LA FORNERO«Nessun rischio pensioni» E durante la riunione il precario cacciato piange

Nessun rischio pensioni: è la «rassicurazione» del ministro del Welfare Elsa Fornero (nella foto), dopo l'allarme sul Super-Inps. Il disavanzo dell'Inpdap «è conosciuto dallo Stato, sarebbe stato coperto e sarà comunque coperto adesso».
Il governo «ha cambiato le regole» e «le istituzioni internazionali certificano la sostenibilità dei conti».
Sempre la Fornero è stata protagonista di un curioso episodio nel corso della presentazione della prima indagine nazionale «I migranti visti dagli italiani». Massimiliano Monnanni, direttore dell'Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali (Unar), struttura che fa capo direttamente a palazzo Chigi, ha presentato la sua relazione al ministro poi è scoppiato a piangere perché il suo contratto a tempo è stato tagliato dalla spending review. E la Fornero ha cercato di consolarlo: «Per qualcosa di simile sono stata ridicolizzata». Poi però ha aggiunto: «Dietro l'esercizio chiamato “spendig review” si celano decisioni molto difficili che questo governo ha dovuto affrontare».