La fine del Senato e la tragica indifferenza di Grasso

Ciò che stupisce e annichilisce nella miseria delle assemblee legislative, con i loro mediocri presidenti, è l'assoluta mancanza di reazione alla proposta di abolire il Senato

Desta in me grande stupore la reazione indignata e aggressiva di Usa e Ue contro il referendum per l'annessione della Crimea alla grande madre Russia. Che diritto hanno americani ed europei d'interferire sulla legittima autodeterminazione di una popolazione sul suo destino e sul suo futuro? Il 96% dei cittadini che ha votato ha diritti che nessuno ha il diritto di negare. Un'interferenza di grandi potenze sembra volere indicare una misura di polizia internazionale per garantire un ordine iniquo, precostituito e immutabile.

La cosa è tanto più risibile (e infatti Putin l'ha ignorata) se si pensa che la Crimea fu regalata all'Ucraina non in seguito a una decisione democratica e con altro referendum, ma per volontà autocratica di un presidente dell'Unione Sovietica, comunista (anche se dal volto buono), come Kruscev. L'arbitrio fu allora, non oggi. E l'America e l'Europa nulla poterono. Perché intervengono oggi quando i cittadini della Crimea si riconquistano liberamente, e non per imposizione della Russia, il diritto a decidere del loro destino?

***

Ciò che stupisce e annichilisce nella miseria delle assemblee legislative, con i loro mediocri presidenti, è l'assoluta mancanza di reazione alla proposta di abolire il Senato. Non ostacola o corregge le decisioni della Camera: le discute e le integra, con la stessa simmetrica funzione del secondo grado nei processi penali. Sarebbe ingiusto rinunciarvi per ricorrere subito al giudizio di regolarità formale della Cassazione. Nessuno ha speso una parola, neanche il presidente del Senato Pietro Grasso, per difendere la dignità dell'istituzione e la sua non marginale attività. L'accettazione incondizionata della sua eliminazione è una testimonianza di barbarie e di anti parlamentarismo.

***

Mi divertiva, qualche giorno fa, sentire il giornalista del TgLa7 Andrea Pancani dire che «Renzi avanza a spron battente», formula mai sentita perché forse è eufemistica rispetto alla corrente (e corretta) «spron battuto». Lo sprone, nella corsa, può solo essere battuto (dal piede, s'intende), non «battente»

***

Chiedo che la magistratura apra formalmente una indagine per verificare l'operato dell'ex viceprefetto di Trapani, Giuseppe Ranieri, capo della Commissione di accesso agli atti nel Comune di Salemi, in base alla cui relazione il ministro dell'Interno Anna Maria Cancellieri nel marzo 2012 ha chiesto e ottenuto lo scioglimento del Consiglio comunale. Tanti, infatti, sono i dubbi su di lui, sulla base degli atti di una inchiesta del 2012 della Procura di Reggio Calabria che ha accertato i suoi inquietanti rapporti con soggetti appartenenti alla 'ndrangheta. Il nome di Giuseppe Ranieri esce in numerose intercettazioni telefoniche in una delle quali è sorpreso (come scrive il gip Barillà nelle carte dell'inchiesta Ada) a discutere dell'assegnazione di appalti e della spartizione di profitti con Giovanni Tripodi jr, affiliato alla cosca di Melito Porto Salvo. L'ex viceprefetto di Trapani è attualmente in servizio al ministero dell'Interno. Ha qualcosa da dire il ministro Angelino Alfano?

press@vittoriosgarbi.it

Commenti

nino47

Dom, 23/03/2014 - 07:53

Perche' chi scrive certi articoli si nasconde senpre dietro il nome "redazione"???

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 23/03/2014 - 09:32

Forse non si è reso conto che in Italia dentro le istituzioni ci finisce la peggior congrega di farabutti che si possa rastrellare in questa disgraziata nazione.

