Fondi Pdl, Polverini a colloquio da Monti

Il premier Mario Monti incontra il governatore della Regione Lazio che, secondo fonti vicine al Pdl, sarebbe ancora tentata dalle dimissioni. I gruppi Pd, Sel e Idv si dimettono in blocco

La bufera non è ancora passata. Secondo l'agenzia Agi, che cita fonti vicine al Pdl, il presidente della Regione Lazio Renata Polverini sarebbe di nuovo tentata dalle dimissioni. La governatrice ha, infatti, incontrato il presidente del Consiglio Mario Monti, in partenza per gli Stati Uniti, per chiedergli un parere sullo scandalo legato alla gestione dei fondi del Pdl alla Pisana. "Ho voluto informarlo della situazione - ha piegato la governatrice - mi sembrava corretto farlo considerato che il Lazio è una realtà certamente non marginale sotto il profilo economico e istituzionale del nostro Paese".

Chi le ha parlato nelle ultime ore, descrive la Polverini come "molto provata". A pesare è, senza alcun dubbio, anche l'ultimo colpo alla sua leadership, arrivato oggi pomeriggio proprio dal sindaco di Roma Gianni Alemanno. "Bisogna azzerare la leadership del centrodestra", ha ammonito il primo inquilino del Campidoglio. Non solo. Nonostante abbia incassato il via libera alla spending review interna alla Regione, la Polverini resta accerchiata dall'opposizione che pretende un suo passo indietro da governatrice. La raccolta di firme voluta dai democratici è tesa proprio in tal senso e mira ad arrivare allo scioglimento del Consiglio Regionale. Se da una parte l'Idv di Antonio Di Pietro e il Sel di Nichi Vendola hanno già fatto sapere che appoggeranno l'iniziativa del piddì, i centristi hanno apertamente denigrato il comportamento del gruppo regionale democratico che, in serata, hanno rassegnato in blocco le dimissioni.

Ai microfoni di In Onda su La7 Franco Fiorito, l'ex capogruppo del Pdl indagato per peculato, ha confermato di aver segnalato alla Polverini le disfunzioni nel sistema di controllo dei fondi pubblici nelle disponibilità dei gruppi consiliari. Tuttavia, a detta di Fiorito, il governatore del Lazio potrebbe anche non averla letta dal momento "la Polverini non apre la posta di persona". Per l'ex capogruppo del Pdl, inoltre, "la Polverini ha fatto bene a non dimettersi perché non è direttamente responsabile e perché credo che non potesse lasciare la Regione in un momento così difficile". "Non posso sapere se lei sapesse o meno - ha concluso Fiorito intervistato a In Onda - sicuramente il suo gruppo riceveva le stesse quote degli altri".

Commenti

giottin

Dom, 23/09/2012 - 22:16

L'ho appena scritto a commento di un altro articolo: ho appena finito si ascoltare fiorin fiorello fiorito; gli daresti anche l'anima da guardare, praticamente santo subito. Per quanto riguarda i komunistoidi che bofonchiano tanto, che si dimettono loro per fare dimettere gli altri, ma cosa dicono? Lo sanno che anche loro si trovano nelle stesse condizioni, per cui qui non bisogna azzerare il pdl ma mandarli via tutti come si fa con il foglio di via dato alle persone indesiderabili. Foeura di ball!!!!!

giovi bl

Dom, 23/09/2012 - 22:25

Tutti a casa!!!Alemanno per primo

beckmesser

Dom, 23/09/2012 - 23:36

E allora Vendola cosa dovrebbe fare? Ed Errani? Le dimissioni della polverini sono chiaramente strumentali, il PD pensa di approfittare di un momento favorevole per prendersi il Lazio (ma non è detto!!!). Sarebbe il caso di ripagarli con la stessa moneta, dimissioni in massa degli eletti del centrodestra in Puglia...così vediamo cosa succederà Vendola..........

francesco57

Lun, 24/09/2012 - 00:22

Come mai nessuno di questi gentiluomini ha avuto alcun sequestro preventivo dei beni data l'ingente quantità di denaro sparito?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 24/09/2012 - 00:27

Questi maneggioni che si appropriano del denaro dei partiti, che poi è sempre denaro pubblico dei cittadini, oltre al danno finanziario danneggiano anche coloro che fanno politica onestamente. Siamo caduti nella 3° Repubblica. Quella dei farabutti.

