Forza Silvio, adessoscarica la tua zavorra

Il partito carismatico concepito nel 2008 era un colosso. Adesso invece c’è troppa gente al traino di Berlusconi

Ernesto Galli della Log­gia è un professore uni­versitario colto e intelli­gente. Ma questo è ov­vio. Altrimenti egli non sarebbe in cattedra, quantomeno nessuno darebbe tanta importanza a ciò che scrive e dice. La sua prosa al servizio del Corriere della Sera è educata e profonda,un po’ curiale­sca com’è giusto che sia per un pensatore che, volendo dare del cretino a qualcuno, glielo deve da­re con garbo, sennò non sarebbe preso sul serio. Ieri, sul giornalone di via Solferino, non ha da­to dei cre­tini ai corti­giani di Silvio Berlu­sconi, peggio: ha det­to di loro che non contano nulla, non hanno mai contato nulla, non conteran­no mai nulla. Face­vano numero quan­do Forza Italia, pri­ma, e il Pdl, poi, avevano percen­tuali importanti. Ora che le cose so­no cambiate perché è cambiato il vento, sono soltanto pesi morti.

Il partito personale del Cavalie­re ha perso lustro e potenza, ma rimane il partito del fondatore. Sen­za di lui varrebbe zero. Hanno vo­glia i peo­nes di darsi da fare per di­mostrare il contrario e garantirsi il domani, a prescindere dal capo. Non hanno le carte in regola. Privi di personalità, incapaci di impor­si, psicologicamente sudditi del leader, non riescono non dico a co­struirsi un futuro, ma neppure a immaginarlo: sono gregari di Ber­lusconi. Contro il quale talvolta lanciano un sasso, ma subito na­scondono la mano, terrorizzati di essere scoperti. In faccia non gli di­cono mai niente che lo possa irrita­re. Non osano contraddirlo, salvo disubbidirgli non appena usciti dalla sua stanza. Lui dà un ordine, loro subito lo eseguono, però al contrario. Poi si giustificano affer­mando che non ave­vano capito bene. Quindi allargano le braccia sconsolati, invocando perdo­no. Se lo ottengono, ne approfittano per mendicare qualco­sa: di solito, una pol­trona.

I partiti a guida ca­rismatica sono tutti uguali e tutti fanno la stessa fine: tengono finché tiene il manico; quando questo non reg­ge più, ciascun militante diventa un potenziale ammutinato. La disgregazione comincia così: l’inte­resse generale passa in secondo piano, prevale il desiderio di ogni individuo di pararsi le terga. I furbi cercano un’intesa col nemico, dal quale pretendono di essere salvati e riciclati; i fessi cercano di trarre qualche van­taggio dal caos: un posto, una cari­ca, un osso da spolpare. Il Pdl, co­me fu concepito dal Cavaliere, poteva essere un colosso, anzi lo è sta­to. Infatti nel 2008 vinse le elezioni politiche con largo margine. Il Pd di Walter Veltroni andò a schian­tarsi. Ma un anno dopo, il gigante era già un nano, ridimensionato dall’uscita di Gianfranco Fini con i suoi fedelissimi del Fli.

Il seguito è noto. Un lento e pro­gressivo smottamento condusse i berlusconiani al fallimento di un progetto ambizioso: la rivoluzio­ne liberale. Complice anche la cri­si economico- finanziaria, il gioco in attacco del Cavaliere si trasfor­mò in gioco difensivo con qual­che sortita in contropiede, sem­pre più timida, velleitaria. La parti­ta si concluse con una sconfitta. I berluscones si sono rivelati incon­sistenti. Lo erano anche in prece­denza, ma il gruppo compatto sop­periva al deficit dei singoli. Ora che lo squadrone si è ridotto a rap­presentativa di vecchie glorie sen­za gloria, si avverte la sua inade­guatezza. Non riesce neppure a contrastare i dilettanti allo sbara­glio di Mario Monti, ancora con­vinti che l’Europa e l’euro siano i fari della politica italiana. Non si accorgono che invece sono fuo­chi fatui, lumini cimiteriali.

