Genovese, la Camera vota il sì all'arresto

Con 371 sì e 39 no, la Camera ha autorizzato l'arresto del renziano Genovese, che si costituisce a Messina. Scontro tra M5S e Pd. Berlusconi: "Noi garantisti sempre e comunque". Renzi: "Il Pd applica sempre la legge"

Con 371 sì, 39 no e 13 astenuti, la Camera autorizza l'arresto di Fracantonio Genovese, deputato Pd accusato a Messina di associazione per delinquere finalizzata alla frode sui corsi di formazione professionale, peculato, truffa e falso in bilancio.

La decisione è stata accolta da un silenzio glaciale. Quando sono comparsi sul tabellone i risultati della votazione a scrutinio palese, nessuno ha commentato o proferito parola, né applaudito. Un silenzio composto anche dai banchi del Movimento 5 stelle. Contro l'arresto hanno votato alcuni deputati del Pd, Forza Italia e Nuovo centrodestra. "Noi siamo garantisti sempre e comunque", ha detto a Telecamere Silvio Berlusconi. "Il Partito democratico crede che la legge sia uguale per tutti. E la applica, sempre. Anche quando si tratta dei propri deputati. A viso aperto", ha scritto invece su Twitter Matteo Renzi.

Durante la discussione in Aula, c'è stato un duro scontro tra M5S e Pd quando il grillino Alessio Villarosa ha citato Falcone e Borsellino rivendicando di essere del partito degli onesti. Immediata la protesta dai banche dei democratici: qualcuno ha urlato "Buffone, vergognati", scatenando una vera e propria bagarre verbale. La presidente Boldrini ha faticato non poco a riportare l’ordine: "Non stiamo dando un bello spettacolo", ha detto, mentre Villarosa chiude urlando che "in questo Parlamento con M5s la delinquenza è destinata a scomparire". "Senza spirito di polemica, nessuno può appropriarsi di Falcone e Borsellino. Appartengono a tutta la nazione", ha ribattuto la presidente della commissione Antimafia Rosy Bindi. I deputati del Pd si sono levati in piedi per una standing ovation. Dopo il voto, nuovo scontro: Giulia Sarti (M5S) attacca Giorgio Napolitano e i deputati del Pd la contestano urlando dai propri banchi "Basta!". Subito dopo, arriva anche la risposta del deputato Pd Emanuele Fiano: "Qui dentro non è possibile ledere l’onorabilità del presidente della Repubblica".

In serata Genovese si è costituito nel carcere di Gazzi a Messina, dopo essere rientrato da Roma ed essere passato a casa a salutare i familiari. È arrivato in carcere in auto accompagnato da uno dei suoi legali. L’ordinanza cautelare di custodia gli sarà notificata dalla squadra mobile della Questura nell’istituto penitenziario di Gazzi.

Commenti
Ritratto di tomari

tomari

Gio, 15/05/2014 - 18:35

Premetto che mi rifiuto di leggere La Repubblica...però sarei curioso si vedere se daranno la notizia in prima pagina...o a pagina ventitré con caratteri minuscoli.

Seawolf1

Gio, 15/05/2014 - 18:36

e come mai Forza Italia e Ncd hanno votato contro???

Ritratto di lenin

lenin

Gio, 15/05/2014 - 18:36

Quelli del pd almeno hanno il coraggio di mandarli in galera i loro deputati delinquenti....voi di forza italia li volte in parlamneto e li difendete con tutta la vostra forza..la differenza è solo questa...ahahaha

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 15/05/2014 - 18:36

e vai! un sinistronzo in galera, ora vedremo quanto durerà questa galera.... :-)

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Gio, 15/05/2014 - 18:40

Se ha rubato alla collettività, merita 20 anni di carcere!!! Tutti i politici, dipendenti della Nazione, non meritano alcuna attenuante,non voglio essere rappresentato da delinquenti!!!!!

paolinobg

Gio, 15/05/2014 - 18:43

che tristezza Forza Italia che vota contro l'arresto di un piddino colpevole di tali nefandezze contro i cittadini. Forse non si rendono conto che la gente del centrodestra e' stanca delle ruberie dei politici e delle protezioni di cui gode la casta siano essi appartenenti alla propria forza politica che non. Grande mossa di silvio non ricandidare dell'utri e scajola, ma oggi dovevano votare a favore perche' questo voto finisce cosi' per favorire Grillo ed il PD che escono come quelli che vogliono "pulire" dai delinquenti il parlamento mentre il CDX passera' per quelli che questa pulizia non la vogliono....

xgerico

Gio, 15/05/2014 - 18:44

La Camera vota sì all'arresto del deputato Pd Genovese. Votano contro solo Forza Italia e Ncd- Bene bravi, 7+ quando cè da mandare un delinquente in galera, votate sempre contro! Vizio di famiglia?!