Raoul Pontalti

Lun, 24/09/2012 - 01:02

Come diceva Montaigne la scimmia più sale in alto più mostra il c.u.l.o: il PDL ha mostrato appieno la sua natura di quadrumane, è ora che torni in gabbia o sugli alberi.

masquenada

Lun, 24/09/2012 - 01:18

Qui non si tratta più se siamo di destra, sinistra o centro!!! Siamo governati da inetti, ladroni, e mangia pane a tradimento.La Polverini deve dimettersi senza se e senza ma, perchè non può venirci a dire che lei non sapeva, che non era al corrente!!! Inutile fare i mea culpa, lo fanno tutti, ma non basta, devono pagare e restituire il mal tolto, e poi sparire dalla circolazione!!!!!

salapadula

Lun, 24/09/2012 - 02:35

Ma siete pazzi o cosa? capisco la fedeltà ma qui si esagera! Qui si parla di soldi nostri, tanti soldi, in ostriche e champagne, puttane e macchinone e voi state ancora lì a fare destra/sinistra? Questi sono un branco di ladri a destra e a sinistra!! E a me con 2 bambini piccoli all'asilo, mi chiedono di portare la carta igienica e i pennarelli perchè non hanno i soldi!!! Ma stiamo scherzando?! In galera i ladri e i farabutti! e se l'unico pulito è Grillo che vada lui al governo, puo' solo migliorare.

ltani

Lun, 24/09/2012 - 03:05

Quando finiranno di prendere in giro gli italiani questi politicanti da strapazzo? E'giunta l'ora di finirla con queste ruberie generalizzate in tutti gli apparati pubblici. Bisogna bruciare la costituzione che ha permesso con le leggi di rubare impunemente a noi cittadini sudditi di questi cialtroni

umberto nordio

Lun, 24/09/2012 - 06:39

Sarebbe opportuno e soprattutto apprezzato che tutti coloro che auspicano(perchè no) un azzeramento della politica cominciassero a dare il buon esempio dando per primi le dimissioni.Pensano forse di essere esenti da colpe?Forza Alemanno ,togliti di mezzo!

antonio.chichierchia

Lun, 24/09/2012 - 07:18

2.500 euro al mese per i consiglieri, buoni pasto (uno al giorno),tessera dell'autobus.. dopo tante maialate (Toga Party) un po' di vita sana, come quella dei comuni mortali potrebbe far solo che bene.

Benado

Lun, 24/09/2012 - 07:19

La Polverini , Non sapeva che alla Regione Lazio si elargivano stipendi di 51.000 € netti al mese? non sapeva di percepire uno stipendio superiore a quello del Governatore della California? Per essere eletta ha speso 9.000.000 di€ , dove li ha presi? Se vero rimborsi lo Stato e si dimetta

Ritratto di pipporm

pipporm

Lun, 24/09/2012 - 07:41

La posizione UDC, Casini in primis per le sue dichiarazioni, è davvero ridicola e inaccettabile. Casini estremo difensore di Monti per il rigore, a riguardo della Regione Lazio asserisce che tutti sapevano. Fatto gravissimo perchè se i consiglieri UDC sapevano avrebbero dovuto denunciare le ruberie. La peggiore faccia democristiana, rimanere attaccati alle poltrone che si occupano.

ottimista40

Lun, 24/09/2012 - 07:54

Ci siamo rotti le palle di questi politici! Fuori dai maroni!

Willy Mz

Lun, 24/09/2012 - 08:38

i komunisti sono sempre dietro l'angolo, pronti a prendere il potere. ma dove? non ce la faranno mai, anche loro hanno troppi ladri e non scheletri negli armadi.

