Il flop di Pisapia e Pizzarotti:sindaci tutti web e ideologia

Vivono sui social network e perdono di vista il loro compito: amministrare. Milano cade sul Dalai Lama, a Parma e Napoli gli assessori scoppiano

Per favore, aiutate Pizza­rotti. Mandategli un as­sistente, un tutore, che ne so, magari una tata, manda­tegli la Mary Poppins dei sin­daci, ma mandategli qualcu­no. Il primo grillino di Parma è riuscito,infatti, in un’impresa mondiale: non ha ancora for­mato la giunta e già i suoi asses­sori si dimettono. Roba da mandarlo all’olimpiade dei babbalocchi. Ma non è mica colpa sua, sapete: è che l’han­no lasciato lì da solo, lui con il suo web , la mailing list , il blog , la chat , skype , facebook e you­tube , e si sono dimenticati di spiegargli che c’è una qualche differenza tra l’amministra­zione di un Comune e google map.

Che ci volete fare? A for­za di frequentare il mondo vir­tuale, ecco, anche la sua giunta, per il momento, è solo virtuale. Ci fosse la tata sa­rebbe tutto più facile per lui. In effetti sono passati 32 giorni esatti dalla sua elezione e Federi­co Pizzarotti non ha ancora co­minciato ad amministrare. Lo chiamano «metodo slow», ma so­lo perché lui è grillino. Altrimenti direbbero che il suo è «immobili­smo ». L’altro giorno, dopo lunga attesa, finalmente il nostro sinda­co era riuscito a nominare un as­sessore all’urbanistica, tal Rober­to Bruni, un passato già nelle am­ministrazioni Pci e un fallimento allo spalle di una società edilizia con annesso e sospetto abuso edi­lizio. La rete è insorta: ma che fai Pizzarotti? Chi nomini all’urbani­stica? Uno che ha fatto fallire un’azienda edile? E che per di più avrebbe costruito una villetta sen­za permessi? Ma i curriculum li leggi davvero o fai finta?

E il sinda­co è stato costretto a silurare uno dei pochi assessori nominati, aprendo un nuovo buco nella squadra di (non) governo. Buco su buco: più che una giunta, or­mai la sua sembra un groviera. Ma dev’essere così che si fa la nouvelle vague dell’amministra­zione municipale. Basta con que­sta noia: le delibere? Gli atti di giunta? I regolamenti? Le dele­ghe? Gli assessori? Macché tutta roba vecchia: ora c’è la web gene­ration , podcast e social network . Ti si spacca il tombino? Facciamo un video sharing .C’è da aggiusta­re il lampione? Affidiamoci al wi­fi . Lo so che non serve a nulla, ma che importa? Suona bene. Muni­cipalità 2.0. Non ci sono gli asses­sori, quelli che ci sono devono di­mettersi. Però vuoi mettere come funziona se lo traduci in formato Voip o Ftp? L’immagine (virtuale) è tutto per i sindaci della nouvelle vague, il nuovo che avanza sotto i campa­nili d’Italia.

Prendete quell’altro campione del rinnovamento che è il sindaco di Napoli, Luigi De Ma­gistris: era andato al governo pre­dicando la rivoluzione arancione ma ora perde i pezzi. «De Magi­stris usa vecchie logiche », lo ha ac­cusato l’assessore alla Sicurezza, Giuseppe Narducci, prima di di­mettersi. «E poi è pure antidemo­cratico ». Narducci, uno dei punti forti della vittoria elettorale di De Magistris, pm di calciopoli, magi­strato noto e integerrimo, è solo l’ultimo che si rivolta contro la ri­voluzione napoletana: prima di lui se ne sono andati Raphael Ros­si, che era stato incaricato in pom­pa magna di risolvere la questio­ne dei rifiuti, e Roberto Vecchioni, che era stato incaricato in pompa magna di risollevare la cultura. Ora dicono che vacilli anche un al­tro simbolo del rinnovamento, l’assessore alle Finanze, Riccardo Realfonzo, quello che si era defini­to in un libro «Robin Hood a Palaz­zo San Giacomo ».Vi pare?Eviden­temente questi sindaci nouvelle vague hanno fatto un po’ di confu­sione: dovevano rappresentare il nuovo. Invece, al massimo, pre­sentano nuovi assessori. E con una certa frequenza, tra l’altro. Il fatto è che De Magistris ha usa­to i nomi di cantanti e magistrati esattamente come Pizzarotti ha usato il web e youtube : una trovata mediatica, una bandiera da sven­tolare nelle piazze, un colpo di ci­pria per rifarsi l’immagine. Ma sot­to l’immagine che resta? Fra il dire e il governare c’è di mezzo il mare, e se non si sta attenti può diventa­re un mare di guai.