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Gio, 15/05/2014 - 18:51

Redazione - Gio, 15/05/2014 - 07:42 commenta La parola d'ordine salvate il soldato Francantonio Genovese, o meglio salvate il Pd dalle polemiche che seguirebbero all'arresto di un suo deputato accusato di truffa e riciclaggio nell'inchiesta sulla Formazione professionale in Sicilia, ha funzionato. Rinvio si prevedeva, alla Camera, del voto sulle manette al parlamentare messinese, e rinvio è stato. Il voto finale sul dl Lavoro, dopo il quale l'assemblea di Montecitorio avrebbe dovuto pronunciarsi sulla richiesta d'arresto già approvata dalla Giunta per le autorizzazioni, è slittato a oggi. E di conseguenza anche il voto su Genovese ha subito un rinvio. Forse, come sperano i democratici, a dopo le Europe Solita figura da cioccolatai, e fermarsi a riflettere???????????

Efesto

Gio, 15/05/2014 - 18:51

Vedo l'Italia tornata ai tempi dell'inquisizione. Con il voto palese nessuno ha più il coraggio delle proprie opinioni e comanda il vento di massa. Robespierre è vicino!

cast49

Gio, 15/05/2014 - 18:52

buffoni sono i komunisti che credono di essere gli unici onesti sulla faccia della terra, quando invece si sa che di onesti neanche l'ombra fra tutti i komunisti del parlamento (di sinistra ovviamente)...devono imparare ad essere onesti e veramente democratici e poi potranno dare dei buffoni a chi lo merita. La standing ovation alla befana? ahahahahaha

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 15/05/2014 - 18:53

Ingoiate anche questa... i "vostri" hanno votato contro l'arresto di un ladro, e per giunta del PD!!!

Ritratto di marcotto73

marcotto73

Gio, 15/05/2014 - 18:54

o mamma.... non è quelli di FI avranno avuto un Deja Vu e hanno votato PER SBAGLIO??? :-))

Ritratto di marcotto73

marcotto73

Gio, 15/05/2014 - 18:54

o mamma.... non è quelli di FI avranno avuto un Deja Vu e hanno votato PER SBAGLIO??? :-))

woofer65

Gio, 15/05/2014 - 18:57

Dev'essere un problema genetico. È uno stimolo troppo forte. Forza Italia se vede un delinquente deve per forza sostenerlo.

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Gio, 15/05/2014 - 18:57

È sull’hashtag ’’#fuorigenovese’’ che il deputato pescarese Gianluca Vacca lascia il suo commento sulla vicenda del deputato Pd Genovese e sulle polemiche in merito alle votazioni sul suo arresto: «Qualcuno fa finta di vergognarsi, qualcuno ostenta arroganza, qualcun altro invece è palesemente contento. Quelli del PD comunque fanno tutti schifo, tutti, e se non fossi un deputato della repubblica direi che sono delle merde. Il carcere per il renziano Genovese può attendere», chiude Vacca. E, se io non fossi educato, direi che tu sei UNA GRANDISSIMA TESTA DI CAZZO!!

Miraldo

Gio, 15/05/2014 - 19:06

PD e M5S vi metterei tutti in carcere insieme a Genovese tanto siete della stessa risma.

Ritratto di scriba

scriba

Gio, 15/05/2014 - 19:21

L'ENNESIMO DEL PD. Sarà anche il primo renziano ma in realtà è l'ennesimo del PD incapace di resistere al richiamo del... Capitale. Al comunista non far sapere quanto i soldi(degli altri) fanno godere.Buonisti, pacifisti,europeisti e neocapitalisti.

james baker

Gio, 15/05/2014 - 19:30

Silvio Berlusconi NON RISPONDE SOLTANTO A JAMES BAKER !!!

Roberto.C.

Gio, 15/05/2014 - 19:32

Parlamento-Senato-Colle = la culla dei disonesti!! Partiti Politici, Tutti= Bande di schifosi scarafaggi!! E' ora di spolverare il FERRO!!!

82masso

Gio, 15/05/2014 - 19:34

Voi sempre dalla parte dei disonesti e Berlusconi è il capo fila.

Accademico

Gio, 15/05/2014 - 19:38

Ci siamo rotti I COGLIONI. Basta con sti ladri. Basta !!!

