Alla faccia degli sprechiPer risparmiare Monti si stampa 130mila mail

In 130mila hanno risposto all'appello del governo che ha chiesto di segnalare gli sprechi. Ma per smistarle, le email sono state stampate tutte

Con un'età media di 64 anni, quello in carica ora in Italia è il governo più vecchio d'Europa secondo uno studio di Coldiretti. Eppure in questi mesi a Palazzo Chigi i Prof hanno provato, almeno nei modi, a dimostrarsi all'altezza del XXI secolo, a dialogare anche con i più giovani, a utilizzare le nuove tecnologie. L'esempio migliore in questo senso è stata l'iniziativa sulla spending review. Per identificare gli sprechi della pubblica amministrazione, infatti, l'esecutivo aveva pensato bene di chiedere ai cittadini di segnalare, attraverso un form sul sito del governo, i tagli da effettuare.

Nell'ottica del dialogo con gli italiani, una proposta virtuosa, non c'è che dire. Tanto che la risposta del Belpaese è stata più che gratificante: in un mese sono arrivate oltre 130mila email. Eppure a vedere il servizio pubblicato su Oggi la settimana scorsa qualcosa stona. Il settimanale ha infatti dedicato un ampio articolo al lavoro dei funzionari incaricati di smistare e selezionare le proposte. Nelle foto appaiono intenti a leggere le lettere dei cittadini. Tutte rigorosamente stampate. Centinaia di fogli di carta e dieci persone pagate per leggerli tutti. Non sarebbe stato meglio catalogarle direttamente sul pc? L'iniziativa non doveva servire a tagliare gli sprechi? 

Commenti

lozaccheo

Gio, 07/06/2012 - 17:56

Non è tanto per la carta, o per il toner, ma per le persone impiegate a stampare e catalogare le mail!!!!!! Provate a farlo in un'azienda privata, il giorno dopo siete a spasso. Altra bella figura di questo governo pseudo tecnico......

CONDOR

Gio, 07/06/2012 - 18:57

Idioti Parassiti Incapaci. Come Sempre Nella P.a.

precisino54

Gio, 07/06/2012 - 19:17

X #1 lozaccheo, concordo con il tuo post, x quanto qualcosa sarà pure costato, in carta e toner, stampare le e-mail; penso poi a tutti quegli uffici ke non possono lavorare x mancanza dei predetti sussidi. Non escludo pure di considerare il tempo impiegato x l’operazione e il successivo x la catalogazione e lo smistamento. Ma siamo sicuri ke qsti dilettanti allo sbaraglio dell’esecutivo capiscano le topiche ke continuamente sfornano? Non sono esperto informatico, ma sono certo ke la catalogazione potesse avvenire in maniera istantanea approfittando di parole chiave e il successivo smistamento in tempo reale se fatto x la stessa via. Vorrei pure capire: le mail stampate le hanno smistate a mano o x posta ordinaria? Con qsti soggetti tutto è possibile! Sempre più devono sbatterci in faccia la loro incapacità; lo fanno apposta o proprio non se ne rendono conto? Sono pessimista ma mi aspetto l’intervento di qualche procura ke indaghi contro ignoti x danno erariale!

carlenrico

Gio, 07/06/2012 - 19:21

Poi in Ospedale i referti delle visite mediche ecc.ecc. vengono stampati su un foglio solo,avanti e retro (gli è stato ordinato, per risparmiare carta!!!) 130.000 mail diviso 400 fogli che contiebe una risma A4 sono oltre 4.000 risme...... l'incapacità di questo governo resterà negli annali della Repubblica, peggio di così non si può....

silvano45

Gio, 07/06/2012 - 19:37

ma il personale invece di catalogare e leggere quello che tutti ormai conoscono non era meglio mandarli a coltivare la terra almeno sarebbero diventati gli unici statali produttivi governo vergognoso per la trovata e la risuluzione. PS.ho scritto che il miglior risparmio era se andavano a casa con tutti i dirigenti pubblici e mi hanno ringraziato spero seguano il consiglio.

Leonardo Marche

Gio, 07/06/2012 - 19:46

Questo è l'articolo più incredibile che abbia mai letto sul giornale. Dei contenuti delle mail che potrebbero essere "gemme" e dare indizi per risparmi e razionalizzazioni miliardarie, al giornale non gliene frega niente. Ma fate 2 conti: 130.000 pagine costerannno meno di 700-800 euro. D'altra parte ci sarà bisogno di annotare, evidenziare le parti di interesse, farle leggere a più persone. Insomma non sempre si riesce a lavorare bene sullo schermo, altrimenti la carta sarebbe sparita da un pezzo. E quelle 10 persone (solo?) che costeranno circa 40.000 euro il mese, vogliamo organizzarle in modo decente? Insomma quello della carta è proprio l'ultimo problema!

