Il Fisco in Costa Smeralda500 agenti in "vacanza"a caccia di evasori fiscali

Dopo Cortina, Courmayeur e Sanremo, prenotati 500 posti letto in Sardegna per ospitare tra luglio e agosto gli agenti del Fisco

Dopo Cortina e Courmayeur, un altro luogo vip si appresta a finire nel mirino del Fisco. Si tratta della Costa Smeralda dove, tra luglio e agosto, sono stati prenotati cinquecento posti letto per una permanenza di due giorni.

Secondo quanto riportato dal Mondo, a effettuare la prenotazione sono state Guardia di Finanza e Agenzia delle Entrate. Obiettivo: andare a caccia di evasori sull'isola. Ancora una volta dunque, il Fisco è pronto a mettere sotto la lente di ingrandimento un luogo simbolo delle vacanze estive.

Nei due mesi clou del periodo estivo, cinquecento uomini, tra finanzieri e 007 del fisco, saranno impegnati nei controlli anti-evasione tra Porto Cervo e Porto Rotondo.

Dopo il blitz invernale di Cortina d'Ampezzo durante le ferie natalizie, a cuiseguirono quello di Milano nei locali della movida, di Sanremo nel periodo del Festival, tra poco tempo a finire nella rete dei controlli dell'Agenzia delle Entrate saranno panfili, yacht, Ferrari e Porsche. Senza dimenticare i locali notturni. 

 

Commenti

Tron_87

Lun, 04/06/2012 - 21:42

Ma lo volete capire che è normale!!! gli ultimi 20 anni sono stati una barzelletta planetaria!

elpilagro

Lun, 04/06/2012 - 21:52

Ridicoli come sempre! questo geniale annuncio fara' sparire i turisti dalla sardegna!! Sempre piu' ridicoli e direi criminali visto che arrecheranno un danno enorme al turismo! A questi bisogna processarli

panog

Lun, 04/06/2012 - 21:57

Per #1 Tron_87 - è vero, specialmente quelli in cui hanno governato Prodi, D'Alema e chi dovrebbe essere super partes

serscafa

Lun, 04/06/2012 - 22:10

e i 50 anni precedenti ai venti che barzelletta sono stati? Galattica?

p4n1k

Lun, 04/06/2012 - 22:09

contenti voi...vorrà dire che i ricconi andranno in vacanza da qualche altra parte.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 04/06/2012 - 22:09

EVVIVA!!! 500 MANGIAPANE A TRADIMENTO IN PIÛ da mantenere in uno dei posti più cari del mondo, alla faccia dei TAGLI alla spesa pubblica!!! Saludos

peropix

Lun, 04/06/2012 - 23:21

Li recuperano da una parte e li spendono dall'altra. Possibile che non ci sia una caserma?

libertyfighter

Lun, 04/06/2012 - 23:34

Cioé, io pago il weekend in costa smeralda a questa gentaglia qua? Per andare a rompere le palle agli altri clienti: scusi mi fa vedere lo scontrino? Allora pagate pure a me la vacanza, sono capace pure io di scassare la mi***ia

epc

Mar, 05/06/2012 - 00:26

Ottimo. Avanti così. Speriamo solo che le 500 camere in Sardegna in alta stagione non costino allo Stato più del denaro eventualmente recuperato coi controlli.... Fra l'altro, tanto per sapere, quand'è che, dopo Cortina, Courmayeur, Sardegna, cominceranno anche a controllare i venditori abusivi a tutte le fermate della metro di Milano? E quando cominceranno a controllare le auto di grossa cilindrata in possesso ai vari Rom e Nomadi di Milano? Quelle per intendersi intestate a prestanome, come il SUV del nomade che qualche mese fa ha investito ed ucciso un vigile a Milano?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 05/06/2012 - 01:50

Accidenti, sono andati in costa Smeralda troppo tardi. Dovevano andarci quando era in vacanza Grillo. Ne avremmo sentite delle belle.

voce.nel.deserto

Mar, 05/06/2012 - 05:32

Mi sembra una buffonata costosa se li mandassero in vacanza dal continente. Esiste già il comando provinciale della Guardia di Finanza di Sassari competente per territorio e l'ufficio entrate di Sassari.Che lo Stato si avvalga di loro. Tutto questo chiasso intorno ad iniziative di accertamento fiscale,poi credo non faccia bene al lavoro serio di indagine che deve avere una prima fase caratterizzata da riservatezza. Qualche gola profonda sta sabotando l'operazione,togliendole riservatezza.Mi sembrano le oche del Campidoglio.

macchiapam

Mar, 05/06/2012 - 07:47

Ricetta infallibile per indurre gli yachtmen ad andare altrove. Chissà come sono contenti gli albergatori, ristoratori e lavoratori dei porti.

fabrysinger

Mar, 05/06/2012 - 07:56

ma come osano costoro! andare nel tempio di veline e calciatori a verificare che le tasse vengano pagate?! che razza di paese stiamo diventando! magari tra poco qualcuno se ne verrà fuori dicendo che non pagare le tasse é un reato penale! povera italia, dove non si può nemmeno più evadere in santa pace...

eglanthyne

Mar, 05/06/2012 - 08:03

OK , ne prendiamo atto !

