"Figlia gay? C'è di peggio:moglie di un marocchino"Bufera sul leghista Polledri

Il deputato leghista: "Se mia figlia fosse gay non sarei felice, sarebbe come se mi dicesse 'mi sposo con un marocchino'. Anzi, questo sarebbe peggio"

Nuova bagarre sul Carroccio. La polemica è scattata dopo la dichiarazione rilasciata dal deputato leghista Massimo Polledri alla Zanzara su Radio 24. L'esponente lumbard ha, infatti, detto che è meglio avere una figlia omosessuale piuttosto che una figlia sposata con un immigrato marocchino. Immediato lo sdegno della comunità gay. "Polledri tira fuori il peggio dell’ omofobia e del razzismo misto a ignoranza di cosa sia l'omosessualità", ha commentato Fabrizio Marrazzo, portavoce del Gay Center.

"L'omosessualità è una condizione di infelicità che può essere reversibile", ha spiegato il deputato della Lega Nord ai microfoni della Zanzara. "È una situazione di identità sessuale distonica", ha continuato Polledri facendo presente che l'omosessualità "non è una malattia", ma una situazione che richiede la consulenza di uno psicologo: "Tre su dieci poi sono stati meglio, ne traggono beneficio". Polledri, che tra l'altro è uno psicologo, ha poi ammesso: "Se i miei figli fossero gay non sarei contento, sarebbe come se mia figlia mi dicesse 'mi faccio suora' o 'mi sposo con un marocchino'. Anzi, questo sarebbe uno dei peggiori casi che possano capitare".

"Polledri tira fuori il peggio dell’ omofobia e del razzismo misto a ignoranza di cosa sia l'omosessualità", ha commentato Marrazzo accusando Polledri di "non essere degno di stare in Parlamento a spese dei contribuenti italiani compresi gli omosessuali, che a suo dire dovrebbero andare dallo psiscologo". Il portavoce del Gay Center ha poi rivolto un appello al triumviro del Carroccio Roberto Maroni e ai due neo segretari Matteo Salvini e Flavio Tosi chiedendogli di "dire se questa è la Lega 2.0" o "se prendono le distanze da questo tipo di dichiarazioni". Durissima anche la democratica Paola Concia che accusa la Lega di essere "un partito che quotidianamente cerca di riportarci all’età della pietra". L'Idv Franco Grillini, invece, ha paragonato Pollegri agli "integrlisti islamici". Anche Souad Sbai del Pdl ha chiesto all'esponente leghista le scuse: "È piuttosto triste categorizzare persone, popoli, razze, orientamenti sessuali e scelte umane per poi assommarli e farne un calderone per considerazioni fuori dalla realtà e prive di qualsiasi collegamento logico, perché intrise di una cieca volontà di esclusione sociale".

Tuttavia, anziché scusarsi, Polledri ha ribattuto che sono state decontestualizzate "strumentalmente dichiarazioni vecchie di una settimana, espresse in un contenitore paracomico come quello della Zanzara". Secondo il deputato della Lega Nord, è "il peggior uso che si può fare di una seria e importante professione come quella giornalistica". "Vedere inoltre - ha concluso Polledri - che vecchi spezzoni di frasi, estrapolate da un discorso più complesso, monopolizzino la discussione odierna è la dimostrazione dell’attuale povertà di contenuti nel dibattito politico e sociale".

Commenti

poli

Lun, 04/06/2012 - 15:59

Embe' dove lo scandalo?

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 04/06/2012 - 16:00

in effetti ci sarebbe di che recriminare: usi, abitudini, tradizioni,cultura e spesso anche religione molto differenti: ma credo che anche li ci possa essere, anche se raramente, qualcosa di buono: quindi non facciamo di ogni erba un fascio: negli anni cinquanta e sessanta, anche noi italiani in germania eravamo considerati alla pari dei marocchini: a lei tedesco di pensiero, sarebbe piaciuto se sua figlia tedesca avesse sposato un italiano? ? Il nostro Massimo Pulledri, con la sua intelligenza non fa onore alla cultura ed alle tradizioni italiane ed anche a lui dobbiamo dire perche crisi o non crisi ci sono personaggi di origine nord africana in grado di insegnarci qualche cosa

