Fiat, Marchionne ai manager "Manterremo gli impegni, ma da soli è impossibile"

L'ad ai dirigenti del Lingotto: "Non mollate, ma dobbiamo ripensare il modello di business". E chiede un aiuto a Italia e Ue: "Servono azioni per recuperare competività nazionale"

"Noi ci impegniamo a fare la nostra parte, ma da soli non possiamo fare tutto". Così Sergio Marchionne torna sugli investimenti della Fiat in Italia e sulle polemiche che hanno scaturito. Già qualche giorno fa l'ad del Lingotto aveva imputato alla crisi il calo della produzione degli stabilimenti italiani, ma in molti lo hanno accusato di cercare una scusa all'abbandono lento del Paese da parte dell'azienda torinese.

"È necessario iniziare da subito a pianificare azioni, a livello italiano ed europeo, per recuperare competitività nazionale", ha però ribadito oggi ai dirigenti Fiat, ai quali assicura: "Non ho mai smesso di occuparmi della Fiat e
non ho intenzione di farlo. Non ho alcuna intenzione di abbandonarvi". Oltre ad un aiuto da parte dell'Italia, però, Marchionne chiede una mano anche all'azienda: "Dobbiamo ripensare il modello di business al quale siamo abituati".

Sul piano per l'Italia aggiunge: "Possiamo e dobbiamo pensare al settore dell'auto in Italia con una logica diversa orientandolo in modo differente e attrezzarlo perchè diventi un importante centro di produzione per le esportazioni fuori dall'Europa che per noi vuol dire soprattutto verso gli Stati Uniti".

E Marchionne manda anche una stoccata a Diego Della Valle, che nei giorni scorsi lo ha duramente criticato: "A volte mi sono chiesto se ne valga la pena, mi sono chiesto che senso abbia fare tutto ciò per un Paese che non apprezza, che spera nei miracoli di un investitore straniero, che ci dipinge come sfruttatori incapaci. Ma poi mi sono reso conto che loro non sono la maggioranza e non sono certo la parte sana del Paese".

Commenti

papik40

Mar, 25/09/2012 - 20:32

Troppo comodo sig. Marchionne! Sappia che gli Agnelli hanno beneficiato di serie di aiuti a vario titolo e di enormi finanziamenti anche a fondo perso e "regali" tipo Alfa Romeo e Toro Assicurazioni "acquistata" da La Centrale Finanziaria (Presidente Schlesingher - Era Bazoli) per un pugno di mosche con finanziamento della Banca Popolare di Milano (Presidente Schlesingher) ripagato con la vendita del solo 15% di azioni Ras che aveva in portafoglio! Gli Agnelli hanno di fatto privatizzato gli utili e socializzato le perdite ed hanno utilizzato i nostri soldi per investire all'estero! Lei è solo l'amministratore di Fiat e nessuno può imputargli tutto ciò ma quanto meno dovrebbe sapere com'ha vissuto questa azienda e le promesse di investimento di due anni fa anche se da lei fatte sono impegni degli eredi Agnelli e quindi dovrebbero avere il pudore oltre che il senso civico di rispettare gli impegni che dovevano essere già stati rispettati! Una classe politica seria congelerebbe i beni degli eredi Agnelli almeno per i 20 miliardi promessi!

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mar, 25/09/2012 - 21:09

Insomma, questo qui vuole altri soldi, i nostri soldi. Il resto sono chiacchiere da imbonitore.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 26/09/2012 - 01:14

Marchionne ha rimesso in piedi la FIAT e cosa succede in Italia? Anziché apprezzare il suo impegno, ci sono i soliti "so tutto io" come Della Valle e la Camusso che vogliono insegnargli come si conduce l'azienda. Dico a questi due: ANDE' A CIAPA' I RATT.

ron

Mer, 26/09/2012 - 07:18

marchionne se non sei in grado di creare nuove macchine dimettiti molla impara dalla apple oggi è l' hi phone 5 e voi in fiat cosa create? Niente solo soldi dallo stato volete meglio le auto coreane e giapponesi che una fiat vecchia è stantia. Questo significa che siete stagnanti e non innovatori se avete le palle esporte come fanno gli altri per vendere macchine ci voglio palle d'acciaio. Capito Marchionne? Anche se capisco l'inefficienza degli operaio che chiedono solo diritti senza corrispondere ai doveri che hanno verso l'azienda che gli da lo stipendio per mangiare e pagare le bollette ma chi ha firmato il nuovo contratto devono avere un chance di dimostrare che sono l'azienda e non esecutori mica sono la FIOM OSAMarchionne OSA Cazzo

MMARTILA

Mer, 26/09/2012 - 08:35

E aridacce, amo capito che voi li sordi! Noooneeee, niente da fare, o sopravvivi con le tue forze o muori. Ribadisco: della FIAT non mi frega niente...intanto comincino a "destipendizzare" i vari Buffon, Chiellini, Bonucci, Pirlo, Quagliarella ecc.. ecc..; Ma fatemi capire, non hanno palanche de investire e sperperano nel calcio? Che pagliacci.

elalca

Mer, 26/09/2012 - 08:43

Bravo Marchionne, vai avanti così e non perdere tempo a rispondere allo scarpettaro ignorante e presuntuoso.