MMARTILA

Mar, 05/06/2012 - 08:20

Prevedo la metà della metà delle presenze.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mar, 05/06/2012 - 08:31

Pensata fantastica! Dopo i precedenti blitz, ma anche da prima, gli evasori (quelli veri, quelli che lo sono da sempre e totalmente) hanno già "traslocato" in altri lidi (Croazia, Spagna, ecc...) i loro Yacht, mentre le persone che hanno la colpa imperdonabile di essere "ricchi" lo faranno adesso... risultato: crollo del turismo "che spende molto", crollo dell'economia turistica (non solo in Sardegna), crollo dell'occupazione e probabile chiusura di molte attività legate alla nautica, ai porti turistici e ai loro frequentatori. Fermo restando che è sacrosanta e necessaria la lotta all'evasione, il problema diventa irrisolvibile se la soluzione prevede solo la persecuzione deduttiva senza rendere il livello di pressione fiscale accettabile e giusto. Invece di perseguire una sempre più dura caccia alle streghe (anche piccolissime) si dovrebbero fare tutti i tagli possibili alla spesa pubblica e abbassare/semplificare il sistema fiscale e poi... ergastolo a chi evade!

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 05/06/2012 - 08:49

Risultato di questi annunci: TUTTI IN VACANZA ALL'ESTERO ...............

SandroST

Mar, 05/06/2012 - 08:51

BENE, COSI DOVREMMO PAGARE LE VACANZE AGGRATISS A 500 DIPENDENTI STATALI, E NIENTEMENO CHE IN COSTA SMERALDA, SCOMMETTO CHE AVRANNO SGOMITATO PER RIENTRARE IN QUEI 500 FORTUNATI.. ora fatevi due calcoli 500 per 60 giorni in resort di lusso e pure a pié di lista...

kondosan

Mar, 05/06/2012 - 09:02

Fumo negli occhi e propaganda di bassa lega per placare la voglia di sangue umano dei tartassati a stipendio fisso. Niente che non si possa fare stando comodamente seduti dietro un computer ad incrociare dati dai vari Enti. Il risultato sarà come per la tassa Soru: Corsica "full top". Ma il popolo bue pagherà contento l'ennesima accisa sui carburanti. Capre!

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Mar, 05/06/2012 - 09:03

Gli albergatori saranno felicissimi. L'economia locale ne avrà un immediato vantaggio. Le casse dello stato si riempiranno in men che non si dica. O no?

ilcomunismohavinto

Mar, 05/06/2012 - 09:08

Vacanza pagata a spese del contribuente per 500 persone. Inoltre, in base alle prenotazioni, il tam tam sa già quando ci saranno i controlli.

Ritratto di Michelangelo

Michelangelo

Mar, 05/06/2012 - 09:10

E' una buffonata costosa, per lo stato, e deprimente, per l'economia della Sardegna che non ha certo bisogno. Costosa, perchè (come correttamente evidenzia Il Giornale) è un'operazione straordinaria che impiega i funzionari dell'Agenzia delle Entrate supportati dalla GdF tanto per confondere le idee in TV e per eventuali opposizioni all'esibizione dei registri. Costosa, perchè questi funzionari ricevono una percentuale sugli accertamenti (e non sui reali incassi, si badi bene) ed in quanto civili essi hanno bisogno (o la pretesa) di alloggiare in hotel (a 5 stelle, se no che evasori trovano). Ed ancor più deprimente perchè lasciano che la notizia filtri sulla stampa.

Ritratto di Michelangelo

Michelangelo

Mar, 05/06/2012 - 09:28

Una buffonata costosa per lo stato e deprimente per l'economia della Sardegna che non ne ha certo bisogno. Costosa perchè condotta dai funzionari dell'Agenzia delle Entrate che vengono incentivati con una percentuale sugli accertamenti (e non, si badi bene, sugli incassi reali, dopo la conclusione degli inevitabili contenziosi) e supportati dalla GdF tanto per le riprese televisive e le eventuali opposizioni all'esibizione dei registri. Infatti la GdF non avrebbe bisogno di alloggiare in hotel avendo a disposizione le proprie caserme. Doppiamente inutile ma deprimente per la Sardegna in quanto la notizia è stata lasciata filtrare sulla stampa.

mario08

Mar, 05/06/2012 - 09:31

barca a Corfù, isole Ionie meravigliose... sorrisino!!!