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 15/05/2014 - 19:40

Ma quelli del PD non sanno che le sentenze si contestano e non si subiscono??. Silvio sono 20 anni che lo dice in nome della libertà, ma non hanno imparato nulla

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 15/05/2014 - 19:40

Ma quelli del PD non sanno che le sentenze si contestano e non si subiscono??. Silvio sono 20 anni che lo dice in nome della libertà, ma non hanno imparato nulla

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 15/05/2014 - 19:40

Ma quelli del PD non sanno che le sentenze si contestano e non si subiscono??. Silvio sono 20 anni che lo dice in nome della libertà, ma non hanno imparato nulla

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 15/05/2014 - 19:41

Ma quelli del PD non sanno che le sentenze si contestano e non si subiscono??. Silvio sono 20 anni che lo dice in nome della libertà, ma non hanno imparato nulla

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 15/05/2014 - 19:41

Ma quelli del PD non sanno che le sentenze si contestano e non si subiscono??. Silvio sono 20 anni che lo dice in nome della libertà, ma non hanno imparato nulla

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 15/05/2014 - 19:42

Ma quelli del PD non sanno che le sentenze si contestano e non si subiscono??. Silvio sono 20 anni che lo dice in nome della libertà, ma non hanno imparato nulla

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 15/05/2014 - 19:43

Ma quelli del PD non sanno che le sentenze si contestano e non si subiscono??. Silvio sono 20 anni che lo dice in nome della libertà, ma non hanno imparato nulla

angelomaria

Gio, 15/05/2014 - 19:44

sara'solo l'iniizio ma non basta troppi nelle loro liste parlo di pd in genereche ancora devono pagare buona sera e fine giornata a voi cari lettoti

Ritratto di PICONE43

PICONE43

Gio, 15/05/2014 - 20:03

Toh! Un cialtrone del Partito Demoladro schiaffato in cella! Forza renzi che la fine di un cojone come te sta arrivando!

roberto78

Gio, 15/05/2014 - 20:05

al contrario di quello che aveva scritto ieri il giornale, non solo il pd non ha ostacolato l'arresto ma ha votato in massa per fare pulizia (quasi tutti presenti e tranne qualche mela marcia tutti allineati nel chiedere che la giustizia facesse il suo corso). assurda invece la posizione di FI.... ma che cavolo continuano a sbraitare su penati se poi sono i primi a "proteggere" tutti coloro che sono indagati???? proteggere poi da cosa???? mica è stato già condannato... andrà a processo e si vedrà se è onesto o meno.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Gio, 15/05/2014 - 20:07

Collaborazionisti e fiancheggiatori chi ha votato contro. Gente a cui piace il garantismo dei delinquenti e il massacro dei lavoratori. Bisogna ripulire l'Itala da questa gente, metterli in condizioni di non nuocere

Ritratto di Kasparov77

Kasparov77

Gio, 15/05/2014 - 20:09

Sembra che per FI e NDC un mafioso sia da proteggere. Sappiamo perchè.

AH1A

Gio, 15/05/2014 - 20:11

..e vai 4 a 1! Ricordo il poked d'assi: Previti, Dell'Utri, Berlusconi, Scajola...mica un Genovese qualsiasi...

Ritratto di no_malagiustizia

no_malagiustizia

Gio, 15/05/2014 - 20:13

un altro ladro. E chi vota contro il suo arresto, se non il partito con piu indagati, corrotti e criminali? Mi fate schifo! Ladri, ladri ladri!!!!!!

Antimafioso

Gio, 15/05/2014 - 20:19

Vergogna ai 39 che hanno votato no. Quasi tutti i politici, sia di destra che di sinistra, sono una razza criminale indegna di qualsiasi garantismo.

Charles buk

Gio, 15/05/2014 - 20:21

Un'altra cacca in galera. Avanti così

moichiodi

Gio, 15/05/2014 - 20:29

Il primo renziano in carcere. Grazie a forzaitalia.

Nik88nk

Gio, 15/05/2014 - 20:34

Quelli di F.I. proprio non ce la possono fare a non cercare di salvare un delinquente.

tizio_caio

Gio, 15/05/2014 - 20:35

io che sono sempre stato di destra ed ho sempre votato a destra mi vergogno di questo partito chiamato Forza Italia diventato GARANTISTA. Noi di destra siamo e saremo sempre giustizialisti ed ho il ribrezzo a leggere queste porcate fatte nel Parlamento italiano da un partito che in passato ho pure votato pensando che seguisse gli ideali di centro-destra...vergogna!!

tizio_caio

Gio, 15/05/2014 - 20:36

Berlusconi è ora che ti togli dai piedi, non ci rappresenti più!!

jakc67

Gio, 15/05/2014 - 20:40

mi sa che se vanno avanti così i piddioti, grazie alla stupida sottomissione "etica" ai grullini, che di etico non hanno manco le scarpe, alle europee prenderanno la medaglia di bronzo...

