Germania, il killer che gode. Ma Moody's tira la mazzata

Il ministro tedesco Schäuble dice che la Spagna non è la Grecia, è forte e si ri­prenderà: oggi la Germania è il kil­ler che gode. Da un lato blocca misure e istituzioni per il ri­lancio dell’Eurozona. Dall’al­tro trae una serie di benefici anomali. Ma ieri sera è arriva­ta la doccia fredda: Moody’s ha rivisto l’"outlook" al negativo. È l’anticamera per tagliare la tripla A.

Ieri notte l'agenzia di rating Moody's ha tagliato l'outlook della Germania (e degli «euro-rigoristi» Olanda e Lussemburgo) da stabile a negativo mantenendo la «tripla A» che però adesso è a rischio declassamento.
Finora la Germania è stata il killer che gode. Infatti agisce da killer di misure e istituzioni che potrebbero servire per il rilancio dell'Eurozona, in contropartita ai sacrifici richiesti agli Stati che stanno subendo gli attacchi della speculazione contro l'euro. Ora però Moody's le chiede di pagare il conto: il suo rating non sarà sostenibile se l'Eurozona andrà in pezzi con l'uscita della Grecia. Se invece aiuterà Spagna e Italia, che sono in difficoltà, servirà un sostegno finanziario che «almeno temporaneamente» metterà sotto pressione il suo «Aaa».
Finora l'ostruzionismo ha portato bene a Berlino. Dopo avere voluto l'Esm, il meccanismo europeo di stabilità finanziaria, con dotazione di 500 miliardi, che avrebbe nello statuto la possibilità di comprare sul mercato secondario titoli del debito di Stati dell'Eurozona oggetto di assalti speculativi, la Germania ha bloccato lo scudo pretendendo procedure formali di richiesta di aiuto da parte degli Stati che ne vorrebbero beneficiare. Passaggi che ne rallentano l'efficacia e generano pessimismo. Ha anche bloccato, con i veti della Bundesbank, gli interventi della Bce per l'acquisto di titoli sul mercato secondario, che lo scorso anno ebbero grande efficacia nel ridurre gli spread, pur con acquisti limitati (circa 40 miliardi per i titoli italiani).
Una parte delle banche tedesche si oppone alla vigilanza della Bce sulle banche europee e blocca di fatto l'unione bancaria europea, che è essenziale per avere una vera unione monetaria. La Merkel invoca la vigilanza della Bce sulle banche come condizione per un aiuto a quelle spagnole che non sia anche un debito del governo di Madrid. Ma i big della finanza tedesca si oppongono a tale vigilanza per loro scomoda.
La Germania trae dal killeraggio una serie di benefici anomali. Mentre lo spread sui Bonos spagnoli ha superato quota 600 e quello sui Btp è andato sopra i 500 punti, il tasso dei Bund nell'asta di ieri è sceso in negativo allo -0,054% con una domanda di 6,3 miliardi di titoli. La rendita di cui godono le finanze pubbliche tedesche non deriva, però, dalla loro virtuosità, ma dal fatto che, per la recessione in cui si trovano gran parte degli Stati a causa delle politiche di deflazione dei bilanci, la Bce mantiene il tasso di interesse a un livello inferiore all'inflazione. Era all'1%, ora è sceso allo 0,75%.
Un'altra ragione per cui la finanza pubblica gode di una rendita differenziale per il suo debito pubblico è ancora più anomala. Si tratta del premio che la Germania riceve per l'azione anti-euro che svolgono, insieme alla Bundesbank, una parte importante dei suoi media, dei suoi economisti (un centinaio ha firmato una lettera contro l'aiuto europeo alle banche spagnole, che è servito peggiorare la loro situazione e quella dei Bonos e dei Btp), dei suoi banchieri, dei suoi parlamentari dando così la sensazione che l'Europa è disunita e che l'euro sta per crollare, perché la Germania ha nostalgia del marco. Insomma il killeraggio delle tappe per il rafforzamento dell'unione monetaria da parte di vasti ambienti tedeschi avvantaggia i Bund perché accresce il rischio che l'euro crolli e la possibilità che la moneta tedesca si rivaluti rispetto all'euro.
I benefici del killeraggio non riguardano solo le finanze pubbliche ma soprattutto banche, industria, famiglie. Innanzitutto il tasso di interesse operato dalle banche alle industrie tedesche è molto basso, perché commisurato al basso tasso sui Bund. E ciò dà un vantaggio competitivo alle loro imprese rispetto alle nostre e a quelle di altri Stati di Eurolandia. Inoltre il cambio dell'euro è sceso, come risultato dei rumors secondo cui l'Eurozona si sfalderà e ciò avvantaggia le esportazioni tedesche, dando luogo alla anomalia per cui l'attivo nella bilancia dei pagamenti non fa salire il cambio, ma lo fa scendere. Così Berlino, mentre noi siamo in recessione, cresce: il Pil aumenta e la disoccupazione scende.
Ma dove andrà a finire il «killer che gode» se l'Eurozona va sempre più in crisi? Il treno, con questi binari divaricati, può deragliare. Moody's lo ha preannunciato.