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 05/06/2012 - 09:32

non fatemi fare polemiche di prima mattina. tanti anni di lavoro in spiaggia per pagarmi gli studi mi hanno messo davanti ad una realtà inconfutabile. non aggiungo altro.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mar, 05/06/2012 - 09:39

Ma che bravo il giornale che preavvisa gli amici! #2 voce nel deserto. Questi controlli o li si fa fare a chi non è del posto o non servono a niente, chiunque abbia un esercizio comerciale sa bene cosa fanno i "finanzieri di casa".

Loreno Bardelli

Mar, 05/06/2012 - 09:43

Ma in Sardegna l'attuale organico della GdF e dell'Agenzia delle Entrate non consente un controllo capillare degli evasori , discretamente .... senza squilli di tromba che metteranno sul chi vive chi attualmente evade ? Non ci sono caserme ove ospitare a luglio ed agosto gli eventuali "rinforzi" ? Per mero scrupolo mi piacerebbe anche sapere se in occasione della recente trasferta del Papa a Milano , che ha coinvolto oltre un milione fra "turisti" e "pellegrini" , la GdF abbia intensificato la lotta all'evasione controllando scontrini e ricevute di ambulanti , punti di ristoro ( autorizzati e non ) , alberghi etc. etc.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 05/06/2012 - 10:05

bisogna fare solo un calcolo banale. il costante calo di presenze in sardegna, sia di turisti che di operatori, porterà un indotto ancora minore degli anni passati. se prima i finanzieri erano sempre pochi e tutto scappava da ogni parte, adesso che il turismo vero si fa in puglia dove le masse si stanno concentrando incrementando ogni tipo di affare, i nostri capoccia mandano gli agenti a fare controlli in sardegna. settimana scorsa sulla spiaggia della pelosa la superficie occupata dai venditori non autorizzati, alcuni senza licenza, era di molto superiore alla somma delle attività regolari. ma chi controllano? li mandano sempre dove c'è da controllare qualcuno a cui non da troppo fastidio...

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mar, 05/06/2012 - 10:30

Tranquilli, nessun problema, basterà andare in vacanza in Sicilia, in Calabria, o in Salento, là dove non esistono nemmeno i registratori di cassa, e pagare in contanti il conto scritto su un foglietto di carta con la penna Bic, così come si è fatto negli ultimi sessant'anni e come si farà nei prossimi sessanta.

seve

Mar, 05/06/2012 - 10:59

Questa è la politica giusta per far finire tutto in una bella M.........da. Le barche vanno in Slovenia croazia e in spagna Francia ecc , questa penisola diventerà un deserto dei tartari . Ormai la misura è stracolma ma non se ne accorgono , srà grande la sorpresa di quando voleranno ceffoni .

AnnoUno

Mar, 05/06/2012 - 11:06

'Azz proprio quest'anno che volevo andare in Sardegna! Ed ora non troverò una camera libera neanche a pagare in nero. Quest'inverno avevo già noleggiato sci e scarponi e questi mi hanno scoraggiato. Allora ho pensato di rilassarmi con un drink sui Navigli..niente, anche lì bisognava girare al largo. Un gita in auto alla faccia della benzina che aumenta sempre anche quando il petrolio precipita? Non si può, a meno di non servirsi di una scassatissima e vecchia utilitaria, senza aria condizionata e finestrini a manovella. Ok, resto a casa. Come? Aumentano le rendite catastali, l'IMU, la TARSU e se ho l'aria condizionata sono al livello-Rockfeller? Allora non mi resta che dichiarami prigioniero-fiscale e sperare nella Boldrini o qualche altro Alto Commissario...chissà, potrei ricevere anche una diaria senza far nulla ed una pensione a 65anni senza aver contribuito..Sì, mi dichiaro prigioniero: mantenetemi, ora!

prodomoitalia

Mar, 05/06/2012 - 11:30

Mi sa tanto che 'sti controlli del cavolo dovranno andarli a fare a Bastia, Solenzara,Porto Vecchio, Bonifacio tutte amene località turistiche .Peccato che siano in Corsica dove penso si sposterà gran parte del turismo d'elite ! Anche Saint Florent non è male ! Che banda di ciulandari (epiteto meneghino che significa..... tutto.... e niente )!

Franco-a-Trier

Mar, 05/06/2012 - 18:16

anno uno tu puoi restare anche a casa meglio vada la Finanza in questi posti lei almeno serve a qualcosa tu no.