Il grande bluff dei fondi Ue: così l'Italia spreca e non crea lavoro

Nel 2012 l'Italia ha versato alla Ue 16,5 miliardi e ne ha ricevuti 11 indietro. Ma gli oltre 500mila progetti di formazione non sono serviti a creare nuovo lavoro

Per calmare gli italiani Matteo Renzi va in giro per il Paese a sventolare il fantasma dei fondi europei. Ammette, il premier, che in passato sono stati un male. E promette, sempre il suddetto premier, che d'ora in poi saranno sapientemente impiegati per lo sviluppo e la crescita del Belpaese. In realtà, i fondi europei sono un bluff senza precedenti che non solo ci costa svariati miliardi di euro, ma che non porta ad alcun risultato. Come riporta Repubblica, infatti, negli ultimi cinque anni sono stati attivati ben 504mila progetti di formazione per una spesa stellare di 7,5 miliardi di euro. Una cifra che fa impallidire che si tratta solo di una fetta di una torta molto più grossa.

Quanto costano veramente i fondi Ue tanto osannati da Renzi? Ma soprattutto: sono veramente utili? Numeri alla mano si direbbe proprio di no. A fare i conti in tasca agli eurobrucrati e ai politici italiani che abboccano all'amo ci pensa il sito lavoce.info. Come spiegano puntualmente Roberto Perotti e Filippo Teoldi nello studio Il disastro dei fondi strutturali europei, i fondi non sono affatto gratis: ogni euro ricevuto ce ne costa due, "uno da versare all'Europa come membri dell'Unione e un altro come cofinanziamento". Nel 2012, per esempio, l'Italia ha versato alla Ue 16,5 miliardi come contributi e ne ha ricevuti indietro solo 11. Questi, per essere spesi però, sono stati appunto "doppiati" con denari italiani."Nessuno riesce a districarsi tra piani europei, nazionali e regionali - spiega Perotti nello studio - centinaia di documenti stilati per fissare obiettivi che nessuno rispetta. E i soldi diventano una mangiatoia pazzesca per sindacati, assessorati regionali e provinciali"

Il vero snodo dei fondi Ue sono i progetti di formazione che dragano 7,4 miliardi di euro sui 13,5 impiegati. Per lo studio della lavoce.info una vera e propria "industria che non conosce crisi", utile soltanto a tenere in vita "decine di centri di ricerca" che, tra il 2007 e il 2011, hanno prodotto 280 documenti di valutazione "inutili". Basta andarsi a legge i dati del network di esperti sulla spesa dell'Fse per l'inclusione sociale, per capire che ci troviamo davanti a un flop clamoroso. Tra il 2007 e il 2013, mentre l'Italia offriva corsi a 21mila persone, la Francia vantava 254mila iscritti e la Germania 208mila. E i risultati? Disastrosi. Tra quelli che hanno completato la formazione, solo il 14% degli italiani hanno trovato un lavoro, l'85% dei francesi, il 35% dei tedeschi. Quindi? "Non diamo più soldi a Bruxelles - propone Perotti - così non rischiamo di vederli finire nelle mani dei maestri dello spreco, un sottobosco politico parassitario"

Commenti

Raoul Pontalti

Lun, 07/07/2014 - 10:51

"E i soldi diventano una mangiatoia pazzesca per sindacati, assessorati regionali e provinciali", e per le aziende che forniscono i corsi fantasma o fasulli invece? Dalla Vetta d'Italia a Lampedusa è la solita musica: i cori di formazione, ma anche le altre iniziative previste dai fondi europei sono cronicamente mal gestiti da politici e faccendieri di ogni specie per cui si propongono progetti e iniziative fasulli, che non servono a nulla quando non addirittura fantasma ossia eseguiti solo sulla carta. La colpa non è dell'Unione europea bensì degli italioti.

Ritratto di dbell56

dbell56

Lun, 07/07/2014 - 10:51

Non è un grande bluff! E' solo l'incapacità dell'Italia di aumentare l'occupazione attraverso il mercato. Se non c'è mercato, le imprese chiudono o riescono a sopravvivere solo perchè attraverso i ricavi, ovvero autosufficienza economica, riescono almeno a coprire i costi fissi e quelli semi variabili. Con uno stato così ostile al lavoro e alle imprese, cosa puoi e vuoi aspettarti? Solo il default dello stesso per eccessiva onerosità della sua struttura organizzativa. L'Argentina è molto più vicina di quel che sembra, insomma!!