Ritratto di KNight

KNight

Gio, 15/05/2014 - 20:52

Il no di Forza Italia è la dimostrazione dello spessore del partito, sempre pronto a difendere i ladruncoli, furbetti, evasori ecc. In effetti è un partito nato a immagine e somiglianza di un pregiudicato ai servizi sociali e di un mafioso scappato in Libano.

scipione

Gio, 15/05/2014 - 20:58

Solo lui? E Penati e gli altri ?

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Gio, 15/05/2014 - 21:06

Beh direi che l'onorabilita' si guadagna facendo i fatti, che sia il presidente del consiglio, della Repubblica o del senato/camera non basta un titolo conferito (non dal popolo in molti casi) a garantire automaticamente onorabilità perché questa la si guadagna col tempo e soprattutto essendo superpartes cosa che per quanto riguarda presidenti di Repubblica e camera/senato non è mai esistita!il rispetto e l'onorabilita' sono due cose diverse, molto diverse!

marina.panetta

Gio, 15/05/2014 - 21:14

Il garantismo di FI e NCD sembra un voler nutrire a tutti costi la vipera pd in seno. Che cosa sperano di ottenere in cambio? La prossima volta che sarò arrestato uno di FI e dintorni ( e sicuramente ciò accadrà) sono pronta a scommettere che non ci sarà pietà. A meno che Berlusconi a Alfano non abbiano fatto bene i conti prima acquisendo la certezza che i loro voti non sarebbero bastati a garantire Genovese...

marina.panetta

Gio, 15/05/2014 - 21:14

Il garantismo di FI e NCD sembra un voler nutrire a tutti costi la vipera pd in seno. Che cosa sperano di ottenere in cambio? La prossima volta che sarò arrestato uno di FI e dintorni ( e sicuramente ciò accadrà) sono pronta a scommettere che non ci sarà pietà. A meno che Berlusconi a Alfano non abbiano fatto bene i conti prima acquisendo la certezza che i loro voti non sarebbero bastati a garantire Genovese...

Leo Vadala

Gio, 15/05/2014 - 21:17

Siete eccezionali! "IL PRIMO RENZIANO IN CARCERE" - tuona il titolo. Ah! Ecco, vedete come sono pieni di criminali anche loro! Poi, sotto, chi e' che ha votato contro l'arresto? Oh, guarda, Forza Italia e NCD. Mi sa che qualcuno in quei partiti "avi u carbune vagnatu' (ha il carbone bagnato) come dicono saggiamente in Sicilia.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Gio, 15/05/2014 - 21:17

...E non sarà nemmeno l'ultimo!

Ritratto di mark 61

mark 61

Gio, 15/05/2014 - 21:20

F.I..e.NCD votano contro e te pareva i garantisti di qualsiasi reato

scipione

Gio, 15/05/2014 - 21:20

Emanuele Fiano,anche il Presidente della Repubblica puo' sbagliare.Non e' mica Gesu' Cristo.

Ritratto di mark 61

mark 61

Gio, 15/05/2014 - 21:23

Che bel spettacolo “ si sta solo cercando un trofeo da mostrare “ povero SPERANZA proprio non lo capisce che era anche una casa che andava a suo favore !!!!! non c’è voluto un secolo solo 2 ore per smascherare la furbizia di F. I. e del NCD visto che alla fine sono stati gli unici a votare contro ….. ma il PD voleva perdere altro tempo sempre allineato con i disonesti

paolabrasile

Gio, 15/05/2014 - 21:23

avete votato no in quanto garantisti ?????? e io devo mantenere al parlamento ed al senato persone che sono state giudicate e condannate :???????? ma vi rendete conto che ci sono piu´condannati che persone per bene ?????? e io le mantengo!!!!!!!ma fate le persone serie uma volta per tutte per favore

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 15/05/2014 - 21:30

"Noi siamo garantisti sempre e comunque". Bravi, bene, 7+! Non vi smentite mai nella protezione dei delinquenti.

pitomaz

Gio, 15/05/2014 - 21:42

Genovese si consegna ai carabinieri, Dell'Utri fugge in Libano... qual è la differenza?

luigi civelli

Gio, 15/05/2014 - 21:43

Fracantonio Genovese è accusato di associazione a delinquere finalizzata alla frode,peculato,truffa e falso in bilancio,tutti reati tipici della Casta politica italiana.Per questi reati un cittadino comune subisce l'arresto senza indugi.Mi sono oscuri i motivi dell'opposizione all'arresto da parte di Forza Italia e NCD:garantismo peloso?