Se n’è accorto in questi giorni pure il sindaco di Milano, Giulia­no Pisapia, terzo rappresentante del municipalismo in salsa ram­pante. Pisapia s’era presentato co­me uno Zapatero a dimensione panettone,gran riformatore in sal­sa iberica con l’aggiunta di zaffera­no, imbevuto fino al midollo di ideali o, almeno, di ideologie: eco­logia, rispetto degli ultimi, i rom, i diritti dei giovani, quelli delle cop­pie gay. Poi è bastato un sussurro in cinese per costringerlo a rinun­ciare a tutti i suoi principi in nome della vecchia e sana realpolitik . Il Dalai Lama è stato ripudiato in un secondo: riceverà la cittadinanza onoraria ad Assago, non nella Mi­lano di Pisapia, uno che fra le idee e i dané, evidentemente, sa sem­pre che cosa scegliere. Per l’amor del cielo,gli affari so­no sacri: ma se questo è il nuovo che avanza, beh, allora ridateci Ni­cola Signorello e Carlo Tognoli. Con tutti i loro difetti, almeno del­la realpolitik erano maestri e avrebbero evitato certe gaffe. In ef­fetti: non poteva pensarci prima, sciur sindaco Pisapia? Non glie­l’avevano detto che a celebrare il Dalai Lama, la Cina si sarebbe un pochino infuriata? Gliel’hanno fatta a sua insaputa? O anche lei, come Pizzarotti, ha sbagliato a leg­gere su internet? Cos’è? Un link di wikipedia sbagliato? Un virus in­formatico? Una pestilenza on li­ne ? O, semplicemente, voi sinda­ci della nouvelle vague vi siete di­menticati che amministrare le cit­tà è una roba seria?

In effetti de­v’essere così. Ma illudersi di farlo a suon di parole e slogan fru fru è come illudersi di far navigare un trialberi mettendo come vele un paio di mutandine di pizzo. Ci si va a schiantare alla prima onda.

Commenti

sale.nero

Sab, 23/06/2012 - 16:14

Al tempo! Adesso tocca a loro perdere. Siamo alla solita partita.

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Sab, 23/06/2012 - 16:21

Con il cattivo esempio la gente si illude. E' bastato Berlusconi presidente del consiglio e qualsiasi beota ha pensato di poter fare l'amministratore della cosa pubblica. Tutto qui.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Sab, 23/06/2012 - 16:32

The squallors,tanto sono.Il grillino non sa uscire dalla tana,bisognerà aiutarlo scovolandolo tenendo presente di staccarle tutti i marchingegni hightech,in quanto si è incartato.Ha chiesto aiuto al suo mentore,in risposta hà ricevuto un sonoro vaffa.... Il why not,salvo il profilo da divo che ostenta in ogni fotografia è alla canna del gas,malgrado il continuo agitarsi,non ne azzecca una e viene a ritmi costanti abbandonato dal suo entourage .motivo ? Spocchia e incapacità manifesta a governare,probabilmente pensava che essendo magistrato tutto era dovuto,e invece.... Il rosso sindaco meneghino,re delle piroette e amante dei rom e centri sociali,non lascia trascorrere giorno che non abbia qualche trovata balzana,e,l'ultima cancella la visita ufficiale del Dalai Lama per non inimicarsi i Cinesi,e ti credo,guarda cosa è diventata China Town in Milano ,una città nella città,senza regole, e per il quieto vivere lasciata fare. Tre allocchi for President.e vogliono far fuori Formigoni.

cesar

Sab, 23/06/2012 - 16:34

caro giornalista ..il paragone fra i tre personaggi è azzardato anche perchè quello di Parma è sicuramente una novità rispetto agli altri due...il vostro sarcasmo su parma è sospetto...sembrate in malafede....il 1° cittadino si sta dimostrando prudente .. e se farà qualche errore pazienza...chi non fà niente non sbaglia mai...diamo tempo al tempo prima di giudicare!!

