Fanno le leggi e non sanno come applicarle

segue a pagina 5

I dibattiti politici in Italia sono quasi tutti assurdi. La gente li segue distrattamente (soprattutto in tivù, nei talk show), sperando che scoppi una lite furibonda tra i contendenti, cosa che accade spesso con sommo divertimento degli spettatori. In questi giorni di noia imperversa sui giornali una questione incomprensibile per noi comuni mortali, quindi per nulla appassionante. Qualcuno dice che la legge Severino, quella che impone di dare un calcio nel didietro a un senatore o a un deputato se condannati a più di due anni di reclusione, è incostituzionale, quindi va esaminata dalla Consulta affinché la bocci o la promuova. Altri invece sostengono che sia inutile, una perdita di tempo, affidare alla Corte costituzionale la «pratica» perché la norma è chiaramente legittima.
Noi non sappiamo a chi dare ragione e a chi dare torto. Siamo costituzionalmente impreparati, ma non cretini, per cui vi offriamo il seguente ragionamento. Mettiamo che la suddetta legge sia Vangelo. In questo caso si applica senza (...)

(...) tante storie: se uno deve andare in galera per oltre due anni fa la cortesia di lasciare la cadrega seduta stante. Che bisogno c'è di un pronunciamento della Commissione parlamentare e, successivamente, addirittura di un voto della Camera di cui il detenuto in pectore è membro?
Un mistero. Esempio. A Silvio Berlusconi è piovuta in testa una sentenza definitiva per le note vicende di Mediaset: frode fiscale. Giusta? Sbagliata? Non è questo il punto. È un fatto che per ora egli è rimasto senatore. Fino a quando lo sarà? Finché il Senato non avrà preso atto della sua condanna. Domanda: lo sanno tutti che il Cavaliere si è beccato quattro anni, possibile che solo gli inquilini di Palazzo Madama non ne siano ancora informati? Improbabile. Sia come sia, la commissione deve fare il suo lavoro. Dopo di che l'assemblea si esprimerà. Su che cosa? Sul diritto o meno del tre volte presidente del Consiglio di mantenere la carica di senatore. Ma non è sufficiente la legge Severino per stabilire ciò? Pare di no. L'ultima parola tocca al Senato. Ma allora a che serve la legge Severino? Un casino del genere può accadere solo nella nostra amata patria. Poi dicono che la legge è uguale per tutti.
Nella fattispecie si tratterebbe di verificare se la regola sia retroattiva oppure no. E chi può dirlo, in mancanza di espliciti riferimenti, se non la Corte costituzionale in ultima istanza? Nossignori. Molti a sinistra affermano che Berlusconi debba decadere automaticamente. Poniamo che abbiano buoni motivi per sostenere questa tesi. E allora perché è successivamente indispensabile sottoporre il problema alla commissione e, subito dopo, all'autorevole parere del Senato?
Un intreccio di contraddizioni di questo tipo merita di essere commentato solo con una parolaccia. Ma ci asteniamo dal pronunciarla per rispetto dei lettori e non certo dei parlamentari, i quali hanno rinunciato da tempo al loro ruolo di legislatori, poiché preferiscono scaldare lo scranno evitando con cura di lavorare e quando eccezionalmente approvano una norma, lo fanno a capocchia senza prevedere come applicarla. Cosicché adesso si sono incartati in una liturgia della quale non afferrano il senso. Viene il sospetto che siano stupidi. Ma è solo un sospetto.

di Vittorio Feltri

Commenti

cgf

Dom, 01/09/2013 - 08:34

complicare le cose semplici per ottenere solo i propri desiderata è una 'cosa di sinistra'.

LAMBRO

Dom, 01/09/2013 - 09:33

Esimio Presidente Napolitano, in forza delle Sua Qualità di GARANTE DELLA COSTITUZIONE e PRESIDENTE del CSM, mi permetta alcune considerazioni: Visto che a tempo debito ha chiesto ed ottenuto un PASSO INDIETRO del Sen.Berlusconi a favore della Costituzione di un Governo, da Lei ritenuto salvifico, Monti; Visto che , allo scopo , ha nominato Senatore a Vita l’attuale Sen.Monti; Visto che , su Iniziativa del Sen. Berlusconi , è stato nuovamente chiamato alla Massima Carica dello Stato e ,sempre su iniziativa del Sen. Berlusconi dopo sessanta giorni di Quaresima, ci ha condotto , saggiamente, ad un Governo Letta; Visto che ha ritenuto opportuno nominare altri 4 Senatori a Vita; Visto il delicatissimo momento della Vita Italiana ad alto Rischio per le sopraggiunte, ma opinabili anche a livello Costituzionale, vicende giudiziarie e Istituzionali del Sen.Berlusconi Quanto sopra premesso Non ritiene di dover intervenire a Sanare , per il BENE dell’ITALIA , le , almeno opinabili , Sentenze e Riconsiderare la Costituzionalità della Legge Severino?

LAMBRO

Dom, 01/09/2013 - 09:41

Esimio Presidente Napolitano, in forza delle Sua Qualità di GARANTE DELLA COSTITUZIONE e PRESIDENTE del CSM, mi permetta alcune considerazioni: Visto che a tempo debito ha chiesto ed ottenuto un PASSO INDIETRO del Sen.Berlusconi a favore della Costituzione di un Governo, da Lei ritenuto salvifico, Monti; Visto che , allo scopo , ha nominato Senatore a Vita l’attuale Sen.Monti; Visto che , su Iniziativa del Sen. Berlusconi , è stato nuovamente chiamato alla Massima Carica dello Stato e ,sempre su iniziativa del Sen. Berlusconi dopo sessanta giorni di Quaresima, ci ha condotto , saggiamente, ad un Governo Letta; Visto che ha ritenuto opportuno nominare altri 4 Senatori a Vita; Visto il delicatissimo momento della Vita Italiana ad alto Rischio per le sopraggiunte, ma opinabili anche a livello Costituzionale, vicende giudiziarie e Istituzionali del Sen.Berlusconi Quanto sopra premesso Non ritiene di dover intervenire a Sanare , per il BENE dell’ITALIA , le , almeno opinabili , Sentenze e Riconsiderare la Costituzionalità della Legge Severino?

angelomaria

Dom, 01/09/2013 - 10:02

evisto che lei alla fine dei conti e'il peggiotr di tyutti lei ha causato la crisi lei ha permesso che i suoi giudici dia=stuggessero uno dei leder piu'amato dagli ITALIANI e continua dando solo dispis=aceri su dispiaceri ora altri 4 dei suoi che non solo avranno voto in parlamento leggr antica e sbagliata perche non votati dal popolo quindi non democraticamente eletti ele pensioni d'oro lei il peggior mai avutolei ultimo rimasuglio del leninismo nostrano lei caro NAPOLETANOle auguro la stessa fine

giovanni PERINCIOLO

Dom, 01/09/2013 - 11:31

Sicuro che sia solo un sospetto?? io direi che una parte lo é sicuramente e parliamo della maggioranza, mentre la minoranza di lorsignori sono professionisti del "cretinismo di scopo" utile per .... nascondere la volpe sottobraccio!! e pantalone paga!

Nadia Vouch

Dom, 01/09/2013 - 16:35

Spesso uno stupido nega di esserlo. D'altra parte, nemmeno le mosche sanno di essere mosche e si tuffano sulla materia da trattare per istinto più che per conoscenza. La pulizia finale non è compito loro.