GENOVA

MERCATO DEL PESCE IN TILT
Si è corso il rischio di mandare in fumo 40 milioni di euro. Più di 4mila tonnellate di pesce sono infatti rimaste bloccate sulle strade italiane per lo sciopero degli autotrasportatori. Più ancora degli altri prodotti freschi, a causa della facile deperibilità, il blocco dei Tir ha provocato grossi danni al mercato del pesce. Ma a Genova lo spettacolo nei supermercati era quello di molte città italiane: casse di verdura vuote, numerosi cibi in scatola finiti, persino carta igienica e cracker sono diventati difficili da trovare: dopo il terzo giorno di sciopero degli autotrasportatori. Anche qui i camion che trasportavano i beni necessari per garantire il funzionamento dei servizi essenziali, sono stati scortati. Per cercare di colmare gli enormi disagi provocati dalla protesta, è stato stabilito che sabato e domenica prossimi gli impianti di carburante in tutta la Liguria potranno usufruire di apertura libera.