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 04/06/2012 - 16:02

a pulledri sicuramente ci penserà la nuova lega

albi61

Lun, 04/06/2012 - 16:08

Alzi la mano chi vorrebbe la propria figlia sposata con un marocchino, magari anche integralista fondamentalista. L'ipocrisia in Italia regna sovrana e più nessuno riesce a dire pane al pane e vino al vino. F... ulo tutti i politicamente corretti che non si rendono conto che piano piano stiamo perdendo dignità, identità ed onore.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Lun, 04/06/2012 - 16:33

allora. prima era meglio un marocchino di un terone, poi meglio gay che marocchino, la lega si evolve, con tutti i leccacuspidi che han tirato dentro negli ultimi 12/13 anni, pochi graffiti e tante cravatte da figli di ex qualcosa nelle istituzioni e amministrazioni...basta dire che la psicoanalisi è stata inventata da un cocainomane in fattanza per spiegarti il mestiere di questo qua, che cmq ha ragione sulle statistiche e su possibili interventi di supporto psichiatrico su individui gay, questa è scienza mica razzismo o omofobia, meglio gay che marocchino. per me è meglio comunista che bustocco, come la mettiamo?

Cinghiale

Lun, 04/06/2012 - 16:40

Figlia lesbica o figlio finocchio? E' una fatto di natura non una malattia, non c'è niente da dover fare, credo che gli si voglia bene in ugual maniera. Figlia sposata ad un marocchino? Ci sono coppie che funzionano, altre che si ritrovano con i figli rapiti e portati nei paesi d'origine del padre senza la minima possibilità di vederli, i governi non aiutano per niente. Mogli e buoi dei paesi tuoi! è un detto che si è sempre usato, anche se Monti spinge per andare all'estero penso si possa continuare ad usarlo. La polemica che si si è sviluppata intorno a questo "caso", assolutamente sterile.

Ritratto di AlbertodaLecco

AlbertodaLecco

Lun, 04/06/2012 - 16:42

Premesso che condivido, quello che non mi è chiaro è se in Italia esiste o meno la libertà di opinione. Non si può dire? In base a quale legge? E se esiste la legge in oggetto, non vi sembra che somigliamo alla Unione Sovietica ante caduta del muro di Berlino? Ma almeno si può pensarlo o anche quello è vietato?

Ritratto di ennio.santoro

ennio.santoro

Lun, 04/06/2012 - 16:52

i soliti italiani ipocriti......lo pensate tutti ma fate i finti perbenisti.....non ha tutti i torti ....anzi

albertzanna

Lun, 04/06/2012 - 17:09

egregio sig. (chiamarla Sig. non è offensivo, vero?) Marrazzo. Non vi viene in mente di fare un pensierino sul perchè il Polledri se ne sia venuto fuori con quella considerazione? Già avere una figlia sposata con un marocchino (generalizzando, è ovvio), oggi come oggi, darebbe pensieri a qualunque padre italiano che abbia a cuore la propria famiglia, ma ci sono tantissimi padri e madri che, piuttosto di quella eventualità, dicono che non troverebbero da ridire sui gusti sessuali anomali di un figlio, o una figlia, ma in effetti non è così. Ma vi è difficile capire che noi, al contrario di ciò che affermate con la vostra propaganda fide, siamo quelli "normali". Tentate di capirlo, e nessuno dirà più che è preferibile avere in casa un omosessuale, piuttosto che un genero marocchino. L'uso del buon senso non è vietato dalla legge, per voi......

Ritratto di Dulcamara

Dulcamara

Lun, 04/06/2012 - 17:10

1^ Parte - Essere gay non è né un vizio né una malattia: E’ una condizione di diversità e basta. I gay, maschi o femmine, così come i transessuali, hanno tutti i diritti di questo mondo, come tutti gli altri. Purtroppo non è sempre stato così e in alcune parti del mondo ancora non è così. C’è ancora molta gente, e ce ne sarà ancora purtroppo per qualche generazione, che pensa che questa diversità sessuale, forse perché non può avere figli, sia un difetto o una menomazione. Siccome i gay debbono vivere in mezzo alla gente, e in mezzo alla gente ci sono anche quelli con la retrograda mentalità di cui sopra, è ovvio che in qualche caso possano essere oggetto di discriminazione da parte di questi mentecatti. Pare quindi logico che, vivendo nel mondo che c’è e non in quello che ci piacerebbe che ci fosse, un genitore possa preferire che un figlio o una figlia non corra il rischio di subire queste brutte cattiverie.

passatore

Lun, 04/06/2012 - 17:18

#2 gpl_srl@yahoo.it le posso assicurare che da questo tipo di persone non devo imparare niente parli per lei con cordialità

rossini

Lun, 04/06/2012 - 17:18

Quanta ipocrisia in giro. Il Leghista ha detto solo la pura la verità. Solo un masochista potrebbe essere contento di avere la propria figlia sposata ad un islamico, marocchino o palestinese che sia. Ma lo sapete che secondo gli islamici le donne non hanno diritti? Che i figli appartengono al padre il quale può educarli come vuole e soprattutto può educarli ad una religione che predica l'odio e l'intolleranza? Che, se il padre decide di ritornarsene nel proprio paese portandosi i figli, lì non vi è giudice che tenga che possa restituirli alla madre perché si applica la legge islamica? E un padre dovrebbe essere contento? Ma quando capiremo che con questo buonismo ci stiamo scavando la fossa?

eglanthyne

Lun, 04/06/2012 - 17:24

W la SINCERITA' !

