Fitto corrotto da Angelucci con 500mila euro nel 2005

Depositate le motivazioni della condanna. Secondo i giudici, l'ex governatore ricevette un finanziamento illecito da Angelucci. La difesa: "Motivazioni surreali"

500mila euro. Tanto valeva la tangente con cui Giampaolo Angelucci convinse Raffaele Fitto (Pdl), allora governatore della Puglia, a concedergli un appalto da 198 milioni di eruo per la gestione di 11 Residenze sanitarie assistite.

Lo scrivono i giudici di Bari nelle 769 pagine di motivazioni della sentenza con la quale il 13 febbraio 2013 Fitto è stato condannato a quattro anni di reclusione per corruzione, illecito finanziamento ai partiti e abuso d’ufficio ed interdetto per cinque anni dai pubblici uffici. Secondo il tribunale la bustarella è stata versata come finanziamento per il movimento politico La Puglia prima di tutto "prima, durante e poco dopo" la campagna elettorale per le regionali del 2005. Grazie a questo accordo, inontre, il governatore si sarebbe assicurato "un appoggio economico di rilievo per il suo movimento politico, che proprio in quel periodo si stava formando". Per ottenere i soldi, inoltre, Fitto si avvalse di una "diretta intromissione nelle decisioni spettanti ai direttori generali delle Asl sulla attivazione delle Rsa e sul tipo di gestione da scegliere" e accentrò "in una gara unica tutti gli appalti per gestire le Rsa", in modo che "unico e importante gruppo imprenditoriale sarebbe stato capace di presentarsi".

Una sentenza che "non sta né in cielo, né in terra", secondo il difensore di Fitto, Francesco Paolo Sisto: "Sentenza a rotta di collo, motivazione alla moviola, con contestuale prescrizione dei reati: su questo significativo canovaccio, si innesta una motivazione surreale, appiattita ciecamente sull’accusa e sulle indagini durate otto anni (chi è il responsabile della intervenuta prescrizione?), che non ha visto e sentito quanto accaduto in dibattimento". Nelle motivazioni si parla, secondo Sisto, di un "finanziamento al partito, e non a Fitto, riconosciuto come del tutto regolare per forme e modalità, analogo a decine di finanziamenti versati ad altri partiti dallo stesso soggetto", ma che "diventa incredibilmente illecito e tangente perché Angelucci vince una gara, pure ritenuta regolare, con numerosi partecipanti, senza un ricorso al Tar, istruita e gestita interamente dall’Ares, il cui dirigente è stato assolto perché il fatto non sussiste!".

Commenti

Cosean

Ven, 16/08/2013 - 13:04

Dirò una cacchiata! Naturalmente se ha preso dei soldi è giusto che paghi, ma metterei la firma se il rapporto Appalto/Tangente sia di quelle proporzioni. Su 198 Milioni la tangente è di 500 mila euro e la corruzione sia stata solo quella, credo il Paese potrebbe anche "Riprendersi"!

xgerico

Ven, 16/08/2013 - 13:11

E che sarà mai son solo 500.000 Euro!

luigi civelli

Ven, 16/08/2013 - 13:14

Può sempre sperare nella grazia...

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Ven, 16/08/2013 - 13:27

O sperare nell'indulgenza plenaria insieme al berlusca.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Ven, 16/08/2013 - 13:54

Oppure rivolgersi a penati e/o alla banca MPS per farsi spiegare come fare per uscirne indenne.

Giorgio1952

Ven, 16/08/2013 - 14:05

500.000 euro sara' il finanziamento illecito emerso, la tangente invece sara' stata ben occulrata magari all estero, ma com'e' che siede in parlamento nonostante i cinque anni di interdizione dai pubblici uffici?

@ollel63

Ven, 16/08/2013 - 14:08

supposizioni e supposte togate sinistre.

campofreddo

Ven, 16/08/2013 - 14:28

Ma guarda un po' che bella faccia d'angelo...