La moneta unica e la Ue sono di­sgrazie, iatture. Carlo Azeglio Ciampi e Romano Prodi le vollero a ogni costo e gli italiani, che han­no pagato un prezzo enorme per soddisfare quei capricci infantili, oggi boccheggiano. L’Inghilterra, che ha sputato in faccia all’euro, è in salute, sia pure con qualche ac­ciacco dovuto alla situazione in­ternazionale. E Berlusconi? Lui, che non ha mai creduto alle chi­mere europee, adesso è qui con un’Armata Brancaleone a recita­re la parte di coscienza critica del­la maggioranza. Però nessuno lo ascolta, neppure i suoi fanti. I qua­li, quando egli parla, si guardano l’un l’altro, incerti se dargli retta o no. Nel dubbio, si astengono dal fare qualsiasi cosa. Traccheggiano. Chi scuote la testa, chi sorride, chi sacramenta sottovoce per non farsi udire.Già.L’ex premier incu­te ancora timore, ma non ispira più fiducia.

Il Cavaliere non è stupido. In certi momenti ha consapevolezza dei propri errori; il principale è quello di essersi contornato di gente mediocre dall’inchino faci­le ( salvo alcune eccezioni) ma ina­bile ad altre attività, oppure dota­ta di tette eccellenti ma di meningi deboli. Troppo tardi per pentirsi, troppo presto per rimediare. E al­lora? Silvio alterna attimi di malu­more ad attimi in cui medita di but­tare all’aria il partito e di crearne un altro, nuovo, bello giovane, for­te. Perché non lo crea? Non ha il co­raggio di scaricare le cariatidi. Il suo limite è che non sa gettare a mare chi non serve, cosicché la sua barca è piena di zavorra e ri­schia di affondare. Un leader cari­sma­tico che preferisce dire ni piut­tosto che no, a lungo andare viene rifiutato dagli elettori.

Commenti

ALASTOR

Dom, 03/06/2012 - 17:19

Triste rappresentazione di un partito in declino. Ma ad onor del vero, dire che le colpe sono tutte di un gruppo dirigente dalle capacità modeste, tira direttamente in causa chi li ha nominati. Non si può sempre dire che è colpa degli altri, che non si è compresi, che si è vittima dei complotti altrui. Troppo facile.

Daniele Sanson

Dom, 03/06/2012 - 17:22

In passato e per 17 anni non c'era giorno senza un articolo su Berlusconi,oggi non sapendo cosa scrivere parlano di....Berlusconi. La cosa ridicola è che questi mentecatti non sanno neppure fare un'analisi reale della situazione e della politica italiana.Parlano e scrivono sempre delle stesse cose ma senza guardare con occhio critico tutto il panorama politico italiano comprendendo quindi le opposizioni ,se lo facessero non solo farebbero cadere le braccia ai lettori rendendoli partecipi della reale pochevolezza dei politici in generale ma farebbero finalmente capire loro di quante cose dovrebbero cambiare nel nostro paese per permettere a chi viene eletto di governare realmente cosa che l'attuale costituzione oggi impedisce. danisan

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Dom, 03/06/2012 - 17:39

niente da dire; chiaro semplice e corretto.

Ritratto di sergio mantero

sergio mantero

Dom, 03/06/2012 - 17:40

Beh caro Feltri a forza di raccontare balle di fare tutto quello che ha voluto per leggi ad Personam chi puo' piu' credere nel Berlusconi. Ci ha portato al fallimento, sissignori, lui ci ha portato al fallimento non facendo nessuna politica e di conseguenza leggi per il bene del paese, ma ha solo pensato e con lui i suoi colonnelli, ha difendersi il sedere da tutte le malefatte che nel corso degli anni ha purtroppo commesso e che sono facilmente documentabili nelle aule dei tribunali. Dunque basta con il difendere un uomo che non ha mai dato e nulla mai dara' a questa Italia che ha bisogno di ben altro che di Berlusconi. Ma andiamo, siamo seri, una volta per tutte.

Dario40

Dom, 03/06/2012 - 17:41

Scrivi qui il tuo commento. 1000 caratteri disponibili

bolinatore

Dom, 03/06/2012 - 17:50

Berlusconi scettico sull'Euro?.. no questa è troppo grossa per chi ricorda bene i fatti. berlusconi si professava uno dei sostenitori più convinti. se ora lo si vuol far passare per buon profeta fate pure, ma chi ha buona memoria può testimoniare del contrario. Lo stesso dicasi per mani pulite, dove tutti i suoi giornali e Tv erano una lode continua all'operato del pool di Milano. Si ricordi di Brosio che bivaccava in permanenza davanti al tribunale di Milano.

