Finmeccanica, sponsor politici nel mirino: Cesa è indagato

Secondo i pm, gli "sponsor politici" sarebbero stati i presunti destinatari finali delle tangenti

Un finanziamento illecito per 200mila euro. E un primo parlamentare indagato. È Lorenzo Cesa, deputato appena riconfermato segretario nazionale dell'Udc, l'altro esponente di primo piano coinvolto nel versante romano dell'inchiesta sul grande bluff del sistema Sistri. Indagine che punta i riflettori sui piani alti di Finmeccanica. Secondo Repubblica, il centrista sarebbe stato chiamato in causa dai fratelli Sabatino e Maurizio Stornelli, gli imprenditori che, dopo essere finiti in carcere un anno fa, hanno deciso di collaborare. E hanno raccontato che, attraverso un sistema di false prestazioni e fatturazioni gonfiate tra la Selex Service Management e diverse società affidatarie "compiacenti", sarebbe stata costituita nel 2009 una provvista di fondi neri, per milioni di euro. Destinati, secondo l'accusa, al pagamento di tangenti.

Adesso gli inquirenti vanno a caccia degli "sponsor politici". L'ipotesi investigativa punta a un mix di fondi neri e mazzette che lunedì mattina ha portato all’esecuzione di ordinanze di custodia agli arresti domiciliari, con l’accusa di associazione per delinquere e corruzione, nei confronti di Lorenzo Borgogni, ex direttore delle Relazioni esterne di Finmeccanica, Stefano Carlini, ex direttore operativo della Selex service management, Vincenzo Angeloni, medico ed ex parlamentare di Forza Italia e dell’imprenditore Luigi Malavisi. Di frequente negli atti dell’inchiesta, e in particolare nel provvedimento firmato dal gip di Napoli Francesco De Falco Giannone, ricorre l’espressione "sponsor politici" adoperata dall’imprenditore Maurizio Stornelli per definire quelli che sarebbero stati, a dire del titolare di un'impresa che aveva ottenuto subappalti, i presunti destinatari finali delle tangenti. E adesso l’attenzione dei pm della Dda Catello Maresca, Marco Del Gaudio, e Maurizio Giordano, coordinati dal procuratore aggiunto Francesco Greco, è concentrata su quello che si configura come il nuovo capitolo di una indagine che va avanti da oltre un anno e che nel 2013 approdò già a una serie di provvedimenti cautelari.

Il mondo della politica continua a fare da sfondo all'indagine, anche in riferimento a vicende che non hanno rilevanza penale. Come l’episodio della localizzazione del centro secondario del Sistri a Cecina e all’interessamento di Borgogni e dell’ex presidente di Finmeccanica Pier Francesco Guarguaglini. Nell’ordinanza sono riportate le dichiarazioni dell’imprenditore Sabatino Stornelli che sottolinea come Cecina fosse "paese limitrofo a quello di Guarguaglini (Castagneto Carducci) e di Borgogni (Siena) e ciò nonostante il ministro Prestigiacomo volesse localizzarlo (il centro secondario del Sistri, ndr) a Siracusa in quanto siciliana ed avesse espresso questo desiderio tramite Pelaggi". "Invece Guarguaglini - si legge nell’ordinanza - spinto dall’ex ministro Matteoli, ha scelto Cecina, paese di Matteoli". Guarguaglini, indicato negli sviluppi dell’inchiesta, insieme con Borgogni, come uno degli ex vertici del gruppo industriale al quale sarebbero state consegnate tangenti, ha oggi replicato alle accuse. In una nota ha sottolineato la sua "totale estraneità ai fatti". "In particolare - ha affermato - non ho mai preso soldi per me o per costituire fondi neri o per pagare tangenti nè mi sono mai occupato di operazioni societarie e sportive del Pescina Valle del Giovenco"

Commenti

alfa2000

Mer, 26/03/2014 - 10:19

ED IN ATTESA CHE IL SITRI INIZI A FUNZIONARE .... ALLA FACCIA DI TUTTE LE AZIENDE CHE VI SONO STATI COSTRETTI AD INVESTIRE UNA MONTAGNA DI SOLDI, L'AMIANTO E L'IMMONDIZIA VIENE GETTATA AD OGNI ANGOLO DI STRADA, ..............ED INTANTO A QUANTO PARE LE MAZZETTE DEL PUBBLICO VIAGGIANO, INCREDIBILE SOLO A PARLARNE

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 26/03/2014 - 10:58

Pare di capire che ogni giorno che Dio manda in terra in questa nostra repubblica democratica ed antifascista fondata sul lavoro ecc. ecc. scoppi qualche fogna occulta. I rimedi possibili? Chiarissimo:abolire le intercettazioni e dimezzare gli stipendi alla magistratura. E soprattutto negare, sino alla morte, l'autorizzazione a procedere. Noi siamo garantisti, perbacco!

