Frontale tra auto: morti due giovani tre sono gravissimi

Due morti e tre feriti gravissimi il bilancio della tragedia della strada avvenuta l'altra notte in località Cassia Sud a Viterbo sulla Statale 675. Era da poco passata l'una quando due utilitarie, una Fiat Cinquecento e una Volkswagen Polo si sono scontrate frontalmente. Sul posto sono accorsi, oltre agli agenti della stradale, anche carabinieri, vigili del fuoco e operatori del 118 ma per due dei cinque giovanissimi, A.A. 19 anni di Vetralla e P.A. 21 anni di Viterbo, non c'è stato nulla da fare. Gli altri tre di età compresa tra i 19 e i 23 anni, sono stati trasportati in condizioni gravissime, due in ospedale a Viterbo, una ragazza al Gemelli di Roma. Dopo i rilievi gli agenti hanno arrestato per omicidio colposo il conducente di una delle auto coinvolte.
Si tratta di un ragazzo ucraino residente a Viterbo. Era lui alla guida della Polo che avrebbe causato l'incidente invadendo la corsia opposta. A quanto pare procedeva ben oltre i limiti di velocità e sarebbe stato ubriaco anche se a confermarlo saranno i risultati dei test alcolemici. A sostenerlo sono i parenti della ragazza che viaggiava sulla Fiat 500. «Sono inutili le raccomandazioni sul non bere. Non servono - si sono sfogati i familiari - se poi a distruggerti la vita sono gli altri. Siamo stufi di questi stranieri ubriachi».