Klotz1960

Dom, 23/03/2014 - 09:43

Per cortesia, siamo tutti capaci di scrivere pensieri a spasso, saltando di palo in frasca. Risparmiateceli, e sopratutto non chiamateli aforismi.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Dom, 23/03/2014 - 10:02

Egregio Vittorio Sgarbi, nessuno ha mosso un dito alla proposta di abolizione del Senato, perché nelle intenzioni sarà una camera composta da nominati dei sindaci italiani e quindi la sinistra spera di metterci tutti o quasi tutti uomini di sinistra. Al di là che vedere la Camera più alta della Repubblica nominata dagli ultimi amministratori di paese fa paura, fa paura anche la sinistra che occupa (cerca di occupare)pure l'intera assemblea del Senato. Non riesce a vincere neanche se corre da sola e allora bara, cambia le regole (lei può, gli altri no!), fa saltare il tavolo, fa la malora pur di riuscire a vincere. La lasci fare, che tanto non è la sinistra che comanda (Grasso, per esempio, sa bene chi è che comanda...per forza che tace). In definitiva, la sinistra crede di comandare e noi ci facciamo quattro risate.

Ritratto di bobirons

bobirons

Dom, 23/03/2014 - 10:05

Commento solo uno degli assunti di Sgarbi (non redazione egregio nino47), del quale apprezzo solo, anche se grandemente, la conoscenza storico culturale dell'arte. Perchè dovrebbero antagonizzare od anche solo "fare le pulci" ad un iter che la stragrande maggioranza dei cittadini auspica da tempo ? Perchè non correggere una carta costituzionale che, nata male, oggi si rivela più che anacronistica con i tempi che corrono ? Non sono certo ammiratore ne di Grasso ne della Boldrini ma certo lasciare che questa iniziativa abbia il suo corso, auspicabilmente positivo, mi sembra mostrare il minimo di quel senso civico di cui molti concittadini e moltissimi politici mancano.

edo1969

Dom, 23/03/2014 - 10:37

Per une volta sono (su quasi tutto) d'accordo con sgarbi, ma che non si preoccupi: più passa il tempo e più gli annunci di renzi assomigliano a bolle di sapone, a quello dell'abolizione del senato nessuno ci crede più.

Nebbiafitta

Dom, 23/03/2014 - 10:57

Grasso non commenta per la semplice ragione che il Senato non verrà abolito e nessuna riforma sarà approvata. Dove è andata a finire la tanto decantata riforma elettorale approvata alla camera? Mi sa che anche Renzi come i suoi predecessori, parla tanto ma conclude poco. E' il complesso iter legislativo che è collassato e non è più in grado di funzionare, come del resto era stato previsto da Berlusconi. E' interesse di tutti i partiti cominciando da quelli micro, bloccare tutto per non approvare niente al fine di non perdere i benefici di cui godono.

vince50_19

Dom, 23/03/2014 - 11:12

Sgarbi, sono daccordo con quel che lei afferma in questo articolo ben impostato e svolto con perizia, senza troppa acredine. Solo la pregherei di non "salire in cattedra" per dare lezioni di lingua italiana a quel tizio: è tempo perso..

Ritratto di fabiobonari

fabiobonari

Dom, 23/03/2014 - 11:28

Per quanto riguarda la Crimea, l'Occidente è scandalizzato perché la secessione, a differenza delle guerre civili arabe, non l'ha fomentata lui, e bombardare la Russia sarebbe più pericoloso chespianare la Libia. Circa il senato, nessuno reagisce perché sanno che ci sono ottime probabilità che la sua soppressione, come quella delle province, resti solo una promessa.

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Dom, 23/03/2014 - 11:32

"Nessuno ha speso una parola, neanche il presidente del Senato Pietro Grasso, per difendere la dignità dell'istituzione e la sua non marginale attività". I motivi sono due. Primo: il senato non sarà mai abolito. Secondo: nella malaugurata circostanza che si giunga, per le imperscrutabili vie del Signore, alla abolizione del senato, si aprirà, in qualche modo, un'altra bettola per dare lautamente da mangiare agli ex senatori, agli aspiranti senatori, ai loro congiunti più o meno legittimi, ai loro tirapiedi ed al numeroso e ben retribuito personale di "alto profilo" che sfogna giornalmente dal senato così come dagli innumeri palazzi di tante inutili e vergognose istituzioni.

scipione

Dom, 23/03/2014 - 12:15

Grasso," mediocre presidente"? Sgarbi sei troppo ma troppo buono.

