Fini uccide anche il suo partito

Il presidente della Camera con un videomessaggio lancia un nuovo movimento: Mille per l’Italia (compresi i parenti). E usa la società civile per tenere la poltrona

Mille per l'Italia (parenti compresi). Gianfranco Fini è un serial killer di partiti. Li crea, li adotta, li eredita, li trasforma, li fa crescere e poi li ammazza. Qualche volta direttamente nella culla. Altre dopo che si è annoiato abbastanza, in qualche caso, come è accaduto con il Pdl, li ripudia, con la scusa che lo stanno cacciando. La costante è una collina di croci che assomiglia a un cimitero. Se fosse un imprenditore sarebbe sul libro dei protesti, ma in politica i fallimenti fanno curriculum. Fini non è certo l'unico nella storia della Repubblica ad aver fallito, solo che a lui riesce davvero difficile dire «ho sbagliato», «non sono stato abbastanza presente come leader», «non ho avuto pazienza». È sempre colpa degli altri, della squadra, dei colonnelli, di chi gli sta intorno non all'altezza della sua gelida intelligenza. È un po' come quei mezzi giocatori che non riescono a diventare leader concreti della squadra e si lamentano della campagna acquisti. Davanti alla sconfitta non ci mettono la faccia, ma la schiena. Tutto questo lo raccontano tra di loro gli ex An e, sottovoce, anche i naufraghi del Fli, quelli che ci avevano creduto davvero e si sono ritrovati rottamati dopo aver ballato una mezza estate. Vi diranno che loro si stavano giocando il tutto per tutto mentre lui, il presunto leader, stava abbarbicato sulla zattera di presidente della Camera o si immergeva da «bracconiere» a Giannutri o nelle acque più tranquille di Ponza. Il risultato che sul fronte del palco si è ritrovato il povero Bocchino, che un po' ubriaco per l'improvvisa notorietà e un po' in affanno a fare da controfigura al sub, è riuscito a indispettire tutti, seminando discordia.
Ora Fini come è suo diritto ci riprova. E visto che ormai parla solo per videomessaggi via web il suo volto e la sua voce sono apparsi sul sito www.millexlitalia.it. Ci fa sapere che ha fame e quindi sta mettendo in cantiere un nuovo partito, che con spirito garibaldino chiama Mille per l'Italia (chissà se a Quarto e a Marsala si fanno buone immersioni) e in camicia rossa è pronto a sfidare borbonici, briganti e papalini. Dopo il Fini fascista in camicia nera, quello statalista in mezze maniche, quello liberale in doppio petto blu, quello futurista in jeans e cravatta, adesso ci tocca anche il Fini risorgimentale. L'appello è a tutti gli uomini di buona volontà, ove è possibile giovani, non compromessi con partiti e partitocrazia, fuori casta, senza casta, oltre la casta, carichi di idee per un leader che di solito non ne ha ma se le spieghi bene è bravo a infiocchettarle. L'invito è ai «mille cittadini che vogliano farsi avanguardia di una nuova forma di impegno politico. A tutti quelli che non partecipano alla vita dei partiti, ma fanno politica nel mondo dell'associazionismo e del volontariato, fanno politica cercando di garantire interessi legittimi, fanno politica quando cercano di migliorare le condizioni della società attraverso la loro attività, la loro professione, le loro aspirazioni».
Niente più Fli, niente grande centro, Terzo Polo. Tutto cancellato. Quando il suo partito si è disintegrato alle amministrative, Fini ha accusato i suoi uomini di essere incompetenti. Come se lui fosse appena tornato da un bagno su Marte. Fatto sta che è proprio allora, ancora bagnato dalle alghe rosse, Fini ha avuto l'illuminazione che la sua carriera politica stava viaggiando verso il capolinea. Con Casini che l'aveva chiamato al centro solo per fargli ombra, con i voti da contare a mano, con un partito sbrindellato, con la sinistra brava a corteggiarlo quando serve, ma con nessuna voglia di imbarcarlo, Gianfranco si è guardato allo specchio e ha visto Rutelli. Stessa faccia, stessa razza.
Tutto questo accorato appello per una nuova Italia insomma serve a un solo scopo concreto: fare il futuro di Fini. È un po' come se Garibaldi, Mazzini e Cavour avessero rotto le scatole per l'unità d'Italia solo per paura di restare disoccupati. È questo il solito problema di Fini. Se uno legge quello che dice è tentato di stare con lui. E ci sono ragazzi in gamba che gli forniscono buone idee. Davvero hanno bisogno di una maschera? Forse è arrivato il momento di scacciare i vampiri di idee e passioni. Le usano e le gettano. Lasciandole vuote. Bisogna fare scorta di aglio e paletti di frassino.
Mille per l'Italia? Meglio mille meno uno (parenti compresi).

