Fischiano Gianfry, Menia si vendica

«Vadano a fischiare il premier, che ci fa vergognare davanti al mondo per la sua frequentazione con le prostitute». Non è un agit prop del popolo viola, ma l’ex sottosegretario all’Ambiente, Roberto Menia, a lanciare l’«educato» invito, in risposta ai fischi a Gianfranco Fini. Una cinquantina di giovani del Pdl, compresa Martina Sassoli, vice coordinatore nazionale dei giovani berlusconiani, aveva appena finito di contestare il presidente della Camera, giovedì a Trieste per il Giorno delle foibe. Menia è il gerarchetto triestino di Fli, finiano della prima ora, ma fino all'altro giorno era l'uomo forte del Pdl nel Friuli-Venezia Giulia. Difeso e vezzeggiato dal ministro dell'ambiente, Stefania Prestigiacomo, l'ex sottosegretario era in costante contatto telefonico con Berlusconi. Evidentemente non si era mai accorto delle cene di Arcore... FBil