Il vaffa di Favia a Grillo: "Rispondo solo ai cittadini"

Il consigliere regionale del M5S chiede scusa ai militanti e conferma: "Il problema della democrazia resta. Dopo il fuori onda ho chiamato Casaleggio e Grillo: non ho avuto risposta"

"È stato uno sfogo scomposto buttato in pasto a due milioni di italiani. È chiaro che si è trattato di registrazioni fatte a mia insaputa". Il consigliere grillino dell'Emilia-Romagna, Giovanni Favia torna in tv e spiega il fuorionda trasmesso da Piazzapulita.

Fuorionda che ha scatenato il putiferio all'interno del MoVimento 5 stelle e nel quale Favia lamentava la mancanza di democrazia interna al M5S e il ruolo "spietato" e "vendicativo" di Gianroberto Casaleggio, lo stratega di Beppe Grillo.

"Io devo fare conti con quello che è successo, non posso nascondermi. Non ripeterei modi e toni, ho detto quelle parole in un momento di profonda amarezza, ma abbiamo effettivamente dei problemi che in Emilia Romagna che hanno portato a delle fratture, quindi «on posso essere d’accordo con i modi ma la sostanza c’è", ha spiegato Favia.

Che poi, per spiegare la sua scelta di andare in tv a rispondere agli attacchi che gli sono arrivati da Grillo, ha dichiarato che "dopo lunghe battaglie oneste passare come Giuda sul blog più
importante d’Italia"
o essere accusato in modo "infamante di combine e di passaggio al Pd" evidenzia come ci sia stata "un’assimetria informativa".

Il giudizio su Casaleggio cambia. E da "spietato e vendicativo" ora diventa "una persona onesta". Così come vengono rettificate le dichiarazioni sul fatto che Casaleggio decida i candidati. "Noi crediamo nel movimento e vogliamo contribuire a migliorarlo" e "da Grillo e Casaleggio non ho ancora ricevuto ancora una risposta", ha detto poi Favia.

Che poi si è detto pronto a dimettersi. "Sono consigliere regionale e se c’è qualcuno che vuole la mia testa sono pronto a rassegnare le dimissioni. Avrei anche da recuperare come vita privata. Anche se io rispondo ai cittadini perché sono loro che mi devono giudicare", ha affermato il consigliere. Infine, Favia ha risposto alla citazione di De Andrè fatta da Grillo con un'altra citazione: "Sul movimento in questi giorni è finito molto letame. Ma dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori":

Commenti
Ritratto di aliberti.

aliberti.

Lun, 10/09/2012 - 21:37

lo scopo di costui è il potere e la carriera del politicante,se gli fosse rimasto un briciolo di dignità avrebbe già dovuto dimettersi...credo proprio che un simile soggetto sia pronto ad approdare tra i suoi simili nel pd...

Ritratto di aliberti.

aliberti.

Lun, 10/09/2012 - 21:39

BEPPE, se quest'individuo dopo due mandati non va via lui mandacelo tu, dove ben sai e dove merita...

Ritratto di aliberti.

aliberti.

Lun, 10/09/2012 - 21:43

lo scopo di costui è il potere e la carriera del politicante,se gli fosse rimasto un briciolo di dignità avrebbe già dovuto dimettersi...credo proprio che un simile soggetto sia pronto ad approdare tra i suoi simili nel pd... BEPPE, se quest'individuo dopo due mandati non va via lui mandacelo tu, dove ben sai e dove merita...

Nadia Vouch

Lun, 10/09/2012 - 21:47

Non è vero che "dal letame nascono i fiori". Dipende da cosa si sta coltivando. I terreni troppo acidi o troppo basici, non sono adatti a tutte le colture. Un buon giardiniere deve saper dosare i propri interventi. Inoltre, qualunque orto o giardino necessitano di molto sacrificio. Si coltiva spesso solo per passione. I risultati sono importanti, perché dimostrano che si è ben operato. Ci possono essere gli imprevisti, i fortunali, che azzerano il lavoro fatto. Ma, un abile giardiniere, saprà sempre ricominciare. Altrimenti, deve andare a fare altro. Specialmente se sa che ciò che sta coltivando è debole sin dal seme.

Ritratto di emilio_vitale

emilio_vitale

Lun, 10/09/2012 - 22:28

Come sempre il titolo dice una cosa, l'articolo un'altra e Favia un'altra ancora....Mi domando:"PERCHE'" Signori "giornalisti"non siamo più nel medio-evo....Almeno dopo aver scritto un articolo del genere, li leggete i commenti???

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Lun, 10/09/2012 - 23:29

Rivolgersi ai lavoratori senza possedere idee rigorosamente scientifiche e teorie ben concrete significa giocare in modo vuoto e incosciente con la propaganda, creando una situazione in cui da un lato un apostolo predica, dall’altro un gregge di somari lo sta a sentire a bocca aperta. Risvegliare speranze fantastiche, lungi dal favorire la salvezza di coloro che soffrono, porterebbe inevitabilmente alla loro rovina; un simile gesto avrebbe affossato il movimento e gettato i lavoratori tra le braccia dei capitalisti, invece di conquistarli. Finora, infatti, nulla è stato realizzato se non fracasso ed esplosioni improvvise e dannose, se non iniziative che condurranno alla completa rovinala causa per la quale ci battiamo. L’ignoranza non ha mai giovato a nessuno! K.M.

Massimo Bocci

Mar, 11/09/2012 - 10:14

Allora questo pseudo personaggio riFINIto, dia le dimissioni e vada a LAVORARE invece di turlupinare uno stipendio pubblico;....Dissidenti a chiamata, basta che trovino uno che LI PAGA o PAGHI di più e diventano DEMOCRATICI???;.....Certo per loro DEMOCRATICI??? TRUFFARE GLI ELETTORI è una prassi consolidata DA QUESTO REGIME 65 ENNALE, di LADRI & MAFIA;…...Ma poi siamo seri cosa ci AZZECCA la democrazia VERA, con un REGIME COMUNISTA CATTO, non hanno nulla in comune se non il MILLANTATO nome DEMOCRAZIA INFLAZIONATO DALLE TRUFFE.

Alksindrs

Mar, 11/09/2012 - 10:31

In un movimento che propone il massimo di due mandati e poi via uno come lui, che e' in scadenza del secondo e non vuole rinunciare alla comoda posizione a cui sembra essersi abituato, non puo' trovarsi bene; e' ormai maturo e pronto per il PD - PDL, ovvero come farsi i beati fatti suoi e sistemarsi alle spalle degli elettori creduloni

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 11/09/2012 - 10:43

e così anche questo Favia è entrato nel magico mondo della casta di parassiti...

Ritratto di aliberti.

aliberti.

Mar, 11/09/2012 - 11:20

Come ben si può intuire, il tetto di max due mandati è una norma anticasta che serve a far pulizia di certi soggetti...è fondamentale per il m5s mantenere tale norma e tenere fuori i soldi dal movimento con il rifiuto del finanziamento pubblico in accordo al referendum popolare, con un tetto agli stipendi e senza privilegi o benefit di sorta,così come è fondamentale che gli incaricati a ruoli locali e nazionali abbiano la fedina penale pulita... purtroppo solo così in un paese come l'italia si può far Politica oggi