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Sab, 23/06/2012 - 16:38

Ma come? Il paradigma della nouvelle italia di Berlusconi non erano le famose tre "i"? Ora Mario Giordano nè rinnega almeno due: quella di internet che doveva tanto essere cavalcata dal PdL e quella dell'inglese (google mapS caro Giordano perchè le mappe sono più d'una. No, non c'è solo quella di Arcore.). Non c'è che dire, ogni volta si sparigliano le carte e si rovescia il tavolo. O semplicemente è solo l'affioramento della solita beceraggine dei media italiani. Presto, chiamate i giapponesi. Forse i "musi gialli" potrebbero ricordare a Mario Giordano che negli scritti devono esserci anche contenuti.

villiam

Sab, 23/06/2012 - 16:43

scorpion12 se non era per berlusconi saremmo messi come la corea del nord !!!!!!!!!!!!!!! è stato tradito dal fini ,la sinistra era disperata e tramite i magistrati ha fatto cadere un grande governo ,il problema è che dava fastidio al grande evasore svizzero ,non poteva più speculare appoggiato da sinistra !!!!!!!!!!!per questo hanno creato m..da e forse qualcosa in più!!!!!!!!!!!!

yuryssg

Sab, 23/06/2012 - 17:01

Ogni santo giorno un'articolo contro il M5S basato sul nulla ... che barba che noia che barba che noia.

andrea24

Sab, 23/06/2012 - 17:17

Ancora su Pisapia:Non pensate che Pisapia sia contrario al Dalai Lama,così come per altre forme colorate o rosso-arancio da "social network". Se fosse per Pisapia e la sua giunta,ci sarebbero più Dalai Lama e sempre più meno Papa.Condivido il fatto che sarebbe stato meglio non proporre la questione sulla cittadinanza onoraria,in maniera tale da evitare anche equivoci.

fabriziokk

Sab, 23/06/2012 - 17:57

Perchè tutta questa fretta nel giudicare Pizzarotti..come mai?! Pizzarotti che ha presenziato la prima seduta giovedì 14 luglio e che tra l'altro ha già depositato la mozione d'indirizzo come primo passo per impegnare la giunta ed il Comune per fermare l'inceneritore. Ma a voi queste notizie non interessano più "stimolante" puntare il dito su di un assessore all'urbanistica che NON ha commesso alcun reato visto che essere socio di un'azienda poi fallita fino a prova contraria NON è un illecito a meno che non vi confondiate con la bancarotta fraudolenta, magari un ripassino su alcune nozioni di diritto...quanto alla "villetta senza permessi" pure qui NON risulta alcuna denuncia in Procura di abusi edilizi..mi chiedo..ma di cosa state parlando..che cavolo scrivete? Io fossi stato in questo assessore non mi sarei dimesso..e se fossi in Pizzarotti inizierei a dare meno credito ad una stampa che gli critica l'inverosimile tanto da non essere per nulla credibile..il ragazzo deve fregarsene

Andrea 68

Sab, 23/06/2012 - 17:57

@ Villiam invece nella realta' grazie a Silvio siamo come la Grecia!

Andrea 68

Sab, 23/06/2012 - 18:13

Giordano già lei e' un mediocre giornalista, in più adesso in malafede si mette a ironizzare su di un sindaco come Pizzarotti che ha preso l'incarico da pochi giorni. Le rammento il suo capo che ovviamente qui difendete nonostante i disastri che ci ha lasciato e al quale siete pronti a concedere credibilità dopo ben 18 anni dalla sua "discesa in campo" che ormai sanno tutti ha arricchito lui ed impoverito il paese! Ecco Giordano lei che e' tanto bravo vada a vedere quanto tempo ci mise il Presidente del Consiglio Berlusconi a nominare il ministro dello Sviluppo Economico Romani.. più di 150 giorni! Ecco tra 120 gg ne riparliamo..Giordano la rete non dimentica..