idleproc

Dom, 03/06/2012 - 17:52

Provateci voi a scaricarli. Non conoscete i democristiani e i socialisti. Si sono attaccati come delle mignatte (con la "a"). Se non trovano pane e companatico da qualche altra parte non ti mollano fino a quando non hai più sangue.

dinumby

Dom, 03/06/2012 - 18:21

Carissimo Feltri,i caro Silvio ci ha illuso e delusi tutti,e pur dandoti ragione in pieno che si sia attorniato di gente mediocre,non capisco come una persona intelligente come te non abbia ancora capito che chi si circonda di persone mediocre è un solo un po' meno mediocre.

stesicoro

Dom, 03/06/2012 - 18:33

Non mi pare generoso qualificare come zavorra chi è rimasto con B. Sarei più propenso a ritenere che la vera zavorra fosse quella già staccatasi, tipo carlucci ed i seguaci di colui di cui mi infastidisce sinanco menzionare il nome.

Fellas16

Dom, 03/06/2012 - 18:37

Però!! Feltri ha scoperto che l`azienda Italia voluta dal cav. sta dirottando verso il fallimento! Che fosse un partito di sudditi, o meglio servi come freferisce, è noto da anni, stupendo l`ultimo pezzo dell`articolo "Il Cavaliere non è stupido. In certi momenti ha consapevolezza" quanti saranno stati questi momenti in tutti questi anni?? ...2 o 3 ? Quelli dall`inchino difficile sono stati sistematicamente messi alla porta e bombardati da questo stesso giornale, altro che libertà e democrazia, di cui il cav. si è sempre riempito la bocca nelle sue campagne politiche!! Insomma caro Feltri, adesso che il grande polverone pian pianino si dissolve sul grande palcoscenico del padrone, l`unica cosa che si comincia a intravedere è il nulla!! Un`alto partito giovane e forte con a capo silvio!!?? Vorrà dire la zavorra!?

SpaghettoCoraggioso

Dom, 03/06/2012 - 18:41

Sentite… di grandi balle spaziali ne ho sentite… possibile che l’origine dell’Europa unita erano state fatte all’interno delle scuole professionali. Ho conseguito nel 92/93 il diploma EUROPEO, valido in tutta Europa e partecipato ai primi congressi europei, l’Europa era costruita sulla dorsale dei giovani quindi. Non mi risulta che Prodi e compagnia bella abbia costruito un gran ché, anzi! Rubato l’Europa ai giovani, che a me è costato studiare materie in più per prendere il pezzo di carta europeo. Prodi? Colui che ha distrutto tutti gli impegni che noi, allora giovani, ci avevamo messo. Prodi ci ha portati in Europa? I giovani del 92/93 hanno tentato di costruirla, non quell’approfittatore di Prodi! Ed infatti…

xgerico

Dom, 03/06/2012 - 18:43

Il Cavaliere non è stupido. In certi momenti ha consapevolezza dei propri errori; il principale è quello di essersi contornato di gente mediocre dall’inchino facile ( salvo alcune eccezioni) ma inabile ad altre attività, oppure dotata di ***** eccellenti ma di meningi deboli. Troppo tardi per pentirsi, troppo presto per rimediare. E allora? Silvio alterna attimi di malumore ad attimi in cui medita di buttare all’aria il partito e di crearne un altro, nuovo, bello giovane, forte. Perché non lo crea? Non ha il coraggio di scaricare le cariatidi. Il suo limite è che non sa gettare a mare chi non serve, cosicché la sua barca è piena di zavorra e rischia di affondare. Un leader carismatico che preferisce dire ni piuttosto che no, a lungo andare viene rifiutato dagli elettori........................... Feltri stavolta hai RAGIONE!!!!

umberto0821

Dom, 03/06/2012 - 18:49

Articolo molto bello e chiaro. Appoggio in pieno la chiusura.

Ritratto di deep purple

deep purple

Dom, 03/06/2012 - 18:49

Feltri, la zavorra è rappresentata da quei 40 parlamentari (e più) vicini a Scajola e Pisanu. Se li scarica adesso, questi non esiteranno un secondo ad allearsi con l'udc e fare assieme al pd una legge elettorale che impedisca al pdl di vincere le elezioni e un'altra sul conflitto di interessi che impedisca a Berlusconi di candidarsi. Sono convinto che il vero obiettivo di Berlusconi e Alfano sia quello di aspettare le elezioni politiche per non ricandidare più questi personaggi (che sono quelli che li hanno costretti a sostenere Monit). Questo sarebbe il miglior modo per innovare il pdl e recuperare i voti perduti.

