«Fu il primario a uccidere l'ex e la figlioletta»

È stato rinviato a giudizio il medico arrestato nell' ottobre scorso con l'accusa di aver ucciso nel luglio precedente la convivente e la figlia di due anni nata dalla loro relazione, e di aver poi inscenato un omicidio suicidio con del gas butano.
Maurizio Iori, primario del reparto di oculistica dell'ospedale maggiore di Crema, sarà processato a Cremona in corte d'Assise il 19 ottobre. Iori è accusato di avere assassinato nella notte fra il 20 e il 21 luglio dell'anno scorso Claudia Ornesi, di 42 anni e la loro figlia Livia di due, nata da una relazione che poi era finita. Secondo l'accusa il primario avrebbe eliminato l'ex convivente e la loro bambina forse perché la donna pretendeva qualche riconoscimento in più, e non di tipo economico, per la figlia.