Salvatore1950

Gio, 15/05/2014 - 21:44

e chi lo dice che non si puo' ledere la " onorabilita'" del PdR? e' un uomo e quando sbaglia va criticato ed ha sbagliato....oh se ha sbagliato se e' vero come e' vero che e' l'artefice del piu vergognoso complotto internazionale ai danni dell'Italia

Ritratto di Tristano

Tristano

Gio, 15/05/2014 - 21:46

Il vostro (dei bananas) NON è garantismo sempre ma IMPUNITA' SEMPRE

gian paolo cardelli

Gio, 15/05/2014 - 22:11

I "democratici" partecipanti "di sinistra" non perdono occasione per dimostrare la loro insipienza: già etichettano il parlamentare come "delinquente" anche se siamo solo alla semplice accusa... però loro sono "democratici", appunto... buffoni.

Paul Vara

Gio, 15/05/2014 - 22:29

Bene ! E con lui anche tutti gli altri corrotti di sinistra e di destra.

Ritratto di pravda99

pravda99

Gio, 15/05/2014 - 23:14

paolinobg = Il CDX non "passa" per quello che non vuole fare pulizia, il CDX "e`" quello che non vuole fare pulizia. In questo caso la forma e` sostanza. E la sostanza del CDX e` Associazione per Delinquere.

Ritratto di no_malagiustizia

no_malagiustizia

Gio, 15/05/2014 - 23:36

finalmente un ladro in galera, il prossimo sara il vostro padrone! sedia elettrica per i ladri frodatori!!!

PetroniusArbiter

Gio, 15/05/2014 - 23:47

oh, cazzus, "il primo renziano in carcere"?? con I voti contriari di tutta Forza Italia?? ma io vi adoro

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Gio, 15/05/2014 - 23:54

Poveri "pollitici" (due elle)! Giusto, Renzi; la legge è uguale per tutti e bisogna rispettarla. Giusto. La legge dice pure che una persona è innocente fino a che non è stata provata la sua colpevolezza. In questo caso non la vogliamo rispettare? Dice che ci vogliono almeno tre gradi di giudizio prima di averne la certezza. Mi sa dire, Renzi, cosa ci va a fare in galera un innocente? Non le sembra un controsenso? Sarebbe questa la giustizia? E non mi riferisco solo a Genovese, ma anche a tutti gli altri in galera in attesa di giudizio. Mi sa tanto, Renzi, che lei, decidendo di votare per la carcerazione di un innocente (tale è Genovese fino a prova contraria), abbia fatto un misero calcolo elettorale e in definitiva abbia venduto l'anima al diavolo. Così si è legato, da bravo quacquaraquà, mani e piedi a coloro che hanno instaurato il sospetto come arma di annientamento degli avversari (o amici, o compagni) sgraditi. Non c'è bisogno del terrore, basta il sospetto e gli ingranaggi della giustizia cominciano a macinare. Il cristiano viene dato in pasto a quei babbei dei "pollitici", i "pollitici" fanno il pollice verso, la stampa strombazza e così si scatenano mandrie di bestie che non aspettano altro che sbranare. Colpevole? Innocente? Chissenefrega! Basta sbranare. Pensi, Renzi, che l'instaurazione del sospetto che chiama obbligatoriamente l'investigatore ad agire, costringe la Giustizia ad essere ingiusta; è il colmo! Chi ha ideato, secondo lei, questo marchingegno così subdolo e potente? La legge è uguale per tutti, ma la legge dice anche che non basta una accusa o un sospetto per essere considerati colpevoli: ci vogliono tre gradi di giudizio. Prima di questi tre gradi un cittadino è innocente: mandarlo in galera è una ingiustizia e una vigliaccata. Se lo permette il Parlamento, vuol dire che quel Parlamento è pieno di "pollitici" più pericolosi ancora dei delinquenti: infatti sono dei pirla che hanno messo le palle in mano a qualche stritolatore.

Stan75

Ven, 16/05/2014 - 00:16

x tomari: in prima pagnia.

Stan75

Ven, 16/05/2014 - 00:17

mortimermouse: si un sinistronzo in galera, ma non grazie a FI..

