Il governo nomina 35 saggi per cambiare la Costituzione

Letta accelera sulle riforme e sceglie i consulenti dell'esecutivo: Violante e Frattini fra i politici, Panebianco e Ainis fra i tecnici

Roma Ecco la commissione dei «saggi» sulle riforme costituzionali. Il governo procede a tappe forzate per mantenere l'impegno assunto con il capo dello Stato a farsi motore di propulsione delle modifiche alla Carta. E mentre si lavora al testo del ddl sull'iter delle riforme, con l'obiettivo di vararlo nel Consiglio dei ministri di venerdì, il premier Enrico Letta firma la nomina dei 35 consulenti (fra i quali dieci donne) del governo.
Il primo organo a entrare in campo nella nuova partita per le riforme, è dunque la commissione di giuristi incaricata di fornire i suoi input nel merito delle modifiche da apportare alla Costituzione. Gli esperti, che saranno ricevuti domani al Quirinale, lavoreranno nel tempo necessario al Parlamento per approvare il ddl costituzionale che definirà l'iter delle riforme. Fino a quando, insomma, saranno le Camere a entrare nel merito. Probabilmente dopo l'estate.
Dai nomi appare evidente lo sforzo di rappresentare tutti gli orientamenti e le anime politiche. Si va da Lorenza Carlassare, costituzionalista vicina agli ambienti di sinistra, a Nicolò Zanon, che nel Csm è un laico espressione del Pdl. Ci sono poi i «saggi quirinalizi» Valerio Onida e Giovanni Pitruzzella. C'è Luciano Violante, ma anche l'ex ministro di Berlusconi Franco Frattini e l'Udc Francesco D'Onofrio. E ancora: l'ex rettore della Bocconi Guido Tabellini, il costituzionalista Michele Ainis e il politologo Angelo Panebianco. Stavolta niente gaffe: le donne sono dieci su 35, da Nadia Urbinati a Elisabetta Catelani.
Intanto, i tecnici limano il testo del ddl costituzionale che disegnerà il percorso delle riforme. I contenuti saranno quelli indicati nella mozione di maggioranza approvata in Parlamento. A partire dal «Comitato dei 40» (20 deputati, 20 senatori), che elaborerà i testi. In queste ore, raccontano, si sta cercando «l'algoritmo» che dovrà definire la presenza dei partiti nel Comitato. Si cercherà un equilibrio tra consistenza dei gruppi e voti alle elezioni, per evitare uno sbilanciamento in favore dei dem, causa premio di maggioranza. Ma l'equazione starebbe creando qualche problema.
Il Comitato avrà solo poteri referenti: i testi saranno insomma emendabili in Aula. Ma per evitare che le leggi restino impantanate nel dibattito parlamentare, è probabile che nel ddl del governo sia indicato uno scansionamento e serrato dei lavori, che garantisca di raggiungere il traguardo entro 18 mesi. A partire da una riduzione da tre a due mesi dei tempi che devono passare tra le letture delle due Camere. Di sicuro, ci sarà la possibilità di svolgere un referendum confermativo al termine del percorso. Il ddl - ipotizzano fonti parlamentari - definirà i confini dell'intervento: l'esame di progetti di legge di revisione della seconda parte della Costituzione, nonchè di una legge elettorale che sia coerente con il nuovo assetto istituzionale. Un riferimento potrebbe essere fatto però anche alla necessità di garantire un bilanciamento dei poteri ove si mettesse mano alla forma di Stato e di governo.
Ed è ancora il semipresidenzialismo ad accendere il dibattito tra i partiti. Mentre Silvio Berlusconi e i suoi continuano a premere in questa direzione, il segretario del Pd Guglielmo Epifani non chiude la porta al modello francese e invita tutti a «non piantare muri», ma sottolinea la necessità di «fermarsi un attimo e discutere seriamente nelle sedi competenti con gli argomenti giusti, con tempi giusti e nell'ordine giusto». In particolare, il segretario Pd ricorda la necessità di riforme con «pesi ed equilibri», a partire da una «moderna legge sul conflitto d'interesse».

