Finanziamento ai partiti Letta: "No a passi indietro"

Il premier: "Non faremo passi indietro sull'abolizione del finanziamento pubblico ai partiti. Il ddl che abbiamo presentato è una buona riforma. Perché bloccarlo?". Ma non tutti la pensano come lui

"Non faremo passi indietro sull'abolizione del finanziamento pubblico ai partiti. Il ddl che abbiamo presentato è una buona riforma. Perché bloccarlo?". A scriverlo su Twitter è il presidente del Consiglio, Enrico Letta, nel giorno in cui alla Camera prende il via il voto degli emendamenti al testo. D'accordo anche il Pdl. "Non facciamo scherzi sul finanziamento pubblico ai partiti, punto qualificante del programma elettorale del Pdl. Ognuno cammini con le proprie gambe. In questo momento di profonda crisi economica, considerando come tirano la cinghia gli italiani, essi non capirebbero se noi non facessimo come loro", ha affermato Daniela Santanchè.

La voce stonata si trova però all'interno del Partito Democratico. "Nei momenti di difficoltà di governo ci si grillizza e si utilizza l'argomento del finanziamento pubblico contro un indistinto partitismo. Su questo punto stiamo facendo una discussione di merito che parte dal ddl e nessuno sta cercando di rallentare. Il problema che abbiamo posto è solo quello di garantire al fianco all'abolizione del finanziamento anche la democrazia interna e la trasparenza dei partiti", ha precisato Matteo Orfini.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 23/07/2013 - 11:00

avanti tutta! anche questo è uno dei punti del programma di berlusconi :-) comunisti mafiosi, è ora che vi rassegnate a finire falliti!!

rasiera

Mar, 23/07/2013 - 11:05

Se il PD si "grillizzasse", per usare il termine di Orfini (che mai avrà il mio voto), sarebbe sui temi del risparmio dei costi della politica in sintonia con il 99,9% del proprio elettorato. Il restante 0,1% è composto dal suddetto Orfini e dai suoi colleghi.

rr

Mar, 23/07/2013 - 11:08

Questi incapaci politicanti sono interessati solo ad una cosa: arricchirsi

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Mar, 23/07/2013 - 11:09

Qualcuno si scandalizza "ci si grillizza".....è come dire: Oddio diventiamo onesti, che orrore.

guidode.zolt

Mar, 23/07/2013 - 11:12

L'importante è che il pd non si "orfinizzi"... democrazia interna e trasparenza...? un par de "ciufoli" ... brucia rinunciare al finanziamento, e che finanziamento..., ed a quello che permette loro!

Ritratto di falso96

falso96

Mar, 23/07/2013 - 11:19

"Volete essere nobili o ricchi" disse un papa agli abitanti del suo paese natio ... Immaginate cosa risposero quei paesani contadini . Oggi ci raccontano che i soldi ai partiti servono a "salvare la democrazia" .... La storia si ripete. LI VOTIAMO .. PER FARCI FREGARE!!!

procto

Mar, 23/07/2013 - 11:35

Vi siete dimenticati di citare Maurizio Bianconi, tesoriere del PDL, contrario all'abolizione del finanziamento ai partiti. Che distrattoni siete! Mi ringrazierete dopo

Maura S.

Mar, 23/07/2013 - 11:41

forza.....Italia!!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 23/07/2013 - 11:46

Enrico Letta ha tutto il mio appoggio politico e morale, in tal senso. I partiti, ed in questo ha ragione Casaleggio, fanno ormai parte della storia perchè come i sindacati, sono divenute entità troppo vetuste e non al passo dei tempi. Che che se ne dica, Beppe Grillo ha organizzato un importantissimo movimento spendendo pochissimo ed ottenendo tantissimo. Da questo punto di vista è vent'anni avanti a tutti!

Zizzigo

Mar, 23/07/2013 - 12:13

Continuano a prenderci per i fondelli!... l'imperativo è traccheggiare, ma per arrivare dove? Riempire voragini con un granello di sabbia per volta, equivale ad essere già morti!

agosvac

Mar, 23/07/2013 - 12:14

Francamente il discorso di orfini, elemento di spicco del Pd, non ha nè capo nè coda! Cosa c'entra l'abolizione del finanziamento alla politica, anzi ai partiti, che è giusta e doverosa, l'unica cosa seria del M5S, con la democrazia interna ai partiti e la "trasparenza"??? Negli Usa non c'è un finaziamento pubblico alla politica, è solo privato e strettamente sotto controllo eppure le cose funzionano benissimo.

roberto.morici

Mar, 23/07/2013 - 12:15

Considerando la destinazione dei "rimasugli" di quanto abbiamo elargito ai partiti (Fiorito, Lusi...) non sembra che rimborsi elettorali o finanziamenti siano proprio indispensabili.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 23/07/2013 - 12:18

PD e PDL,e compagnia,vi prendono ancora una volta in giro(eufemismo)!Le "donazioni" proposte in sostituzione(con detrazione),ovvero il 2 per mille,non ditemi che non sono una furbata!Questi soldi,non potevano essere impiegati per operazioni più "virtuose"?Perchè alla fine,girale e rigirela,sono "soldi" pubblici(tasse non riscosse),che vanno sempre a foraggiare i politicanti.E non venitemi a dire,che senza questi,ci perde la "democrazia"!

agosvac

Mar, 23/07/2013 - 12:20

Egregio procto, lei ha perso un'occasione per non dire cretinate! Che c'entra il tesoriere del Pdl con quella che è la linea politica del Pdl? Il Pdl è contrario al finaziamento pubblico ancor prima del M5S, che ancora neanche esisteva.