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Dom, 23/03/2014 - 12:30

edo1969 Lei ha ragione,infatti venerdì 28 marzo 2014 inziano le votazioni per abolirlo...meno GF e più TG!!

restinga84

Dom, 23/03/2014 - 12:34

Nel Suo articolo,quello che mi stupisce e`,Lei stesso,Sig.Garbi.Lei scrive che, quello che la stupisce e`l`assoluta mancanaza di reazione alla proposta di abolire,il Senato.Perche`si meraviglia? Lei e`persona intelligente,colta che conosce molto bene l`italico sistema,quindi,come tale, dovrebbe essere al corrente che nulla sara` abolito, Senato,compreso.Quello che e` stato detto a questo proposito sono tutte "QUISQUILIE e PINZILLACCHERE,come spesso il Grande TOTO`,amava proferire.Quindi,perche` reazione da parte dei varii presidenti? La Saluto.

aitanhouse

Dom, 23/03/2014 - 12:42

togli il senato, metti la camera delle regioni o comuni, togli il titolo V , metti altre norme che ci faranno spendere il doppio,togli le province e rimettile con tutto il fardello di spese per dipendenti e costi politici sulle spalle delle regioni: tutte decisioni o non-decisioni prese da illustri nominati che operano solo per interessi di bottega o personali, ma non sarebbe stato più logico, democratico eleggere direttamente un'assemblea costituente formata in modo proporzionale dalle forze(?) politiche ed incaricarla di stilare una nuova costituzione moderna ed efficiente che eliminasse ogni dubbio su argomenti vitali per il paese?

Ritratto di Nazario49

Nazario49

Dom, 23/03/2014 - 12:48

Non mi sembra che il Pres. Grasso non abbia risposto: ha nominato, in attesa del taglio del Senato, 3 nuovi vicesegretari generali, 9 direttori e fatto una ventina di promozioni. Quale modo più elegante, per tagliare risparmi?

aitanhouse

Dom, 23/03/2014 - 12:52

intanto gli italiani guardano non solo con indifferenza quanto questi fanno e disfanno ogni giorno, ma con profondo astio visto che ormai nessuno cerca di coinvolgerli in decisioni che riguardano la loro vita ed il loro futuro. Se proponiamo un sondaggio serio sul cosa si aspettano gli italiani senza proporre questo o quello argomento da scegliere,ne potremmo sentire delle belle...... un'opinione diffusa ? "prima o poi tutto crollerà come un castello di carte, ed allora dovremo ricominciare con nuovi personaggi e nuove regole.....proprio come dopo una guerra"

moshe

Dom, 23/03/2014 - 12:55

Non c'è assolutamente da stupirsi per l'assoluta mancanza di reazione alla proposta di abolire il Senato; LORO sapevano benissimo di essere delle nullità è di non essere assolutamente necessari al bene del paese; LORO sapevano altresì benissimo che la vacca che produce tanto latte va munta finchè si può!!! La morale? luridi parassiti incastonati nella carne dei lavoratori italiani che non mollavano la presa fintantochè trovavano da ingrassare con la carne del popolo.

Duka

Dom, 23/03/2014 - 13:34

Evidentemente sa d'essere un miracolato esattamente come il suo pari grado alla camera.

Ritratto di nestore55

nestore55

Dom, 23/03/2014 - 14:17

Guardi che le parole sono quelle scritte in nero. Al piede del titolo si intravede appena la scritta: Vittorio Sgarbi...Cosa vorrà dire? Ai posteri etc etc....E.A.

Ritratto di nestore55

nestore55

Dom, 23/03/2014 - 14:21

Klotz1960 Dom, 23/03/2014 - 09:43.....Attendo impaziente di leggerla ( e ridere).E.A.

roberto.morici

Dom, 23/03/2014 - 18:30

@Klotz1960. O sono affetto da dislessia oppure ho bisogno di nuove lenti. Invece di "Redazione" ho letto Vittorio Sgarbi...

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Dom, 23/03/2014 - 19:49

I Senatori dovranno fare gli straordinari prima di lasciarsi fagocitare; è nel corso naturale delle cose e loro che sono Impiegati Pubblici lo sanno e se ne infischiano delle Nos. parole. Shalom