"Il Fli sostiene il Gay Pride"Ma Menia attacca la Perina:"No, volgare esibizionismo"

Volano gli schiaffi tra futuristi. Lo strappo della Perina: "Fli sostiene il Gay Pride". Ma è scontro. Menia all'attacco: "È solo volgare esibizionismo"

"Futuro e Libertà sostiene anche quest’anno il Gay Pride", assicura Flavia Perina. Anzi, no. Perché, subito dopo, Roberto Menia si è affrettato a derubricare l’affermazione della collega di partito come "posizione del tutto personale" dal momento che si passa dalla deifesa dei diritti costituzionali al sostegno a "manifestazioni di volgare esibizionismo".

La Perina, che all'interno del partito di Gianfranco Fini è responsabile del dipartimento Integrazione e Diritti civili, ha schierato il Fli "nel nome dei diritti civili e di una assunzione di responsabilità della politica nei confronti delle persone omosessuali" ricordando che "quest’anno una netta presa di posizione su questi temi è addirittura più importante che in passato: l’affossamento della legge sull’omofobia in Parlamento, il ripetersi di aggressioni omofobe, l’immobilismo italiano in un contesto europeo che punta a diritti di cittadinanza uguali per tutti, rendono indispensabili scelte nette". Poi, replicando a chi dice che, nel contesto della crisi economica, i diritti civili sono l’ultimo dei problemi, la deputata futurista ha ricordato che "bisogna rispondere che i diritti i diritti avanzano tutti insieme, o tutti insieme retrocedono. E non è un caso che negli ultimi anni in Italia i diritti sociali abbiano proceduto a passo di gambero, insieme a quelli delle donne e delle minoranze di ogni tipo".

La posizione della Perina ha aperto un vero e proprio scontro nel partito. Di tutt’altro avviso è infatti Menia, coordinatore nazionale del Fli. "Con tutto il rispetto per Flavia Perina, la sua è una dichiarazione tutta personale - ha puntualizzato - il Fli si schiera a tutela dei diritti costituzionali di tutti i cittadini, a prescindere da lingua, razza religione, sesso. Altra cosa è dare sostegno a manifestazioni kitsch, di volgare esibizionismo e di dubbio gusto". Nella polemica è poi intervenuto pure Italo Bocchino osservando che "seppure è nota la sensibilità di Futuro e Libertà per la tutela dei diritti civili e delle coppie di fatto, a prescindere dal genere, va chiarito che l’adesione al Gay Pride di Flavia Perina è una posizione personale e non del partito". Il vicepresidente del Fli è convinto che "per tutelare i diritti degli omosessuali, tenendo sempre distinte tali coppie dalla famiglia, servano proposte concrete e non sfilate allegoriche che spesso con il cattivo gusto hanno fatto danno a chi giustamente reclama diritti".

Commenti

Rainulfo

Mer, 20/06/2012 - 13:52

il mio è e credo resterà l'unico commento giusto per dire che di quello che fa o pensa e dice FLI è assolutamente privo di ogni interesse per chiunque

grim(ilda)

Mer, 20/06/2012 - 13:49

La prima volta che condivido Menia.

gi.lit

Mer, 20/06/2012 - 13:54

Erano definiti neofascisti. Poi hanno fatto il salto della quaglia condividendo addirittura tesi di sinistra. E anche la signora Perina ha adottato quel suffisso idiota: fobico. Anche costei non pensa minimamente che la fobia è una manifestazione patologica la quale non ha niente a che vedere con la naturalissima, istintiva repellenza. Trovo pertanto offensivo il termine omofobico rivolto a chiunque considera l'omosessualità una anomalia o semplicemente non ha alcuna simpatia per detta tendenza, fermo restando che una persona, ancorché omosessuale, dev'essere rispettata. Ma siccome le sinistre sono specialiste in opportunismo politico demonizzano chiunque non si attiene al loro Verbo. La legge sull'omofobia sarebbe pertanto una legge liberticida che persegue reati di opinione.

meritevole

Mer, 20/06/2012 - 13:58

Sono manifestazioni volgari da proibire....che insegnamento diamo ai piccoli che a loro volta diventeranno adulti senza una certezza,una via maestra, di una famiglia composta da un padre e da una madre. la differenza tra un gay e un ****** è la poisizione sociale se ai un'appartamento a Montecarlo sei gay altrimenti sei un ******.

