Dom, 30/03/2014 - 10:15

I mig-29 costano tre volte meno! compriamo questi. Putin ha questi aerei e non mi sembra indifeso...

Ritratto di claudio52

claudio52

Dom, 30/03/2014 - 10:22

NAPOLITANO, OBAMA,... RENZI INCHINATI E RISPONDI SIGNOR SI!!!! EH SI! COME DIFENDEREMMO ALTRIMENTI LE NOSTRE COSTE ,IL NOSTRO TERRITORIO ? MA QUESTI LO SANNO CHE CHE CI STANNO INVADENDO A MIGLIAIA ARRIVANDO SULLE NOSTRE COSTE ANCHE CON LE VASCHE DA BAGNO? E TU COMPRI COSA? GLI F 35? UNA DOMANDA PERO' MI SORGE SPONTANEA: MA VI HANNO CLONATO IL CERVELLO? COME ARRIVATE AL POTERE ...........

CALISESI MAURO

Dom, 30/03/2014 - 10:23

E se invece di acquistare questi pacchi volanti ( 90 miliardi per iniziare ) costruissimo una decina di centrali nucleari, piu' sistemi di produzione di energia alternativa, non sarebbe un affare migliore visti i tempi? Nel frattempo si continua ad usare i vecchi aerei, tanto a noi ci invadono con le carrette del mare non con i carri armati:))

Ritratto di Roger.de.Valmont

Roger.de.Valmont

Dom, 30/03/2014 - 11:02

Se si va a cercare in qualche magazzino, tanto in Italia non si butta via mai niente, politici e burocrati in primis, forse si può ancora trovare qualche biplano Fiat CR 42 residuato bellico con il quale riequipaggiare la nostra Aeronautica..... quanto poi c'è la necessità (purtroppo) l'Italia sarà sempre la stessa: moschetto 91 e scarpe di cartone..... Un famoso Maresciallo d’Italia pare abbia affermato alla vigilia della IIa G.M. “ Macché aerei e navi.... la guerra el la se fa con el sciopp, el mul, i soldà tut el rest serv a nint....”

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 30/03/2014 - 11:07

Il problema non è se è un buon aereo o no. Il problema e' che siamo con il culo per terra, senza soldi, siamo una nazione vigliacca, non sappiamo nemmeno difendere i nostri confini da un invasione, non siamo nemmeno in grado di far rispettare il diritto internazionale da una nazione di trogloditi che incarcera ingiustamente i nostri militari. Cosa ce ne facciamo? L'unico scopo di questi aerei e pagare lo sviluppo per sgravare i costi agli USA, e poi si bombarderà solo quando è interesse della politica estera americana, vedi Kosovo, Iraq, Libia.

Ritratto di Roger.de.Valmont

Roger.de.Valmont

Dom, 30/03/2014 - 11:18

Venne chiesto anni fa al Capo di S-M- del’USAF quale, secondo lui, fosse mai stato il migliore aeroplano utilizzato dall’Aeronautica statunitense. “Il B-36. Senza dubbio.” ( Un grosso bombardiere degli anni ’50, tipico della Guerra fredda). “Ma Generale” replicò il giornalista, “il B-36 non lanciò mai una sola bomba “in anger”, in una reale situazione bellica....” “Appunto....” confermo il Generale......

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Dom, 30/03/2014 - 11:32

io non parlo di un ''top Gun'' qualsiasi, per sapere del valore di un ''F-35'' , è sufficiente un nostro ''cadetto'' pilota-Qualche osservatore internazionale ebbe a dire, vedendo una nostra pattuglia acrobatica che avesse avuto dei piloti come quelli poteva fare a meno della bomBa atomica(immagina dell'F-35)

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Dom, 30/03/2014 - 11:32

io non parlo di un ''top Gun'' qualsiasi, per sapere del valore di un ''F-35'' , è sufficiente un nostro ''cadetto'' pilota-Qualche osservatore internazionale ebbe a dire, vedendo una nostra pattuglia acrobatica che avesse avuto dei piloti come quelli poteva fare a meno della bomBa atomica(immagina dell'F-35)

Raoul Pontalti

Dom, 30/03/2014 - 12:33

forse o nuvmar l'osservatore internazionale di cui parli si sarà espresso in quel modo avendo visto il disastro di Ramstein del 1988....

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Dom, 30/03/2014 - 15:55

egregio Raoul Pontalti, quell'''osservatore '' si chiamava Gen. Roosewelt.-

Raoul Pontalti

Dom, 30/03/2014 - 16:54

nuvmar: touché...) MEFEL68. non c'entra nulla la competenza in materia di aeronautica nella questione, così come non c'entrano nulla le competenze mediche quando si parla di sanità. Così come l'avere una sanità prevalentemente pubblica piuttosto che privata non spetta deciderlo ai medici e ancora sulla cardiologia non spetta al costruttore di apparecchi per la circolazione extracorporea dare indicazioni. L'ingegnere aeronautico parla di come si progetta, costruisce e gestisce un aereo, un pilota parla di come si conduce un aereo, sulle necessità dell'aeronautica militare si esprimono innanzitutto tecnicamente i militari e poi e soprattutto i politici cui spetta definire quale tipo di difesa adottare in ragione non solo degli aspetti strettamente tecnici, che pure hanno la loro rilevanza, ma degli aspetti politici tra i quali quelli di bilancio, quelli diplomatici (con certe armi si rischia di spaventare qualcuno che può anche reagire armandosi a sua volta e allora il vantaggio sfuma), quelli connessi con le alleanze, etc. tutte questioni che esulano dalla competenza da un lato e dalla comprensione dall'altro dei Tuoi amati esperti aeronautici. Con un minimo di conoscenza storica e di sensibilità politica si può invece tranquillamente parlare senza sfigurare su questo argomento.