Gioa

Lun, 07/07/2014 - 11:00

INFATTI E' PROPRIO COME DICE PEROTTI...BASTA DARE SOLDI all'ue...quando non ritorna nulla...renzi una volta elogia l'ue dice: l'ue se faccio le riforme è flessibile con il debito pubblico. Conclude: l'italia deve "correre" dobbiamo fare le riforme. Il giorno dopo sempre rivolto alla'ue: l'ue non è la maestrina dell'Italia. L'ue deve fare come dice l'Italia...UE SE VOLTE CHE L'ITALIA RESTI IN UE FORI questo renzi bombarolo...altrimeni l'ITALIA MEGLIO FUORI DALL'UE...FORZA WEBER E CAMERUN SIAMO CON VOI!! COMMENTATORI SAPETE QUAL'E' IL GROSSO problema di renzi e dei "suoi cari"...che ancora non ha capito niente...DIPENDE DAL CONTESTO E DALLA SITUAIZONE...renzi invece di ancare in giro per il mondo a dire oggi ue ti mao domani non lo so....SAI CHE DEVI FARE?...Ritorna a Pontassieve (FI) forse lì qualcuno ancora "ti ama"...LA NONNINA SICURO!! Se non trovi riscontro neamche a Pontassieve (FI)....fa come vendola vai dove ti porta il cuore...IN CANADA!!...Se poi neamche lì ti volgio non ri resta che andare in giro per il mondo con una MARGHERITA (FIORE) in mano...FORSE FORSE.... FORZA ITALIA NUOVA PERCHE' NOI ABBIAMO CERTEZZE CON CHI STARE... WEBER E CAMERUN...il debito pubblico...l'ITLAIA CON VOI RIPARTIRA' ALLA GRANDE!!!

giovanni PERINCIOLO

Lun, 07/07/2014 - 11:15

..."mangiatoia pazzesca per sindacati, assessorati regionali e provinciali"... Quindi il male é conosciuto, é stato ben individuato e si dovrebbe e potrebbe intervenire eliminando il cancro che si autoalimenta da decenni. Il problema é che per intervenire occorrono gli attributi e finora nessuno, Berlusconi compreso, ha avuto il coraggio di andare fino in fondo. La "bestia" é troppo potente e a un certo punto tutto si ferma in nome di un prodotto avariato e stantio : la "pace sociale"! Beh, se proprio dobbiamo morire, meglio morire in guerra che di inedia in pace!

Triatec

Lun, 07/07/2014 - 12:27

Con la scusa dell'europa unita si mantengono stipendi a circa 700 eurodeputati e oltre 5mila dipendenti che lavorano, si fa per dire, in tre sedi con costi faraonici. Qui facciamo fatica a mettere insieme il pranzo con la cena e in televisione dobbiamo vedere questi scrocconi che riempiono sale per convegni, alberghi e ristoranti di lusso per decidere sulla lunghezza delle banane, sulla piadina romagnola o sulla pesca delle telline. Adda passà 'a nuttata.

giova58

Lun, 07/07/2014 - 12:28

Vorrei che una volta per tutti si chiarisse la questione dei Fondi Comunitari. I Fondi Sociali Europei FSE possono essere spesi solo per le politiche attive per il lavoro, il che significa che non possono essere utilizzati per il sostegno al reddito o altre agevolazioni per le aziende per le quali si ricadrebbe nel cosiddetto " Aiuto di Stato" . L'utilizzo improprio degli FSE non viene riconosciuto dall'Europa che in fase di rendicontazione non te lo rimborsa. A questo punto per politiche attive si intende "FORMAZIONE" anche la riqualificazione professionale di fa con i corsi di formazione. Ecco il motivo di tanti corsi di Formazione anche in SICILIA dove i fondi sono più ingenti come zona sottosviluppata. Visto che le Amministrazioni pubbliche sono in crisi, e gli stessi comparti produttivi sono in crisi, forse dovrebbe essere rivisto a livello europeo l'intero strumento di finanziamento, compreso le rigidissime regole di rendicontazione dove il più delle volte le aziende spendono la maggior parte del finanziamento in consulenze per la rendicontazione dello stesso.