Roberto Casnati

Gio, 07/06/2012 - 19:55

Nulla di nuovo sotto il sole! Ora dovranno assumere personale per "spulciare" le segnalazioni, questo personale avrà bisogno di una sede ed, ovviamente, di uno o più strapagati dirigenti i quali, insieme con alcuni perlamebtari, daranno luogo ad una commissione i cui lavori dureranno anni per non concluder assolutamente nulla, ma noi dovremo essere contenti sia perchè sennò i "poteri forti" si rattristano, sia perchè abbiamo comunque avuta la "democratica" possibilità di esprimere un nostro parere. Bene, così si risparmia! Ma mi afccia il piacere!

ettorevita

Gio, 07/06/2012 - 20:01

La burocrazia diventa ridicola e patetica. L'innovazione non può venire da questi buracrati. Loro vivono di carta e di parole difficili.

sammorse

Gio, 07/06/2012 - 20:05

della serie...sagra degli idioti...

precisino54

Gio, 07/06/2012 - 21:02

X #4 carlenrico, non voglio essere pedante ma il mio nick mi costringe a non fare errori grossolani: 130 mila diviso i 400 fogli di una risma fanno 325, non 4000. Se magari ogni tanto facessimo attenzione nelle cose più semplici, poi magari riusciremo a fare anche quelle importanti. Per il resto hai ragione da vendere! In passato c'è stato anche qualche procuratore che si è lamentato per la mancanza della carta per poter stampare sentenze.

giovannib

Gio, 07/06/2012 - 21:26

e meno male che questi sono i "professori" mi immagino gli allievi le solite co......te della scuola italiana i più "ignoranti e superficiali" rimangono in cattedra i più capaci e risolutivi devono andare all'estero.

francesco57

Gio, 07/06/2012 - 22:33

Il giorno che qualcuno staccherà la spina a questi incapaci, sarà sempre troppo tardi.

incredula

Gio, 07/06/2012 - 23:57

Ipertecnologici, complimenti!

les paul

Ven, 08/06/2012 - 00:15

Le dovevano stampare per forza, altrimenti cosa mettevano nella borsa di cuoio del postino per mandare le lettere ai vari ministeri ?... mettevano tutto il computer ?... oppure bastava comprare 130.000 computer nuovi, e su ciascuno di essi scaricare una sola mail, da mandare poi ad ogni ente. In questo modo ogni mail arrivava direttamente con un pc, e si risparmiava un sacco di tempo nella ricerca, nella catalogazione ecc.... o mi sbaglio ?......Oppure, furbata delle furbate, stampo le 130.000 mail in 20 copie, e quindi 2.600.000 mail, da mandare ad ogni ministero, posto che sono circa 20 i dicasteri interessati. Ogni dicastero se le legge tutte e 130.000 e sceglie quale gli interessa ...... ammazza quanto sono furbo, peggio di Giarda ..... ho mangiato volpe al sugo di aquila ..........

Ritratto di Zabu

Zabu

Ven, 08/06/2012 - 01:34

x#10 precisino54 > forse occorrerá tener presente che sicuramente avranno stampato piú copie.....

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 08/06/2012 - 07:11

Monti predica sempre bene, con parole precise e meditate : ma purtroppo razzola solo male e lui, è il solo a non rendersene conto: da mesi vola a destra e sinistra per raccontare quello che ha fatto ma non dice mai quello che avrebbe dovuto fare per salvare realmente l' italia: tutti lo hanno applaudito, almeno per due o tre mesi: oggi, visti i risultati di una politica economica atta a distruggere e non a costruire, tutti cominciano a rendersi conto che se avessimop lasciato lavorare berlusconi, senza trascinarlo da un tribunale all' altro, non saremmo qui dove siamo. Purtroppo non basta nominar senatore un profesore già inadatto alla gestione di un asilo infantile, per risolvere problemi che non possono essere risolti dalla germania o dall' america: oggi dobbiamo ripartire da zero con nuove leggi e nuovi capi e certo non lo possono fare uomi politici che si avviano a età troppo avanzate

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Ven, 08/06/2012 - 07:28

Mai quanto gli sprechi della Gelmini che inondò le scuole, con centinaia di migliaia, con cartoni di fascicoli patinati costosissimi ed inutili. La mia scuola li rimandò indietro senza distribuirli, con un lettera di vergogna per lo spreco. Denaro rubato ai precari.

