Una fiorentina indigesta nel menu di Bersani

Ristorante toscano e bistecca fiorentina. Questa l'ironia della sorte toccata all'ex segretario del Pd Pier Luigi Bersani (nella foto) di rientro nella sua terra. Invitato in un tour de force tra le varie feste dell'Unità emiliane, Bersani l'altra sera è stato accolto, prima in quella di in un quartiere bolognese, il Reno, poi in prima serata, a San Lazzaro di Savena. Niente a che vedere con i palchi di una volta: aria dimessa e pochi dirigenti locali al seguito. Ora sono tutti già lanciati su quello che considerano il futuro: Matteo Renzi. Così, una volta chiusa il dibattito, il primo cittadino del comune alle porte di Bologna ha accompagnato Bersani a cena e lì, insieme all'immancabile birra, il volontario del ristorante toscano non ha potuto che offrirgli un bella bistecca fiorentina. Ci hanno riso tutti sopra, ma l'aria che tira nella sua Emilia è quella; il vento è cambiato e a dimostrarlo chiaramente è arrivata anche l'ultima parola del mondo coop che proprio in questi giorni ha reso ufficiale il suo chiaro endorsement per il sindaco di Firenze.