Raoul Pontalti

Dom, 03/06/2012 - 18:52

"Ma un anno dopo, il gigante era già un nano, ridimensionato dall’uscita di Gianfranco Fini con i suoi fedelissimi del Fli":singolare apologia dell'operato di Fini... In realtà il PDL allora perse un cofondatore e già questo determinava il venir meno della ragione dell'esistenza di un partito che volendo avere l'ambizione di divenire la casa unica del centrodestra "moderato" già non era riuscito a convincere Casini a confluire e poi, appunto, perdeva un pezzo importante se non altro per l'immagine.Singolare altresì l'affermazione (esagerata invero) che i berluscones siano solo delle nullità al seguito del Cav.: ma cosa serve un partito così? e perché il Cav si sarebbe ridotto a mettere insieme solo degli scartini?Il Cav. non è eterno ed è già anziano, se senza di lui non c'è che il vuoto pneumatico allora è meglio sgonfiare subito questo partito (e gli elettori lo stanno facendo..). Creare un partito nuovo, perché? Sarebbe inevitabilmente come il vecchio se il Capo procede come prima.

antonin9421

Dom, 03/06/2012 - 19:00

Può essere una critica giusta, ma niente è dimostrabile. I fatti sono questi: la crisi è dovunque, negli USA, in Asia, Europa (tutta), ecc... e l'Italia, la Spagna, Grecia, Portogallo, Irlanda... ecc. contano assai poco... e in tempi di crisi non è mai il più forte che vince... tutt'altro... Quando mancano le condizioni per sopravvivere cadono i più grossi mangiatori... si osservi la natura... i piccoli resistono.. i piccolissimi, gli invisibili restano... ricominceranno da capo.

Giovanmario

Dom, 03/06/2012 - 19:03

Tutti scordano che il pdl è stato ed è il partito desiderato e voluto da tredicimilioni di italiani che confidano solo ed esclusivamente in Berlusconi.. per cui tutte le persone che gravitano intorno a lui devono avere anche il nostro consenso se vogliono continuare a lavorare e sarebbe ora che alcune di queste venissero invitate gentilmente.. a buttarsi nel vaso e tirare la catena..

Ritratto di marystip

marystip

Dom, 03/06/2012 - 19:05

Per rivedere il vero Berlusconi , ma sarà già troppo tardi, bisognerà attendere la decisione della Cassazione sul lodo Mondadori. Lo terranno in sospeso, appeso per le palle fin quando vorranno e se non si comporterà bene...........

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Dom, 03/06/2012 - 19:10

Sintesi estremamente chiara sulle azioni da intraprendere, percui mi chiedo, perchè il Sig. Berlusconi non l'ascolta, e continua con sterili provocazioni (stampare €, per esempio...) che sicuramente non giovano ne all'Italia ne al PDL??

ilbarzo

Dom, 03/06/2012 - 19:44

Non ha alcuna importanza che Lei Cavaliere salga nuovamente sul predellino di una auto, l'importante e' che riprenda ad essere il Silvio Berlusconi del 94,altrimenti il pdl va a farsi friggere.Di carisma ne ha fin troppo.Lo eserciti,per tornare ai bei tempi che furono.

ustar

Dom, 03/06/2012 - 19:57

Condivido pienamente con lei il suo articolo, dott. Feltri. Berlusconi aveva una maggioranza mai vista prima, ma troppi errori sono stati fatti e non credo che gli italiani perdoneranno. Ho seri dubbi e timori sul prossimo futuro della politica italiana.

