Giunta, percorso sprint: mercoledì il primo voto sulla decadenza del Cav

La discussione iniziata ieri si concluderà a inizio settimana. Sinistra e M5S accelerano: entro fine mese la decisione finale

Roma - Sarà mercoledì il voto della Giunta per le elezioni del Senato sulla relazione di Andrea Augello (Pdl) sulla decadenza di Silvio Berlusconi da senatore. Se, com'è probabile, verrà bocciata la proposta del relatore di convalidare l'elezione del Cav, sarà nominato un sostituto sul fronte avverso.
«Mi pare chiaro che il Pd non sarà illuminato sulla via Damasco - conferma Augello - e che dunque mercoledì voterà la decadenza di Berlusconi. È difficile che questa situazione non produca conseguenze politiche». Quanto all'ipotesi dimissioni del Cavaliere, per lui è «l'ultima cosa che farebbe».
A questo punto, ci saranno 10 giorni per la convocazione in seduta pubblica della Giunta e a fine mese il Cavaliere o i suoi legali potranno intervenire per la difesa. Ancora un giorno, prima che i 23 membri si ritirino in camera di consiglio per esprimere il secondo e ultimo voto.

E questa sarà la richiesta che la Giunta presenterà con una relazione al presidente del Senato. Sarà Pietro Grasso a convocare una riunione dei capigruppo per fissare il giorno in cui l'assemblea di Palazzo Madama potrà dire la parola finale sugli effetti della condanna definitiva a quattro anni di Berlusconi per frode fiscale. Con il terzo voto.
«Penso che si vada verso quello che tutti auspicavamo: che ci sia una condivisione di tempi e di regole per portare avanti quello che è nelle cose», commenta Grasso. E nelle cose vede, senza ombra di dubbio, l'uscita del leader del centrodestra dal Parlamento. Ci si avvicina celermente a quest'obiettivo, tanto che Augello dice di avere «la sensazione che sia in corso una inspiegabile gara tra il centrosinistra e la procura di Milano, a chi arriva prima».

La strada appare ora segnata, con le sue scadenze piuttosto ristrette, e il presidente della Giunta Dario Stefàno (Sel), le scandisce alla fine della seduta in cui, dopo giorni di tensioni tra Pd-M5S e Pdl, la Giunta ha ritrovato un accordo e all'unanimità ha fissato il calendario. «Siamo finalmente entrati nel merito», dice. Il Pdl non ha voluto impuntarsi. Spiega Elisabetta Casellati: «Adesso proviamo a programmare la discussione e vediamo se riusciamo a stare nei tempi. Va bene mercoledì».
Ieri è dunque iniziata con sei interventi la discussione generale sulla relazione di Augello. Ci si è aggiornati alle 15 di lunedì, con 19 iscritti a parlare, per proseguire martedì mattina. La sera di mercoledì a Sant'Ivo alla Sapienza si dovranno concludere le dichiarazioni di voto e si avrà il risultato.

A ribadire la linea di totale chiusura del Pd è in Giunta Felice Casson, nel primo intervento: «La decadenza non è né una sanzione penale né amministrativa, non si pone il problema della retroattività e la legge Severino è assolutamente in linea con la Costituzione e il diritto europeo». Poi aggiunge: «Secondo la Corte sarebbe il giudizio d'indegnità morale riferito dalla legge, ancorché successivamente alla realizzazione del fatto, alla condanna per determinati reati, a rendere illegittima la permanenza nell'incarico». E, comunque, per Casson la Giunta non avrebbe il potere di ricorrere alla Consulta, nelle vesti di giudice, né sarebbe ammissibile appellarsi alla Corte di giustizia Ue, come prospettato da Augello, per una materia che non è soggetta a obblighi europei. «Peccato non aver atteso la Corte di Lussemburgo - commenta Daniela Santanchè (Pdl) -. Se i partiti fossero seri, cambierebbero i membri della giunta che hanno già espresso il loro parere».
Per superare i contrasti e trovare l'accordo sulla data del voto, prima della riunione della Giunta sarebbe stata decisiva una riunione informale dei capogruppo del Senato.
Le distanze tra le forze politiche, d'altronde, erano minime. Anche il giorno prima a far saltare il tavolo sarebbero stati i grillini, che hanno abbandonato le trattative, chiedendo lavori ad oltranza, proprio mentre la posizione del Pdl si faceva più morbida sulla data. E ieri, mentre ci si accordava sul voto mercoledì Mario Giarrusso, avvertiva: «Ma non ci dovranno essere ulteriori rinvii. Dovrà essere una data certa. Noi vogliamo che sia un percorso chiaro, definito e breve». Un percorso sprint.


Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 13/09/2013 - 08:46

ah ... hanno voglia di ucciderlo. ormai è chiaro il concetto: ma il bello è che non vogliono ammettere di aver giudicato una persona basandosi su prove INESISTENTI, in dispregio alla democrazia, e nascondendosi proprio dietro di essa. la mafia comunista va abortita! estirpata come un cancro in metastasi!