Commenti

killkoms

Mar, 24/07/2012 - 08:26

i teutoni hanno ammaestrato l'euro a loro vantaggio,grazie alle debolezze politicoeconomiche di altri stati,Italia in primis causa presenza del più grande partito comunista dell'occidente,ma sta arrivando il loro turno..!tra un pò potrebbe faticare a piazzare dei titoli di stato che non rendono nulla!

bobsg

Mar, 24/07/2012 - 08:57

I "nobili" padri dell'euro passeranno alla storia come peggiori cazzari del millennio.

cesaresg

Mar, 24/07/2012 - 09:04

Si può far deragliare il treno della kulona in un modo molto semplice: non comprare piu' prodotti fatti in Germania, da tutti gli stati cominciando dall'Italia, Spagna, Grecia ecc. Dopo un po si troveranno prodotti che non hanno sbocchi e allora comincerà la discesa della Germania e sarà lei a chiedere aiuto. Non mi stancherò mai di lanciare il mio slogan: COMPRA ITALIANO FA BENE A TE STESSO. PIU' LAVORO, PIU' SOLDI, PIU' BENESSERE.

Ritratto di Lu. Car.

Lu. Car.

Mar, 24/07/2012 - 09:07

Ben gli stà alla Merkel che si era permessa di ironizzare su Silvio Berlusconi. Lui ha fatto un passo indietro, stanco dell'ingratitudine italiana, provato dai vaneggianti attacchi giudiziari a orologeria dei vetero comunisti. Merkel è voluta rimanere al timone di una Germania che inizia a mostrare crepe spaventose di disfacimento!

vfangelo

Mar, 24/07/2012 - 09:12

Il governo italiano si e' fidato ciecamente dei sorrisisi della Merkel e della Germania, senza mai pensare minimamente che quelli non aiuterebbero mai l'Italia a vivere bene,quella e'gente che non dimentica il passato... Ed hanno sempre accennato al nostro sgambetto.... figuriamoci. Il signore anziano sulla sedia a rotelle, e un uomo anziano, e voi pensate che a lui non gli frulli niente nella sua testolina di tedesco, ma lo avete ben osservato? Come e sicuro di se? Il viso? Per carità qui non si fanno accuse, ma dal popolo tedesco (non tutti fortunatamente) il cattivo pensiero lo faccio, specialmente da chi li governa,osservate il sorriso falso della Merkel .

vfangelo

Mar, 24/07/2012 - 09:16

Il governo italiano si e' fidato ciecamente dei sorrisisi della Merkel e della Germania, senza mai pensare minimamente che quelli non aiuterebbero mai l'Italia a vivere bene,quella e'gente che non dimentica il passato... Ed hanno sempre accennato al nostro sgambetto.... figuriamoci. Il signore anziano sulla sedia a rotelle, e un uomo anziano, e voi pensate che a lui non gli frulli niente nella sua testolina di tedesco, ma lo avete ben osservato? Come e sicuro di se? Il viso? Per carità qui non si fanno accuse, ma dal popolo tedesco (non tutti fortunatamente) il cattivo pensiero lo faccio, specialmente da chi li governa,osservate il sorriso falso della Merkel .

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Mar, 24/07/2012 - 09:27

Moody non sa un cavolo di come si vive in Germania puo' dire quello che vuole,mi interessa cio' che vuole la Germania ovvero la Merkel.Qui non sanno neppure cosa e' la parola crisi,poi tutti gli altri non interessano parole se ne fanno molte,se pensiamo che molte donne di servizio a ora vanno a lavorare con Mercedes BMW e Audi si capisce qualcosa,se buttano giu' palazzi giovani di max 50 anni per costruirne dei nuovi facendo lavorare una miriade di persone specialisti muratori, meccanici, ferraioli,falegnami,elettricisti ecc,fanno circolare la grana qui.E' il sistema italiano che e' sbagliato non il colore politico.Finalmente dopo una permanenza il Italia di 3 settimane sono ritornato a Trier in Germania.

Bozzola Paola

Mar, 24/07/2012 - 09:35

Ho sempre detto che c'è una DIVINA PROVVIDENZA. QUINDI BISOGNA SEDERSI SULLA RIVA DEL FIUME ED ASPETTARE CHE PASSI IL CADAVERE DEL TUO NEMICO. Bene sediamoci ed aspettiamo vedrete che la Germania, con il suo ENORME EGO, passerà nel fiume.oppure vogliamo dire che chi la fa l'aspetti? Comunque va bene! IL DANNO CHE HA FATTO AI PAESI DEL MEDITERRANEO DEVE PAGARLO!!!!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 24/07/2012 - 09:34

Mi spiace,non concordo con questa visione "partigiana",tipica dell'asino,che vive solo, per la soddisfazione di poter criticare il cavallo.