Commenti

gianni_62

Sab, 21/07/2012 - 16:01

di fini francamente non me ne frega un bel niente.vorrei avere notizie sulla salute e sulla situazione dei due maro'- pochi giorni fa glia maericani hanno ucciso un pescatore indiano.E' STATO ARRESTATO QUALCUNO????

Ritratto di anna.bell

anna.bell

Sab, 21/07/2012 - 16:07

Bell'articolo spietatamente vera l' tutte analisi di un tale presidente che ha avuto tante opportunità,e che sistematicamente è riuscito a distruggerle.Un Penelope presidente del cavolo.

ilbarzo

Sab, 21/07/2012 - 16:17

1000 per l'Italia,come i 1000 garibaldini.Forse non sara' poi tanto difficile per Fini,poter recimolare 1000 persone(compreso i parenti naturalmente), per il suo nuovo partito.Il fallito di Fini,oltre che copiare Veltroni ha voluto copiare anche Garibaldi,per cui mi permetto di copiare pure io,in questo caso,l'onorevole Bossi,dicendo a Fini:Sei un somaro.Per la miseria,Bossi aveva ragione da vendere.

robiking

Sab, 21/07/2012 - 16:18

Fini... pessimo esempio per tutti i giovani e non, di "buona volonta". Penso sia il personaggio politico piu' contorto e fasullo degli ultimi decenni, mi viene male a pensare che un simile fallito,possa in qualche modo rappresentare un'idea o una nuova forza politica.

conversano

Sab, 21/07/2012 - 16:51

Parla di Amor di Patria proprio lui, che ha ripudiato la sua vera natura politica definendola "male assoluto", che ha vergognosamente violato il patto di alleanza con Berlusconi, che peraltro gli ha permesso di essere Presidente della Camera, che ha tradito gli elettori, contraccambiando con un indicibile voltafaccia la fiducia che avevano riposto in lui . Bhe! sinceramente in questa sua metamorfosi parlare di amor di patria è un non senso e inappropriato e lui è semplicemente patetico!

ilbarzo

Sab, 21/07/2012 - 16:52

I parassiti come te,devono sparire dalla scena politica.Sei un pagliaccio vestito da uomo.Vergognati.Ma forse tu non sai cosa sia la vergogna.

Semplicissimo

Sab, 21/07/2012 - 16:53

Al mondo ci sono persone che traggono vantaggio nel danneggiare gli altri. Poi ci sono persone che danneggiano se stessi a vantaggio degli altri Solo pochi riescono a danneggiare se stessi e gli altri senza benefici per nessuno. Non mi meraviglio che questi pochi si affannino a rilasciare dichiarazioni. Mi sorprende invece che il Giornale possa prendere in considerazione le loro dichiarazioni. Non ne vale la pena, pensiamo alle cose serie.

Semplicissimo

Sab, 21/07/2012 - 16:57

Al mondo ci sono persone che traggono vantaggio nel danneggiare gli altri poi ci sono persone che danneggiano se stessi a vantaggio degli altri. Solo pochi riescono a danneggiare se stessi e gli altri senza trarne benefici per nessuno. Non mi meraviglio che questi pochi si affannino a rilasciare dichiarazioni. Mi sorprende invece che il Giornale possa ancora prenderli in considerazione. Non vale la pena di dare risalto pure alle fandonie.