Pazz84

Lun, 24/09/2012 - 09:02

@ beckmesser ora tiri fuori Vendola ed Errani... ma cosa centrano? Pur di difendere questi cialtroni diresti qualsiasi cosa? Le dimissioni del consiglio regionale sono dovute, hanno rubato ed è giusto che se ne vadano a casa. Tra l'altro gli esponenti dell'opposizione si sono già dimessi, non vedo cosa stiano aspettando. Vorresti difendere una che ha preso l'elicottero (a spese nostre) per andare a una sagra, e che per un suo intervento ha bloccato un'intero reparto di ospedale? Ma fammi il favore

suedtirol

Lun, 24/09/2012 - 09:11

E voi vi meravigliate che noi dell'Alto Adige vogliame scappare il più presto possibile da questo Stato miserabile????

ortensia

Lun, 24/09/2012 - 09:23

Dai Polverini che ti mettono da qualche altra parte e ti pagheranno sempre di troppo rispetto a quello che vali e sai fare.

ettore80

Lun, 24/09/2012 - 09:26

C'è ancora gente che si mette a discutere di destra e sinistra, PD PDl UDC... ancora non vi basta?

maxmello

Lun, 24/09/2012 - 09:26

In Europa ci sono politici che si dimettono per aver addebitato il noleggio di un film sui conti del partito, per multe non pagate e altre facezie che qui in Italia non srebbero degne nemmeno di un trafiletto in ultima pagina di giornale mentre nel resto del mondo fanno scandalo. Siamo anestetizzati dalla corruzione e dalla classe politica che invece di rappresentare il meglio del paese rappresenta il peggio della miseria umana. Qui la vergogna non esiste, l'onore non esiste, il decoro ed il rispetto per il ruolo politico che si ricopre non esiste qui è sempre e solo una gara a trovare la pagliuzza negli occhi degli altri per giustificare la trave nei propri. Di questo passo sarà la rovina completa come paese e come economia.

siorarina

Lun, 24/09/2012 - 09:57

@beckmesser il suo ragionamento quindi e': hanno rubato in tanti perche' dovrebbe dimettersi solo lei? O tutti o nessuno. Che mi pare il miglior modo di giustificarsi e continuare a rubare.

FrancescoCeC

Lun, 24/09/2012 - 10:04

A casa queste zecche. Le dimissioni non si dichiarano ma si presentano. Scusatemi ma ritengo patetici chi li difende con il benaltrismo o dicendo di guardare cosa fanno gli altri, con il "male comune mezzo gaudio" il massimo a cui possimao aspirare è la mediocrità.

teoalfieri

Lun, 24/09/2012 - 10:12

siete completamente ridicoli.... PDL e Lega... uniti nel ridicolo... sparavate contro il "nemico" e voi vi siete comportati peggio...

antiquark

Lun, 24/09/2012 - 10:13

Arresto, altro che dimissioni

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 24/09/2012 - 10:35

La cosa più ragionevole è che Polverini si dimetta e si vada a nuove elezioni. Polverini lo comincia a capire, ma Alfano non lo capisce: non capisce niente ed ha distrutto il partito in 12 mesi scarsi.

Angelo Mandara

Lun, 24/09/2012 - 10:46

DAVVERO ORIGINALE DEMOCRAZIA "NOSTRANA" ? Di recente, s'è visto la discusissima miss alla Regione Lombardia anche nelle vesti di indossatrice "di moda". Che già di sè, potrebbe far dubitare se con una carica pubblica possa permettersi di deviare da questo onore ed onere con "pruriti" personali...ricordandomi, quando, anni fa anche un semplice impiegato d'industria,non poteva permettersi di uscire dalle sue mansioni. Quando,ogni volta, da foto giornalistiche che ne evidenziano la sua prorompenza fisica...rinnovano alla memoria il suo "mandante" politico che le ha concesso di sedersi in così alto con..sesso, a scapito di altri più meritevoli. Al momento, alla Regione Lazio, a fronte di pronte dimissioni della sua Presidente...queste sono state accantonate sull'evidente pericolo che si andava a correre di un possibile "effetto dòmino"...a cascata. Morale : in questa originale e "casereccia" democrazia, instauratasi in Italia... quello che conta è farsi eleggere...per quello che segue, al Popolo non deve interessare, perchè "loro" pensano a tutto. Saluti. Angelo Mandara

vacabundo

Lun, 24/09/2012 - 10:52

Non mi si dica che sia la Polverini e tutti gli altri non sapevano di tanta delinquenza e ruberie?