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Lun, 04/06/2012 - 17:29

Signor #7 AlbertodaLecco, guardi che nemmeno nell'Islam esiste la legge che vieta vendette sanguinarie ai nostri lavoratori all'estero. Come sembra a Lei questo fatto? Democrazia?

Lu mazzica

Lun, 04/06/2012 - 17:23

Un padre Italiano dice : "" Io non sono contento se mia figlia ...... "" Un padre Marocchino dice : "" Io ordino a mia figlia di NON ...... "" La differenza è enorme , come il giorno e la notte con il buio completo , solo DIVIETO !!!!! Rgds., Lu mazzica

filger

Lun, 04/06/2012 - 17:34

Ha perfettamente ragione.

MMARTILA

Lun, 04/06/2012 - 17:32

Beh, è la verità... un marocco in casa mia? MAI!!!

Imbry

Lun, 04/06/2012 - 17:34

E questa sarebbe una bufera? E ******* i soldi della gente con regali, cene e viaggi come si dovrebbe chiamare? Chi di voi farebbe sposare la propria figlia con un marocchino o tunisino? Ma stiamo scherzando? Così è obbligata a mettersi il velo e a comportarsi da cagnolino piuttosto che da donna emancipata! è una questione di cultura, non di razzismo. Da loro la donna vale meno di zero, perchè dovrei dare "in pasto" mia figlia? Concordo, meglio gay che sposata/fidanzata con un marocchino.

Ritratto di Stefano251

Stefano251

Lun, 04/06/2012 - 17:35

E' il suo pensiero, si può essere d'accordo o no, ma bisogna rispettarlo. Chi vuole fare della sterile polemica la può fare, ma per me è solo uno sciocco. Neanche io sarei felice IN PRIMA BATTUTA se mia figlia sposasse un marocchino, magari, come giustamente osservato, musulmano ultraortodosso. E non sarei nemmeno felice se mia figlia, un giorno, venisse da me a dirmi: sono gay. Dovrei PRIMA capire qualche cosa in più, prima di darle la mia benedizione. Se il marocchino in questione è una persona che ama e rispetta mia figlia e la tratta alla pari di se stesso, come dovrebbero fare tutti gli uomini, allora ok. Se mia figlia scopre di essere gay, vorrei essere sicuro che lo sia convintamente, perché raramente si nasce gay e lo si accetta, molto più spesso lo si scopre DOPO, anche soffrendo parecchio. Ci sono parecchi studi in merito ed altrettanta ipocrisia tra gli psicoterapeuti, sempre interessati al politically correct ed a vedere tutto "normale".

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Lun, 04/06/2012 - 17:36

caro leghista,posso dirtelo con tutta franchezza: se questi sono i tuoi referenti sarai sempre perdente , ché avere una figliola "gay" oppure un genero marocchino non è un dramma, inoltre, con un genitore simile è più probabile un "integralismo fai-da-te" congenito, pure ( ! )dove il problema non è il genero od i gusti lesbo anzi ché no!!!Voglio invitare ancora chi ha voiglia di ascoltarmi a non credere in coloro che ti dicono ciò che vuoi sentirti dire col solo scopo di fare proseliti per poi abbandonarli alla ventura: questi sono da porre molto più a valle di quell'improbabile marocchino!

lupok21

Lun, 04/06/2012 - 17:37

Bravo, la penso anch'io così, meglio un figlio gay che essere sposto/a con un marocchino o con un arabo in generale.

Izdubar

Lun, 04/06/2012 - 17:41

Ma questi gay hanno per caso la coda di paglia? Attenzione, perché in estate può accendersi per autocombustione! Mi sembrano feroci fautori del P.U.O. (Pensiero Unico Omologato). Ma andate a ramazzare il mare, e smettela di rompere!

maan

Lun, 04/06/2012 - 17:46

Altro che pugnette : ha ragioooneeeee !!!!!