Hattrick

Dom, 03/06/2012 - 19:59

La zavorra del PdL è lui..... Via Berlusconi e torniamo a votare PdL

Bozzola Paola

Dom, 03/06/2012 - 20:14

Sante parole Dr. FELTRI,ma chi le ascolta? la gentucola attaccata alla poltrona ed ai benefit? NO!!!Chi vuol fare carriera (e soldi in tasca) imboscandosi in sezioni provinciali, regionali, comunali pensando solo al proprio interesse (visto con i miei occhi) NEPPURE, il cosìdetto popolo bue? FORSE perchè spera in un ritorno di demo crazia, ma si deve scontrare con il politico italiano vorace predatore di prebende, sedie, poltrone, auto (cioè il più bel lavoro che ci sia in Italia.

erasmodarotterdam

Dom, 03/06/2012 - 20:15

Forza Silvio scarica la tua zavorra....Prroooootttt...fatto!

decisamente

Dom, 03/06/2012 - 21:04

Sono dispiaciuto direttore "Vittorio Feltri", anche lei come il prof. "E.G.D.L.", il suo scritto è pieno della solita retorica giornalistica, ha solamente dimenticato di mettere in bella evidenza, la Giustizia italiana con l'aiuto dell'informazione "gossippara", hanno indebolito profondamente la figura carismatica Istituzionale del "Cavaliere", per il resto è solo la conseguenza di indebolimento popolare del nuovo partito del "centrodestra", di forma prettamente "berlusconiana", difficile da potersi separare dal pensiero del suo fondatore...

Ritratto di unLuca

unLuca

Dom, 03/06/2012 - 21:19

Fino a che sosterranno la sanguisuga neppure un miracolo .........

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 03/06/2012 - 21:30

Caro Feltri , mi e bastato leggere di E:G:dL " solo se cessiamo di essere una nazione "per comprendere che razza di eminente mente svolazza per l Italia, e non e ´il solo.Per commentare i suoi menzionati pesi morti posso solo dire che ne abbiamo uno grandissimo , ed e il partito degli assistiti , cioe quello che senza di esso tipi come della Loggia non potrebbero vivere , essendo come i funghi in simbiosi ,senza alberi niente vita. Berlusconi di di sbagli ne ha fatti molti, non essendo cresciuto a scuole e ideologie politiche.Si e´ fidato di tipi come fini e casini, non nomino i presidenti che oltre che a lui hanno pugnalato tutti gli italiani.POI l´ ultimo errore mortale. Non doveva mollare , se sostiene monticello, poteva benissimo andare a nuove elezioni. dopo di che per i rossi rimaneva una sola alternativa. O opposizione , o nel peggio una grande coalizione , che sarebbe stata meglio di uno stillicidio come lo stiamo vivendo adesso.

aliberti

Dom, 03/06/2012 - 22:15

chi dei suoi fidi ha il coraggio e la lucidità di spiegargli quale è la zavorra?

ilmiogiornale2

Dom, 03/06/2012 - 22:26

Ho l'impressione che alle prossime votazioni il popolo di destra si asterrà dal voto così come ha fatto alle amministrative passate. E' stufo di sentire chiacchiere, chiacchiere e chiacchiere. Il popolo non ne può più. Se i nostri politici non si adeguano i loro stipendi, se non tolgono il finanziamento ai partiti, se non la smettono di dare r prendere altri incarichi per incrementare i loro "portafogli" il popolo scenderà in piazza. Ai politici (in primis a quelli del governo tecnico) voglio solo dire calatevi nella realtà della gente. Siete pieni di quattrini nostri e ci state spremendo come dei limoni.

Ritratto di sydneysider

sydneysider

Dom, 03/06/2012 - 22:39

Concordo. In pratica lei da ragione a Galli della Loggia che sul tema e' stato parecchio crudo. L'unica cosa su cui non concordo e' attribuire a Prodi e Ciampi capricci infantili; i capricci erano senili. Berlusca oggi ha 76 anni forse non ha piu' l'energia per ripartire da zero. Io personalmente ad oggi il Pdl non lo voterei. C'e' tutta gente che e' stata baciata dalla fortuna di avere incontrato B ma che vale pochissimo; hanno gia' dato, non sono credibili come interpreti di un nuovo progetto. Nei paesi normali i partiti restano e cambiano i dirigenti, qui e' il contrario.

rrobytopyy

Dom, 03/06/2012 - 23:07

bravo Attrick ...però escludiamo le ultime 4 parole

ciaciaron

Dom, 03/06/2012 - 23:26

Non avete ancora capito che il ristorante ha chiuso? E' finita l'abbuffata, adesso è ora di passare alla cassa. E' finita la cuccagna, bisogna pagare. C'è il cassiere che vi aspetta a braccia aperte, ce n'è per tutti...