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Mar, 24/07/2012 - 09:35

Infine se c'e una crepa qui nei paesi mediterranei c e una voragine grande come un canyon , non so se mi spiego pagare i debiti degli altri a nessuno piace forse a qualche lettore smemorato si.Prima di scrivere bisogna riflettere e sopratutto alla sera andare a dormire presto il cervello necessita riposo se si vuole ragionare bene di giorno.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 24/07/2012 - 09:39

Gli USA stanno facendo una guerra finanziaria all' Europa e all' euro. L' abbiamo detto da mesi. A tutta l' Europa. (patetici coloro che si rallegrano che ora anche la Germania è sotto tiro. Patetici).

odb63

Mar, 24/07/2012 - 09:37

Condivido quello che ha scritto cesaresg ma mi sembra che siano rimaste poche le aziende (tranne quelle di servizi) che producano qualcosa ! e.s. I pomodori li importiamo dall'Olanda !

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 24/07/2012 - 09:42

Noi italiani abbiamo fatto perdere ai tedeschi due guerre mondiali con la nostra improntitudine e i nostri tradimenti. Siamo gli ultimi a poterli criticare. Tralaltro gran parte di quanto si dice sulla seconda guerra mondiale sono solo balle dei vincitori. BALLE

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 24/07/2012 - 09:38

Noi speriamo sempre che chi va meglio di noi(quasi tutti) cada in disgrazia invece di fare azioni che ci portino al vertice dell'Europa. Siamo tanto fumo e niente arrosto e ancora questa casta si sta rimpastando per riproporci le stesse inutili ricette e ancora gli italiani rivoteranno le stesse teste, ma allora siamo masochisti.

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Mar, 24/07/2012 - 09:42

@ FrancoTrier sai quanto gli frega a Moody's di come si vive in Germania? Se i loro analisti ti abbassano il rating sono i tedeschi a non lavorare più non il contrario. Se tutta europa comincia a crollare sono i tedeschi a non vendere i loro prodotti, non il contrario.

Cinghiale

Mar, 24/07/2012 - 09:51

FrancoTrier - Mar, 24/07/2012 - 09:27 - Ma allora Moody non deve essere tenuta in considerazione nemmeno per quanto riguarda l'Italia, o si da retta a quello che dice o li si manda a quel paese. Che il sistema italiano faccia pena non è una novità. Se stare in Italia le ha fatto così schifo poteva tornare dai suoi amici crucchi anche prima. Il mio Paese è pieno di difetti, ma sentirne sparlare mi da fastidio. E comunque Venezia, Roma, Firenze, Bari vecchia, Bergamo sopra e Palermo non sono in germania, dove probabilmente avrebbero buttato giù tutto. Se ne stia pure li tra crauti, wurstel e patate, dato che c'è cambi il Franco con l'equivalente crucco.

Ritratto di Baliano

Baliano

Mar, 24/07/2012 - 09:54

Certo che è il paese di bengodi, oggi la cermania, con tanta gente lavoratrice, generosa e altruista, al punto che sotto sotto, se la ride e se ne frega altamente dei popoli, delle genti oltreconfine al suo prezioso feudo. Che bravi sti' teteschi risorti dall'infamia universale che li aveva seppelliti. E come sono riconoscenti, oggi! Eticamente e Moralmente iper-corretti. --- W la krante cermania, finche dura fa verdura. Heil!

killkoms

Mar, 24/07/2012 - 10:19

franco atier,con la scusa della ricostruzione dell'exddr,la germania si è presa deroghe all'euro che altri paesi europei non hanno chiesto!avremmo poturo farlo anche noi con la solita scusa del mezzogiorno.ma disgraziatamente abbiamo eliminato fisicamente la cassa del mezzogiorno,che per anni ha fatto qualcosina ma ha anche ingrassato tanti criminali,proprio quando poteva servire se non altro per"mettere un pò di polvere sotto al tappeto"!è quello che ha fatto la"krante germania"con la KFW, omologa dell'italiana CdP!la KFW è in deficit,ed il suo bilancio non viene conteggiato poichè finanzia le infrastrutture nell'ex ddr!se il suo bilancio fosse conteggiato,anche la virtuosa germania si avvicinerebbe pericolosamente alla soglia del 100% del rapporto deficit/pil!è una questione di tempo,ma siccome già adesso la germania non piazza quasi tutti i suoi superbund trentennali,segno che gli investitori non credono al default dell'euro,trà un pò gli sttessi investitori dovranno pur stancarsi di rimetterici,con titoli sì sicuri,ma su cui non ci si ripaga nemmeno le tasse!

