Frattini, promosso in inglese, diventa «the voice of Italy»

L'ex ministro degli Esteri in queste settimane è diventato un punto di riferimento per commentare i fatti della politica italiana. Il motivo? È uno dei pochi che "governa" la lingue inglese ed è in grado di affrontare un collegamento in studio nella lingua di Shakespeare

L'ex ministro Franco Frattini

È il 25 febbraio. Lo spoglio delle Politiche è in corso e gli occhi del mondo - complice la copertura giornalistica delle dimissioni papali - sono puntati sull'Italia. L'attenzione per il voto è altissima, così come la curiosità di verificare se Mario Monti riuscirà a restare al suo posto, se Silvio Berlusconi - «the comeback kid» - otterrà ancora la fiducia degli italiani, se la sinistra scalerà Palazzo Chigi o se «the 5 stars Movement» di Beppe Grillo travolgerà i partiti tradizionali. Unico problema: scarseggiano i politici italiani che parlino inglese e siano disposti non a rilasciare una semplice dichiarazione ma a partecipare a un dibattito in diretta in lingua straniera.
La ricerca è serrata. I telefoni squillano. Gli uffici stampa dei partiti ricevono riochieste in sequenza. A risolvere il problema è Al Jazeera che ha l'idea giusta e decide di convocare Franco Frattini. L'ex ministro degli Esteri, un tempo ferratissimo sul francese e non impeccabile sull'inglese, durante l'esperienza alla Commissione europea si è sottoposto a sedute mattutine e a corsi intensivi e ora maneggia con perfetta padronanza la lingua di Shakespeare, anche nei suoi aspetti più tecnici e nella terminologia politico-legislativa. Una atout non trascurabile per le tv straniere che se lo contendono e lo costringono agli straordinari, rimpallandoselo da uno studio all'altro (con una parentesi per una intervista telefonica in francese a Le Figaro). Il ponte perfetto tra le breaking news italiane del momento - il voto e il conclave - lo costruisce la britannica SKY News che allestisce lo studio per il collegamento in una stanza dell'Hotel Nazionale a Piazza del Parlamento, una stanza con un affaccio speciale. Frattini viene fatto sedere davanti a una finestra. Una soluzione studiata per avere una inquadratura della Cupola di San Pietro sullo sfondo e coniugare sacro e profano. Tutto in un unico zoom.

Commenti

Holmert

Mar, 12/03/2013 - 17:13

Bene ecco un altro ex socialista beneficato da Berlusconi,nel cui partito ha ritrovato onori e gloria, che come ringraziamento lo ha pugnalato alla schiena. Ambisace si dice ad un posto di tutto rispetto in ambito Ue e Monti potrebbe essere il suo mentore che ha le amicizie giuste che fanno al suo caso. Opportunista con il vizio del salto della quaglia.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 12/03/2013 - 17:18

L'Inghilterra fa parte dell'Europa, ma non dell'area Euro. Cosa che dovremmo considerare, perché il Regno Unito è fondamentale per l'unità europea.

angelomaria

Mar, 12/03/2013 - 17:26

be'direi che anche se tardi cone si dice meglio tardi che mai welcome to the party

ERASMO VESPIGNANI

Mar, 12/03/2013 - 18:06

Toh!! Anche questo traditore, guarda caso, ha trovato un lavoro. Potrebbe emigrare negli Emirati a fare il traduttore per Al Jazeera.

Ritratto di fulgenzio

fulgenzio

Mar, 12/03/2013 - 18:16

Ho sentito Grillo parlare in Inglese; lo parla come mia suocera. Se i suoi "grillini" sono a quel livello, sarebbe meglio cancellare il Ministero degli Esteri.

Ritratto di mauro santinelli

mauro santinelli

Mar, 12/03/2013 - 20:22

...Unico problema: scarseggiano i politici italiani che parlino inglese.. il problema è ke scarseggiano anke quelli ke parlino un italiano corretto

guidode.zolt

Mar, 12/03/2013 - 23:49

Il suo inglese ce l'ha sciorinato quando ricopriva il ruolo di Ministro degli Esteri...beh...! che dire...da CEPU...?

guidode.zolt

Mer, 13/03/2013 - 10:27

de buk is on de teibol...