pitomaz

Dom, 03/06/2012 - 23:29

"Il Cavaliere non è stupido. In certi momenti ha consapevolezza dei propri errori; il principale è quello di essersi contornato di gente mediocre dall’inchino facile ( salvo alcune eccezioni) ma inabile ad altre attività, OPPURE DOTATA DI ***** ECCELLENTI MA DI MENINGI DEBOLI." Lo dice anche Lei, Direttore Feltri, che siamo stati governati da personaggi/e assolutamente incompetenti e senza titolo per governare scelti per l'aspetto fisico e/o per i favori fatti al capo? Ma si era mai vista una che aveva fatto calendari con le ***** fuori diventare ministro? E dopo che ci hanno portato al disastro economico negando sempre che ci fosse una crisi, che non c'era, che se c'era era solo nelle menti di qualcuno o era passeggera, qualcuno dovrebbe ancora votare PDL?

Ritratto di wilegio

wilegio

Dom, 03/06/2012 - 23:47

Chi si prende tutti gli onori, deve assumersi anche gli oneri, e le molte sconfitte, senza scaricarle sugli altri. D'altronde, tutti i gregari del "leader maximo" sono dei nominati, non degli eletti, e nominati, per giunta, sulla base di favori resi in vario modo, in cambio di una poltrona... salvo poi girare le spalle al "capo" alla prima occasione. Non dimenticnhiamoci che Berlusconi, pur di prendere voti a sud, ha ingaggiato la peggior feccia, a partire da lombardo e andandoci suddietro. I risultati erano prevedibili. Il fatto poi di non aver portato a termine una sola riforma significativa, quando aveva la possibilità di farlo, e di aver incocciato in incidenti di percorso come la crisi economica, il terremoto in Abruzzo, l'11 settembre... tanto per dirne solo alcuni, non ha certamente aiutato il Cav. Adesso però è ora che si faccia da parte volontariamente, prima che ci pensi qualcun altro a convincerlo... con le cattive.

antonin9421

Lun, 04/06/2012 - 00:15

#22 Hattrick... ma va là... va là... sì proprio là.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 04/06/2012 - 02:04

Berlusconi è ancora una fastidiosa spina nel fianco della sinistra. Per questo i trinariciuti non cessano di dileggiarlo anche ricorrendo, oltre alla magistratura, ai mentecatti che lo hanno raffigurato in una bara. I trinariciuti, nella loro povertà di immaginazione, non si sono accorti che in quella bara non hanno messo Berlusconi ma la loro miseria intellettuale.

sorans99

Lun, 04/06/2012 - 04:04

Silvio va sempre in trance davanti alle ***** grosse, il lato B, e gente che parlano in modo pacato in modo accademico stile inglese. Così si è fatto ingannare DUE volte da un incapace DOC. Mario Monti! La prima volta lo ha nominato commissario UE per garantire che non esisteva la concorrenza sleale. Monti non fece nulla contro il fatto che i due fratelli Agnelli avevano una diretta partecipazione nel parlamento italiano, a differenza di Germania, Francia, Inghilterra, Spagna, Svezia, ecc. Ora, monti sta recando il colpo di grazia alla nostra economia e vita di quasi trenta milioni di noi. No Silvio ti sei rovinato incantandoti (rovinando la nostra vita), in cose da piangere.

gicchio38

Lun, 04/06/2012 - 07:47

E' Vero Quanto Scritto Sopra. Sicuramente Oltre Il 50% Dei Tuoi Deputati Ed Altrettanto Dei Tuoi Dirigenti Ti Hanno Solo Danneggiato Anche Se Si Sono Satollati A Loro Piacimento Per Poi Sputare Nel Piatto. Io E La Mia Famiglia Siamo Fermamente Convinti Di Questo Ed E' Il Motivo Che Ci Ha Fatto Decidere, Per Il Momento Di Collocarci Fra Coloro Che Non Andranno A Votare Alle Prossime Politiche Se Non Si Opera Una Pulizia Di Vecchiacci Artritici Non Tanto In Salute Ma Hanno Il Cervello Marcio Che Non Funziona Piu' A Dovere. Cav. Berlusconi Se Ci Vuoi Ancora Nel Tuo Partito, Crea Un'aria Nuova, Piu' Giovane E Pulita E Ritorneremo Ad Appoggiarci Se Perderai Le Prossime Elezioni Poi Non Ti Lamentare. Noi Seguiamo E Aspettiamo. Chiedi, Tramite Questo Giornale Che Io Leggo Ogni Giorno, Ai Tuoi Sostenitori Pareri E Fai Analizzare Le Risposte, Avrai Ancora Molte Soddisfazioni.