Marzia Italiana

Lun, 07/07/2014 - 12:39

Esatto! crediamo di ricevere questi fondi dall'Europa come se fossero una manna dal cielo, e invece, sono solo una parte dei nostri soldi che ci viene restituita! non dimentichiamo che manteniamo ben 2 parlamenti europei, quello di Bruxelles e quello di Strasburgo, con eurodeputati, annessi e connessi!e per giunta, questi soldi li dobbiamo spendere come dicono loro; ricordate quante centinaia di euro spendiamo per veder crescere la piantina in Sicilia? Tra l'altro, questi soldi che ci danno li spendiamo male, molto male! Sono soldi gettati a mare! e noi, continuiamo a mantenere tutti questi sprechi!

Duka

Lun, 07/07/2014 - 12:51

Il titolo potrebbe anche essere: FARLOCCHI ALL'ARREMBAGGIO!

Massimo Bocci

Lun, 07/07/2014 - 13:16

Corsi di formazione, ..... ALLA TRUFFA UE- EURO, per associati!!! E associazioni per delinquere di LADRI!!! Istituzionalmente PREPOSTE ALLA SPOLIAZIONE,ASSERVIMENTO E SVENDITA ALLO STRANIERO, per SCHIAVITÙ e DISTRUZIONE IDENTITARIA DI POPOLO SOVRANO,TRAMITE INVASIONI COATTE, PROGRAMMATE EXTRA COMUNITARIE!!!, del popolo SOVRANO ITALIANO ( BUE)!!! DA parte di CRIMINALI!!! Del REGIME COMUNISTA- CATTO, LADRI COOP!!! O cosche unificate di NDRANGHETA e MAFIA STALINSTE,PAPALINE dal 47 !!!

pier47

Lun, 07/07/2014 - 13:17

buongiorno, l'ennesimo esempio che la la LEGA ha ragione:FUORI DALL'EUROPA E DALL'EURO!!!Per non dire anche dei clandestini,fornero ecc.ecc. Continuate a commentare e scrivere,scrivere,scrivere ma è quando si vota che bisogna avere le idee chiare! saluti

pimask.11

Lun, 07/07/2014 - 14:31

pier 47 - Hai ragione bisogna avere le ideee chiare quando si vota non farsi lusingare da 80 euro. Comunque questa situazione è la fotocopia di quello che succede in Italia, la Regione Lombardia versa ogni anno nelle casse dello stato italiano più di 70 miliardi di euro e ne riceve indietro meno del 10%. Lo stesso succede in Veneto, Piemonte, e in poche altre regioni del Nord. E poi qualcuno si domanda ancora perchè i Veneti vorrebbero il referendum per l'indipendenza.

gian carlo galli

Lun, 07/07/2014 - 14:54

BLUFF O BUFFONATA ? UN SUGGERIMENTO AI NAVIGANTI ITALIANI CHE 'SI TIRANO SU LE MANICHE' , SE LOTTATE PER VOI E DESIDERATE UN FUTURO MIGLIORE PER I VOSTRI FIGLI: ALL'ESTERO !!

Triatec

Lun, 07/07/2014 - 15:20

Marzia Italiana @ Anch'io credevo che le sedi fossero 2, invece basta guardare il sito europa.eu per scoprire che il Parlamento europeo dispone di tre sedi: Bruxelles (Belgio), Lussemburgo e Strasburgo (Francia). Lussemburgo è la sede degli uffici amministrativi (il "Segretariato generale"). Le riunioni dell'intero Parlamento, note come "sessioni plenarie" , si svolgono a Strasburgo e a Bruxelles. Anche le riunioni delle commissioni si svolgono a Bruxelles. Hai capito lo spreco!!!!! E noi paghiamo e ci spiegano la Spending Review. Ci prendono per il culo.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 07/07/2014 - 15:51

