Giustizia, in Commissione alla Camera primo ok al ddl sulla responsabilità dei magistrati

La Commissione Giustizia alla Camera da il via libera al disegno di legge Nitto Palma. Protesta dal M5S

Arriva dalla Commissione Giustizia del Senato il primo via libera al disegno di legge sulla responsabilità disciplinare dei magistrati, che prevede anche il trasferimento d'ufficio.

Il ddl, che prende il nome dal presidente della Commissione Nitto Palma, prevede che tutte le toghe che rendano dichiarazioni che ne dimostrino assenza d'indipendenza, terzietà e imparzialità vengano sottoposti a procedimento disciplinare. Nel disegno di legge anche la perseguibilità disciplinare per i magistrati che mettano a rischio le stesse con mezzi differenti.

Contro il ddl si è espresso oggi Enrico Cappelletti, capogruppo del Movimento 5 Stelle in Commissione. Il deputato ha puntato il dito contro "una nuova legge vergogna contro la magistratura" e dichiarato che "in aula sarà battaglia totale".

Alle dichiarazioni di Cappelletti ha risposto lo stesso Nitto Palma, che ha ricordato che "l’intervento normativo di tipo disciplinare sulle dichiarazioni fuori misura rese da parte dei magistrati ai giornalisti era stato auspicato dal Consiglio superiore della magistratura e dallo stesso presidente della Repubblica in uno dei suoi interventi al Csm".

Commenti

rbach

Mer, 11/09/2013 - 18:13

In linea di principio sarei pure d'accordo. Ma come tutte le leggi del PDL in materia di giustizia, scritte senza cognizionie di causa solo per mettere in riga i magistrati e non per migliorare la giustizia, anche questa sarà un pastrocchio senza capo né coda che verrà inesorabilmente stracciato dalla suprema corte alla prima occasione.

Giangi2

Mer, 11/09/2013 - 18:13

Il m5s sta facendosi amica la magistratura, non si sa mai........

m.m.f

Mer, 11/09/2013 - 18:21

i magistrati non ptrebbero esercitare più di x anni nello stesso capolugo,il 99% passa la vita a un ora da casa propria...........tanto per dirne una............

ciannosecco

Mer, 11/09/2013 - 18:25

Resto in attesa (da troppo tempo) che il Ms5 ci illumini e ci faccia conoscere il suo programma sulla Giustizia.Durante la campagna elettorale scena muta.Adesso che sono in Parlamento speravo che qualcuno ci spiegasse.Per adesso,oltre gridare ladri,ladri e salire sulle tegole niente hanno fatto sapere.Siamo in attesa.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 11/09/2013 - 18:30

Questo concetto di "intoccabilità" della Magistratura(come se i suoi membri fossero notoriamente "asettici","infallibili""moderati" "equi","efficienti" e quant'altro,mi sconcerta,perchè vedo in essa sempre più una casta,con un preciso orientamento di base,che renderà impossibile ogni futura scelta,anche se maggioritaria,politicamente. Non si toccano,non si rimuovono(licenziarli?...Per carità!),non si adeguano i loro stipendi,in linea con il Paese più virtuoso Europeo,....niente!Sempre lì,oggi a far polica con la toga,e domani in politica,senza toga,ma con tanti agganci utili...Democrazia del cavolo!

marco1977

Mer, 11/09/2013 - 18:56

Ci sto,ad una semplice condizione.Estendiamo la legge anche ai politici.In campagna elettorale dicano cosa faranno (un contratto nero su bianco)se eletti anno per anno e SE poi non mantengono la parola si stabilisce una bella sanzione pecuniaria al partito per ogni promessa non mantenuta (diciamo 50 mln di euro per ogni cosa non fatta) al termine dell'anno.TUTTO per iscritto firmato e controfirmato dal leader del partito che in caso di diaspora ci mette di tasca propria.Punto.

