Giunta elezioni, avviato l'iter per la decadenza di Berlusconi da senatore

Avviata l'istruttoria sulle procedure di incandidabilità ed ineleggibilità di Berlusconi. La Giunta dà venti giorni alla difesa del Cavaliere

La giunta per le immunità del Senato ieri sera ha avviato la fase istruttoria per la decadenza dal mandato di parlamentare di Silvio Berlusconi, dopo la sentenza della Cassazione. Il presidente della giunta, Dario Stefàno (Sel), oggi informerà Berlusconi dell'arrivo del dispositivo della sentenza Mediaset. E scatteranno i venti giorni concessi alla difesa per produrre memorie e documenti. Il 9 settembre la giunta tornerà a riunirsi. Al relatore Antonio Augello (Pdl) saranno concessi alcuni giorni per studiare l'insieme della documentazione, per presentare la relazione finale, quindi ci sarà il dibattito e il voto in Giunta. E subito dopo la questione passerà all'Aula.

"La comunicazione della sentenza di condanna nei confronti del senatore Berlusconi da parte della procura della Repubblica - si legge nel comunicato ufficiale diffuso dalla Giunta - costituisce un elemento nuovo all’interno del procedimento in itinere volto alla verifica delle elezioni in Molise, regione in cui lo stesso senatore risulta eletto. In funzione del decreto anticorruzione del 2012 - dice ancora Stefàno nella nota - la condanna definitiva produce quella che viene definita incandidabilità sopravvenuta. Nella seduta odierna - osserva - pertanto abbiamo provveduto ad un avvio tempestivo della procedura finalizzata alla valutazione della nuova situazione relativa a Berlusconi garantendo, ad ogni
modo, anche l’esercizio del diritto di difesa all’interessato, nel pieno rispetto delle norme contenute nel regolamento".

"In un clima costruttivo e sereno - conclude la nota - le differenti posizioni politiche hanno completato la discussione preliminare e hanno consentito alla Giunta di programmare all’unanimità la prossima seduta, il 9 settembre 2013, nella quale il relatore avrà il compito di illustrare le proposte per il conseguente voto".

"La Giunta delle elezioni - afferma Giuseppe Cucca, capogruppo Pd della Giunta - ha proseguito l’esame della posizione del senatore Berlusconi, sia avuto riguardo alla procedura per l’ineleggibilità che riguardo alla incandidabilità sopravvenuta, che è assorbente rispetto all’altra. Gli esponenti del Pd intervenuti nel dibattito hanno ribadito la necessità di applicare immediatamente la legge Severino a seguito della sentenza definitiva di condanna, pur nel rispetto delle procedure e dei tempi previsti dal Regolamento e dei diritti della difesa".

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 08/08/2013 - 08:59

una giunta capeggiata da un delinquente mafioso! sarà ovvio che l'immunità non verrà concessa. che banda di mafiosi che siete, comunisti bastardi...

Gius1

Gio, 08/08/2013 - 09:26

mortimermouse, hai perfettamente ragione.Il complotto e´arrivato alla fase finale

Ritratto di _alb_

_alb_

Gio, 08/08/2013 - 09:40

Il PD è la vera grande e incredibilmente ramificata MAFIA di questo paese. I mafiosi siciliani sono dei bambinetti birboncelli a confronto.

Ritratto di cartastraccia

cartastraccia

Gio, 08/08/2013 - 09:40

mortimer ma almeno leggi l' articolo!!! non si vota per concedere l' immunita' ma per revocarla. poi non hai le idee ben chiarequando parli di delinquente mafioso, quello che e' stato appena condannato non e' stato condannato per reati di mafia ma per frode fiscale. in quanto ai comunisti bastardi sono sicuro che ce ne sia ben piu' di uno, ma mio pare che sia un genere che abbonda anche nelle tue fila.anche

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 08/08/2013 - 09:50

CARTASTRACCIA, revocare e concedere fa poca differenza. i processi sono falsi, le prove non ci sono, e s vuole condannare un politico solo per toglierlo di torno. questa non è democrazia, è mafia. e se tu sostieni queste idee, vuol dire che sei un mafioso!

Totonno58

Gio, 08/08/2013 - 10:06

mortimerhouse...beato te che hai sempre voglia di pazziare...ti auguro di farlo per i prossimi cento anni!:)

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 08/08/2013 - 10:23

Evidentemente vivo in un altro pianeta. Silvio è stato condannato, probabilmente a torto ed in base a presunzioni, ma è stato condannato con sentenza ormai irrevocabile. La scelta offerta a Berlusconi è appoggiare o non appoggiare il governo. A sinistra hanno già detto che voteranno per buttarlo fuori dal Parlamento, risultato a cui hanno lavorato dal 1995. Se Silvio non si dimetterà il PD lo impiomberà e per il governo "delle poche intese" sarà finita, tra la gioia di quella parte del PD che non aspetta altro e che ha come secondo obbiettivo distruggere il governo Letta. Quale parte? Gli eredi del comunismo sovietico più il giovane Renzi, per opposti ma concordanti motivi. Se continua così Silvio perderà pure l'appoggio elettorale di buona parte degli elettori anticomunisti e rimarrà solo con Santanché e pochi altri, fra cui non ci sarà AlfaNO, destinato giustamente ai giardinetti: ogni tanto qualche soddisfazione anche per noi.