MA! POSSIBILE CHE IN ITALIA NON CÉ DELLA GENTE CAPACE DI INVESTIRE QUESTI FONDI? MA DOVE SONO I GIOVANI CAPACI DI AVERE INIZIATIVE PER NON PERDERE QUSTI SOLDI?; MA COME É POSSIBILE CHE MATTEO RENZI NON HABBIA NESSUN MINISTRO CAPACE DI INVESTIRE QUESTI FONDI PER RINNOVARE LE INFRASTRUTTURE! PONTI! STRADE! RETE IDRICA! É COMPAGNIA CANTANTE?!; É NOI CI LAMENTIAMO SE LA MERKEL E SCHÄUBLE CI DICONO DI NO ALLA FLESSIBILITÁ DEL 3%?!; MA CHE I POLITICI ITALIANI ANDASSERO A RACCOGLIERE PATATE! INVECE DI FARE LA FIGURA DEGLI IDIOTI A STRASSBURGO!.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 07/07/2014 - 15:52

MA! POSSIBILE CHE IN ITALIA NON CÉ DELLA GENTE CAPACE DI INVESTIRE QUESTI FONDI? MA DOVE SONO I GIOVANI CAPACI DI AVERE INIZIATIVE PER NON PERDERE QUSTI SOLDI?; MA COME É POSSIBILE CHE MATTEO RENZI NON HABBIA NESSUN MINISTRO CAPACE DI INVESTIRE QUESTI FONDI PER RINNOVARE LE INFRASTRUTTURE! PONTI! STRADE! RETE IDRICA! É COMPAGNIA CANTANTE?!; É NOI CI LAMENTIAMO SE LA MERKEL E SCHÄUBLE CI DICONO DI NO ALLA FLESSIBILITÁ DEL 3%?!; MA CHE I POLITICI ITALIANI ANDASSERO A RACCOGLIERE PATATE! INVECE DI FARE LA FIGURA DEGLI IDIOTI A STRASSBURGO!.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 07/07/2014 - 16:07

ormai chiara la strategia della sinistra! distruggere quello che l'economia crea! PSICOSINISTRONZI non solo siete stupidi, ma siete pure mascochisti! tanto vale che andate a farvelo prendere in quel posto da tutti quanti.... :-)

eloi

Lun, 07/07/2014 - 16:12

UNIONE EUROPEA e REGIONI, due pozzi senza fondo, dal quale a tirare su il secchio tocca a noi italiani, mentre gli altri ci hanno piazzato delle pompe.

Marzia Italiana

Lun, 07/07/2014 - 16:36

Questa Europa unita e' nata solo per salvare la Germania e gli altri paesi piu' morti di fame di noi! E in realta', non esiste, ognuno tira acqua al suo mulino!

Marzia Italiana

Lun, 07/07/2014 - 16:36

Questa Europa unita e' nata solo per salvare la Germania e gli altri paesi piu' morti di fame di noi! E in realta', non esiste, ognuno tira acqua al suo mulino!

Marzia Italiana

Lun, 07/07/2014 - 16:39

Triatec - grazie per la chiarificazione, ora mi sento ancora peggio, mi si attorcigliano le budella ancora di piu'! Ma e' possibile che dobbiamo farci trascinare nel baratro da questi ladri imbecilli?!

PDA

Lun, 07/07/2014 - 16:44

Egregio Rame, l'utilizzo dei fondi comunitari da parte dell'Italia é stato sempre deficitario, soprattutto del FSE, basta aprire i giornali e ogni giorno si parla di frodi, ma non per questo la soluzione migliore é quella proposta nell'articolo.In effetti questi fondi finiscono nelle tasche dei sindacati e delle amministrazioni dello stato (ministeri, regioni, provincie, comuni, consorzi e via dicendo) cioé di tutti quelli che sono delegati alla loro organizzazione. A quei livelli bisogna trovare i colpevoli e cambiare tutta l'organizzazione, istituire dei controlli efficaci e efficienti, rendere trasparente tutta la filiera e rendicontare correttemente. Distinti saluti

magnum357

Lun, 07/07/2014 - 18:05

Per forza non creano posti, perchè se li pappano tutti in inutili corsifici !!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 08/07/2014 - 00:29

Hanno creato si il lavoro ma solo per quei leccapiedi della sinistra che vengono messi a capo delle organizzazioni che dovrebbero gestire quei fondi. Lauti stipendi, uffici costosi, scrivanie costose, impiegati costosi che si succhiano tutto il malloppo. È COSÌ CHE AI DISOCCUPATI NON ARRIVA NULLA.