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 16/05/2014 - 00:25

Il rifiuto di FI all'arresto di parlamentari non è una novità ma è stata da sempre una battaglia contro possibili indebite interferenze nello svolgimento dell'attività politica. L'INCRIMINAZIONE DEL COMPAGNO GENOVESE VOTATA DAL PD È UNA MOSSA PROPAGANDISTICA IN VISTA DELLE ELEZIONI. Non illudiamoci. I comunisti sono come i camaleonti. SI ADATTANO ALLE CIRCOSTANZE PER SEMPLICE TORNACONTO.

m.nanni

Ven, 16/05/2014 - 00:34

il parlamento era chiamato a votare non sulla colpevolezza o sulla innocenza del deputato Genovese; era chiamato a votare sul suo arresto o se vi fosse persecuzione da parte dei magistrati che lo volevano in carcere prima di condannarlo con sentenza. ascoltando il dibattito ho capito che Pd e grillini fanno a gara a volersi ipotecare le manette più grosse e quindi votano per l'arresto del deputato. mentre la rappresentante dei socialisti annuncia la cagata di uscire dall'aula al momento del voto, come ad uscire dal Colosseo per non partecipare alla carneficina del diritto. FI e NCD votano contro l'arresto perchè difendono un principio non un principe ed io approvo abbondantemente questa scelta.

peppe1944

Ven, 16/05/2014 - 01:32

Mortimerd: cosa mi dici del fatto che FI e NCD hanno votato contro l'arresto? Sono curioso di leggere la tua risposta bananas....

brunog

Ven, 16/05/2014 - 06:15

Ci sara' l'appello e il verdetto potrebbe essere di condanna o assoluzione. Se dovesse venire assolto allora....?

bruna.amorosi

Ven, 16/05/2014 - 06:48

sarà vero che un kompagno va in galera ma il GREGANTI cioè il kompagnio g lo stanno proteggendo come mai ? hanno paura che la cupola venga giù????

Accademico

Ven, 16/05/2014 - 06:49

@PITOMAZ - Tra Genovese e Dell'Utri, qual è la differenza? Nessuna. Un comune denominatore per due comportamenti. Devo spiegarmi meglio?

scott

Ven, 16/05/2014 - 07:44

Daspo a vita.