Stefano Fontana

Ven, 16/08/2013 - 14:34

Certo che è un assalto giudiziario! La giustizia deve sempre andare all'assalto dei corrotti. Sbaglia ed ha colpe quando non lo fa, non certo quando lo fa.

Beaufou

Ven, 16/08/2013 - 14:52

Ma benedett'uomo! Non poteva prima farsi dare qualche lezione da Penati, o Greganti, o uno di questi qui? Fra l'altro avrebbe spuntato qualcosina in più...Se non voleva andare tanto lontano, credo che Emiliano o il buon Nichi qualche dritta...o no ?

gigi0000

Ven, 16/08/2013 - 15:11

Non conosco il caso e potrei quindi dire delle corbellerie. Mi auguro comunque che, almeno in questa vicenda, vi siano le prove del passaggio effettivo di denaro e che la sentenza non si basi soltanto su ipotesi e "non poteva non sapere, perché se Tizio, Caio e Sempronio ...". Le 769 pagine di motivazioni farebbero presupporre, invece, una tale carenza di elementi probanti, da richiedere la formulazione di così tanti motivi giustificativi di una condanna che, in presenza di prove concrete, avrebbe potuto essere motivata in una paginetta.

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Ven, 16/08/2013 - 15:27

A coloro che nominano Penati vorrei riccordare che non siede in cella soltanto perchè ha usufruito delle leggi salva Berlusconi.

unosolo

Ven, 16/08/2013 - 15:32

troppo giovane politicamente ed inesperto , i finanziamenti li ricevono tutti i veterani ma sanno come fare , ricordiamoci del discorso del CRAXI nelle aule parlamentari , è stato l'unico a denunciarli ma evidentemente se non sei di sx sarai sempre controllato . come sempre c'è chi può, Vitto non può. Sveglia impara dai sinistrati ex PCI.

fedele50

Ven, 16/08/2013 - 16:12

Cari magistrati, capisco le unghie affilate, labile politica, ma la vostra professionalità l'imparzilita,e andata sotto un treno, che dire ,magg. estratte alla Didietro, come diceva il buon emilio fede,che figura dimme. R.d.a.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Ven, 16/08/2013 - 16:31

500.000 euro vale la pena rubarli per 4 soli anni, se li fai in carcere, quando esci sei ricco e ti prendi una nuova cittadinanza all'estero. Negli USA se non erro, la pena minima è di 10 - 15 anni di carcere che negli States si fanno davvero. Conviene rubare in Italia con le leggi attuali altro che essere onesti.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Ven, 16/08/2013 - 16:33

...non solo, ma nei suoi 5 anni distrusse la Puglia, che oggi è la California D'Italia

@ollel63

Ven, 16/08/2013 - 16:46

le condanne emesse da questa smagistratura sono un onore per i condannati. Smagistratura indegna, vigliacca!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Ven, 16/08/2013 - 16:52

...e siede ancora in parlamento... Tangenti, stipendio alla faccia dei lavoratori.

marco lambiase

Ven, 16/08/2013 - 17:13

Vogliamo conoscere la storia dei giudici.

Ritratto di aiachiaffa

aiachiaffa

Ven, 16/08/2013 - 17:21

E ANCHE PER FITTO UNA SENTENZA SUL NULLA,PERCHE' QUANDO SI SCRIVONO OLTRE 700 pagine per motivare una sentenza,vuol dire che non hanno trovato niente !!!

sagittario47

Ven, 16/08/2013 - 17:56

x luigipiso e tutti gli altri sinistri che ci ammorbano con la loro presenza, dico: ma se avevano delle prove certe voi pensate che servivano 769 pagine per scrivere la sentenza? Quando riuscirete a connettere il cervello con la tastiera sarà sempre tardi.

sagittario47

Ven, 16/08/2013 - 18:00

xluigipiso, sulla Puglia California d'Italia sono d'accordo, anche lì abbondano le checche.