Giancarlob

Sab, 21/07/2012 - 17:13

Ci mancava solo questo: finalmente dopo tante notti da incubo, il nostro ha partorito il nome che sbaraglierà gli altri nomi (dietro al nome, nulla, quindi è solo una battaglia di nomi....), Mille per l' Italia. Sembra quasi Oro alla Patria.

Ritratto di anna.bell

anna.bell

Sab, 21/07/2012 - 17:15

Guardando oggi gli articoli su Casini e Fini, non possiamo che compiangere il povero Berlusconi che avrebbe dovuto con questi alleati fare grandi cose.Lo hanno sempre combatuto, osteggiato. Ora si capisce molto bene che in loro compagnia Berlusconi non poteva realizzare proprio niente. Sono tutti e due spaventevolamente vuoti.Discorsi,scopiazzati.Casini, furbo ha realizzato un progetto che con pochi consensi,riesce ad essere indispensabile. vecchia politica, noiosa, furba, ma poco entusiasmante.Lontana dall'oggi.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Sab, 21/07/2012 - 17:27

NON BISOGNA MERAVIGLIARSI; E' SUA INNATA ABITUDINE.

Ritratto di Amsul Parazveri

Amsul Parazveri

Sab, 21/07/2012 - 17:31

Una barzelletta un po' s.concia.

antonino1941

Sab, 21/07/2012 - 17:32

ma insomma questo signore non ha ancora capito che si deve togliere dalle.......scarpe? non ha ancora capito che deve lasciare il posto a qualche politico nuovo? io penso di si e voi?

Grandemister

Sab, 21/07/2012 - 17:32

Il peggiore che io abbia mai conosciuto, e adesso accortosi di essere finito ricomincerà a fare l'anti Berlusconi per accaparrarsi quel 1% che gli serve per prendersi i soldi dei rimborsi elettorali. Attenzione a dare il voto a questa specie di politico, ci ha preso per il culo per tanti anni.

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Sab, 21/07/2012 - 17:42

Non è che Fini voglia far approvare, in Parlamento, una legge che dia il posto alla camera a chi riesce a raccimolare mille voti utili?

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Sab, 21/07/2012 - 17:40

Non è che Fini voglia far approvare, in Parlamento, una legge che dia il posto alla camera a chi riesce a raccimolare mille voti utili?

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Sab, 21/07/2012 - 18:19

millexlitalia.... Significa che fini sogna di raccogliere 1000 voti?

Ritratto di Zago

Zago

Sab, 21/07/2012 - 18:22

Chissà se nella prossima legislatura Fini troverà una poltrona che lo ospita. Io dico che lui diventerà un desparedcido della politica dopo aver abiurato le sue idee e aver cambiato posizione ad ogni alito di vento. Il trio Fini,Bocchino, Granata a mio avviso non hanno un avvenire.

Il giusto

Sab, 21/07/2012 - 18:48

Agli amici del fallito...ho letto l'articolo e pensavo parlasse di silvio!Poi,verso la fine,ho capito la subdola trappola!Guardate la vita fallimentare di silvio e la adattate ai vostri avversari!Complimenti...1 invio 18.47

Izdubar

Sab, 21/07/2012 - 18:58

Fini chi?