Sinistra al caviale

Sab, 23/06/2012 - 18:14

#7 yuryssg ..e che problema c'è? Leggi qualche altra cosa a te più congeniale, ad esempio il Fatto dove troverai sempre tutto a favore di Grillo..

farcare

Sab, 23/06/2012 - 18:33

Adesso, dopo questo "sfogo", Mario Giordano può liberamente ( si fa per dire) scrivere un articolo sulla gestione, navigata, del PDL che la governata così saggiamente da lasciarle appena un buco da un miliardo di euro. Con grande sforzo, ma credo ce la farà a scrivere un pezzo sulla passata gestione. Per il M5S è evidente,( lo sanno tutti, tranne Mario Giordano), che erano attrezzati per fare la guardia nei consigli comunali e pubblicarne le sedute su youtube;erano attrezzati per questo. Chi andava ad immaginare che i partiti sarebbero sprofondati... ...è naturale se io,abituato ad organizzare le gite fuori porta, resto un pò "bloccato" se mi chiedono,in fretta e furia, di organizzare il giro del mondo . Ma non preoccupatevi, si risolverà tutto e subito. Non è fede, è concretezza: non può far peggio della passata amministrazione. Credo che Giordano, su questo punto, sia d'accordo.

Maria Teresa Pi...

Sab, 23/06/2012 - 18:40

Mario Giordano, sei un grande!!!! Complimenti, hai descritto la situazione benissimo....Ovverosia, questi sanno vendere solo fuffa ammuffita.

eglanthyne

Sab, 23/06/2012 - 18:47

Ma chi se ne frega se gli scappano gli assessori e il fan del commissario Rex cade sul Dalai Lama , sono problemi dei loro elettori .Hanno voluto la bici ? Ora PEDALANO.

Nikebuzzy

Sab, 23/06/2012 - 18:59

Non so del sindaco di Parma ma del rifondarolo Komunista commissario Rex di Milano sappiamo oramai che è un'inetto, ovvero negato, inidoneo, incapace, inconcludente, disutile. E' alle prese con la Kultura, con gli aKKoglimenti, magari senza il DalaiLama. E' molto strano che i cittadini di Milano, che hanno votato costui (tutti seguaci dei dj/giullari/predicatori/tribuni mediatici), non abbiano ancora capito che mente-cato hanno insediato a Palazzo Marino.

Stones1

Sab, 23/06/2012 - 19:20

#5 scorpion12 Caro scorpion lei è un supponente che non sa nemmeno che in italiano che i termini stranieri non si declinano mai (Google Map è corretto in italiano. Per dimostrare la sua cultura dirà che Pizzarotti ha analizzato i "curricula" (per dimostrare che sa che il plurale neutro in latino termina in -a) e che sta facendo degli "steidz" per imparare ad amministrare (e non degli "stage"), affermando così che il neo-sindaco sta preparando il palcoscenico del Teatro Regio e sicuramente userà "skaip-i" (mentre in America si pronuncia "skaip") e dirà "praivasi" (mentre gli inglesi dicono "privasi"). Ma già lei è già oltre: 2.0 (voto in italiano).

honhil

Sab, 23/06/2012 - 19:39

Da queste stesse pagine. «Le alleanze scomode di Pisapia: in lista a Milano un ultrà islamico: 47 honhil (519) - lettore il 25.05.11 alle ore 16:15 scrive: Capita sempre più spesso di leggere sui giornali apertamente schierati a favore del candidato sindaco del Sel, accanto al nome di Pisapia la sigla del Pd. La semplificazione è una bella cosa. Ma scrivere Pisapia (Pd) e Moratti (Pdl) dicono questo o fanno questo e quest’altro è, per la parte che riguarda la sigla politica di appartenenza di Pisapia, una notizia falsa. Una voluta disinformazione. Senza contare che, avendo i due movimenti politici peculiarità diverse e a volte idee contrastanti su come risolvere i molti problemi che attanagliano le moderne società, così facendo, oltre a fare disinformazione, cambiano l’abito mentale di Pisapia. Ed è una truffa per gli elettori meno informati. A ciascuno la sua appartenenza e a ogni partito il suo candidato. E alla comunità tutti i guai che quel candidato eletto si porta appresso.» Il fallimento dell’esperimento Pisapia a sindaco di Milano era scritto a chiare lettere nel suo DNA politico. Mentre i flop di De Magistris pm non potevano che promettere tempesta nella sua nuova veste di sindaco di Napoli. L’incognita semmai poteva essere Pizzarotti. Ma l’illusione non è andata oltre un battito d’ali.

