Fiori (Unindustria): potenziare le infrastrutture per rilanciare il turismo

Il nuovo presidente della Sezione industria del turismo e del tempo libero di Unindustria lancia il suo programma di attività per il biennio 2013-2015

«Esistono delle attrattive in tutto il Lazio che oggi non vengono adeguatamente valorizzate: per rilanciare il turismo nella regione bisogna potenziare le infrastrutture a livello locale e rendere fruibili nuovi ed innovativi percorsi».
Stefano Fiori è appena stato eletto presidente della Sezione industria del turismo e del tempo libero di Unindustria e lancia il suo programma di attività per il biennio 2013-2015.
Romano, 57 anni, amministratore unico del Gruppo Univers che opera nel settore viaggi, business travel, incentive, eventi e congressi, è stato scelto all'unanimità dall'assemblea dell'Unione degli industriali e delle imprese di Roma, Frosinone, Rieti, Viterbo.
Dovrà guidare una sezione che rappresenta 138 aziende che operano nei settori alberghiero, congressuale, termale e che comprende agenzie di viaggi, tour operators, parchi a tema e del tempo libero, con oltre 10 mila dipendenti in totale.
«Uno degli obiettivi - spiega Fiori - è consolidare l'attività del Tavolo tecnico delle imprese del turismo nato in Unioncamere Lazio, al quale partecipa Unindustria insieme alle principali associazioni di categoria del settore. Si potrà creare così una vera e propria cabina di regia del comparto turistico laziale ed intensificare il dialogo con i diversi interlocutori istituzionali per valorizzare le peculiarità e le eccellenze del territorio».
Secondo il neo presidente, un altro settore su cui è necessario puntare e che fino ad oggi è stato ben poco valorizzato è quello del turismo congressuale.
«Ci vogliono - spiega Fiori-azioni mirate per il suo sviluppo. Siamo fermamente convinti che si debba procedere in tempi brevi alla costituzione di un Convention Bureau di Roma e del Lazio».
Nella capitale e nella sua regione il turismo è storicamente una delle industrie trainanti ed è in grado di generare un indotto che, sottolinea il neo presidente, non si ferma solo all'ospitalità, ma produce ricchezza per tutto il territorio.
Per valorizzare come meriterebbero le tante attrattive turistiche, secondo Fiori è però indispensabile potenziare le infrastrutture a livello locale.
«In particolare - spiega il manager- serve una gestione integrata dei trasporti».
Accanto a Fiori sono stati confermati come vicepresidenti, nonché membri del Consiglio Direttivo della Sezione di Unindustria, Salvatore Accardi (Maccardi Viaggi di Salvatore Accardi SAS), Serafino Lo Piano (Trenitalia - Ferrovie dello Stato Spa) e Antonio Russo (Hotel Italia - G.A.P Srl).