Commenti
Ritratto di thunder

thunder

Mer, 05/06/2013 - 08:39

Che Dio illumini le menti di queste persone.perche' il tempo per il te' con biscotti e' terminato.

max.cerri.79

Mer, 05/06/2013 - 08:46

altri saggi...più saggi che operai in questo paese.. si possono sapere le condizioni economiche e il trattamento che avranno dopo aver saggiato?

Holmert

Mer, 05/06/2013 - 08:52

In questo putiferio nazionale, dove tutti parlano e nessuno capisce quello che si dice per quante boiate vengono dette al popolo beone, mi fa molta meraviglia che ci siano ancora 35 saggi, un numero veramente spropositato, visti i tempi che corrono. Sono chiamati dal governo a cambiare alcuni articoli della costituzione per renderla più snella e consona alle esigenze della modernità e del turbomercatoglobale. Non credo che riusciranno nell'impresa, già è difficile che due persone trovino un accordo, figuriamoci in 35. Altri saggi ci hanno provato in passato con le famose commissioni, dai e dai, giorni e mesi di trattative, di accordi poi decaduti, di sedute fiume...nisba, non se n'è fatto mai nulla. Ora ci riprovano con i saggi. Nell'antichità ne bastavano sette: "di questi vi era Talete di Mileto, Pittaco di Mitilene, Biante di Priene, Solone, Cleobulo di Lindo, Misone di Chene e per settimo si diceva ci fosse anche Chilone spartano" .Ma quelli erano saggi veramente e non finti come gli attuali.

nino47

Mer, 05/06/2013 - 09:04

E' giusto! siccome il parlamento è un cretinaio composto ovviamente da cretini, onorevoli sì ma pur sempre cretini, è logico per una simile materia nominare dei saggi...che siccome però sguazzano se non proprio nel cretinaio almeno nella sua orbita, produrranno, come sempre è accaduto nei casi dei tecnici, delle sagge cretinate!!!!

lucrezia60

Mer, 05/06/2013 - 09:11

10 non sono bastati..si riprova con 35... a proposito..quanto ci costaqno??? gia ci sono gli immigrati da mantenere..che vogliamo fare?? le nostre tasse non servono per i servizi al popolo italiano.. no..giammai...devono servire a mantenere ignoti saggi e milioni di immigrati per lo piu delinquenti!!

guidode.zolt

Mer, 05/06/2013 - 09:27

...e verranno nominati "senatori a vita"...? tenete d'occhio Napolitano...!

guidode.zolt

Mer, 05/06/2013 - 09:42

certo che rispolverare un Frattini la cui miglior caratteristica è il suo Inglese da lezioni a puntate ... figuriamoci il resto! ...però un vitalizio non si nega a nessun ...politico!

gamma

Mer, 05/06/2013 - 09:59

In dubbio mi assale. E vorrei esortare scienziati e ricercatori di tutto il mondo a darsi da fare. Infatti ho il sospetto che nei palazzi del Parlamento italiano si aggiri in virus. Un virus che contagia anche quei pochissimi rappresentanti del popolo italiano, dotati di intelligenza e sensatezza. Il virus li colpisce e... zac, anche questi diventano degli imbecilli.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mer, 05/06/2013 - 10:36

Andrà a finire che i 35 saggi introdurranno nella costituzione l'istituzione di una commissione di saggi che sarà utilizzata tutte le volte che il governo, il parlamento, il capo dello stato avranno bisogno di una consulenza da parte di saggi anzichè perdere tempo a nominarli di volta in volta...! Dopo i tecno-professori è il momento dei saggi e poi dicono che la disoccupazione è in aumento!