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 04/06/2012 - 17:47

Purtroppo e' vero, chiedete alla idiote finite spose di qualche islamico che trattamento gli riserbano.

jakelamotta

Lun, 04/06/2012 - 17:54

anche io, come questo leghista, sarei ben felice di accettare una figlia lesbica o un figlio gay. Ma se mia figlia volesse sposare un musulmano integralista, certamente mi opporrei. Ma non confondiamo marocchino con musulmano integralista.

Ritratto di Tristano

Tristano

Lun, 04/06/2012 - 17:54

Come mai voi "bananas" da un po' di tempo a questa parte fate finta di scandalizzarvi per le sparate della Lega ? Ne hanno dette di ben peggio negli ultimo 10/12 anni quando erano vostri alleati. Allora giustificavate tutto pur di avere il loro sostegno alle decine di leggi porcata votate per salvare le Aziende e salvare dal carcere al vostro idolo Berlusconi insieme ai suoi leccapiedi parlamentari. Bravi ! Stimatevi ! Cosa state cercando ? Di rifarvi una verginità ? Patetici

Raoul Pontalti

Lun, 04/06/2012 - 18:06

Se avessi una figlia lesbica che sposa un marocchino sarei felicissimo perche: 1) vorrebbe dire che ho una figlia, 2) il marocchino con il suo manico mi convertirebbe la figlia a sani istitni sessuali, 3) con comodo potrò pensare a rendere vedova mia figlia.

Ritratto di lettore57

lettore57

Lun, 04/06/2012 - 18:08

mi associo con tutti quelli che pensano ed hanno il coraggio di dire che: .... è normalissimo quello che dice il tizio... io aggiungo: non avrei problemi ad avere un figlio/a gay; avrei molto (ma molti) piu problemi ad aver una figlia sposata con un marocchino da leggersi .. islamico. qualcuno pensa che codesto modo di pensare sia razzista? è un problema di chi lo pensa non certo il mio in quanto sono in pace con la mia coscenza

giovanni PERINCIOLO

Lun, 04/06/2012 - 18:13

Il padre italiano non é contento se sua figlia sposa un musulmano e lo posso capire. I politicamente corretti mi spieghino invece come giudicano il padre musulmano che molto più semplicemente uccide la figlia piuttosto che darla in matrimonio a un infedele! Capisco il padre che non é contento di avere una figlia gay e i gay sotutto mi spieghino perché dovrebbe essere invece contento. Un genitore potrà col tempo farsene una ragione e accettatre la situazione, pretendere che ne sia felice mi sembra troppo. Forse dallo psicologo, meglio dallo psichiatra, dovrebbe andarci il signor Marrazzo con tutta la confraternita. Il rispetto é dovuto a tutti, pretendere addirittura che l'omosessualità diventi un modello da seguire é pura follia!

italo zamprotta

Lun, 04/06/2012 - 18:17

E questo qui è un neuropsichiatra e un parlamentare italiano.Magnifico!Non rispetta la diversità e nemmeno le scelte dei figli.Tra l'altro ha criticato anche l'eventuale scelta di una figlia che vorrebbe diventare suora!Costui ha ancora molto cammino da fare per diventare un uomo e capire veramente la vita umana.Del resto della sua catagoria professionale(neuropsichiatri,psichiatri,psicoanalisti,etc.)ho sempre avuto un'dea molto precisa,che lui oggi mi ha ulteriormente confermato.

Maurizio.D

Lun, 04/06/2012 - 18:27

... ma no, purtroppo, a Polledri forse non è stato mai detto ciò che avrebbe dovuto pensare e dire ... oggigiorno, sono gli altri che ti dicono ciò che devi pensare, finanche della tua famiglia e di te stesso. Se Polledri avesse detto: "... avrei desiderato una figlia gay ed inoltre sposata con un marocchino", allora si sarebbe espresso bene - c'è da dire che qui il termine marocchino è usato impropriamente, comunque non in maniera offensiva da indicare l'etnia nera ... Massimo Polledri, credo, abbia usato il termine marocchino per intendere un islamico, ma comunque è cosa saputa che gli islamici sono culturalmente, eticamente, moralmente, intelletivamente superiori agli occidentali o meglio al gruppo umano appartenente all'etnia bianca cristiana, basta guardare la loro storia, del resto loro sono illuminati dal profeta, di rango molto più elevato del nostro povero Gesù Cristo. Di questo passo, fra qualche anno, ci consegneranno il manuale del buon pensatore, su cui formarci. Saluti.

