Finto avvocato: lo scopre a 3 anni dalla causa

Credeva di avere intentato una causa di lavoro e tre anni dopo ha scoperto che non solo la causa non era stata depositata in tribunale, ma che il suo avvocato non era nemmeno un avvocato vero. L'unico fascicolo aperto in questa vicenda è di truffa ed esercizio abusivo della professione deciso dal pubblico ministero Franco Bettini contro la presunta legale, che pur non avendo fatto niente ha già intascato una parcella di 1.900 euro. La sua cliente era una donna di 48 anni che tre anni or sono è stata licenziata dal suo posto di cassiera in un supermercato di Albino, in provincia di Bergamo. Dopo problemi con il datore di lavoro e una contestazione disciplinare, alla fine era stata trasferita alla sede di Trezzo sull'Adda. La decisione nella donna aveva scatenato una forte depressione, sei mesi di assenze per malattia e infine, ecco arrivare il licenziamento dal posto di lavoro. La cassiera aveva deciso di contestare la decisione ricorrendo a un'avvocatessa che le era stata consigliata dalla psicologa che l'aveva in cura, e la causa era partita. O così sembrava. Perché qualche tempo fa la cassiera sì è anche separata dal marito, ed è stato l'avvocato divorzista a scoprire che la sua presunta collega che segue la causa di lavoro non risulta iscritta all'Ordine degli avvocati.

Commenti

angelomaria

Dom, 08/12/2013 - 21:03

e il fetidume che il napletANO ha creato cheporta a queste disgraziate e disdicivoli situazioni ha dimostrato al mondo che essere disonesti non avere nessuna morale e cosa buona e giusta e ora ci ritroviamo lo stesso che grazie ha un giudice ha dilapidsto SILVIO BERLUSCONI ora multinvischiato in storei di cancri truffe quello cheha vissuto grazie a prodi e kompagni quelli che hanno dasempre svenduto le nostre imprese per profitti persomali parlo di un "signor debenetti che mai ha pagato ed ancora ruba e uccide con le sue fabbriche lui il vero cavaliere del lavoro e il nostro SILVIO unVOLGARE EVASORE FISCALE i komunisti c'hanno vissuto col =n le sue tasse fino a ieri noi di certo non posiamo dire losteso di magistrati presidente e tuti i partiti nell'aria de Pdlro quelliche hanno messo l'ITALIA in ginocchio ma certo meglio mettere in galera chi ha semprevpagato che quelli che da sempre c'hanno derubato e l'ha permesso sono gli stessi criminali che ora non si schiodano dalle poltrone loro i colpevoli per una volta nella vita cerchimo di fare qualcosa d'utile distruggiamo questo sistema parasittario noi col voto possiamo ma!C'e chi non c'e'lo' vuole dare tutti sappiamo chi'la rabbia va'indirizzata bene perche seno'non SERVE con questo cari lettori buona sera cena serata notte BY BY