IL GOVERNATORE BCE E Draghi rilancia: «Sanare i conti non con tasse ma coi tagli di spesa»

Il «punto di svolta» superato dall'area euro è stato nell'estate del 2012, ma «la crisi non è finita», avverte il presidente della Bce Mario Draghi (nella foto) durante una lecture tenuta all'Institut d'études politiques di Parigi. Secondo il capo della Bce al momento la sfida più grande per l'area euro è rafforzare il potenziale di crescita, che è stato indebolito durante la crisi. Per far questo «la politica fiscale può supportare la crescita assicurando una migliore composizione del consolidamento, meno focalizzata sull'aumento delle tasse e più sulle priorità di spesa». Per Draghi «sono necessarie politiche strutturali per aumentare la produttività e attrarre investimenti».