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Ven, 16/05/2014 - 07:44

...x i Buffoni che invece di commentare il soggetto incriminato come al solito si scagliano contro la loro ossessione....articolo scritto da panorama giornale di Berlusconi....svegliatevi dal vostro torpore: Con «quella faccia un po’ così e quell’espressione un po’ così» Francantonio Genovese potrebbe ingannare. Sembra un bonario curato di provincia, invece è l’uomo più potente della Sicilia peloritana, quella che guarda in faccia il continente. Ex sindaco di Messina, poi segretario regionale del Pd, adesso parlamentare nazionale, è figlio d’arte: suo padre Luigi fu senatore della Dc per sei volte. Anche se il pezzo da novanta della famiglia è l’indimenticato zio Nino Gullotti, otto volte ministro: uno che, racconta il giornalista Giampaolo Pansa, «possedeva il 41 per cento delle tessere democristiane di Sicilia». Una dote elettorale passata di generazione in generazione fino ad arrivare al nipote Francantonio. Che oggi, mezzo secolo dopo il periodo d’oro dello zio Nino, perpetua il motto dei Genovese: la famiglia prima di ogni cosa. Non ha dimenticato nessuno, Francantonio: la moglie, tre cognati, due nipoti. Tutti attaccati alla florida mammella della formazione professionale isolana: con quattro società che nell’ultimo anno hanno incassato quasi 2 milioni di euro di contributi pubblici. Galassia familiare a cui andrebbero aggiunte, in virtù di curiosi intrecci, pure società gestite da imprenditori amici. Le malelingue insinuano che questi corsi non creano lavoro? Infamità, urlerebbe l’ormai mitologico Cetto La Qualunque: e la famiglia Genovese ne è la prova. Anzi, una prova: perché il ramo pullula di mogli, figli e parenti. Cateno De Luca, deputato regionale del gruppo misto, la butta lì: «Per me, almeno il 70 per cento dei colleghi ha interessi nel settore, clientelari, economici o tutti e due». L’ennesima farsa della regione che il New York Times definisce «la Grecia d’Italia» è la gestione arcifamilistica di uno strumento nato per creare occupazione. Quest’anno sull’avviamento professionale in salsa siciliana pioveranno 455 milioni di euro. Che serviranno, in larga misura, per pagare gli 8.612 dipendenti. Pino Apprendi, consigliere regionale del Pd, lo definisce un «bancomat clientelare»: «Tranne poche mosche bianche, dietro quasi tutti gli enti ci sono politici, partiti, parlamentari, ex parlamentari o aspiranti tali: gli stessi che in questi anni hanno gonfiato gli organici a dismisura». In questo proficuo settore dominus incontrastato della Sicilia orientale è proprio Francantonio Genovese. «Minuto, mite, calvo, occhiali: uguale identico al celebre Mister Magoo dei cartoon» l’ha definito Gian Antonio Stella, giornalista del Corriere della sera, nel suo Avanti popolo. Il deputato del Pd ha interessi ovunque: telecomunicazioni, immobiliare, consulenza, alberghi, ristorazione. Ed è consigliere in alcune società del gruppo Franza, che, tra le altre cose, gestisce i traghetti che collegano Messina a Villa San Giovanni. Per questo i maligni concittadini l’hanno rinominato «Franzantonio». La formazione, invece, è un affare che Genovese divide solo con i congiunti. Lui stesso, indirettamente, controlla un ente: è proprietario e amministratore delegato della Gefin, che a sua volta detiene il 47 per cento della Training service di Barcellona Pozzo di Gotto, sempre nel Messinese. Il 46 per cento è invece, tramite l’immobiliare di famiglia Geimm, in mano a Franco Rinaldi: cognato di Genovese e deputato regionale del Pd. Il quadretto è completato dal nipote di «Mister Magoo»: Marco Lampuri, pure lui, come Rinaldi, socio di minoranza della Geimm, e dunque della Training service. Che, nell’ultimo anno, per i suoi corsi ha incassato oltre 604 mila euro di contributi. Non si penserà però che Genovese sia un rude maschilista: uno di quelli contrari all’emancipazione femminile. La moglie, Chiara Schirò, siede nel consiglio direttivo dell’Esofop. Come del resto la cognata, Giovanna Schirò. Con l’ultima gragnuola di aiuti, il loro ente non ha avuto fortuna. Si era aggiudicato 443 mila euro per lo «sviluppo occupazionale». Ma il bando, 140 milioni in totale, è stato revocato a novembre del 2011 dopo le osservazioni della Corte dei conti che ha scoperto, per esempio, che un’azienda voleva formare «esperti in finanza» nella bottega di un lattoniere. Un’altra cognata di Genovese, Elena Schirò, guida invece la Libera università mediterranea di naturopatia (Lumen): quest’anno ha avuto più di 1 milione di euro. Infine c’è la Nt Soft. È dell’ennesimo nipote: Salvatore Davì. Nel 2012 ha avuto quasi 300 mila euro. Vista la selva di enti e parenti, occorre sintetizzare: sette esponenti dei Genovese, a partire dall’onorevole capofamiglia, gestiscono quattro enti che hanno preso quasi 2 milioni di soldi pubblici nell’ultimo anno. A onor del vero, la galassia di Mister Magoo non si esaurirebbe in queste partecipazioni. In Sicilia molte società sono storicamente considerate «vicine» ad altrettanti numerosi eletti. Come l’Aram di Messina, che ha avuto 3,4 milioni. È guidata da Elio Sauta: ex consigliere comunale del Pd a Messina e amico di vecchia data di Genovese. Così tanto da sedere accanto alla moglie e alla cognata del politico nel consiglio dell’Esofop. L’Aram però è bipartisan: ci lavora, per dirne una, anche Veronica Marinese, figlia di Azio, deputato regionale del Pdl. E sempre rimanendo in città: il direttore generale dell’Ancol, 2,8 milioni di appannaggio, è Daniela D’Urso, moglie di Peppino Buzzanca, attuale sindaco di Messina. Poco distante dal capoluogo c’è la perla dello Ionio: Taormina. Qui impera incontrastato il Cufti, finanziato con 2 milioni. La direttrice del centro è Fina Maltese, moglie di Carmelo Briguglio, parlamentare del Fli. Mentre la direttrice dei corsi è la di lei figlia, Claudia Viola. Al Cufti lavorano pure Vincenzo Maltese e Maria Catalano, cognati di Briguglio. Altro ente ad alta densità parentale è l’Anfe. Vincenza Dentino, consorte del consigliere regionale del Pid, Nino Dina, è in forza alla sede di Palermo. Come Castrenze Papania, fratello di Nino, senatore del Pd, ex assessore siciliano alla Formazione e grande referente del settore nell’area occidentale. Nella sede di Catania, invece, ha lavorato fino al 2009 Saveria Grosso, moglie del governatore Raffaele Lombardo. L’Anfe negli ultimi due anni ha incassato 33,8 milioni di euro. Grazie ai quali ha organizzato corsi, fra le altre cose, per formare artigiani della cartapesta, lavoratori di piccoli oggetti delle tradizioni popolari, guide naturalistiche subacquee. E persino esperti nell’avvistamento di incendi: davvero imprescindibili, visto che in zona ci sono appena 7.133 forestali dediti alla causa. Serve davvero questo profluvio di figure lavorative? Purtroppo no: in Sicilia la disoccupazione giovanile sfiora il 30 per cento, benché la sola Ue dal 2003 al 2010 abbia finanziato corsi per 1,5 miliardi di euro. La Corte dei conti ha rincarato: il 30 per cento degli allievi (retribuiti in media 500 euro al mese) si ritira anzitempo, appena un corsista su 10 ottiene lavoro grazie alla specializzazione acquisita, ogni partecipante costa 9.391 euro. Numeri che non fanno demordere i politici isolani: loro nell’avviamento professionale continuano a credere. Lo dimostra il caso dello Ial: l’ente più grande, 36 milioni di contributi all’anno. Lo scorso ottobre, dopo vicissitudini varie, viene ceduto. A vendere è la Cisl, che ne detiene le quote. Gli acquirenti sono professionisti accomunati dalla militanza nell’ex Margherita. Il nuovo presidente è dunque il commercialista Salvatore Raspante, di Alcamo, concittadino e buon amico del senatore Papania. Anche il direttore generale è un fidatissimo dell’esponente del Pd: Massimiliano Ciccia, il suo ex segretario particolare. Anche gli altri associati sono di provata fede partitica. Come Gigi Restivo, stretto collaboratore di Benedetto Adragna, ex influente cislino e ora questore di Palazzo Madama. Il senatore del Pd, del resto, nello Ial aveva già un piede, anzi due: quelli del figlio Dario, che lavora nella sede agrigentina. Un altro consigliere è Michele Fiore, membro della direzione siciliana del Pd ed ex collega all’Enel di Giuseppe Lupo, segretario regionale del partito. Pure lui con un passato da responsabile della Cisl di Palermo. Il terzo associato è Antonino Maniaci, che siede nella commissione regionale di garanzia dei democratici. L’ultimo ingresso nello Ial c’è stato poche settimane fa: all’unanimità viene chiamato Francesco Gallo, già responsabile del Pd nella provincia di Messina e assessore alla Cultura al comune tra il 2005 al 2007. E chi l’aveva issato lassù? Proprio Genovese, all’epoca sindaco della città. Così, come nel gioco dell’oca, si ritorna alla casella di partenza: nella formazione siciliana, tutte le strade portano a Mister Magoo.