Ritratto di xulxul

xulxul

Mer, 20/06/2012 - 14:02

Penso che di più il fli non possa fare. Certo che da come erano partiti i vari Fini, Bocchino ecc. con quella sicumera da statisti e salvatori della patria, trovarsi a sostenere il pride la dice lunga sulla consistenza umana e politica del cavanserraglio dei voltagabbana. Contenti loro. Noi un po' meno.

voce.nel.deserto

Mer, 20/06/2012 - 14:12

Non solo volgare esibizionismo:si tratta di criminale devianza sul piano pratico e di organizzazione delle idee guida della società. Gli attivisti gay vanno reclusi come corruttori del costume..

idleproc

Mer, 20/06/2012 - 14:18

Per raccattare qualche voto farebbero qualsiasi cosa, anche...

aspide007

Mer, 20/06/2012 - 14:24

@- Sono indifferente nei confronti di persone omosessuali così come lo sono nei confronti di quelle di colore o di qualsiasi altra etnia. Ciò che non sopporto da parte di chicchessia è quando vengono superati i limiti della tollerabilità, morale e materiale, dettati dalle circostanze di tempo, luogo e modo. Il "gay pride", ad esempio, mi indigna moltissimo per il suo stupido e volgare modo di esibirsi. Provo, perciò, una ripulsa nell'assistere ed accettare che dei miei simili sfilino nei centri abitati, seminudi o con indosso piume che li rendono più simili a delle galline o tacchini spennacchiati, piuttosto che a persone. Accetterei invece volentieri una manifestazione per la difesa dei loro diritti, che non appaia come una pagliacciata. Il Fli poi, ne ha fatte già tante di....., bene se risparmia quest'ultima.

Ritratto di scriba

scriba

Mer, 20/06/2012 - 14:31

LA CREPINA DA PERINA. Nelle piccole mura della mini fortezza del micro fli-flop si è aperta una crepina a causa della Perina. E' bene chiarire che non è materia di gabinetto ma solo di una mini tempesta nel bicchierino fli-flop causata dalla pratica regina della politica: cavalcare l' onda che va di moda. E ora di moda sono gli omosessuali o come li ha correttamente definiti in italiano il professore della pelota Cassano, i *****. Dopo lo sfruttamento della prostituzione e quello della classe operaia questo dell' onda omosex pare essere lo sfruttamento del secolo, il filone d' oro di un nuovo Eldorado paravento. La politica sembra essere una grande cucina dove si preparano solo piatti conditi col finocchio allo scopo di nascondere che il mazzo lo stanno facendo a tutti sia a chi ne gode e chi no. Miserabile opportunismo politico.

gpl_srl@yahoo.it

Mer, 20/06/2012 - 14:32

sto fli comincia a rompere: lasciatelo nel suo brodo: fra un anno confluirà nel PD e non ne parleremo piu

Ritratto di nestore55

nestore55

Mer, 20/06/2012 - 14:35

Cosa non si fa, per un pugno di voti....Ciao gianfrego....Bye...E.A.

Valeriobio64

Mer, 20/06/2012 - 14:45

..la Chiesa è rimasta l'unica istituzione a difendere la salute dell'uomo.Bisogna dire la verità...