GiuliaG

Sab, 23/06/2012 - 20:12

Ci sarà da ridere. I lavori per l’inceneritore a Ugozzolo sono già iniziati con un cospicuo investimento degli imprenditori e dei comuni della zona. E, in attesa che il cantiere sia terminato, i rifiuti della città parmense vengono inviati negli inceneritori e nelle discariche di Reggio Emilia, il cui sindaco, Graziano Delrio, anche presidente dell’Anci, ha minacciato di bloccare i trasferimenti di rifiuti se l’inceneritore di Parma non sarà realizzato. Non solo; nel caso in cui venissero bloccati i lavori ci sarebbe da pagare una penale di 180 milioni di euro, che non sono pochi soprattutto per un comune come quello di Parma già fortemente indebitato.

GiuliaG

Sab, 23/06/2012 - 20:26

Pizzarotti sostiene che la raccolta differenziata può arrivare al 90%, cosa improbabile, e i rifiuti tossici li manderebbe in Olanda! Ma se anche si riuscisse ad arrivare al 80% rimane il piccolo particolare che gli unici materiali che si possono riciclare all'infinito sono solo il vetro, l'alluminio e la stagnola. La carta ad es. dopo un paio di volte va in poltiglia che finisce nell'inceneritore. A me dispiace per Parma, bellissima realtà economica che è la sede della Agenzia Alimentare Europea grazie a Silvio che per ottenerla dovette fare la corte alla bruttissima presidente finnica ;) I grillini sono degli eco terroristi.

MauxWarp

Sab, 23/06/2012 - 20:29

Ragazzi.... date retta ad uno stupido..... diffidate di chi facilmente propone un cambiamento radicale... I passi vanno fatti uno alla volta.... e non piu' lunghi della gamba!!!! Cordialita'

Cosean

Sab, 23/06/2012 - 20:40

#14 Maria Teresa Piccinelli Ti farò una domada che ti sorprenderà? I babbalucchi sono chi ha causato il problema o chi non riesce a risolvere il problema causato da altri? E pensare che gli hai dato del "Grande"!

voce.nel.deserto

Sab, 23/06/2012 - 21:51

I giovani come Pizzarotti hanno sempre ragione e tempo per rifarsi.Chi fatenerezza e un po' pena è Pisapia.Oramai è considerato un debole da tutti,un uomo che si arrende davanti alla forza bruta. Per Lui non conta il saggio Dalai Lama ma l'arroganza del potere cinese che potrebbe danneggiarlo.

jas

Sab, 23/06/2012 - 22:07

giordano..... Per fare il Travaglio della situazione bisogna essere liberi di bastonare a destra e a sinistra..... Altrimenti la sua e' propaganda .... Disinformazione..... Qualunquismo..... avessero dimesso assessori e ministri indegni il pdl starebbe meglio.....ma purtroppo e' un partito che rappresenta i mariuoli.... E lei lavora per loro. Ovviamente a sua insaputa .Q

wripamonti

Sab, 23/06/2012 - 23:04

è vero se non c'è l'abilità innata di Berlusconi di far credere ai suoi elettori che loa colpa dei disastri che ha fatto sono di altri, gli elettori si accorgono dell'incapacità dei loro eletti... Ma se c'era la Moratti che cosa faceva, siete ridicoli e lo sapete di esserlo,,, avrebbe fatto la stessa cosa, come Berlusca che prestava il ****, sempre il nostro mai il suo, a tutta Europa ed ora vorrebbe che chi stà cercando di far risalire la credibilità italiana che lui ha dissipato, picchiasse i pugni sul tavolo,,, la realtà è che il popolo italiano di un certo tipo è veramente bue, oppure ha il gusto di farsi sodomizzare con il sorriso!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 24/06/2012 - 01:07