Ritratto di Sanlusti

Sanlusti

Gio, 08/08/2013 - 10:40

Senza i commenti dei comunisti "bastardi" (come li nomina il perfido "merdoso topo morto") questo giornalino appare spento, inutile, trasandato e non desta interesse. Vuoi vedere che in fondo igiornale si dichiara di destra ma sta in piedi grazie alla sinistra?.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 08/08/2013 - 10:46

TOTONNO58 a lei, invece, auguro di dover pagare le tasse che imporrà la SUA sinistra per i prossimi 100 anni, o prima, se riuscirà a fallire in anticipo :-)

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 08/08/2013 - 11:12

La giunta può far quel che vuole, gli italiani hanno già deciso.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Gio, 08/08/2013 - 11:43

I sondaggi ci consentono di guardare con sovrano disprezzo alle vicende della Giunta per le Elezioni. Il popolo ha già emesso il suo irrevocabile verdetto. Che sia Silvio o la Sua Figlia Primogenita Marina a governare nei prossimi lustri è fatto nostro, interno al Pdl. Altri non sono autorizzati a entrarci.

abocca55

Gio, 08/08/2013 - 11:46

Bella manovra, molto furba per fottere ancora più in profondità il Cavaliere. La rovina dell'Italia non è solo il comunismo anarchico al potere in tutti gli strati della politica, ma anche le colombe del PDL, e di Berlusconi stesso che non li caccia via. Poi ci sono quelli che amano essere ambigui, come Ferrara, e Libero. Gli Italiani vogliono la RIVOLUZIONE, e si aspettano le dimissioni dei politici PDL dal parlamento, dalle regioni e dai comuni. Occorre un terremoto radicale per guadagnarsi la stima degli Italiani. Tutti ci stanno dissanguando, anche le badanti, che si fanno licenziare, prendono la penale, poi si mettono in cassa integrazione e se ne vanno al loro paese. Al ritorno continua il giochino. Questa è l'eredità di fini, e i poveri vecchi sono in una pozza di sangue e lacrime. Gli zingari, col loro esercito di donne e bambini imperversano con ogni forma di violenza, ed ora bisogna chiamarli rumeni. Il comico anarchico con la sua finta rivoluzione, essendo anarchico fin nel midollo, tende al caos generale. Sto aspettando quando si arriverà al punto zero! Perchè la sopportabilità ha un limite!

Ritratto di dbell56

dbell56

Gio, 08/08/2013 - 12:07

Comunque, ragazzi, ci sono riusciti i compagni a distruggere Berlusconi. E' stata durissima per loro ed ora chi non parla del PD gode. A proposito, non si sentono i vari Veltroni, D'Alema ecc. che fine hanno fatto? Se Silvietto non venderà Mediaset tra un po', a colpo di stato concluso, gliela nazionalizzeranno senza se e senza ma. Nazionalizzeranno anche MPS così i compagni metteranno a tacere le ultime malelingue che pensano che loro centrino qualcosa con il maggiore scandalo finanziario della storia italiana, scandalo di ben 28 miliardi di euro di valore. Un vero record a livello mondiale! E caxxo, quando si ruba, si ruba!!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Gio, 08/08/2013 - 12:20

Preoccupante, sempre più preoccupante. Si prospetta Marina che di politica ne sa meno del padre. Sarà un partitello come Scelta Civica.

benny.manocchia

Gio, 08/08/2013 - 12:54

Sorge spontanea una domanda: ma davvero i comunisti credono che ormai "per Berlusocni e' tutta finita?". Davvero sognano di salire al potere assoluto e fare della nostra penisola una nord corea europea? Davvero pensano che quelli del cd non hanno ne' forza ne' coraggio come i comunisti,gente insomma che sa difendersi,parare i colpi,si',insomma,parare come Vendola... Se sono convinti di tutto questo allora si puo' capire fin dove arriva l'idiozia e l'imbecillita' dei rossi. Un italiano in USA

ludovik

Gio, 08/08/2013 - 13:16

scusate ma non dovrebbe essere ritirata anche la l'onorificenza di cavaliere al b. per essersi reso indegno? la legge è chiara

gigi0000

Gio, 08/08/2013 - 13:22

Si prospetta sempre più forte la tesi secondo la quale la nostra costituzione, e le norme europee che vietano la retroattività delle sanzioni penali ed anche degli effetti accessori (interdizione), renderebbero inutile ed improponibile qualsiasi decisione della giunta e del parlamento. I commenti dell'una e dell'altra parte sarebbero dunque parole al vento, senza avere una precisa e certa interpretazione delle norme, mentre qualsiasi decisione in contrasto con esse non solo risulterebbe nulla,ma esporrebbe l'Italia ad un nuovo sberleffo in campo internazionale. Taluni nostri politici imbecilli, si meriterebbero questo ed altro, così come colpevolisti ed innocentisti senza cognizione di causa, ma riterrei più opportuno limitare le velleità al momento della certezza dell'applicazione, o meno delle norme di cui si tratta.

marcellopedretti

Gio, 08/08/2013 - 13:24

bisogna risorgere più grandi e più forti che pria. Nussun voto al sinistrume e al partito delle toghe!!!

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Gio, 08/08/2013 - 14:47

...Ditemi i "numeri" che compongono la giunta e vi dirò, senza perdita di tempo, quale sarà il verdetto. Alla faccia della democrazia e del merito.