GianniGianni

Mer, 20/06/2012 - 14:40

Ancora una volta tutti commentano senza conoscere le cose. Sabato 9 giugno si è svolto a bologna il gay pride nazionale che volutamente non aveva carri per poter devolvere ai terremotati dell'emilia i soldi risparmiati. Non ci sono state volgarità. Non c'era nessuno a torso nudo e la sfilata era colorata poco più che una processione religiosa. Una noia mortale. Sabato 12 maggio si è svolto il gay pride belga. Come ogni anno hanno sfilato i carri di tutti i partiti politici belgi. C'era anche una folta delegazione dei gay e lesbiche impegnati nelle forze armate. Sottolineo anche che il primo ministro Elio Di Rupo è gay. Sabato 23 giugno ci sarà il CSD, il gay pride tedesco. Come ogni anno sfileranno anche i carri di tutti, e sottolineo tutti, i partiti politici tedeschi, CDU compresa. In germania, sia che si sia di destra, sia che si sia di sinistra, a nessuno verrebbe in mente di censurare una manifestazione popolare. L'Italia ha molto da imparare

gdn1963

Mer, 20/06/2012 - 14:59

Il FLI sostiene gli omosessuali. Buono a sapersi. Nessun partito sostiene i feticisti ? Giusto per sapere chi votare !!!!

bruna.amorosi

Mer, 20/06/2012 - 14:55

poraccia stà PERINA ma se non si dà da fare in piazza chi vuoi che la veda ? almeno lì tra le lesbiche forse qualcuno o qualcuna si domanderà ma cè o ...ci fà? .

Random64

Mer, 20/06/2012 - 15:26

ma cosa è Fli? una mutazione genetica? ma ha qualcosa di destra..che sò un 2%? ma il suo conducator non sosteneva che lui in una classe dove insegnava un gay non avrebbe mai portato i figli?..e lo disse ad un Maurizio Costanzo Show(tra "pochi intimi" insomma) che buffone/i...

Random64

Mer, 20/06/2012 - 15:19

#12 Valeriobio64 (1470) ..dell'uomo non dei "minori"..

villiam

Mer, 20/06/2012 - 15:26

il fli spera di prendere qualche voto lì ,altrimenti dove li va a prendere????????

Ninanina

Mer, 20/06/2012 - 15:38

Fra tutti i partiti barzelletta quello più barzelletta è proprio il fli. Qualche giorno fa leggevo che Briguglio proponeva una lista civica con a capo Fini.

Gianfranco Napo...

Mer, 20/06/2012 - 15:53

Dopo tutto quello che ha detto e fatto Fini, mi sembra che la Perina stia finalmente tracciando una linea politica a Fli, giacchè ad oggi nessun uomo di destra sa ancora quale sia la linea di questo "mini partito".

Cinghiale

Mer, 20/06/2012 - 16:02

#18 villiam - Non sono d'accordo, guardi che gay e stolto non sono sinonimi, li il FLI non becca niente.

prodomoitalia

Mer, 20/06/2012 - 15:55

Dopo aver perso, a causa di gianfrego, il loro elettorato storico ( me compreso ) si stanno attaccando ad ogni pretesto per riavere visibilità... e quindi voti. Ma voi del FLI non avete capito un ..... tubo ! Per Voi è F I N I T A !

xawdoo

Mer, 20/06/2012 - 16:31

Lo vedo fini-to al gaypride che canta gino e l'alfetta.

Cinghiale

Mer, 20/06/2012 - 16:31

FINI l'ultimo segretario del partito fascista, che l'ha trasformato in AN e lo ha riportato al governo e rilanciato anche come immagine condannando le leggi raziali. Adesso come FLI cerca consenso in ogni dove in modo disperato, l'esclusione dal parlamento è prossima non c'è nulla che possano fare per riuscire a superare lo sbarramento. E pensare che l'avevo anche votato ai tempi di AN.

andrea24

Mer, 20/06/2012 - 16:36

Il Fli è solo un surrogato del partito radicale. Questa gente confonde la Politica(quella con la P maiuscola) con una partita di pesca dilettantesca. Questa è mercificazione da fast food(ma almeno al fast food,quello vero, dove si mangia,si può andare per qualcosa di utile).

michele lascaro

Mer, 20/06/2012 - 16:49

Il Fli, di moschicida memoria, non sa più a che santo votarsi per poter far finta di apparire. E non c'è da meravigliarsi se, in prima fila troviamo la Perina, (a dir la verità dovrei dire il perino, a giudicare dalla fisionomia), dopo la sua cacciata dal Secolo, che aveva ridotto a un giornale di concetti sinistrati. Per mostrare, comunque, la sua solidarietà, dovrebbe mostrare le sue membra (che orrore!) coram populo.