Roberto Casnati

Mer, 05/06/2013 - 10:41

Se i "saggi" sono come quelli nominati da Napolitano si salvi chi può! Mai vista una schiera d'imbecilli come quella.

tartavit

Mer, 05/06/2013 - 11:13

E' diventato uno sport della politica nostrana quello di nominare commissioni di esperti, di saggi, di luminari, di tecnici e via elencando. E' un modo come un altro per far finta di fare senza fare niente. Difatti i lavori e le relazioni finali di tutte queste commissioni nessuno poi li prende mai seriamente in considerazione. E' un gioco! Appunto! Al massacro, perché così facendo non si affrontano i veri problemi del paese, che incancreniscono. Secondo il rapporto di Visco, difatti ormai l'Italia è in ritardo di 25 anni sulle riforme strutturali.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 05/06/2013 - 11:41

Delle due l'una:o ci sono oppure ci fanno...Stiamo andando a picco, Finmeccanica sta acquistando l'acciaio in Germania per aggirare le more di Taranto, Indesit sta sbaraccando e la Fiat è sulla buona strada,la gente continua a darsi fuoco ed a impiccarsi, ma il nostro Governo è impegnatissimo a modificare la costituzione.E'l'ora di prenotarsi un loculo al cimitero ma noi stiamo ristutturando il gazebo in giardino.I nostri parlamentari possono solo ringraziare l'inconcludenza di Grillo che ha dirottato la protesta su di un binario morto.Altrimenti qualcuno avrebbe già approntato i palchi in piazza. E,sicuramente, non quelli elettorali.

gamma

Mer, 05/06/2013 - 11:44

Con quale criterio sono stati nominati i saggi? Probabilmente così: 7 dei miei, 5 dei tuoi, 3 degli altri e via dicendo? Oppure così: ambarabàciccìcocò, tre scimmiette sul comò che facevano l'amor con la figlia del dottor...ambarabà...cicì...co...cò

silvano45

Mer, 05/06/2013 - 11:49

ma è meglio nominare una commissione che deliberi la nascita di una sottocommissione che deliberi che un gruppo ristretto diano delle indicazioni che siano vagliate da una commissione che riferisca alla società civile che poi riporti le sue conclusioni alla commissione.Non hanno capito nulla fanno schifo o non andiamo più a votare o dobbiamo scendere in piazza con i forconi.Per ora come consigliato da quello che sembra il più saggio gillo un bel vdc

m.m.f

Mer, 05/06/2013 - 11:49

.......dei delinquenti vigliacchi che han fatto fare uno peggiore di loro (monti) quello che non avevano il coraggio di fare.........

Azzurro Azzurro

Mer, 05/06/2013 - 11:54

35 a fare che? bastava il programma del cavaliere...Capitolo immigrati tutti a casa visto che lavorano solo in nero e li manteniamo noi. Io non voglio mantenere immigrati grazie

Paul Vara

Mer, 05/06/2013 - 11:54

Il problema non dovrebbe essere quello di cambiare la Costituzione ma di rispettarla. Politici corrotti e buffoni.

giosafat

Mer, 05/06/2013 - 12:03

Di rinnovare la Costituzione se ne devono occupare i parlamentari: licenziarne subito 35 per far posto ai nuovi Fantozzi.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 05/06/2013 - 12:13

Tra tatticismi, chiacchiere, divisioni, limature e infiniti dilungamenti tutto si concluderá in niente.- La folta e articolatissima struttura burocratica statale che stringe il Paese in una inespugnabile maglia di ferro non ha nessunissima volontá di essere riformata ... Ha ogni potere e diritto se é la necessaria espressione della volontá democratica del Paese ... La chiave d´oro é quella di mantenere alto il rito di presentarsi al voto del popolo con tanti colori e con tante bandiere. La commisione di esperti é la insuperabile invenzione di una struttura totalitaria perfetta.

Ritratto di Blent

Blent

Mer, 05/06/2013 - 12:26

allora licenziate tutti i parlamentari

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 05/06/2013 - 12:31

Tra tatticismi, chiacchiere, divisioni, limature e infiniti dilungamenti tutto si concluderá in niente.- La folta e articolatissima struttura burocratica statale che stringe il Paese in una inespugnabile maglia di ferro non ha nessunissima volontá di essere riformata ... Ha ogni potere e diritto se é la necessaria espressione della volontá democratica del Paese ... Quello che deve essere mantenuto alto é il rito di presentarsi al voto del popolo con tanti colori e con tante bandiere. La bella commisione di esperti che cosa puó essere altro della nuova invenzione di una camaleontica struttura totalitaria perfetta?