Ritratto di echowindy

echowindy

Mar, 24/07/2012 - 10:32

Per quanto contento possa essere che l'agenzia di rating Moody's abbia tagliato l'outlook della Germania killer della “Frau Merkel”, sono sempre più convinto che i carrozzoni Standard & Poor, Moody’s, Fitch - essendo agenzie rating private - agiscono in regime di oligopolio sotto licenza di un sistema lobbistico che di fatto legalizza la corruzione.

Ritratto di drazen

drazen

Mar, 24/07/2012 - 16:08

Di guerre mondiali i crucchi ne hanno perse due - e non per i nostri tradimenti, gentile Ausonio, ma per la loro sfrenata voglia di dominio - e alla fine, dopo aver vinto tante battaglie, perderanno come al solito anche questa guerra economico-finanziaria. Basta aspettare un po'.

brunog

Mer, 25/07/2012 - 07:46

FrancoTrier, la Germania manca di leadership perche' sono mentalmente ottusi, dispiace che tu non te ne renda conto. Quello che sta succedendo all'euro e' perche' la Germania si oppone che la BCE operi come la Fed. Se al posto dei tedeschi ci fossero gli americani, l'euro non avrebbe nessun problema. Subito dopo la guerra gli americani hanno rimesso in piedi la Germania perche' hanno preferito un alleato forte ad uno debole. L'economia tedesca tira per una parte della popolazione, forse tu non leggi lo Spiegel, ma io si. Secondo lo Spiegel tanta gente lavora piu' di 10 ore al giorno e perche' non ce la fa deve chiedere il sussidio governativo, perche' in Germania non c'e' il salario minimo come in USA e Canada, altro che donne di servizio in Mercedes. La Germania e' forte perche' esporta, se si ferma l'export allora sono guai. A differenza di altri paesi l'export tedesco non sono prodotti di basso costo come l'export cinese, oppure energia o prodotti alimentari. Quando l'export si fermera', preparati di lavorare di piu' con paghe piu' basse. I paesi ora in difficolta' non comperano esportazioni tedesche, ma saranno anche piu' competitivi. L'economia e' un ciclo, quello che e' stato puo' anche ritornare, vale anche per la Germania.

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Mer, 25/07/2012 - 12:56

Vogliamo nuovamente il marco tedesco rivalutato rispetto alla lira del 30% e quando verremo in Italia ci compreremo mezza Italia,i tedeschi gia' la hanno comprata andate a vedere in Toscana.Con i soldoni i tedeschi(e ne hanno molti) possono permettersi tutto.Qui non ci sono Professori,Cavallieri,onorevoli,Avvocati,ma ci sono buoni governanti,che Imparino a lavorare da questi i governanti italiani.

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Mer, 25/07/2012 - 13:09

cinghiale ma cosa me ne frega di quello che dice Moody e' americana ?A me interessa vedere come si vive qui un alto tenore di vita il migliore in Europa ..scommetto che non sei mai stato in Germania come quei turisti italiani che vengono 10 giorni qui senza conoscere la lingua la cucina ecc poi dicono di conoscere la Germania,poi cosa centrano i wurstel o le patate pensa un po un tedesco che dice italiani mangia spaghetti e pizza mentre in ogni regione abbiamo sia li che qui le specialita' locali ti potrei scrivere piatti culinari tedeschi che non immagini neppure,non scrivere cosa da bambini che non sai,lo so la propaganda italiana scrive certe cose basta guadagnare soldi.

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Mer, 25/07/2012 - 19:07

vero cinghiale bisogna parlare sempre bene della Italia come diceva fino a pochi mesi fa il Cavaliere che eravamo dietro alla Germania e la Italia stava bene,si ascoltali pure ora vedi dove vi trovate per ragionare con la testa degli altri.Questo e' in DNA dell'italiano poi io sono piu' italiano di te credo che Genova sia in Italia o no?

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Mer, 25/07/2012 - 19:07

vero cinghiale bisogna parlare sempre bene della Italia come diceva fino a pochi mesi fa il Cavaliere che eravamo dietro alla Germania e la Italia stava bene,si ascoltali pure ora vedi dove vi trovate per ragionare con la testa degli altri.Questo e' in DNA dell'italiano poi io sono piu' italiano di te credo che Genova sia in Italia o no?

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Mer, 25/07/2012 - 19:09

vero cinghiale bisogna parlare sempre bene della Italia come diceva fino a pochi mesi fa il Cavaliere che eravamo dietro alla Germania e la Italia stava bene,si ascoltali pure ora vedi dove vi trovate per ragionare con la testa degli altri.Questo e' in DNA dell'italiano poi io sono piu' italiano di te credo che Genova sia in Italia o no?