enzo1944

Mer, 20/06/2012 - 16:58

Questi del FLI hanno capito che ormai,per loro,non c'è più spazio nella Politica!......Ormai hanno pure percepito che DOVE C'E' PUZZA DI FINI,non raccoglieranno mai più consensi elettorali!...ed allora tentano di entrare nel territorio dove pescano già altri Partiti!....naturalmente,alla faccia della coerenza e delle idee manifestate e sostenute fino ad ieri!.....ora si stanno agitando i colonnelli dell'infame fini-to,suoi servi sciocchi,perchè sanno che saranno presto ESPULSI DALLA POLITICA!.........i tradimenti,le ipocrisie ed i danni fatti all'Italia ed agli Italiani,SI PAGANO!...la gente NON DIMENTICA ed aspetta l'opportunità per MANDARLI A CASA E PER SEMPRE!BUFFONI,LADRONI E MANTENUTI a nostre spese!

sirio900

Mer, 20/06/2012 - 17:09

no, l'unica cosa volgare sono gli accordi pdl lega per evitare la riduzione dei parlamentare, non solo volgare, criminale , ma tanto i malavitosi della lega ne sono ben edotti....

velenosoveleno

Mer, 20/06/2012 - 17:11

La giancarla travestita da uomo apre la sfilata dei gay.....

nevenko

Mer, 20/06/2012 - 17:21

Quelli del FLI ormai pur di racimolare qualche voto sono pure capaci di darlo...via.Al buon intenditor...

eglanthyne

Mer, 20/06/2012 - 17:34

Oh Flavia , te capì il Roberto ?

vitali.vanna

Mer, 20/06/2012 - 18:08

La Perina dimentica che il suo socio Gianfri a un Costanzo-show aveva dichiarato che non avrebbe mai affidato un suo figlio a un/un'insegnante omosessuale.Come cambiano le idee, secondo le convenienze dei tempi!!!

vittoriomazzucato

Mer, 20/06/2012 - 18:08

Sono Luca. Per fortuna che Fini lasciando il PDL si è portato dietro anche la Perina. GRAZIE.

Perrucci Antonio

Mer, 20/06/2012 - 18:24

Se Perina e Menia sostengono Fini e non litigano perchè farlo per il Gay Pride?

nemo72

Mer, 20/06/2012 - 18:54

campane a morto per gianfrego..

justia30

Mer, 20/06/2012 - 19:08

Signor Menia...perfetto!!!!

chiara2012

Mer, 20/06/2012 - 19:11

FLI è una parolaccia.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 21/06/2012 - 01:14

La partecipazione a questa mascherata oscena di non si sa quale orgoglio, importata acriticamente dall'america, è di una imbecillità senza pari. Mi chiedo come sia possibile usare il paravento dei diritti civili per avere la scusa di andare in piazza ad esibire discutibili terga imbellettate ed esposte come trofei di libertà. Questo è uno dei brutti segni che marcano la stupidità umana.

linoalo1

Gio, 21/06/2012 - 07:54

Altrimenti,chi livota?Lino.

giux2009

Gio, 21/06/2012 - 13:03

.. eh vero i fascisti non cambiano mai. In italia ci vorrebbe un gay pride al giorno x mettervi in testa la civiltà! Cosa molto dura temo

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 22/06/2012 - 01:39

Al #40 giux2009 bisognerebbe insegnare che la conquista della libertà, qui in Italia, è durata centinaia di anni ed è costata anche migliaia di vittime. Se lui scambia la civiltà per la libertà di esporre le chiappe al sole allora ha un idea del mondo molto ristretta. Anzi direi stretta in un paio di mutande dove appunto colloca la sua testa.

cornacchia46

Ven, 22/06/2012 - 09:49

La posizione di Menia mi sembra corretta e condivisibile: va dato il massimo sostegno a movimenti di opinione che tutelino la piena libertà personale e civile degli omosessuali, a condizione che non superino il limite del rispetto reciproco, dando adito a quelle discriminazioni (questa volta a contrario) che si vogliono evitare.