Giovanardi preferisce il cellulare I militanti snobbati si infuriano

Uno squillo di troppo fa infuriare i militanti centristi. Carlo Campanella, medico fiorentino con un passato nell'Udc, tra i fondatori dell'associazione «La Martinella» (www.lamartinella.eu) e tra i fondatori del Club Forza Silvio «I Liberi», è finito a seguire l'attività politica di Carlo Giovanardi (nella foto) nel Pdl e dei suoi seguaci di Firenze. Venerdì scorso era presente all'incontro dei Popolari Liberali (ora Ncd) per proporre una lettera aperta sulla situazione che vive il centrodestra a Firenze ai parlamentari del Movimento e soprattutto al senatore Giovanardi. «Ma l'onorevole, che evidentemente ha ben altro a cui pensare - dice Campanella - non solo è arrivato con un'ora e mezza di ritardo ma appena si è seduto, ha ricevuto una chiamata sul cellulare che lo ha obbligato a una lunga conversazione, perdendosi del tutto le parole del mio intervento». I presenti hanno atteso servilmente i comodi del senatore. Ma alcuni non ci stanno più a fare da stampella né a lui né al Pd.