giovannibid

Ven, 16/08/2013 - 18:31

ma quanta solerzia in questi magistrati. Quelli vicino a Berlusconi sono tuti corrotti o corruttori; quelli vicino al pd, coop rosse e varie sono angeli senza peccato. MA FATEMI IL PIACERE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Ven, 16/08/2013 - 18:49

"Lo scrivono i giudici di Bari nelle 769 pagine di motivazioni della sentenza". E che vogliono dire tante pagine? Che la sentenza è giusta e vera? A me sembrano un po' esagerate , per non dire troppo, le pagine scritte per una sentenza. Sembra, come succede tutte le volte, che il numero delle pagine sia sempre eccessivo, forse per dar forza alle fantasiose sentenze dei giudici, visto che prove, anche questa volta, non se ne riescono a dedurre dalle poche righe scritte sopra. I giudici dovrebbero sapere che non c'è sentenza che valga senza prove vere e reali. Le dittature si sono sempre servite delle illazioni e delle deduzioni per condannare i nemici politici. Queste non sono mai servite agli scrittori a null'altro che a scrivere dei grandi romanzi gialli e polizieschi. Qualcosa del genere mi sembrano tutti i faldoni, di migliaia di pagine, che sfornano oggigiorno le varie procure d'Italia, compresa quella pugliese, che, guarda caso, non persegue i reati della controparte politica a Fitto, ma assolve sempre, come se fossero bazzecole, e senza tanti complimenti. Vedi gli scandali vendoliani, tedeschiani, delle ostriche offerte ed altro. Chi ne parla più? Mentre Fitto no! E' da perseguire e da condannare!

maxdavado

Ven, 16/08/2013 - 18:52

Come sicuramente diranno molti Forza Italia,si tratta dei soliti giudici comunisti che cercano in tutti i modi di smantellare la cricca di Berlusconi.Angelucci se non sbaglio ha già avuto precedenti per corruzzione.

pastello

Ven, 16/08/2013 - 18:55

Un altro buono a nulla che manderei volentieri a lavorare.

Angelo48

Ven, 16/08/2013 - 18:57

L'imbecillità e la falsa moralità di alcuni lettori, riempiono lo spazio dedicato dal Giornale per i commenti. Nessuno che cerca di informarsi sullo stato reale delle cose; solo commenti e battute becere tipo quella di tal LUIGIPISO "..e siede ancora in parlamento.." che rivelano una forma preconcettuale di imbecillità non disgiunta ad una ottusa faziosità. Siamo ancora al 1° grado di giudizio e son già passati ben 8 anni da quel lontano 2005. Eppure Fitto non si è comportato come Silvio, essendosi sempre difeso dal processo e nel processo senza rinvii di udienze; come mai dunque 8 anni per arrivare alla prima verità giudiziaria? Ma cosa volete che importino questi particolari: per gli imbecilli di cui sopra, conta solo la sentenza e quel tizio da me sopra citato, si permette anche il lusso di valutare i 5 anni di governo regionale a guida Fitto "distruttivi". E lo fa da centinaia di Km di distanza. Chissà perché non indaga su come viene definita oggi la Puglia dopo 8 anni di gestione vendoliana. Eh no, non può farlo: potrebbe venirgli uno strano prurito "anale" che sarebbe difficile e doloroso mitigare!

pastello

Ven, 16/08/2013 - 19:00

Caro sagittario47, secondo lei i comunisti sarebbero dotati di cervello? Se fosse vero che comunisti sarebbero?

luigi civelli

Ven, 16/08/2013 - 20:19

Fitto corrotto con soli 500.000 euro,come un Tarantini qualsiasi:vergogna!

Totonno58

Ven, 16/08/2013 - 20:39

Considerato che questo signore, dotato di immensa statura politica, non fa altro che accumulare capi d'imputazione, per la legge dei grandi numeri prima o poi gli arriverà una bella condanna!