Ritratto di unLuca

unLuca

Mer, 26/09/2012 - 08:46

Signor Marchionne sia più esplicito, chi deve fare cosa ?

bobsg

Mer, 26/09/2012 - 09:19

Quali impegni? Quelli di fare finalmente macchine decenti?

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 26/09/2012 - 09:27

Mi sembra che di azioni tu ne abbia già avuti tanti, soprattutto di soldi.

Gioortu

Mer, 26/09/2012 - 10:20

Basta aiuti di stato alla Fiat e alla famiglia Agnelli.

killkoms

Mer, 26/09/2012 - 11:12

@fritz1966,mi dici quando marchionne ha avuto soldi pubblici?gli agnelli sono una cosa,marchionne un'altra!e se non era per l'idea di marchionne di sbarcare in america,fiat si sarebbe ritrovata nelle stesse condizioni di peugeot:chiudere fabbriche e licenziare!

marvit

Mer, 26/09/2012 - 11:33

fritz1996. E tu i soldi non darglieli .Tieni duro.Fatti furbo

tziubakis

Mer, 26/09/2012 - 12:01

E già, da soli é impossibile. Come sempre, deve pagare pantalone. Del resto, la Fiat é sempre vissuta così, alle spalle altrui. Perché la Fiat é la Fiat, mica l'Alcoa. Sono le aziende padane ad aver ridotto l'Italia a mal partito.

Willy Mz

Mer, 26/09/2012 - 12:19

poverino... non bastano le tonnelate di soldi che sono arrivate in fiat negli ultimi anni? quante ne servono ancora per evitare di andare all'estero?

FABRI60

Mer, 26/09/2012 - 12:20

SONO DISGUSTATO DAI COMMENTI ANTI ITALIANI E SOLO ESTEROFILI. PRIMA DI DIRE CA@@ATE ANDATE SU YOU TUBE O SUL SITO UFFICIALE FIAT E SENTITEVI L'INTERVENTO DI IERI, SE AVETE CERVELLO RAGIONATE E NON CON QUELLO DI CAMUSSO & CO. VIVA L'ITALIA, VIVA I LAVORATORI ITALIANI CHE NEL MONDO SONO INVIDIATI PER LA LORO PROFESSIONALITA'. E, CARO SIG. ROMITI, LEI CHE HA PORTATO L'AZIENDA SULL'ORLO DEL FALLIMENTO DOVREBBE STARE MOLTO ZITTO.

killkoms

Mer, 26/09/2012 - 13:15

@runasimi,l'Italia non va avanti perchè è fatta così!si critica chi risolve e produce e si premiano bancarottieri come lo svizzero che ha affossato una grande azienda italiana!

ESILIATO

Mer, 26/09/2012 - 13:20

Marchione, quando Della Valle "Bocca grande" portera la produzione in Italia gli Italiani potranno criticarti. Al momento attuale la tua sola responsabilita e' verso gli azionisti e stai facendo un grande lavoro. Grazie

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Mer, 26/09/2012 - 14:31

se non sei capace di andare avanti da solo,(aiuti ne avete avuti anche troppi) CHIUDI !

Mario-64

Mer, 26/09/2012 - 14:35

tziubakis ,questa e' la migliore in assoluto, lei deve andare a "la sai l'ultima?" Le aziende "padane" come le chiama lei hanno portato in quarant'anni l'Italia rasa al suolo dalla guerra ad essere (negli anni '80) la quinta economia del pianeta terra. I soldi la FIAT li ha avuti (come la Renault e molti altri) per portare lavoro in meridione. Se lei fondasse un'azienda a Torino ,farebbe gli stabilimenti a Palermo???

killkoms

Mer, 26/09/2012 - 15:13

@mario64,sia equanime!la fiat(non marchionne)è andata a cassino e melfi per i soldi della cassa del mezzogirorno,ma lo stabilimento di termini imerese,già sicilfiat,glie lo hanno imposto!