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 05/06/2013 - 12:40

Tra tatticismi, chiacchiere, divisioni, limature e infiniti dilungamenti tutto si concluderá in niente ...La folta e articolatissima struttura burocratica statale che stringe il Paese in una inespugnabile maglia di ferro non ha nessunissima volontá di essere riformata ... Ha ogni potere e diritto di scegliere come meglio crede se é la necessaria espressione della volontá democratica del Paese ... Certo é che per assicurare questo basta mantenere alto il rito di presentarsi al voto del popolo con tanti colori e con tante bandiere. La bella commisione di esperti che cosa puó essere altro che una nuova invenzione di una camaleontica struttura totalitaria perfetta?

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 05/06/2013 - 12:45

Tra tatticismi, chiacchiere, divisioni, limature e infiniti dilungamenti tutto si concluderá in niente. La folta e articolatissima struttura burocratica statale che stringe il Paese in una inespugnabile maglia di ferro non ha nessunissima volontá di essere riformata ... Ha ogni potere e diritto di scegliere come meglio crede se é la necessaria espressione della volontá democratica del Paese ... Certo é che per assicurare questo basta mantenere alto il rito di presentarsi al voto del popolo con tanti colori e con tante bandiere. Ma a questo punto che altro puó essere la bella commisione di esperti se non una nuova invenzione di una camaleontica struttura totalitaria perfetta ?

lucrezia60

Mer, 05/06/2013 - 13:05

ma possibile che un po di vergogna questa "casta" non la riesca a provare??

Maxforliberty

Mer, 05/06/2013 - 13:21

Ma che è? Una nuova moda? Ci sarà un saggio anche per l'igiene dei water? Insomma, ma che li abbiamo eletti a fare quasi un migliaio di parlamentari?

Angelo Mandara

Mer, 05/06/2013 - 13:21

POVERA..."AILATI" - TELA DI PENELOPE? Ma non avevano stabilito che i Ministri non avrebbero partecipato a trasmissioni TV? Sempre più curiosi (...e alla finestra) per vedere come andrà a finire. Politica, comunque appaia, sempre più protagonista (mentre negli altri Paesi le piazze bruciano), con i rappresentanti dei tre maggiori gruppi letteralmente aggrappati a specchi sempre più scivolosi. Malinconica frenata del loro tempo chenon prevede "confessionali e con la spada pendente del ricatto che in qualsiasi momento rimanderebbe tutto...al punto di partenza. I tempi delle riforme stanno prendendo dimensioni "da presa in giro" e purtroppo lo stesso re Giorgio II con i suoi ormai famosi 18 mesi (classici 5 minuti dal barbiere?) finisce per avallare l'eternità della sua stessa vita. Pietà, per chi abita questo povero stivale. Saluti. Angelo Mandara

Ritratto di Ezechiele lupo

Ezechiele lupo

Mer, 05/06/2013 - 13:42

Bastava un fattorino che prima mandava al macero la vecchia costituzione e poi faceva un copia-incolla di quella degli U.S.A. .

Cuciapinocasemi...

Mer, 05/06/2013 - 13:50

Mi sembrano i musicanti dell'orchestrina del Titanic.Spero solo che, dopo il naufragio, non saremo così pirla di rifare l'Italia.

Roberto C

Mer, 05/06/2013 - 13:52

Paul Vara scusi ma perchè crede che vogliano cambiarla?

gamma

Mer, 05/06/2013 - 13:54

Con queste stupidaggini (35 saggi... gia solo il termine fa piangere) si rischia di far resuscitare il "dead men walking" Grillo. Ma almeno chiamateli esperti oppure consulenti oppure medium, ma non saggi.

Roberto C

Mer, 05/06/2013 - 13:57

L'attuale costituzione - pur con tutti i suoi limiti - è stata stilata da un gruppo di uomini che hanno preso un paese distrutto dalla guerra, e ne hanno fatto in una quindicina d'anni una delle 7 potenze economiche mondiali. E, ripeto, con tanti limiti, ci ha assicurato 60 anni di democrazia, libertà e pace. Questi qui hanno preso in mano - diciamo una ventina d'anni da o anche un po' prima, un paese dove sostanzialmente si viveva bene ed era meta ambitissima da tutto il mondo, e lo hanno sfasciato, riducendoci a livelli da terzo mondo (ma con una tassazione da paesi scandinavi). Che diritto hanno di essere proprio loro a riscrivere la legge fondamentale dello Stato?