GilbertoVR

Lun, 24/09/2012 - 11:00

Ancora una volta UDC diventa l'ago della bilancia. In cambio di soldi e di potere , anche minimo, Casini salverà la Polverini.

ottimista40

Lun, 24/09/2012 - 11:06

Avete notato che difronte a questi scandali i politici non mettono bocca? Pensate al caso Lusi, ora Er Batman, in futuro ci saranno altri. Quando si trattava di bunga bunga tutti gli avversari politici dicevano la loro e mettevano il carico da 11 per far dimettere B. e ci sono riusciti, ora che più di qualcuno è stato preso con le mani nella marmellata nessuno dice nulla come se fosse normale mangiare aragoste e alloggiare in alberghi di lusso con i soldi dei finanziamenti pubblici..se tanto mi da tanto molti mettono le mani nella marmellata. Mi piacerebbe tanto vedere tutte quelle regioni che si lamentano di non avere soldi per il walfare o per le scuole quanti soldi spendono per la rappresentanza dei vari amministratori e per le "collaborazioni" di amici e parenti vari, secondo me ci sarebbe da divertirsi. Buona antipolitica a tutti.

suedtirol

Lun, 24/09/2012 - 11:20

Mi spiace per Napolitano e Monti, persone oneste - ma per il resto siamo stufi di questo paese e dei suoi scandali... Via di qui. Con "noi" intendo gran parte degli Altoatesini.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Lun, 24/09/2012 - 11:24

"Renata Polverini ha incontrato il presidente del Consiglio Mario Monti, in partenza per gli Stati Uniti, per chiedergli un parere sullo scandalo legato alla gestione dei fondi del Pdl alla Pisana". Mi chiedo: "Ma la sig.ra Polverini sta ancora con la testa?" Ma cosa c'entra Monti. S'incontri piuttosto con i dirigenti del suo partito e decida il da farsi; o si rivolga direttamente al suo elettorato. I modo per fare tutto questo ci sono.

GilbertoVR

Lun, 24/09/2012 - 12:05

L'udc si dimostra di essere sempre quella forza politica che pur di avere potere, anche minimo, visibiltà e soldi, arriva a tutti i compromessi. Compreso il mantemimenti in vita di questo scandalo.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Lun, 24/09/2012 - 12:30

Ma andiamo, nessun ladro e malfattore in politica si dimette in Italia!

Ritratto di Michel

Michel

Lun, 24/09/2012 - 12:42

Direi che il caso Laziogate non è un caso isolato penso che in giro ve ne siano anche altri. Cmq vadano le cose nel Laziogate sono ben accette.

giorgiam1970

Ven, 28/09/2012 - 11:46

Vorrei solamente precisare un paio di cose, sottolineando che comunque sono la prima ad essere d'accordo sul fatto che chi ruba DEVE PAGARE!!! Il pd non si è dimesso!!!! il pd ha consegnato le dimissioni nelle mani del capogruppo Montino (quella "brava" persona che ora attacca la Polverini perchè "doveva per forza sapere" ma che non è stato così duro con sè stesso solo qualche anno fa quando la sua giunta mandava a rotoli la regione).... ora immagino che tutti sappiano che non basta consegnare le dimissioni in blocco! Vanno consegnate una ad una e personalmente al consiglio! Beh...questo non è mai stato fatto! Neanche dpo le dimisisoni della Polverini! Cosa aspettavano??? che qualcuno ci ripensasse???? Forse volevano solo far vedere che erano stati i pimi???? ma dai!!! E poi vorrei ricordare che chi doveva vigliare sui bilanci del consiglio era anche il PD avendo i suoi membri nel comitato di viglianza!!! Ma a loro, a quanto dicono, questi bilanci non sono mai arrivati!!! e allora perchè prendevano le indennità per svolgere un lavoro che a quanto dicono "non erano messi in grado di fare"? Se io fossi un'impiegata pubblica e avessi nelle mie mansioni quella di controllare su qualcosa e questo mi venisse impedito mi sentirei di rubare soldi pubblici venendo pagata per qualcosa che non faccio, non vi sembra???? Comunque....quello che andava fatto è stato fatto e secondo me le dimissioni della presidente sono un grande esempio di coerenza!