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Lun, 04/06/2012 - 18:29

Va da se, ma è meglio aggiungere ,tanto per chiarire: e se quel genero fosse un leghista? Pare che il "vostro" trota se la spassa da quelle parti ( in marocco), col "vostro" denaro.-

MMADRID

Lun, 04/06/2012 - 18:39

L'omosessualità e curabile,il signor Marazzo parla dell essere gay come di una cosa bella che rende felici e procura gioia,il contrario e vero,rende infelici cancella la voglia di vivere e costa pure un sacco di soldi a tutti i contribuenti...

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 04/06/2012 - 18:41

triste se per la lega, oltre alle paghette, ci sia da sopportare anche le stupide affermazioni di un povero mentecatto che è addirittura deputato eletto in parlamento da un partito. Penso che qualcuno,i alla lega, si occupi di lui

DesdOty

Lun, 04/06/2012 - 18:52

Un figlio gay non sarebbe un problema, un figlio innamorato di un islamico - uomo o donna - lo sarebbe moltissimo. Concordo.

Ritratto di scriba

scriba

Lun, 04/06/2012 - 19:04

LIBERTA' DI PENSIERO. Sono assolutamente della stessa idea di Polledri e rivendico la libertà di pensiero e la libertà di manifestarlo senza che i vari codazzi del (non)pensiero unico si permettano di linciare chiunque non la pensi come loro. I veri razzisti sono quelli che si accodano e non osano condannare un padre che ammazza la propria figlia pur di impedirle di sposare un occidentale. Viva la vera differenza.

Albert1

Lun, 04/06/2012 - 19:18

@ #26 Tristano Bla bla bla ...... zzzzz ..... e ancora bla bla .... per dare aria ai denti ... Cosa stai cercando? L'offesa? Trovata, Kompagno Imb.eci.lle!

Ritratto di Tora

Tora

Lun, 04/06/2012 - 19:16

Se davvero siamo in un paese libero, allora il Sig.Polledri, può esprimere un suo pensiero. Lo fa oltretutto con cognizione di causa. La differenza sostanziale tra le nostre culture, cristiana e islamica, è che nella nostra sono previste e attengono ormai al nostro modo di agire, il perdono e la carità. Non sgozzeremmo mai nostra figlia perché innamorata di un islamico, cosa che accade spesso a parti inverse. Non vorrei comunque un figlio/a omosessuale e nemmeno sposato/a con un islamico/a., e non accetto di essere rimbeccato da nessun nuovo predicatore isterico gay e mondialista. Se qualcuno ama fare il trenino dell'amore, che lo faccia a casa sua, io ho tutto il diritto di perdermi lo spettacolo.

Albert1

Lun, 04/06/2012 - 19:19

Completamente d'accordo con il Leghista. Per non sentire sempre il melenso politicamente corretto stile Kompagno Presidente Banalitano e leccate di cu.lo per amicarsi la gente "ovvia" , c'è rimasta solo la Lega. Che avrà il mio voto.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 04/06/2012 - 19:21

C e chi ripete il suo commento e chi se lo vede censurare spero no per la terza volta. Anche io la penso come Massimo Polledri.

Adelio

Lun, 04/06/2012 - 19:31

Tutti scandalizzati, tutti pensano con la testa degli altri, poi se i comunisti li prendi da soli e ci parli noti che sono i peggio. Non sopportano nessuno ad iniziare dagli exstracomunitari per finire ai gay.

tanax

Lun, 04/06/2012 - 19:54

Libertà di pensiero, d' accordisimo, ma questo quì ogni due giorni ne spara una, che abbia preso il posto di giovannardi? Certo che essere gay è triste, se ogni giorno deve sentire boiate del genere,e pretastri che pontificano(e da qual pulpito)e impregnano gli inndividui del senso di colpa(colpa delle loro pecore,si intende) ma non per loro che si autoprotteggono dai reati di pedofilia. Ma stò polledri si sarà mica laureato in Albania??? in lega di psicologo, basta e avanza la rizzi monika!!

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Lun, 04/06/2012 - 19:49

Perfettamente giusto, tranne che invece che marocchino avrebbe dovuto dire mussulmano. Meglio libera e come pare a lei che schiava di uno di quegli zulù che da noi fanno peggio che a casa loro.

Albi

Lun, 04/06/2012 - 19:51

Vorrei tanto vedere la faccia di tutti gli intellettuali progressisti, aperti, democratici ed interculturali se la loro adorata figliola si presentasse casa col marocchino....

laura

Lun, 04/06/2012 - 19:56

Come lo capisco!! Il fatto e' che il politically correct ha, praticamente, tolto la libertà' di espressione. Non si può' più' dire quello che si pensa. E' assurdo!!

