La farsa dell'esilio di Prodi Anche lui in coda ai gazebo

Il Professore, scottato dallo sgambetto nella sua corsa al Colle, fa dietrofront: "Mi farebbe effetto non partecipare"

RomaDa leader dell'Ulivo e da presidente del Consiglio, Romano Prodi, spesso la retromarcia l'aveva ingranata perché costretto dagli alleati. È il caso delle primarie che lo incoronarono candidato del centrosinistra nel 2005; le accettò obtorto collo e ne avrebbe fatto volentieri a meno. Mai però, il Professore era tornato indietro sui propri convincimenti personali. E invece ieri, dopo aver annunciato urbi et orbi, che domenica avrebbe disertato i gazebo («Ho deciso di ritirarmi dalla vita politica», aveva detto a inizio novembre), ha fatto improvvisamente dietrofront. «Domenica, di ritorno dall'estero, mi recherò a votare alle primarie del Pd», ha proclamato sostenendo che «in questa così drammatica situazione mi farebbe effetto non mettermi in coda con tanti altri cittadini desiderosi di cambiamento». Ma poi la situazione è veramente così drammatica per indurlo a un così repentino rivolgimento? «I rischi aperti dalla recente sentenza della Corte - ha spiegato - mi obbligano a ripensare a decisioni prese in precedenza». L'arcano è così svelato: il pronunciamento della Consulta rimette in moto troppi meccanismi per rinunciare alla politica e fare il Cincinnato. La «riserva della Repubblica numero uno» potrebbe rimettersi in gioco prima di quanto si pensi. Con un Parlamento praticamente delegittimato e con un presidente della Repubblica, che di tutto l'attuale sistema «incostituzionale» è l'architrave e quindi oggi è meno saldo, per Prodi - in caso di elezioni - potrebbero riaprirsi nuovamente le porte del Quirinale. Si compirebbe in questo modo la «vendetta» contro il suo arcinemico che non è Silvio Berlusconi, ma Massimo D'Alema ritenuto la mano che ha armato i 101. Ma per dare corpo a questo progetto occorre rimettersi in gioco. E quale migliore giustificazione per la retromarcia c'è della difesa del maggioritario? Il rischio fallimento delle primarie per scarsa partecipazione lo avrebbe inoltre chiamato in causa. È stato sufficiente rispondere alle sollecitazioni e alle preghiere dei parlamentari prodiani e, soprattutto, renziani che nelle ultime settimane lo avevano supplicato di non lasciarli soli. «È necessario difendere a ogni costo il bipolarismo», ha aggiunto. In coda una stoccata agli «amici e compagni» del partito. «Pur con tutti i suoi limiti, il Pd resta l'unico strumento della democrazia partecipata di cui tanto abbiamo bisogno», ha concluso lanciando di fatto uno spot per l'afflusso massiccio ai gazebo. Nelle sue dichiarazioni c'è un'altra contraddizione rispetto all'«autoesilio» che si era imposto: non vi è infatti alcuna dichiarazione di voto. Si sa, però, chi di sicuro non riceverà la sua preferenza tra i candidati: Gianni Cuperlo, il «figicciotto» sponsorizzato dal lider Massimo. I prodiani, però, sono tutti schierati con Renzi e proprio ieri Vittorio Prodi, fratello dell'ex premier, ha reso pubblico l'endorsement per il sindaco di Firenze. L'unica «non allineata» è la ex portavoce Sandra Zampa che sostiene Pippo Civati. E il «pierino» della Brianza, che quotidianamente si scaglia contro «i 101 traditori», ha esultato per la decisione del Professore. Misuratamente «contenti» pure gli altri due contendenti. Un'ulteriore conseguenza della presa di posizione è che Prodi non ha abboccato alle ricostruzioni (veicolate anche dal pamphlet Giorni bugiardi dei due portavoce bersaniani Di Traglia e Geloni) secondo cui i renziani sarebbero stati parte integrante dei 101. Il sindaco è riuscito a convincerlo di essersi speso per la sua candidatura al Colle. E chissà. Forse gli ha fatto un'altra promessa.

Commenti

PP

Sab, 07/12/2013 - 08:58

che schifo di gente, speriamo che ottengano un altro insuccesso

marcello. marilli

Sab, 07/12/2013 - 09:31

questo essere velenoso ed invidioso si vendicherà contro coloro che non lo hanno fatto diventare presidente. almeno una cosa giusta i sinistrati l'hanno fatta bene !!! Speriamo non conti nulla in futuro. Essere immondo che può fare ciò che vuole tanto nessuno lo attacca mai, figuriamoci poi le testate "intelligenti"

Ritratto di vaffa..3...

vaffa..3...

Sab, 07/12/2013 - 09:36

questa IGNOBILE SCADENTE farsa non vale certo i due euro richiesti ai piddioti

terzino

Sab, 07/12/2013 - 09:41

Grande battage mediatico per le primarie del PD per la elezione del segretario, figuriamoci cosa faranno per le politiche. Torna in pista Prodi, ha cambiato idea o forse l'hanno spinto con la promessa di qualche poltrona? Il potere logora chi non l'ha.

