Francesca Pascale: "Berlusconi da sempre convinto sulle unioni civili"

La fidanzata dell'ex premier ha ricevuto oggi le tessere di Arcigay e Gaylib. "Anche la mia è una coppia di fatto"

Berlusconi non ha bisogno che sia Francesca Pascale a dirgli come pensarla sul tema delle unioni omosessuali. A dirlo è la stessa fidanzata dell'ex premier, che ha ricordato oggi come, da "liberale qual'è" e "al di là delle differenze", sia sempre stato sicuro delle sue idee.

Accompagnata da Alessandro Cecchi Paone, la Pascale ha ricevuto oggi, in un bar ai piedi di Castel Dell'Ovo, le due tessere di Arcigay, la storica associazione che si occupa delle questioni LGBT e quella della più giovane Gaylib, che riunisce invece gli omosessuali di destra.

"La mia è una coppia di fatto", ha detto la Pascale, dicendosi "convinta che tutti abbiano il diritto di amare" e che non si tratti di "una questione politica ma di dignità", di "un tema dove non ci devono essere differenze fra laici e cristiani, destra e sinistra".

Se i giornalisti presenti hanno ricordato alla fidanzata di Berlusconi che non tutti in Forza Italia sembrano pensarla allo stesso modo, la Pascale ha risposto che è "la dimostrazione che non siamo un partito di plastica". La speranza sua, ma anche dei rappresentanti di Arcigay e Gaylib è che il provvedimento sulle unioni civili possa essere approvato entro l'anno.

Commenti
Ritratto di Sanlusti

Sanlusti

Mar, 15/07/2014 - 15:09

Finalmente la Pascale ha cominciato a frequentare i suoi simili... Nei bar.