Ritratto di TizianoDaMilano

TizianoDaMilano

Lun, 04/06/2012 - 20:04

Va bene tutto purchè il figlio o il genero non sia comunista!

nonmi2011

Lun, 04/06/2012 - 20:20

Dai, diciamo la verità; per un genitore normale avere un figlio gay è sopportabile, così come avere un genero marocchino. Per un genitore normale la cosa veramente insopportabile, sarebbe avere un figlio come polledri. Ma, per fortuna, a parte lui, alcune decine di capre leghiste ed alcune decine di bananas berlusconiani, di figli come lui in italia ce ne sono pochi. Per fortuna.

aspide007

Lun, 04/06/2012 - 20:32

@- Premetto che per me tutti gli esseri umani, senza distinzione di razza, religione, ideologia politica, professione, attività lavorativa ecc., sono sullo stesso piano. La cosa che mi infastidisce enormemente è il modo di atteggiarsi a "vittime" di certuni che siano gay, trans, gente di colore, zingari, mussulmani, ebrei, malati affetti da aids, tossicodipendenti, brutti, belli, ecc., allorquando, per i motivi diversi da quella che è la loro condizione, non ottengono ciò che chiedono. Analogo fastidio lo provo allorquando chicchessia fa esibizionismo del proprio stato, sfilando in pubblico con abbigliamento che personalmente non condivido, come ad es. nei gay pride.

Il_Presidente

Lun, 04/06/2012 - 20:39

ha perfettamente ragione. E questo maledetto "politically correct", assieme al canceroso buonismo xenofilo che stronca sul nascere ogni (legittima) opinione denigratoria verso la feccia africana che ci siamo presi in casa a carrettate, mentre i paesi seri selezionavano immgrati di valore, benestanti, professionali ecc ecc.

swiller

Lun, 04/06/2012 - 20:58

Se questa è la sua opinione ha fatto bene ad esprimerla.

gibuizza

Lun, 04/06/2012 - 21:20

Basta sceneggiate! Perché una persona non può dire che, tra le tante varietà di esseri umani, preferisce una categoria ad un'altra? Perché è disgustoso dire che non mi piacciono i marocchini, per cultura, abitudini, modi di pensare, e invece posso dire che non mi piacciono gli statunitensi o gli australiani? Quando certi deficienti parlano degli italiani sono sicuramente molto più razzisti del sig. Polledri quando parla dei marocchini, quindi non ascoltiamo più i falsi moralisti e gli sciocchi intellettuali che sono ben peggio del personaggio in questione.

voce.nel.deserto

Lun, 04/06/2012 - 21:28

Fate sposare vostra figlia ad un marocchino e poi ne riparliamo.In teoria Polledri sbaglia per fare un discorso apparentemente razzista,ma alla fine della fiera non gli si possono dare tutti i torti.L'unica via d'uscita per molte spose italiane di marocchini è il divorzio. Un mio amico aperturista si è trovato alla disperazione per anni per aver donato un fiore di figlia allo straniero nord africano. Poi si sono divorziati e la ragazza ha ricominciato a respirare.

corto lirazza

Lun, 04/06/2012 - 21:47

solito leghista grossolano e razzista. So per certo che fra i progressisti c'è la corsa per far sposare le figlie da marocchini, tunisini, albanesi....

mrkrouge

Lun, 04/06/2012 - 22:02

Perfettamente d'accordo con Polledri.

routier

Lun, 04/06/2012 - 22:19

Per il politicamente corretto è ammesso dire che non mi piacciono gli americani mentre è bieco razzismo dire che non mi piacciono i marocchini. Albert Einstein soleva dire che due cose sono infinite : l'universo e la stupidità umana. Ma sul primo aveva qualche dubbio !

MARCO45

Lun, 04/06/2012 - 22:28

Ma quanto buonismo c'è in questa Italia piena di ipocriti? Esprimere un giudizio non è reato per nessuno e poi diciamo pure la verità: sappiamo criticare quando si tratta di altri ma se fosse successo in casa vostra? Certo se nasce un figlio gay non si butta via ma è meglio che nasca a ad altri. Se vostra figlia si sposa con un marocchino che male c'è? Meglio però che non sia vostra figlia. Siamo tutti bravi ma in casa d'altri.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 04/06/2012 - 22:37

A TUTTI GLI SPIRITOSI (per la verita pochi solo 5) che quì finora hanno scritto "PESTE E CORNA" contro Polledri, AUGURO di avere un giorno una figlia, che si sposi con un PAKISTANO di quelli che la sotterrano viva in giardino. Saludos

peropix

Lun, 04/06/2012 - 23:25

effettivamente...

flashpaul

Lun, 04/06/2012 - 23:24

Ha ragione punto e basta. Ha espresso le sue opinioni modo molto pacato come era di suo diritto e in contesto non ufficiale , ma solo personale. Ipocrita chi sostiene che il matrimonio tra la propria fanciulla e un marocchino, o comunque un islamico, è un matrimonio come un altro: per la donna è solo una mostruosa trappola che la priva di qualsiasi libertà e dignità umana, che è la condizione tipica delle donne islamiche. E lo sappiamo tutti. Bello fare i liberali quando questo tipo di disgrazie toccano solo agli altri.