'gnurante

Sab, 07/12/2013 - 09:59

Non vedo che male ci sia a votare.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Sab, 07/12/2013 - 10:06

Prodi, la faccia più schifosa e nefanda della politica italiana. Se si pensa al suo passato, non si capisce perché non è in galera e perché è schierato a sinistra. Certo che un personaggio squallido e miserabile come lui, volgare contabile/portaborse, scambiato per politico, ovunque vada, contraddistinguerà l'avversione e l'odio per la classe politica italiana.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Sab, 07/12/2013 - 10:15

Una domanda legittima, ma questo non muore mai oppure perché non va affanbicchiere definitivamente visto quello che ha combinato con l'IRI.

buri

Sab, 07/12/2013 - 10:24

il colpevole torna sempre sul luogo del delitto!

diego_piego

Sab, 07/12/2013 - 10:26

Prodi non è stato condannato e non ha un'interdizione dai pubblici uffici. Che male c'è se vota alle primarie?

pmilan

Sab, 07/12/2013 - 10:46

sono pefettamente d'accordo con Anna 17. Un cialtrone ladro con licenza di rubare.

pmilan

Sab, 07/12/2013 - 10:47

Anna 17 sei grandissima

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 07/12/2013 - 11:21

Ma Prodi nella vita cos'ha fatto? Niente che è rimasto e che si veda. Invece Berlusconi ha fatto case, TV, ferrovie e pace nel mondo. Eppure tra i candidati al Quirinale perchè non si presentano altri imprenditori? Forse perchè anche loro hanno paura di essere perseuitati dalla magistratura (che ha a capo Napolitano)?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 07/12/2013 - 11:30

Caro diego_piego, a volte il difetto sta nel manico. La magistratura pullula di delinquenti impuniti. Per esempio gli stessi che hanno condannato Berlusconi erano conniventi (cioè delinquenti) davanti a 170 testimoni che certificavano la sua estraneità dell'imputato. In quanto a compare Prodi... Brava Anna 17

orso bruno

Sab, 07/12/2013 - 11:33

Ancora questo.....individuo ? Sinistronzi, non vi bastano le porcate che ha fatto sinora ?

Massimo Bocci

Sab, 07/12/2013 - 11:38

Lo metteranno come da prassi alla CASSA, quando c'è da rubare,truffare gli Italiani (anche se questi lo sono (pro forma) essendo le establishment (coop) l'armata del sacco!!!! Cooptati del regime,ed extra comunitari,(del tutto gratis pagano i beoti Italiani veri) tutti beneficiati/ri concussi di REGIME!!! Artefici del sacco Italiano COMUNISTA-CATTO 47 oggi Euro) dunque in simili CARAVANSERRAGLI (CAZZEBO!!! con organizzazione di camorra??), un simile triait d'union anti Italiano (e capa e cazzo), spremitore,sterminatore di ITALIANI VERI!!! Ed autentico luminare di TRUFFE!!! Non può mancare, allevia il BRUCIORE!!!

Ritratto di alejob

alejob

Sab, 07/12/2013 - 12:01

Prodi non può mancare al voto per i suoi sudditi, la commissione MONDIALE l'ha incoronato con le STELLE d'EUROPA per aver unito cani e gatti, ora deve dare il suo contributo per unire il partito.

linoalo1

Sab, 07/12/2013 - 12:07

Quando c'è aria di Elezioni,tutti,anche gli imboscati,si rifanno vedere nella speranza di una Poltroncina!!Lino.

mifra77

Sab, 07/12/2013 - 12:09

Il nuovo che avanza? No! è solo il vecchio che ha fiutato l'opportunità e il giovane opportunista che si deve essere venduto per la poltrona. Si,la poltrona di segretario che Dalema mai gli darebbe; ed ecco l'altro vecchio furbone ricomparire a spingere il carro che porterà l'Italia ancora più in declino(non c'è mai limite al peggio) Pensavate che il peggio fosse a destra? beh,forse non avevate guardato bene a sinistra. Che disgrazia! ancora Prodi...!

mifra77

Sab, 07/12/2013 - 12:26

@Anna17, prodi non è in galera ed è a sinistra perché sa che da quella parte i giudici o non guardano, o guardano con benevolenza o vengono fermati in tempo. Non ci credi? guardati intorno e pensaci; se vuoi c'è una lunghissima lista di autentici reati che se chi li ha commessi non fosse dichiaratamente PD ed oltre sx chissà oggi dove sarebbe.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 07/12/2013 - 15:39

La rottamazione non funziona sempre. E quando funziona soccorre il vitalizio e per qualcuno ci sono anche altri benefit.

piertrim

Sab, 07/12/2013 - 18:53

Un momento vuole andare n Africa, un altro vuole ritirarsi in pensione, poi vuol diventare Presidente della Repubblica, poi decide di non votare, ora si rimangia la promessa. Che vorrà da Renzi un'assicurazione? Attento Renzi non fidarti che quest'uomo ti inguaia.

Edoardo Argentino

Dom, 08/12/2013 - 20:18

Cara Redazione, ieri 7 dicembre alle ore 20,30 circa, ho postato un mio commento su Prodi che tornava a votare alle primarie del Pd. Poichè da voi censurato (senza conoscerne il motivo), Vi chiedo la cortesia di poterrmi inviare di ritorno il testo stesso perchè erroneamente da me non salvato e del quale ci terrei molto a riaverlo. RingraziandoVi anticipatamente, porgo distinti saluti. La mia Posta Elettronica ha l'indirizzo: ardino67@hotmail.com Edoardo Argentino.