Ritratto di CiccioCha

CiccioCha

Sab, 21/07/2012 - 19:02

fini: nu strunz' cacat' a fforza!

scimmietta

Sab, 21/07/2012 - 19:08

Nuovo partito? .... sede legale a montecarlo .....

ilPavo

Sab, 21/07/2012 - 19:23

E dove li trova 1000 consapevoli sue prossime vittime sacrificali ? Un parassita buono a nulla

Americo

Sab, 21/07/2012 - 19:38

Bisogna mandarlo in pensione, solo sa fare danni e parlare bene senza che ció sia sufficiente per assicurarsi una poltrona

baio57

Sab, 21/07/2012 - 19:39

L'immobiliarista monegasco ha proprio una gran faccia di....tolla !

ilPavo

Sab, 21/07/2012 - 19:43

Se l'eutanasia è reato nel nostro paese perché a Fini è consentito reiterare il reato ?

Ritratto di Sig. A

Sig. A

Sab, 21/07/2012 - 20:53

Altro giro, altra corsa... Chissà cosa si inventerà il poveretto dopo il fallimento de I Mille... Pensare che con AN aveva un partito stabile, radicato sul territorio, di buona qualità! E' stato un emerito idiota a farsi turlupinare dal Cav. Sì, è bene dire anche questo, signori: se Fini è ormai finito -colpa sua, sia chiaro- il Cav. se n'è servito per costruire un partito di cartapesta, che non poteva reggere perché composto di anime troppo diverse tea loro.

Antonio47

Sab, 21/07/2012 - 20:54

La migliore definizione di Fini: il vuoto incartato.

Ferri Nicolò

Sab, 21/07/2012 - 21:41

Fini, auguroti un'ottima immersione come si conviene ad un subacqueo, speriamo solo che non riemerga, altrimenti altri guai emergeranno. Il redde rationem è vicino?

Ferri Nicolò

Sab, 21/07/2012 - 21:41

Fini, auguroti un'ottima immersione come si conviene ad un subacqueo, speriamo solo che non riemerga, altrimenti altri guai emergeranno. Il redde rationem è vicino?

federossa

Sab, 21/07/2012 - 22:05

il GIUDAFINI di Montecarlo, viene ben rappresentato nella storiella di quel'imbecille che che diceva che tutti sono asini. Lui era un somaro!

Ritratto di sydneysider

sydneysider

Sab, 21/07/2012 - 23:44

un bell'articolo. Sul pres d camera non scrivo nemmeno una parola; tra le cose positive delle elezioni che prima o poi si dovra' fare c'e 'che non lo vedremo piu'

sale.nero

Dom, 22/07/2012 - 01:27

Il Sig. Fini si rende conto che dopo le prossime elezioni si dovrà cercare un lavoro?

gardadue

Dom, 22/07/2012 - 02:42

FINI CON TUTTO IL CUORE E L' AMORE CHE HO PER TE TI AUGURO UN TUM... AL PANCREAS

guidode.zolt

Dom, 22/07/2012 - 02:46

a mio avviso questi mille qui sbarcheranno non a Marsala, ma a Milazzo ed a noi non ce ne frega un ......

guidode.zolt

Dom, 22/07/2012 - 03:06

certo che un simile omuncolo rappresenta la seconda carica dello Stato ... purtroppo! e l'Italia che non riesce a scrollarselo di dosso deve essere proprio una Repubblica delle banane... comunque prima vediamo se riesce a metterli assieme 'sti mille ... che poi ridiamo... staranno cercando una cabina telefonica per la "convenscion"..

guidode.zolt

Dom, 22/07/2012 - 03:15

non sono d'accordo sui "parenti compresi" .. credo che i parenti non votino certo per lui, al massimo fanno i franchi tiratori...

guidode.zolt

Dom, 22/07/2012 - 03:33

Mille per una poltrona...la sua!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 22/07/2012 - 08:35

Lascia in pace quei mille che credendo di fare il bene dell'Italia hanno combattuto.Ma tu puoi combattere battaglie solo con i soldatini di stagno,meglio un decoroso esilio a montecarlo colla tua degna compagna.

roberto deniro

Sab, 01/09/2012 - 23:00

io non sono piu' residente in Italia da molto tempo.Non capisco tutto l'accanimento su Fini e la casa di montecarlo e neanche una riga sulla barca di sua proprieta' intestata ad un presta nome.