Ritratto di Alex Biffi

Alex Biffi

Lun, 04/06/2012 - 23:30

Ottimo Polledri, lascia che siano le figlie dei comunisti a sposare i marocchini, ottimo. Comunque anch'io sono d'accordo nel ribadire che Polledri ha ragione, ognuno può preferire un'etnia piuttosto di un altra, perchè stupirsi ed indignarsi, di cosa poi? Scommetto che anche la maggioranza dei buonisti comunistardi la pensa così, ma non osa manifestarlo per non essere tacciata di razzismo. E cosa sartà mai questo razzismo? Che male c'è a preferire la propria razza ad un'altra? Avanti, attacacte col tamburo che non esistono razze, ma solo la razza umana... balle, fate sposare vostra figlia ad un islamico o a un abbronzatone.

Raoul Pontalti

Mar, 05/06/2012 - 00:05

vodka del deserto sempre con il livello dell'alcool al livello dell'iride mi spieghi, se quello di Polledri per Te è un "discorso apparentemente razzista", cosa intendi per discorso sostanzialmente razzista?

asalvadore@gmail.com

Mar, 05/06/2012 - 01:43

Viviamo nel regno degli ipocriti, siamo tutti pieni di pregiudizi per la semplice ragione che é piú quello che non sappiamo di quello che sappiamo. Visto che la mente ha orrore del vuoto la riempiamo con opinioni, o sia pregiudizi. Non c'é niente di male nell'avere pregiudizi é la cosa piú normale del mondo e quando il leghista esprime la sua opinione sul marocchino non fa niente di piú di quando ci si minacciava, da bambimi con l'uomo nero. Le opinioni possono riflettere un mondo di possibilitá di esperienze e perció hanno mille radici che a loro volta possono originare una moltitudine di altri pregiudizi. L'unico giudizio che si puó dare su un pregiudizio é quello che deve obbedire alla norma di Papiniano "alterum non laedere".

papimax2307

Mar, 05/06/2012 - 02:13

Siamo proprio un bel paese perche' certi ipocriti nn tacciono; se dico che berlusconi il nano e' un poco di buono dedito al bunga bunga che ha distrutto il paese, che i leghisti sono da rinchiudere in una riserva come facevano le giacche blu con i nativi americani, che i compagni sono delle brave persone che vecchioni e' un bravo compagno prende lo stipendio da prof. piu' i diritti d'autore e viene invitato dal napolitano a mangiare a spese dei cittadini, per nn dire poi del villagio tale "fantozzi" migliardario a spese dei cittadini e di chi ha lavorato con lui, allora sono corretto e giusto da essere ascoltato, mentre se dico il contrario esprimendo il mio modo di vedere le cose, sono da mandare sulla forca; ho molti amici gay e nn mi darebbe fastidio un figlio/a gay, pero' mi darebbe fastidio un figlio/a che mi portasse in casa un islamico, un ebraico, perche' sono religioni sessiste.

Ritratto di LoZioTazio

LoZioTazio

Mar, 05/06/2012 - 02:36

Piuttosto che sposata a un marrocchino io preferirei che mia figlia fosse una carcerata .... perlomeno cosí una volta scontata la pena uscirebbe libera dal carcere

Ritratto di LoZioTazio

LoZioTazio

Mar, 05/06/2012 - 02:38

Meglio una figlia drogata che sposata a un mussulmano ... ché una drogata la puoi salvare mandandola a riabilitarsi in un centro di recupero, ma una sposata a mussulmano come fai a salvarla dal suo triste destino?