cast49

Lun, 04/06/2012 - 07:52

#22 Hattrick , chiamala zavorra!!!almeno noi ce l'abbiamo, voi non avere un caxxo di niente, solo omuncoli che pensano solo al proprio interesse fregandosene del popolo, lo dicono solo a parole, ma se ne fottono altamente e vogliono solo i voti.

maxmello

Lun, 04/06/2012 - 08:08

Il problema è che silvio non ha intenzione di fare nulla per la destra ma tutto per se stesso. Un buon padre si preoccupa di crescere i figli e renderli autosufficienti, capaci di vivere nel mondo, li prepara al loro futuro, lui non se ne preoccupa. L'unico futuro che gli interessa è il suo e delle sue aziende.In 20 anni non è stato capace di allevare una classe politica vera con idee vere, aveva delle sedie vuote e le ha riempite con personaggi che tutti ben conosciamo per usare le istituzioni come fossero un consiglio di amministrazione.La destra si appella ad un uomo di quasi 80 anni, pluri inquisito, che all'estero non suscita che ilarità e sarcasmo, quando non è pena, il problema magari è questo: un aerea politica dovrebbe essere riempita da idee programmi e persone, in Italia non abbiamo tutto questo ma solo berlusconi,il che ci da la misura della nostra disperazione quando guardiamo il deserto culturale e politico che ha lasciato dietro di se quest' uomo da quando è in politica

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Lun, 04/06/2012 - 08:20

Così com'è il PDL è inguardabile. Non un'armata brancaleone ma un'armata di peones. Che fare? A Parma si è dimostrato che gran parte dell'elettorato di centro destra, pur tradito da Berlusconi, non va a votare o non vota sinistra: piuttosto Grillo, il che è tutto dire. Penso che quell'elettorato, di cui io faccio parte, non attenda altro che una novità politica che li rappresenti. Facile a dirsi, certo. Ma un vero leader è tale se affronta le situazioni disperate. Primo: pulizia generale. Le ***** sono passate di moda (politica). Primo bis: il democristianume, rappresentato dai Pisanu, Scaiola ecc. ecc. out balls da qui all'eternità. Se c'è solo una di queste facce, niente mio voto. Primo tris: faccendieri, ex banchieri, ex AN, che tanto piacciono al Capo, fuori dai marroni. Secondo: trovare il centravanti. Sarà Passera, Montezemolo ecc. ecc? Non lo so. Vedere i sondaggi, tanto cari al Capo, ma niente Capo. Terzo: Dalla parte delle partite iva e non a chiacchere. Amen

Howl

Lun, 04/06/2012 - 08:55

Nomi e cognomi caro Feltri nomi e cognomi ,altrimenti sembra uno di quelli che attacca oppure non li fa perchè tra quelli ci sarebbe una certa Santanchè tanto caro al Giornale ? Da una parte è un peccato che non capiate ,voi del Giornale, i reali motivi della perdita enorme di consenso del Pdl ( che non è il venir meno di un leader ma la consapevolezza degli elettori che gli anni governati da B. sono stati NEI FATTI un disastro per mancanza di un reale interesse nei confronti del paese a favore del perseguimento di interessi personali ) dall'altra mi fa piacere che indottriniate con false analisi chi vi legge così vi autodistruggete. Nel Pdl non andavano bene le persone ( i Dell'Utri, i Cosentino, i Verdini, i Sacconi, i La Russa, i Ciarrapico, i Bondi, i Ghedini, i Paniz, gli Straquadanio, Napoli ecc..... ) e di conseguenza le loro idee. Comunque non vedo l'ora che questa gente venga ripresentata................ Ribadisco Feltri : FARE NOMI E COGNOMI

bolinatore

Lun, 04/06/2012 - 09:12

Alquanto incomprensibili e sibilline le contorsioni speculative di Feltri, che forse involontariamente tratteggia una immagine assai squallida di Forza Italia prima e del PDL poi. Un partito formato da inetti tranne lui, il Padrone Carismatico, contornato da zavorre. E chi sarebbero queste zavorre se non gli uomini scelti dallo steso Cavaliere, in parte pescati dai dipendenti delle sue aziende (avvocati inclusi), in parte dagli avanzi dei partiti della prima repubblica?. Se butta la zavorra butta anche ciò che rimane del partito