Ritratto di geode

geode

Mer, 26/03/2014 - 11:38

Considerata la gran mole di lavoro moralizzatore, in questo periodo, non credo che si stiano preparando per "COMPILARE" le varie liste dei partiti alle prossime elezioni!-.

meloni.bruno@ya...

Mer, 26/03/2014 - 13:02

Il lupo Cesa perde il pelo,ma non il vizio! Già coinvolto,in mani pulite di recente memoria,ebbe la fortuna di essere recuperato da Berlusconi pensando di aver messo giudizio,ma l'ingrato uomo tradendolo insieme al compagno di merende Casini decisero di continuare nella loro strada tortuosa che si rivelerà avversa per incapacità intellettiva.

abocca55

Mer, 26/03/2014 - 13:19

Come tutti i cattocomunisti bigotti e violenti, fuori dal tempo. Ora le religioni scompariranno, e ci sarà un unica Religione, Universale, con l'Uomo che si riconoscerà parte del Divino.

framont

Mer, 26/03/2014 - 13:29

QUALCUNO SA COSA C'ENTRA FINMECCANICA COL MEETING DI RIMNI?

Il giusto

Mer, 26/03/2014 - 14:22

Come mai non si parla di magistratura comunista,di indagine ad orologeria?Forse perché non riguarda un politico di f.i.?mAH...

Boxster65

Mer, 26/03/2014 - 14:31

Se li ha presi il povero Cesa li ha ricevuti a sua insaputa.... poveretto probabilmente non li voleva neppure, lo hanno costretto a sua insaputa a prenderli...

vince50_19

Mer, 26/03/2014 - 14:39

Azz si è arrabbiato: ha dato mandato ai suoi legali di tutelare la sua immagine. Poveri piemme?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 26/03/2014 - 14:59

Per chi commercia con l'estero i fondi neri sono necessari per soddisfare le concussioni dei funzionari preposti agli acquisti delle nazioni primitive. Per esempio se Bokassa o Gheddafi comperavano degli elicotteri pretendevano anche dei soldi sottobanco. Ora fa specie che la Magistratura "democratica" si scandalizzi per queste prassi, perchè sono proprio quelle pretese dal Partito Democratico che confonde la concussione del pubblico ufficiale compratore nella pretesa "corruzione" del venditore.

Libertà75

Mer, 26/03/2014 - 15:04

@ilgiusto, in teoria Cesa dovrebbe rientrare nella compagnia di cdx al seguito di Casini, se non erro. Ma poi allo stato attuale è solo indagato mica imputato.

angelomaria

Mer, 26/03/2014 - 15:17

i kompagni democristiani che no possono non imitaregli amici komuniasti aahhh la bella DCPC!!!

apostata

Mer, 26/03/2014 - 16:16

Questo, debbo ammetterlo, è un ometto che fa paura per come, così privo di intelligenza, in questo paese possa aver avuto credito per decidere qualche cosa in accoppiata con un altro soggetto d’infimo ordine come casini, con uno di infimo subordine come follini e con altri campioni del partito del nulla assoluto. L’ho presente quando, con massima spregiudicatezza, decise di candidare il giovane savoia e alla conferenza stampa di presentazione tentava coprendosi maldestramente la bocca, di suggerirgli risposte che più banali non potevano essere. Me lo ricordo anche quando andò in soccorso del deputato del suo partito in difficoltà per eccesso di droghe con due prostitute in un albergo di via veneto e dall’esperienza malevola volle trarre lo spunto positivo per segnalare lo stato di disagio dei deputati fuori sede a roma, impossibilitati quindi di avere soddisfazione sessuale dalle mogli, e per chiedere una speciale indennità compensativa.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 26/03/2014 - 17:00

abocca55, angelomaria; per la cronaca (qualora non abbiate letto bene l'articolo) Cesa è stato appena riconfermato segretario nazionale dell'Udc, ovvero di coloro che solo poche settimane fa hanno dichiarato la propria appartenenza al centrodestra, accolti a braccia aperte da Berlusconi.

Accademico

Mer, 26/03/2014 - 17:43

Eccallà, ne spunta un altro. Oggi dev'essere una giornata sphigata. Ma possibile che non se ne salvi uno? Uno solo! E sentiremo anche in questo caso il solito insopportabile tormentone "sono sereno" - "sono estraneo ai fatti" - "ho fiducia nella Magistratura" ! Sotto un altro !

Accademico

Gio, 27/03/2014 - 04:05

Non conosco questo Cesa, nè le sue opere, quindi non lo giudico. Di Lui ricordo, scompisciandomi ancora dalle risa, il giorno in cui candidò in conferenza stampa, nel partito di Casini, S.A.R. (Sua Altezza Reale) il Principe di Casadòr, tersicoreo Emanuele Filiberto di Savoia in Carlucci. Nell'occasione, il Nostro non faceva che sbracciarsi maldestramente pur di mettere in bocca al Principe - che non sapeva "accocchiare" due parole - risposte tra le più banali da dare ai Giornalisti presenti in conferenza-stampa.