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 13/09/2013 - 08:47

La politica non fa miracoli. A questo punto penso che Berlusconi farebbe meglio a dimettersi da senatore, evitando ai "sinistri" il piacere di impiombarlo e facilitando la continuazione del governo Letta, come del resto si aspetta la gente, anche se ormai pure da quella parte non c'è da aspettarsi molto, dato che anche lui fa finta di togliere le tasse per aumentarle, more solito.

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Ven, 13/09/2013 - 08:55

Bisognerebbe trovare il modo di rimandare la votazione di settimana in settimana fino a fine legislatura. In questo modo il governo non cadrebbe e quindi eviteremmo tutte le conseguenze che ne deriverebbero e in piu' riusciremmo a distogliere la nostra attenzione dalla crisi e da tutti gli altri problemi italiani che ci intristiscono. Saremmo sicuramente piu' felici

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Ven, 13/09/2013 - 09:04

Che fugga all'estero come Craxi. Dati i tempi di crisi niente monetine pero'

linoalo1

Ven, 13/09/2013 - 09:22

Così come è stata 'sprint' la sentenza dei Magistrati!Ma,quanta paura hanno i Comunisti di Berlusconi?Lino.

Ritratto di .zzTop

.zzTop

Ven, 13/09/2013 - 09:24

presto avremo un condannato in meno in parlamento e di questo tutti gli italiani onesti dovranno essere contenti

bastadestrasinistra

Ven, 13/09/2013 - 09:38

il paese è in malora e il parlamento ancora è alle prese con berlusconi ed il suo manipolo? dovrebbero essere tutti cacciati!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 13/09/2013 - 09:42

Dipende dai punti di vista, a me sembra un percorso lumaca, anzi, visto il reato dovrebbe già essere fuori senza se e senza ma, sappiamo però che fa parte della casta e la casta difenderà questo uomo onesto.

Walter68

Ven, 13/09/2013 - 09:56

Mercoledì? Prendono tempo per dare il modo a Berlusconi di comprare qualche voto come ha sempre fatto.

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Ven, 13/09/2013 - 09:58

@linoalo1: mi creda, se avessero davvero paura prenderebbero piu' tempo

BlackMen

Ven, 13/09/2013 - 09:59

linoalo1: ci caghiamo addosso :-)

Gianca59

Ven, 13/09/2013 - 10:00

Percorso sprint: capisco che faccia specie che in un' Italia dai tempi biblici si corra quando c' è Berlusconi implicato, ma non c' è bisogno di metterlo in evidenza quando dovrebbe essere la normalità per gente che non fa un cavolo .....

Efesto

Ven, 13/09/2013 - 10:37

Noto la posizione della Pezzopane: sempre in "pizzo" al seggio. Deve stare molto attenta a tutto e voglia anche di dimostrare questa attenzione, oppure ha seri problemi. Il dubbio è amletico.

Bartleby

Ven, 13/09/2013 - 10:43

Sprint fa lumache. La legge è chiarissima e B dovrebbe essere già stato dichiarato decaduto. In un paese normale uno condannato dopo tre gradi di giudizio, ma forse anche dopo il primo, si dimetterebbe spontaneamente. È ovvio che B non vuole perdere l'immunità perché sa il fatto suo sugli altri processi in corso

acam

Ven, 13/09/2013 - 10:50

io sono li che osservo il comportamento di gente che si dice a favore di un popolo per il quale ha fatto sempre il contrario di quello che serviva e serve, nell'ultima legislatura ha solo tentato di squalificare l'avversario col gossip, generando una perdita enorme in soldoni, che avrebbe appianato, a conti fatti, quasi un quarto del debito pubblico, adesso che sono al governo hanno la spudoratezza di gettare la croce sull'avversario, loro sono eterni verginelli, dimenticano penati, prescritto e non sicuramente innocente, lo vogliono far dimenticare che era vicino al gargamella, MPS e forteto, hanno quella sporcizia che non si vede e che rende immondi

Ritratto di venividi

venividi

Ven, 13/09/2013 - 11:03

Questo costituisce un precedente pericoloso della retroattività delle leggi penali che si potrebbe ritorcere sulla sinistra stessa. Nulla vieta a Forza Italia o al PDL una volta tornate al potere, perché presto o tardi torneranno, di creare qualche leggina retroattiva per liberare Berlusconi e punire questi emeriti cialtroni.

bruna.amorosi

Ven, 13/09/2013 - 11:51

IN UN PAESE CIVILE I KOMPAGNI SI FANNO GIUDICARE DA KOMPAGNI MAGISTRATI ED I COSI' DETTI DI DESTRA ...PURE : il risultato però è DIVERSO .