Si capisce perfettamente come si trova il Pizzarotti. Da un giorno all'altro è passato da un mondo virtuale a quello reale, senza altra esperienza che le chiacchiere scambiate via internet. Non si capisce invece il trinariciuto Pisapia che soccombe miseramente alle minacce della Cina. Ha rivelato di essere fatto di una gelatina tremolante che non è adatta a governare una città come Milano.

Ritratto di Gabryele87

Gabryele87

Dom, 24/06/2012 - 08:58

Non so che dire riguardo Pizzarotti , non lo conosco così bene , ma Pisapia è la miseria pura. Inetto , falso , presuntuoso e dannatamente incapace ! Penso che una scimmia ubriaca riuscirebbe a fare di meglio.

a.zoin

Dom, 24/06/2012 - 09:40

Questo vuol dire ESSERE TROPPO VANITOSI, e ,INCOMPETENTI. Tutt`e tre hanno cominciato la loro attivita, con l`inganno verso coloro che li ha votati. !!!!!!!!!!! Fra non molto cadranno e faranno tanti guai. Allora anche coloro che li hanno votati capiranno,che correre dietro a false CHIMERE ,ci si scottano le ......

erpigna

Dom, 24/06/2012 - 09:46

i saggi di una volta dicevano che per l'Uomo ogni venti anni ci vuole una guerra. la guerra è distruzione, morte, macerie, bombe (quelle vere non del cinematografo) distruzione delle menti aberranti che hanno portato alla guerra. ma la guerra è anche rinascita, mondo nuovo, nuove idee, aperture alla luce, alla conoscenza . ma col tempo, la gente laboriosa comincia a riposarsi, a pensare, a stare troppo bene e porta il cervello all'ammasso, a delegare, a perdere la propria identità,diventare zombi. altri approfittano e si ricreano le guerre e si ricomincia daccapo. cari amici, questo è il nostro destino. il mondo è bello, peccato che ci sono i monnaroli. il mondo è una prigione senza sbarre, ma dove scappi? quindi i Pisapia e compagni siamo sempre noi.

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Dom, 24/06/2012 - 10:29

Molto bene Mario Giordano ....ho appena letto la critica di tre cattivi esempi di amministrazione communale con sindaci Sel-Idv-M5s. Ora vorrei leggere un articolo che parli di tre amministrazioni esemplari governati da sindaci appartenenti alla fantastica triade ABC, ovvero Pdl-Pd-Udc....grazie

roberto.morici

Dom, 24/06/2012 - 17:16

De Magistris, atteggiamento di quello che fa finta di essere in grado di pensare; Pisapia, espressione un pò ambigua, sguardo a sinistra per bilanciare il naso girato a destra. Di questi due si conosce quasi tutto. Pizzarotti, il nuovo che avanza, aria da giovinetto dabbene che ispira simpatia. Diamogli una mano, un consiglio: provi ad organizzare un gruppo "facebook" per ognuno degli assessortati previsti; ogni gruppo deciderebbe al suo interno i vari provvedimenti votati, naturalmente via webb, dal Consiglio comunale. Non sarebbe molto ortodosso ed i vecchi arnesi della politica avrebbero sicuramennte da ridire. Ma tutto risulterebbe così moderno, così tecnologico, così tanto figo...

Luigi Fassone

Dom, 24/06/2012 - 17:18

Comunque sia,caro Dott.Giordano,le "colpe" di Pisapia e di sto Pizzarotti (da dove sarà mai uscito,costui ?) mica sono loro. Essi,si sono "candidati",poi qualcuno ,nel segreto dell'urna...Poi,a goderseli,purtroppo,c'è una fetta più grande dei loro sostenitori,è la democrassia...! Peccato che il Berlusca ci abbia messo molto di suo per darsi la zappa sui piedi,coadiuvato dal più "sedentario" dei Campioni Istituzionali italiani,il Gianfranco...