jakc67

Ven, 16/05/2014 - 07:47

Fa quasi tenerezza leggere i commenti grullocoglionoidi...

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Ven, 16/05/2014 - 08:11

Una persona accusata non è una persona condannata. Fino a che non arriva una sentenza che lo condanni, quella persona è libera e innocente. Così dice la legge! E' dura da ammettere, ma è così. Mi sapete dire perché ci sono alcuni che si scagliano contro una persona che per ora è innocente? Mi sapete dire, allora, perché questi pollitici (con due elle) si prestano a mandare in galera una persona che, al momento, è innocente? Semplice: quegli alcuni sono delle povere bestie feroci e i pollitici (con due elle) hanno messo, beati beoti, le loro palle nelle mani di uno stritolatore...se non eseguono, scrash! Non vi dico chi penso sia lo stritolatore.

jakc67

Ven, 16/05/2014 - 08:11

Spiegare a questi quattro lobotomizzati grullocoglioni che un magistrato, pur non rispondendo mai dei propri errori, non ha alcun interesse ad imprigionare impunemente un privato cittadino mentre potrebbe avere interesse, ideologico, personale e perché no economico ad imprigionare un politico, meglio ancora per evidenti scopi mediatici se parlamentare, è tempo perso, me ne rendo conto, purtroppo....

rokko

Ven, 16/05/2014 - 08:16

Sono tutti pagliacci, ma ncd e fi sono più pagliacci degli altri.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Ven, 16/05/2014 - 08:25

Il Parlamento non è affatto pieno di pollitici (due elle) delinquenti. Peggio! E' ripieno di coglioni, che non si accorgono che stanno facendo il gioco dei delinquenti e per giunta sono pieni di paura perché hanno messo tutti, quote rosa comprese, le palle tra le mani di uno stritolatore. Se non eseguono...scrash! Io vorrei sapere chi è che si gingilla con le palle dei nostri pollitici, quote rosa comprese.