AnnoUno

Ven, 08/06/2012 - 07:43

Immagino i dialoghi dei giovanotti impegnati nel Consiglio dei ministri.. "sono arrivate 130mila imeil", "E quanti camion ci sono voluti?", "Ma no, è la posta elettronica", "Ahhh". "ora, ha detto mio nipote, bisogna metterle in un databèis", "Ce lo abbiamo un databèis? Lo dobbiamo comprare? Ma dove si vende?". "Non lo so, chiediamo al nipotino". "A me hanno detto che messo nel databeis poi si fanno le cueri e con quelle sai tutto". "Zitti, ho in linea il nipotino..allora...databeis..poi faccio? siquel select? come si scrive siquel?..ho capito.. va bene, ti richiamo". "Ragazzi, abbiamo bisogno di un esperto, anzi facciamo una Commissione e nominiamo pure un super Commissario". "Propongo tuo nipote". "Ehh magari, ma ha solo 6 anni.."

Massimo Bocci

Ven, 08/06/2012 - 08:19

Certo se questo e il meglio che può partorire il gota dell'intellighenzia (stampare delle mail) di regime comunista Catto i Bocconiani,i prof.dei prof. Del regime.........e allora diamo di balta a tutto e appaltiamo tutto alla Svizzera ( paese più vicino ancora libero dalla schiavitù crucca euro),...vediamo se ci adottano,per pietà come un fratello scemo dato che da noi campiamo una cricca di parassiti comunisti....veri LADRI.

smiley1081

Ven, 08/06/2012 - 08:29

Il fatto e' che sono troppo avanti, e sono passati al passo successivo alla dematerializzazione: la rimaterializzazione!

Molis

Ven, 08/06/2012 - 08:40

Saranno si e no 1000 euro incluso toner, carta, e noleggio della stampante. Vogliamo invece parlare dei finanziamenti pubblici che il giornale prende per scrivere queste boiate?

herbavoliox

Ven, 08/06/2012 - 08:52

Non ci credo... che manica di cretini!

Bozzola Paola

Ven, 08/06/2012 - 09:05

NON C'E' FINE ALL'INDECENZA!!!!!!!Ma quand'è che li mandiamo a casa questi alieni che stanno facendo più danni che la peste bubbonica?. Hanno tolto berlusconi per problemi di "letto" che non c'entra nulla con la politica, ed ora ci distruggono con la loro stupidità e deformazione mentale. DOBBIAMO NOI ITALIANI MANDARLI A CASA E TOGLIERCI DA QUESTA EUROPA MARCIA. meglio soli che male accompagnati.

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 08/06/2012 - 09:18

vorrei sapere adesso quante persone incarichera a pagamento della loro lettura e quanto verra a costare questa operazione che comportera solo costi e tanta carta da gettare: Poi ci racconta che moralizzera la politica! dovrebbe cominciare con se stesso cui dovrebbe elargire un po di senno o meglio si dica, sale in zucca

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Ven, 08/06/2012 - 09:46

#6 Leonardo Marche. Come non concordare con lei. Un articolo che è fuffa alllo stato purissimo. Poi sarebbe giusto il caso di ricordare che quelle persone lavorano in commissione e che sono parecchie quindi o le si dotava tutte di postazione PC con i relativi costi o si faceva la cosa più ovvia e si esaminavano i testi su carta, cosa più pratica e confortevole peraltro. Ma se piace parlare di sprechi perchè non parliamo anche dei 10 milioni di euro che lo Stato (cioè noi) dovrà risarcire a Italia 7 per avere consentito a Rete 4 di occuparne abusivamente per anni le frequenze? Hai voglia a stampare mail per arrivare a 10 milioni! Non sarebbe il caso di far pagare quei soldi a quei governanti che hanno consentito questo illecito?

jovac

Ven, 08/06/2012 - 09:49

La fonte è una foto di oggi in cui c'è gente con fogli di carta? E di qui siete certi che abbiano stampato 130mila mail? A me fate solo ridere, tant'è che "giornale" dovete scriverlo nel titolo perchè non si capirebbe...

Ritratto di Illuminato999

Illuminato999

Ven, 08/06/2012 - 10:14

#18 Molis Lei è un degno rappresentante del benaltismo. Tra l'altro uno che non è nemmeno in grado di fare i conti visto che semmai il costo è 10.000 euro. Qui abbiamo uno spreco idiota, fatto da incompetenti con mentalità retrogada e il solito trinariciuto se ne viene fuori con "pensate invece a quanto costa...". Io penso a quanto è costata allo stato la sua istruzione (dubito sia andato oltre le scuole medie, ma già è un costo) e quello sì che è stato un grosso spreco.

spadino65

Ven, 08/06/2012 - 10:54

Silvio faceva di meglio....inviava libri alle famiglie con scritto quello che ha fatto.....(non tutto).....i risultati si sono visti presto.....