Iuchi

Mar, 23/07/2013 - 12:21

E' mai possibile che quanto fatto o progettato da altri governi anche se fatto bene ed utile non possa essere più rifatto perché a prescindere non va bene? Vedi ad esempio le case chiuse che darebbero all'Italia una veste più pulita confronto a quello che si vede per strada oggi e finalmente le lucciole pagherebbero le tasse!! In Germania pagano milioni di euro all'anno di tasse queste donne!! Poi perche Grillo ha proposto di eliminare il finanziamento ai partiti, come già stabilito da un referendum del passato, si fa una tragedia. Ma che Italia abbiamo? Solo papponi al governo e nessuno che lavora realmente per gli italiani e loro sopravivenza? La Meloni per chi vota? Non se ne parla? Perché dato che ha sempre detto in TV di essere favorevole al 100% all'abolizione dei finanziamenti ai partiti?

mauro1953

Mar, 23/07/2013 - 12:47

ma cosa ci fa Enrico Letta nel pd? è evidente che è fuori posto,lasci quel partito di vampiri ,lasci al loro squallore le varie bindi ,finocchiaro o i dalema e sopratutto bersani

MEFEL68

Mar, 23/07/2013 - 12:47

Orfini non si rende conto che con la sua frase "ci si grillizza" ha fatto l'elogio del M5S. Inoltre, non si rende conto che il desiderio di abolire il finanziamento ai partiti non è una prerogativa di Grillo, ma un'aspettativa di tutti gli italiani. Per ultimo, non si rende conto che chi siede in Parlamento sta lì per fare ciò che gli italiani vogliono e non per portare avanti ciò che vuole. E, se uno non si rende conto di niente, non è degno di stare in Parlamento. Meglio che faccia qualunque altra cosa.

roberto.morici

Mar, 23/07/2013 - 13:21

Per sintetizzare quanto scrive MEFEL68. La frase di questo Orfini è una delle più infelici sentite in questi ultimi travagliatissimi giorni.

Ritratto di Ban@nas republik.

Ban@nas republik.

Mar, 23/07/2013 - 13:34

le forza rivoluzionarie grilline che attentano alla nostra republic bananera no pasaran

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Mar, 23/07/2013 - 13:36

...Stim.mo Letta! Oltre che sul finanziamento ai partiti, necessita intervenire sui politici stessi, sui "palazzi della politica", sulla dirigenza della RAI, sui manager pubblici e anche privati, sugli evasori fiscali confiscando i beni sottratti al fisco ecc.= Se poi ci tiene alla poltrona, lasci le cose come stanno.

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 23/07/2013 - 14:01

Tutta scena. Se ci sarebbe la voglia si farebbe una legge in poco tempo .Come quella che permise agli ebrei italiani di votare nel 1996 di lunedi, tutto in 24 ore.

procto

Mar, 23/07/2013 - 14:08

Gentile agosvac! Il PDL ha (o ha avuto) nel suo programma tanti bellissimi progetti. L'abolizione del finanziamento ai partiti insieme alla abolizione delle provincie, al ponte sullo stretto, alla cancellazione dell'IMU, al milione di posti di lavoro. Quanti di questi buoni propositi, perfetti slogan per la campagna elettorale, sono stati realizzati? Se si scrive un articolo sul finanziamento citando Orfini, mi pare sensato citare pure Bianconi che la pensa allo stesso modo, e non è esattamente l'ultima ruota del carro.

rasiera

Mar, 23/07/2013 - 14:36

MEFEL68, il tuo bel post delle 12:47 andrebbe stampato a lettere cubitali ed esposto davanti Montecitorio.

Azzurro Azzurro

Mar, 23/07/2013 - 14:39

licenziate il 90 per cento dei valletti della camera che sono 1551 + i 26 assulti dalla boldrini per spolverare i libri. costo 1 milione l'anno. Adolf hitler ci sei?

mauro1953

Mar, 23/07/2013 - 16:18

non dimentichiamoci degli insegnanti che hanno una media di 8 studenti a testa ed un orario settimanale di 22 ore alle elementari e di 18 alle medie ed alle superiori,inoltre dalla metà del mese scorso sono a casa pagati e ci resteranno fino più o meno sino al 10 settembre tacendo per pudore delle feste a natale/pasqua/carnevale e delle ripetizioni date rigorosamente in "nero"

tiptap

Mar, 23/07/2013 - 17:23

Anche qui ci stanno prendendo per i fondelli, come dopo il famoso referendum: non fanno altro che togliere il finanziamento attuale per sostituirlo con un altro ancora piú vantaggioso per loro...!!! C'è una sola cosa che dovrebbero fare e non faranno: MENO TASSE, PER TUTTI! E che l'Europa s'attacchi... Tutto il resto è pura violenza dello stato-padrone.

tiptap

Mar, 23/07/2013 - 17:26

Ma avete visto in cosa consisterebbe questa cosiddetta eliminazione del finanziamento? A prendere piú soldi di prima, in modo diverso. Ma gli italiani ormai si bevono tutto...

MEFEL68

Mar, 23/07/2013 - 18:43

Gli italiani non vogliono che si cambi il modo di riscossione del finanziamento ai partiti, ma che questo venga abolito o drasticamente ridotto. Risulta che nella ricca Germania, i partiti riescono a fare tutto senza rubare con € 0,75 per voto utile, mente in Italia ai partiti vanno € 5 per voto utile. Cioè, 6 volte di più.

moshe

Lun, 16/09/2013 - 16:24

Questo continua a vomitare parole in merito ma da quando è al governo il discorso è sempre al palo. E' riuscito a legiferare mille idiozie, compresa quella che porta via lavoro agli italiani anche nell'ambito dei posti pubblici, ma le cose veramente importanti continua a rinviarle. Incapace e buffone.