Ritratto di LoZioTazio

LoZioTazio

Mar, 05/06/2012 - 02:33

Peggio che sposata a un mussulmano solo se fosse iscritta al partito comunista

Massimo

Mar, 05/06/2012 - 06:46

Nè l'uno, nè l'altro. Sarebbe come scegliere tra una bastonata nei denti e un calcio nelle parti basse ...

umberto nordio

Mar, 05/06/2012 - 06:52

Mi sembra sia un suo diritto esprimere un parere ,condivisibile o meno.Ma i soliti benpensanti da strapazzo non sono certo maestri di democrazia.Spero che almeno i gay siano d'accordo.

ennio16

Mar, 05/06/2012 - 07:06

che cosa c'è di tanto strano? è quello che pensano quasi tutti i genitori italiani. Chi solleva il caso in veste "razzista" oltre ad essere un idiota è anche un grande IPOCRITA, IPOCRITA, IPOCRITA !!!

Gaza1960

Mar, 05/06/2012 - 07:17

A parole è tutto facile, tutti fratelli, tutti uguali e vogliamoci bene ma la realtà è completamente differente. Io ho 51 anni e mia figlia 31, non è sposata e etero. Se fosse gay non sarebbe il massimo ma sarebbe pur sempre mia figlia e non cambierebbe nulla. Ma il mussulmano in casa questo NO, troppo diversi da noi con usi e costumi profondamente diversi e incompatibili con le nostre abitudini di vita. Spesso vedo cose del genere e non è affatto bello vedere certe situazioni. Italiane con il velo, segregate in casa, escono solo con il marito, la famiglia della moglie non si frequenta più e se non ubbidisce la picchiano quando non finisce male come in alcuni casi. Non riuscirei a tollerare una situazione simile. Il mussulmano avrebbe la vita corta, amo mia figlia e non avrei scrupoli ad uccidere per salvarla.

Mario-64

Mar, 05/06/2012 - 07:48

Vivaddio uno che dice quello che pensa !

claudiocodecasa

Mar, 05/06/2012 - 07:52

è quello che penzano anche tutti gli altri ma sono ipocriti e per apparire meravigliosamente democratici, non lo dicono gibuizza hai ragione in pieno, non si puo più dire mi piace non mi piace, sei razzista siamo al punto in cui, una donna di un altra razza ti fà il filo ma non ti piace per essere, meraviglioso cidevi andare lo stesso, per far felice il pd e per essere democratico, una vera buffonata nevrotica

Ritratto di pipporm

pipporm

Mar, 05/06/2012 - 08:02

Si pensi invece quale sciaugura avere per padre uno come Polledri. Sembra sentire uno dei più integralisti degli islamici, invece è solo Leghista.

claudiocodecasa

Mar, 05/06/2012 - 08:07

la sinistra ne ha fatto la sua bandiera.........si è razzisti solo dicendo non mi piace, il vero comunista deve dire mi piace anche se è il contrario, si deve auto punire per il solo pensiero di aver pronunciato la parola----non mi piace-----tutto costruito a tavolino pe i beoti e per assecondare la chiesa che è la prima razzista del mondo, dato che la donna è sempre stata considerata inferiore----dato che i politici sono abituati ad essere falzi, dire cose contro natura è normale---lo siamo tutti razzisti quando si dice: che rottura di c...........ni il vicino di casa

astice2009

Mar, 05/06/2012 - 09:05

in un paese civile questo nazista starebbe gia' in carcere. Mi auguro che ci sia la giustizia popolare contro questi nazisti...

Ritratto di pedralb

pedralb

Mar, 05/06/2012 - 08:59

Auguro a tutti quelli che hanno sollevato sdegno alle affermazioni di Polledri di avere dei generi Marocchini o islamici che schiavizzino le loro figlie riportandole al medioevo ah..Ah..Ah!!!!!!!!!!!!

Albert1

Mar, 05/06/2012 - 10:50

@ #75 astice2009 In un paese civile a te non dovrebbero permettere di scrivere certe boiate. Se chi espone le proprie idee, andando incontro oltretutto anche ad un notevole successo da quello che leggo qui, viene da te considerato nazista bhè con lo stesso metro lo sei pure tu che hai detto la tua di idea. Con la differenza che quella del leghista è da molti condivisa la tua è spazzatura. Complimenti. Ritenta.

Albert1

Mar, 05/06/2012 - 11:01

@ #73 pipporm Ma li leggete i commenti? Non centra che sia leghista, a meno che tutti quelli che scrivono qui e ne condividono il pensiero lo siano. E' uno che ha espresso una convinzione che STRANAMENTE qui molti hanno. Se tu avessi avuto un padre come lui forse saresti meno Kompagno e un pò più aperto di cranio.

Albert1

Mar, 05/06/2012 - 11:09

@ #64-66 LoZioTazio Ah ah ah come non essere completamente d'accordo!! Ascoltate LoZio che ha ragione da vendere!