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 05/06/2013 - 13:59

Ancora saggi come quelli per stabilire il giusto compenso ai nostri disonorevoli,e che dopo 6 mesi di studi dissereo che non se ne riusciva ad andare a capo.Mettete due massaie e vedrete che risolveranno i problemi in una settimana.Razza di fancazzisti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

benny.manocchia

Mer, 05/06/2013 - 14:06

Negli Stati Uniti (lo abbiamo ricordato spesso) diventa presidente chi riceve piu' voti e comanda per quattro anni.Il sistema va avanti da oltre duecento anni e sembra funzionare abbastanza bene.Sempre le elezioni dirette servono per nominare senatori e deputati che controllano come falchi il lavoro del presidente.Fino a quando non verra' fuori un sistema migliore,questo odierno e' ancora er mejo... Un italiano in USA

Alberto Gammi

Mer, 05/06/2013 - 14:09

ANCORA SAGGI... ma cosa vuol dire Saggi, sono laureati in saggistica? o e'solo che ormai la parola tecnici e' odiata dagli italiani?! Ma se devono sempre chiamare tecnici e saggi che lavorino al posto loro, a cosa li paghiamo a fare 1000 parlamentare e senatori?

swiller

Mer, 05/06/2013 - 14:22

Certo che faesi fare la guardia alla casa dai ladri che l'hanno svaligiata succede solo in Italia.

epc

Mer, 05/06/2013 - 14:54

Valerio Onida? Quel saggio talmente saggio che gli fanno gli scherzi telefonici e lui ci casca? Quel saggio talmente saggio che dopo per giustificarsi dice che beh, in effetti, gli pareva strano che Margerita Hack gli avesse telefonato dato che Margerita Hack non l'aveva mai conosciuta? Propio bell'esempio di saggezza..... A Valerio Onida, Aristotele gli faceva un baffo!

Gianfranco Rebesani

Gio, 06/06/2013 - 09:01

La montagna di 35 saggi partorirà il solito topolino ! Chiamateli come volete,ma a suo tempo altri "saggi" non sono riusciti a conteggiare lo stipendio che pecepiscono gli eletti al Parlamento europeo (pur lavorando indefessamente :due o tre sedute,se la memoria non mi tradisce);i dieci saggi quirinalizi hanno fatto il bis con le loro proposte: un buco nell'acqua. Ora ben 35 saggi (niente da dire sulle persone scelte,per carità, hanno usato anche il bilancino per le pari opportunità tra uomo e donna) studieranno le migliori soluzioni.Non è che le loro riunioni si riveleranno simili a quelle di un condominio ?

DOMINICPOZZILLO

Ven, 07/06/2013 - 19:51

UNA VERA PORCATA, HANNO ASSUNTO ALTRI 35 SAGGI, HO RAGIONE QUANDO DICO CHE I POLITICI SONO INCAPACI, CERA BISOGNO DI FARE IL GOVERNO SE POI CI AFFIDIAMO AI SAGGI, NON E' POSSIBILE QUESTO PAESE NON CAMBIERÀ' MAI, ANDREMO ANCORA PEGGIO, NON HANNO DIGNITÀ' NEI CONFRONTI DELLA POVERA GENTE CHE NON SANNO COME ARRIVARE ALLA FINE DELLA GIORNATA, NON HANNO FATTO NIENTE E NON FARANNO NULLA, IL PAESE DELLA BANANE, SIAMO RIDICOLI

DOMINICPOZZILLO

Ven, 07/06/2013 - 19:55

dopo i 10 saggi nominati dal presidente della repubblica, eccone altre 35, questi quanto prima nomineranno altri saggi per valutare il lavoro fatto da questi ultimi 35 , che a sua volta nomineranno altri saggi per capire se hanno fato bene. La gente muore di fame e questi cazzeggiano, Il popolo Italiano è un popolo masochista, non finirà mai altro che apocalisse..