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Ven, 08/06/2012 - 10:56

Non sapeva come salvarle e............per non intasare la posta li ha stampati!!!! Ah,ah,ah! Buoni a nulla. La carta si cestina facilmente!!!!

madaiii

Ven, 08/06/2012 - 10:56

questa é la deficienza della pubblica amministrazione, gestita da incapaci e incopententi che nell'era della tecnologia sprecano denaro, carta, tempo...!!! é cosi difficile schiacciare "Forward" e inviare la mail a chi dovere..? gestione organizzativa proprio da pubblica aministrazione italiana!!! eccolo il grandee problema! chi lavora nella pubblica amministrazione in tanti settori non é competente!! via e assumere gente che sa lavorare e utilizzare gli strumenti messi a disposizione!! siamo nel 2012!!!!

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Ven, 08/06/2012 - 11:01

Se sono state stampate 130.000 emails, quante fotocopie ne saranno state fatte? Immagino almeno dieci per ogni email, in modo da passare le più interessanti ad ogni sottosegretario e sottosottosegretario di otto pseudocommissioni e le assistenti segretarie di ogni sottosottosegretario. Visto che poi all'origine erano state evidenziate a colori (vedi foto), queste fotocopie inevitabilmente dovranno essere a colori, altrimenti l'assistente segretaria del sottosottosegretario della pseudocommissione non potrebbe riconoscere le solerti evidenziazioni del team di segretarie. Almeno mille ore di lavoro. Nessuno leggerà nulla, ovviamente, ma questo si sapeva in partenza. Aumentiamo le tasse.

jimisong

Ven, 08/06/2012 - 11:01

Anche la benzina costa meno di due euro al litro ma non vai lontano,ma mille euro oggi e mille domani fanno lo spreco che irrita il popolo italiano

italo zamprotta

Ven, 08/06/2012 - 11:22

Era solo uno specchietto per le allodole.Gli italiani ci sono cascati.Dieci persone impiegate per stamparle e catalogarle.Nessuno ovviamente le leggerà e ne terrà conto.Con costi diretti e indiretti immaginabili,e con buona pace del lettore Molis,al quale consiglio di riflettere prima di scrivere.Debbo anche ricordare che l'informatica è nata per essere utilizzata diversamente,non per sovrapporsi alle vecchie procedure cartacee,di cui non ha minimamente bisogno di essere la parodia.

sprecona

Ven, 08/06/2012 - 11:34

Praticamente quanto i 400milioni di euro gettati nel cesso dal governo Berlusconi per fare il referendum a giugno (dopo aver votato ad aprile) con la speranza che non arrivasse al quorum. Un'iniziativa di grande valore, vero caro il mio giornalista, fu quella di non accorpare. Ed ora fate i conti sulle risme di carta e il toner? E poi dici che Grillo è al 15%!

capatosta

Ven, 08/06/2012 - 11:35

Ma quanto è scemo quest'articolo. Inoltre la giornalista che lo ha scritto se proprio vuole lamentarsi dei costi dell'operazione dovrebbe riferirsi alle ore/uomo spese per elaborare le proposte, piuttosto che riferirsi alla carta usata. Ma a quanto pare la giornalista non ha una vaga idea di dove stiano i costi in un progetto.

MARCO 34

Ven, 08/06/2012 - 12:14

Questa vicenda mi fa venire in mente una barzelletta che circolava anni addietro: Un brigadiere dei CC chiede al maresciallo se può distruggere alcuni documenti ormai privi d'importanza perchè ingombrano gli scaffali dell'ufficio; il maresciallo dà il suo benestare ma: "Ottima idea, mi raccomando,però, fai prima delle fotocopie"

painlord2k

Ven, 08/06/2012 - 13:10

Il problema non è nemmeno il costo dell'operazione, ma semplicemente l'idiozia di stampare tutte quelle mail per selezionarle. Se questi sono i tecnici e i grandi burocrati italiani, non c'è governo che possa salvare l'Italia. Semplicemente non sono nemmeno lontanamente in grado di adattarsi al passo dei tempi. Mises aveva spiegato bene un secolo fa perché lo stato non funziona con la stessa efficienza del privato e perché più grosso è peggio diventa. Il nostro è talmente grosso che è arrivato alla paralisi, come quegli obesi che pesano 400 kg e fanno fatica a respirare.