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Mer, 11/09/2013 - 19:19

Speriamo che sia la volta buona che questa magistratura sia riformata, almeno che sia punito il giudice che commette errori. Come succede a tutti i cittadini. Chi sono loro che non debbono essere puniti? sono loro al nostro servizio e non noi al loro. Nostro dovere è rispettare le leggi il loro rispettare il cittadino

giottin

Mer, 11/09/2013 - 19:43

Abbiamo capito, questo è il primo passo, poi la storia passerà alla camera, verrà emendata e votata, poi toccherà al senato, altri emendamenti ed altra votazione ecc. ecc. Alla fine ne uscirà snaturata e se poi a lor signori non piacerà, come sarà ovvio, sarà stato tutto un lavoro inutile: è la nostra "itaglia" bellezza. A costoro servirebbe uno che dicesse loro: da domani anzi, da adesso in avanti si fa così, se vi piace va bene se non vi piace non ve lo ha ordinato il medico di fare gli impiegati statali, punto!!!!!

Annaritaspad

Mer, 11/09/2013 - 19:46

Tutti i provvedimenti contro i magistrati mi sembrano "le gride" che venivano emesse contro i bravi

roliboni258

Mer, 11/09/2013 - 20:00

M5S ,che furbacchioni anche loro amici dei pm come i kompagni,non si sa mai,povera Italia

Ritratto di Kayleigh

Kayleigh

Mer, 11/09/2013 - 20:28

Il M5S darà battaglia? Uh, che paura.

bruna.amorosi

Mer, 11/09/2013 - 20:40

ma se sono proprio loro che dicono LA LEGGE E' UGUALE PER TUTTI .ecco finalmente si comincerà anche a farla rispettare a loro .ragazzi andiamo a votare il referendum perchè poi non dobbiamo lamentarci

Ritratto di romy

romy

Mer, 11/09/2013 - 21:28

Movimento 5 Stelle,non lo capisco,dissentire da una cosa così logica,già votata a suo tempo dal popolo Italiano,non li capisco.

odifrep

Mer, 11/09/2013 - 22:15

Caro ciannosecco, rimani pure in attesa quando vuoi, tanto dalle zucche vuote non potrai mai cavare del sangue. Caro Lino, dispiace dirlo ma non dobbiamo aspettarci nulla di nuovo con i referendum sulla giustizia. Anche BERLUSCONI, come tantissimi altri di noi che abbiamo firmato "la speranza Pannelliana" è a conoscenza che mai avverrà quel cambiamento atteso da molti anni e tanto sperato da milioni di persone oneste : una giustizia giusta. Hai presente l'ingegnere che inventa il suo antifurto chiedendone anche il brevetto? Ecco, allo stesso modo avverrà la riforma della magistratura. Se non si ha rispetto per gli altri, come lo si può pretendere? Non ricordo dove -forse- su qualche fumetto, credo di aver letto di qualcuno che, riferendosi al Re, disse :"Maestà, l'Italia è fatta......(e, aggiunse senza farsi sentire -ora bisogna fare gli italiani-)". Persino Pannella, trionfatore di tante battaglie è consapevole di non poter mai vincere la guerra. Un abbraccio, Vincenzo.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 11/09/2013 - 23:57

Riusciranno ad affossare e insabbiare anche questo, come hanno fatto col referendum da NOI votato e trasformato in una legge-barzelletta e con l'emendamento di Gianluca Pini approvato alla camera e poi scomparso misteriosamente nei corridoi del senato... chissà come... Lottare contro la casta dei magistrati in Italia è impossibile, perchè il vero potere assoluto lo detengono loro.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 12/09/2013 - 00:47

Il ddl è solo un piccolissimo passo avanti sulla strada della riforma della magistratura. Il nodo più importante ed inaccettabile è comunque l'esistenza di divisioni tra magistrati di diverse tendenze politiche. La motivazione di MD che nasce per opporsi ad un modo "borghese" di condurre la giustizia è un'idea aberrante che distrugge la terzietà dei giudici. METTIAMO FUORILEGGE MD E QUALSIASI ALTRO GRUPPO POLITICO TRA MAGISTRATI.

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Gio, 12/09/2013 - 02:44

I grillino ovviamente non vogliono cambiare nulla eh?!e allora lasciamo lo schifo totale com'è!!siamo in classifica insieme al Burundi come lentezza ed inefficienza dei processi!!e questi stronz* si permettono di opporsi!!?in Italia il popolo deve essere sovrano non la magistratura!!