LAMBRO

Ven, 13/09/2013 - 11:55

E' UN VERO MARTIRIO!! PEGGIO DELLA SANTA INQUISIZIONE o DEI TRIBUNALI SPECIALI DI STALIN e MUSSOLINI!!! HITLER FACEVA PRIMA : GLI MANDAVA LA CAPSULA DI CIANURO o LA PISTOLA , POTEVANO SCEGLIERE! ULTIMA RATIO L'INFAMANTE FUCILAZIONE!! QUI' E' PEGGIO !!! SCORTICANO VIVO IL MALCAPITATO e LO METTONO SUL ROGO INFANGANDONE LA DIGNITA' E VIOLENTANDONE LA PSICHE. NE DISTRUGGONO LA FIGURA SOCIALE e PRETENDONO A GRAN VOCE, dopo averlo accoltellato, CHE ACCETTI UN VOTO INCOSTITUZIONALE e , COMUNQUE, DIFFORME DALLA STESSA COMPAGINE CHE REGGE IL GOVERNO. I KAMIKAZE ALMENO SONO DEGLI EROI !! CI SARA' CHI ESULTA ...MA FASCISTI , NAZZISTI e COMUNISTI HANNO PRODOTTO SOLO DISASTRI!!

Atlantico

Ven, 13/09/2013 - 11:55

La cosa migliore che Berlusconi potrebbe fare è dimettersi prima di essere cacciato dal Senato ma ormai si è capito che chi gli sta intorno ( con la sola eccezione di Confalonieri, Doris e i figli ) lo consiglia in base al proprio interesse. Per esempio, la Santanchè in Garnero vorrebbe che lui andasse in galera ( come la signora ha sempre detto ) per il semplice fatto che così potrebbe andare a fare comizi e manifestazioni davanti a San Vittore accreditarsi come leader del PdL. Ho sempre pensato che il tramonto politico di Berlusconi sarebbe avvenuto tra i tradimenti degli yesmen e yeswomen di cui si è sempre circondato ma credo si anche peggio. D'altronde se sbagli tutto per anni il risultato non può che essere questo.

benny.manocchia

Ven, 13/09/2013 - 12:39

Per vedere un'Italia sana,onesta,ricca,piena di lavoro,contentissima, ocorre vedere Berlusconi in carcere. Pensate a un'Italia ammirata e apprezzata dal resto dell'Europa,niente finalmente si vive: Berlusconi e' in carcere.Peccato che una grossa fetta della nazione nel contempo sta distruggendo tutto,affossando tutto,annegando progetti e previsioni.Ecco la visione della nostra piccola e povera penisola con Berlusconi in carcere (come pregano inginocchiati gli atei comunisti). un italiano in usa

mauro1953

Ven, 13/09/2013 - 12:39

è fatale,farnno fuori Berlusconi,ma questo non moltiplicherà i voti ottenuti dai sinstri,i numeri quelli sono e restano sino alle prossime elezioni,consiglio al PDL di uscire dal governo ma offrendo l'appoggio esterno,dimostrando cosi di avere a cuore le sorti del paese,ma potendo agire vcon maggiore libertà,se poi gli altri riusciranno a formare un governo alternativo,tanto meglio,economicamente la situazione peggiorerà ancora,ma alle prossime elezioni ,che sarebbero non certamente lontane, il pd farà la fine di fini,stringiamo i denti,gli Italiani NON sono di sinistra e lo dimostreranno ancora una volta

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Ven, 13/09/2013 - 14:41

Finalmente dopo il voto scontato, l'Italia sarà salva, la borsa volerà il differenziale dei titoli di stato si azzererà, la magistratura farà processi rapidi, la sanità sarà risanata,i treni saranno in orario, i dipendenti statali lavoreranno con solerzia e precisione; sono contento

Accademico

Ven, 13/09/2013 - 14:44

Chiederò al Presidente Berlusconi di ringraziare, questa volta concretamente, il Branco, per l’impegno fattivo, profuso in qualità di cassa di risonanza in favore dei suoi imminenti successi elettorali. Silvio, non tenere in conto “questi” quaquaraquà, siamo tutti con te e ti vogliamo bene. Tu però, caro Silvio, hai alcuni gravi difetti: essere leale, generoso, trasparente, istintivo. E non sei neppure delinquente, come dice quell’èbete di Travaglio che sta invecchiando così tanto male, divorato dall’irrazionale compulsivo desiderio che lo spinge infruttuosamente ad odiarti. Ti vogliamo bene, ragazzo, e…. ricordati (me lo hai insegnato tu) che il Tempo è galantuomo!

Ritratto di bassfox

bassfox

Ven, 13/09/2013 - 14:58

fuori i pregiudicati dal senato! se poi sono anche pedofili, corruttori e mafiosi....

Ritratto di Scassa

Scassa

Ven, 13/09/2013 - 15:19

scassa Venerdi13settembre Al mio paese si dice : vado,l'ammazzo e torno ,voi preparatemi l'alibi .....compagni !